domenica 26 settembre 2021

In palude con D’Amico Da Ros Duo

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE Jazz

DOVE ASCOLTARLO Spotify,Youtube, Disco Fisico (esiste!!)

LABEL Emme Record Label

PARTICOLARITA’. È un disco che unisce il jazz, l’elettronica e la lingua italiana. 

SITO - INSTAGRAM - FB

CITTA’ Milano

DATA DI USCITA 11 Gennaio 2021 

L’INTERVISTA

Come è nato Di Crepe, di Sogni, di Futili Desideri?

Per gioco! Non avevo mai scritto in italiano. Scrivevo in inglese, perché l’inglese mi protegge, mentre l’italiano mi svela. Un giorno, per caso, ho incominciato a buttare giù appunti nella nostra ricchissima lingua e, da qui, il primo testo fino ad arrivare ad otto tracce! È stata davvero una sorpresa per me e un’esperienza che ripeterò. Adesso l’italiano non mi fa più così paura e, inoltre, da cantare è molto bello anche se decisamente meno ritmico dell’inglese!

Come mai questo titolo?

Il titolo è un condensato dei temi affrontati nel disco. Potrei cercare di riassumere dicendo che il “futile desiderio” è il motore della vita ed il fil rouge che lega tutti i brani. Se non animiamo la vita con il nostro “futile desiderio”, ci limitiamo a percorrere le strade che altri hanno scelto per noi o, magari, strade che non ci interessano, ma che ci si sono parate davanti o che, semplicemente, ci convengono, quindi sono “utili”. Questo vale nell’amore, negli studi, nella professione e anche nel quotidiano in cui, spesso, “l’utile” finisce per fagocitare le piccole cose che contano. La vita che non dedica attenzione al “futile desiderio” è, a mio parere, una vita molto triste. Tuttavia, il “futile desiderio” ha un prezzo, si insinua nelle crepe dell’esistenza e, allo stesso tempo, ne crea, perché dà vita a fratture tra noi e gli altri, ma anche all’interno di noi stessi. Realizzare un desiderio che non ha nessuna “utilità pratica” richiede coraggio e determinazione, nonché capacità di affrontare frustrazioni e delusioni. E questo soprattutto in una società come la nostra in cui, a valere, sono cose molto “utili” come status sociali, titoli, famiglie strutturate secondo le “buone tradizioni nostrane” e, naturalmente, più soldi possibili. Diciamo che il titolo può funzionare da chiave interpretativa per chi ascolta i brani anche se non bisogna mai dimenticare che le canzoni, come i figli, sono del mondo e non di chi le ha “create”. Da qui, l’invito a chi ci ascolta ad andare oltre i titoli e ad interpretare attraverso la propria esperienza quello che abbiamo scritto. 

Come è stata la genesi di questo disco, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

Il nostro duo nasce con un’idea ben precisa: recuperare le radici del suono, cioè il ritmo e la melodia, per poi costruirci intorno qualcosa di molto diverso. Abbiamo cominciato a suonare insieme nel 2016. All’epoca si trattava di un repertorio acustico, prettamente costituito da standard jazz della tradizione americana. Poi ci siamo detti: perché non aggiungere un po' di elettronica? E, così, è nato il nostro primo disco, Shades of Freedom, che raccoglie standard jazz, ma anche brani rock/pop, completamente ri-arrangiati per voce e contrabbasso, e con un notevole uso dell’elettronica. Dopo questo primo lavoro,  abbiamo dato fondo a tutto il materiale inedito che, negli anni, ognuno per sé, aveva accumulato e lavorato, lo abbiamo totalmente rielaborato, abbiamo aggiunto nuove cose lavorate a quattro mani e così è venuta fuori l’idea di un disco composto di soli brani inediti, per di più in italiano, che abbiamo voluto colorare con un ampio lavoro di post produzione. Il risultato è Di Crepe, di Sogni, di Futili Desideri che, come sappiamo e come ci è stato detto da più parti, è difficile da etichettare. Ma questo era un rischio calcolato e, come per il titolo, abbiamo deciso di correrlo, trovando nella Emme Record Label l’etichetta giusta cui, a quanto pare, piace rischiare quanto noi!

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione dell’album?

La registrazione di alcune tracce nell’armadio della stanza da letto!!

Se Di Crepe, di Sogni, di Futili Desideri  fosse un concept-album su cosa sarebbe? … tolgo il fosse?

Come giustamente hai intuito lo è ed il “concept” è quello del titolo su cui mi sono piuttosto dilungata. La sfida però è sapere quello che per gli altri significano le mie canzoni. Mi piacerebbe organizzare un concerto in cui il pubblico viene invitato a raccontare la propria esperienza della canzone che ha appena ascoltato, il proprio vissuto collegato, la propria interpretazione. Sono certa che sarebbe molto divertente e chissà quanti nuovi significati si attaccherebbero alle canzoni che ho scritto!

C’è qualche pezzo che preferisci? Qualche pezzo del quale vai più fiera dell’intero album? … quello più da live?

Sono molto affezionata a Cannibali, che è il primo brano che ho scritto in italiano, a Gli Amanti, che ho scritto come una visione e che è davvero molto poco politically correct, a È  Tutto, un vero e proprio divertissement con una parte recitata all’inizio. Il pezzo più da live è sicuramente Non Credo ai Martiri. Nel senso che quando lo finiamo ringraziamo sempre di essere sopravvissuti alla fatica di suonarlo! Se volete sapere perché, ascoltatelo!

Come è stato produrre Di Crepe, di Sogni, di Futili Desideri? Chi più vicino?

Registrando nel nostro “studio” ci siamo occupati della produzione dalla A alla Z dando libero sfogo alla creatività, infatti il disco ha tantissime sovraincisioni, che per noi è una novità e l’uso dell’elettronica è molto spinto rispetto al lavoro precedente. Per esempio alcune linee vocali sono state cantate più volte all’unisono creando di fatto un coro, così come altre sono armonizzate ed elaborate fino a creare un sound che ricorda l’organo Hammond. Gli archi sono tutti fatti con il contrabbasso, anche in questo caso con svariate sovraincisioni: ad esempio, in alcuni punti ci sono circa 20 contrabbassi che suonano contemporaneamente. Ne abbiamo approfittato per inserire delle piccole percussioni che affiancano il contrabbasso che spesso è usato, a sua volta, per creare dei loop ritmici. Insomma, in tutta onestà e senza falsa modestia, siamo davvero molto orgogliosi del lavoro fatto, lavoro che ha permesso di arricchire molto noi e il nostro progetto.

Copertina notturna con una stazione... direi novecentesca. Come è nata? Chi è l’autore?

È una foto scattata da me e da Cristiano in Portogallo, durante l’ultimo viaggio che abbiamo fatto prima della pandemia! Un viaggio stupendo, che ha ispirato anche la produzione del disco. È al crepuscolo però, non in notturna!

Come presentate dal vivo il disco?

Come ho spiegato, il disco presenta arrangiamenti particolarmente complessi, che vanno ben oltre i “nudi” voce e contrabbasso. Per poter portare live questo lavoro abbiamo dovuto rivoluzionare completamente il set-up. Al lato acustico, si sono aggiunte le percussioni, ma dal lato elettronica c’era bisogno di qualcosa di più di soli loop ed effetti. Quindi abbiamo inserito nel nostro set-up computer e controller in modo tale da poter mandare al momento opportuno cori, archi o linee di basso, prese dal disco. Abbiamo suonato a fine luglio al FARA MUSIC FESTIVAL con questo nuovo set-up ed il risultato è stato emozionante!

Altro da dichiarare…

Saremmo felici di trovarvi ad un nostro concerto perché della musica si può e si deve parlare, ma diciamoci la verità: la musica si deve ascoltare e farlo live è tutta un’altra cosa!


 

Etichette: , , , , , , , , , ,

mercoledì 22 settembre 2021

Giovani, musicanti e disoccupati a Bologna


Giovani, musicanti e disoccupati uscito il 30 aprile con Arcana continuama essere libro dell'estate. Infatti sarò intervistato dal giornalista Willy Piana di Radio Città Fujiko a Bologna, città che amo, presso il Centro Sociale Giorgio Costa, per la rassegna Bologna Estate. Sarà a ottobre, perché sarà un autunno caldo, sarà precisamente il giorno 8 ottobre alle 18,00. Giorno psicomagico, direbbe Jodorowski, perché l'otto di ottobre porta l'otto della lotta continua ... per la musica libera e vera, quella dei musicanti intervistati nel mio libro. Dopo la presentazione suonerà proprio una degli intervistati del mio libro, SUZ. Ringrazio Massimiliano Martines di Dry-Art per avermi invitato.
Venite numerosi ...

Etichette: , , , , , , , , , , ,

lunedì 20 settembre 2021

In palude con Canio Loguercio

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE Canzone d’autore / POP

DOVE ASCOLTARLO qui

LABEL SQUILIBRI

PARTICOLARITA’ è un disco forte [parola d'Alligatore]

SITO FB INSTAGRAM - TWITTER - YOUTUBE

CITTA’ ROMA-NAPOLI

DATA DI USCITA DICEMBRE 2020

Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

lunedì 13 settembre 2021

Marx può aspettare, meglio no!

 

Marx può aspettare di Marco Bellocchio, è un altro dei film visti in questa brutta estate. Molto importante, molto significativo, quasi a chiudere un cerchio nel cinema del Maestro di Piacenza. Ne farà ancora film spero, ma questo è potente, è deflagrante, racchiude tutto o quasi, il suo cinema. Guardandolo si capiscono alcune scene e alcuni personaggi di tutti o quasi, i suoi film fatti a partire da I pungi in tasca.Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , ,

sabato 11 settembre 2021

In palude con i Metibla

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE Electro Rock

DOVE ASCOLTARLO qui

LABEL Dimora Records

PARTICOLARITA’ Dieci brani neri come la pece per un felice periodo nero

INSTAGRAM FB

CITTA’ Roma         

DATA DI USCITA  21.06.2021

Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

martedì 7 settembre 2021

Psicomagia del 7 settembre

"Per equilibrare la tragedia amazzonica propongo un atto mondiale psicomagico. Che il sette settembre (il 7 è il numero più attivo e settembre porta il "se" della semina.), ogni essere umano pianti un albero, o semini un albero, in qualsiasi località possibile per lui." Questo l'appello lanciato dal maestro (di cinema, arte, tarocchi...) Alejandro Jodorowsky nel 2019. Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

domenica 5 settembre 2021

In palude con Erica Boschiero



NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE musica d’autore

DOVE ASCOLTARLO qui

LABEL Squilibri Editore

PARTICOLARITA’ grande nuovo cantautorato [parola d'Alligatore]

INSTAGRAM FB

CITTA’ Treviso

DATA DI USCITA 25.06.2021

Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,

mercoledì 1 settembre 2021

... e parlano di te: Smemoranda

 

Altra gran bella rece  al mio Giovani, musicanti e disoccupati. Questa volta è il sito di Smemoranda, il sito della nota agenda sul quale scrivo da molti anni (ho iniziato nel 2003), e la soddisfazione è totale. Ora posso morire contento, per le parole usate, per dove sono state scritte, per il momento solenne ... Cosa volere di più dalla vita?


SCRIVONO SU SMEMORANDA

Dice Diego Alligatore nell’introduzione che è gente che “canta e suona magnificamente, quando è messa nelle condizioni di farlo”. Su questo ha ragione al 100%: Effenberg, Are you Real, Una, Jet Set Roger… tutti quanti fanno grande musica, ascoltare per credere. Sulle loro spalle di musicanti si sono caricati il compito di spingere la musica dal basso. 

QUI la recensione completa.

Etichette: , , , , , , , , , , ,

domenica 29 agosto 2021

Una donna promettente, film sorprendente


Una donna promettente, una delle pellicole viste di nuovo al cinema in questa strana estate, è un gran film. Un film di quelli che restano, tipo Sesso, bugie e videotape, ma non perché gli somigli. La pellicola di questa giovane regista che non conoscevo, Emerald Fennel, ricorda il De Palma più psicotico, l'Altman più festaiolo e maschile, ovviamente l'Hitch più torbido (poi rivisto da De Palma). Insomma, più del contenuto forte (e di un femminismo di ritorno) del quale parlerò dopo, mi ha colpito la cinefilia. Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

sabato 28 agosto 2021

In palude con Setak


NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE World

DOVE ASCOLTARLO qui

LABEL Cazzimma Dischi

PARTICOLARITA’ cantato in dialetto

SITO IG FB

CITTA’ Penne (Pe)/Roma

DATA DI USCITA 13 maggio 2021

Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , ,

sabato 21 agosto 2021

... e parlano di te: Tentativi digitali

Apprezzo molto lo stile di Marcaval, autore di un bellissimo blog dove scrive delle sue grandi passioni: viaggi, libri, politica, fotografia. C'è molta sintonia tra di noi, in particolare sulla politica e i libri, per questo mi ha fatto piacere leggere ieri su Tentativi digitali la sua rece al mio Giovani, musicanti e disoccupati

SCRIVE MARCAVAL

Dalla domanda fatta a musicisti attuali, un po' di nicchia o meglio indie, dove si chiede se meglio un singolo o un lp nasce un bel discorso sull'attuale mondo consumistico che anche grazie a nuovi strumenti consuma letteralmente la musica...

QUI la sua recensione completa.

Prendete esempio da lui, leggetelo e se volete fate una rece sul vostro blog. 

Etichette: , , , , , , , , , , ,

venerdì 13 agosto 2021

Ciao Gino

 Ciao #ginostrada, la tua scomparsa è segno dei tempi. Scompariremo poco a poco tutti, ne sono convinto.

Etichette: , , , , , ,

lunedì 9 agosto 2021

In palude con Pinhdar

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE - Art Rock / Trip Hop

DOVE ASCOLTARLO - Spotify - Bandcamp - YouTube

LABEL - Fruits de Mer (UK)

PARTICOLARITA’: prodotto con Howie B

INSTAGRAM FB

CITTA’ - Milano

DATA DI USCITA - 26/03/2021

Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

martedì 3 agosto 2021

... e parlano di te: Alias

cliccaci sopra per ingrandire
Per la serie ... e parlano di te, su ALIAS, l'inserto culturale de il manifesto è uscito  sabato 24 luglio 2021, un bellissimo articolo, anzi lusinghiero articolo su Giovani, musicanti edisoccupati scritto da Marc Tibaldi, che ringrazio. Purtroppo me l'hanno detto solo domenica scorsa, così dovrò cercare come farmi spedire l'arretrato. Purtroppo non compro il manifesto ogni giorno, come in passato, ma la soddisfazione è stata grande.


La rece inizia così, sentite: Ha fatto un gran lavoro Diego Alligatore durante il lockdown realizzando un'inchiesta sulla condizione dei musicisti indipendenti, che vivono tra problemi di sempre e quelli indotti dalla pandemia. Un underground che non si piega alle leggi di mercato, che nasce dal desiderio di creare, senza una definizione musicale unica: rock, pop, elettronica, jazz, cantautorato sono tra i generi di partenza degli intervistati. Questo lavoro è racchiuso in Giovani musicanti e disoccupati. L'underground italico nel 2020 (Arcana 2021), una prosecuzione con altri mezzi della lotta dei <<bauli>> e dei lavoratori dello spettacolo, che fotografa la situazione attuale, riflette sui problemi e prova a trovare resistenze e soluzioni.

Etichette: , , , , , , , , , , ,

In palude con Cristiana Verardo

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE pop cantautorale

DOVE ASCOLTARLO Spotify, cd fisico

LABEL G-ROdischi

PARTICOLARITA’ L’album conta una line up di 26 musicisti

INSTAGRAM FB

CITTA’ Lecce

DATA DI USCITA 18 Maggio 2021

Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

domenica 1 agosto 2021

Pessimismo domenicale


Roghi nella splendida Sardegna, alluvioni in Germania e in Cina, un tempo impazzito più che mai, e la quarta ondata del covid alle porte. Siamo destinati all'estinzione? Ci sarebbe quasi da augurarselo, visti i danni che l'animale uomo ha fatto e continua a fare. Dovevamo uscirne migliori, invece non ne siamo manco usciti, e siamo peggiorati. Basta guardare la politica economica del governo italiano e dell'Europa, decisamente liberista e in linea con quelle passate, salvo qualche abbellimento verde che non ci salverà, perché troppo piccolo, perché è troppo tardi. Insomma, io non vedo nessuna uscita dal tunnel, nessun Point Break, cioè punto di rottura (in gergo surf, come ci ha insegnato il film della Bigelow, il luogo in cui un'onda incontra all'improvviso un fondale superficiale e si rompe fragorosamente). E voi?

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

giovedì 29 luglio 2021

Vera Di Lecce - The Truth

 

Perché un singolo oggi? Perché uscire con tanti singoli  e poi fare un disco lungo? Sembra un ritorno agli anni '60, anche se non c'è più quell'entusiasmo.
Parlami della tua esperienza in merito.

VERA DI LECCE
Ho in progetto di pubblicare una raccolta di singoli, arricchendola con inediti e remix, perchè desidero presentare i miei "Demoni" uno alla volta. Credo che ognuno di noi tenda, anche a livello inconscio, all'auto-miglioramento.

Tutti abbiamo "demoni" da affrontare e sconfiggere, o anche solo accettare, per poter vivere meglio, al massimo delle nostre possibilità. Per questo ho deciso di parlare dei miei, attraverso una narrazione singolo per singolo, in cui vivo un'esperienza di incontro e confronto con questi spiriti, spesso "fondendomi" con essi e superando così, ciò che rappresentano nel profondo della mia anima.
Vedo che anche altri artisti, soprattutto in questo periodo, ricorrono a questa formula, invece della pubblicazione dell'album, tuttavia credo che il formato album non sia assolutamente superato, e lo dimostra la ricerca di musicisti come Iosonouncane o Cucina Povera, quest'ultima ci ha regalato come primo brano del disco, un'improvvisazione di 20 minuti. Sono convinta che il pubblico apprezzi il percorso personale dell'autore, a prescindere da come venga presentato, purché sia sincero, per cui, che siano singoli o album, che sia un ritorno agli anni '60 o una semplice coincidenza, carta bianca, sempre, all'artista.

Etichette: , , , , , , , ,

domenica 25 luglio 2021

... e parlano di te: Cent'anni di nerditudine

 

Pur non essendo io un nerd, ho sempre apprezzato questo blog e questo blogger esplicitamente nerd. Perché legge e parla di fumetti, mia grande passione, di cinema, altra mia grande passione, e poi di giochi, fiere di fumetti e altre cose da nerd. Poi il nome è veramente splendido, richiama quel capolavoro di Màrquez da me tanto amato Cent'anni di solitudine, sicuramente non nerd, ma ... insomma, per farla breve, per me è stato un vero piacere leggere sul suo blog la rece al mio libro. Inoltre si vede che l'ha letto bene, e a poi trovato il modo giusto per raccontare cosa c'è dentro a Giovani, musicanti e disoccupati. Per questo ringrazio l'amico Fabrizio, mai incontrato dal vivo, ma chissà che prima o poi ... 


Questo libro potremmo definirlo un figlio del lockdown, ma un figlio "benevolo". Approfittando di quei mesi di pausa forzata, l'autore ha contattato tutta la sua "rete" di conoscenze dell'ambiente per una sorta di interessante intervista collettiva.
Prendete esempio da lui, leggetelo e se volete fate una rece sul vostro blog. 

QUI la sua recensione completa.

Etichette: , , , , , , , , , ,

sabato 24 luglio 2021

In palude con Peppe Voltarelli

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE canzone d’autore 

DOVE ASCOLTARLO  da agosto su tutte le piattaforme digitali (l’Alligatore ne consiglia

                                      l’acquisto fisico, è un bel prodotto, fatto molto bene)

LABEL Squilibri Editore 

PARTICOLARITA’ è un disco libro con 17 canzoni 48 pagine e 12 opere d’arte inedite 

FB - YOUTUBE INSTAGRAM TWITTER

CITTA’ Firenze 

DATA DI USCITA 7 Maggio 2021 

Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

martedì 20 luglio 2021

Genova 20 anni dopo


I giovani, sempre i giovani a fare la Storia. Ma anche giovani dentro, che può sembrare una cazzata, ma io non credo lo sia. Si cresce fisicamente, ma mentalmente, se si vuole, si resta giovani. Nel 2001 io non avevo ancora trent’anni, e mi ricordo molto bene cosa successe in quel di Genova, durante le manifestazioni contro il G8, i grandi della terra riuniti nella bella e sfortunata città ligure. Mi ricordo la morte di un ragazzo, Carlo Giuliani, che di anni ne aveva solo ventitré. Si è scritto molto su di lui, canzoni, film, articoli di giornale, dal brano di Guccini in giù o su, come volete.Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

domenica 18 luglio 2021

She Owl: Paper Birds (Live)

Per concludere, credo che ci siano ancora tantissime persone che
hanno voglia di leggere un libro, di ascoltare un disco dall’inizio alla
fine, di coltivare un orto, e credo che siano la maggioranza.

 Jolanda

Il valore di un oggetto dipende dalla sua utilità. Non necessariamente
dalla sua consumabilità. A quanto pare viviamo in una società
liquida, in cui occorre consumare grandi quantità di cose nuove, diverse
l’una dall’altra.

Demian

Loro sono She Owl, e queste sono parti delle loro belle risposte sulla musica durante il primo lockdown dal mio libro Giovani, musicanti e disoccupati

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

sabato 17 luglio 2021

In palude con Diego Bitetto

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE musica d'autore, cantautorato

DOVE ASCOLTARLO  su tutte le principali piattaforme digitali, tipo youtube, spotify, apple music...

LABEL Artist First

PARTICOLARITA’ tutte le parti pianistiche e orchestrali sono state scritte ed eseguite dall’Autore sovrapponendo le tracce con l’ausilio di un solo pianoforte elettrico modificato volta per volta nei timbri; lo stile di scrittura unisce la Musica Classica alla Canzone d’Autore

FB

CITTA’ Savona

DATA DI USCITA 01/2020

Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , ,

domenica 11 luglio 2021

... e parlando di te: su Blow Up



Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , ,

sabato 10 luglio 2021

In palude con Elso

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE: Pop

DOVE ASCOLTARLO: solo digitale (tipo su spotify)

LABEL INRI/ARTIST FIRST

PARTICOLARITA’ è anche un puzzle

INSTAGRAM

CITTA’ Milano/Genova

DATA DI USCITA 30/04/2021

Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,

martedì 6 luglio 2021

Singoli: Ballata delle dame di un tempo

Non ricordo esattamente in che fase di questo processo dissi a Enrico
che mi pareva che nessuno comprasse più gli Lp (ai tempi lavoravo
in Feltrinelli), e che il mercato si stesse spostando sui singoli. Lui
mi rispose: “È proprio così: siamo tornati agli anni Sessanta”. Era
l’opinione di un discografico esperto, che aveva lavorato con Bluvertigo,
Marlene Kuntz e Caparezza, fra gli altri, e la frase mi colpì.

Jet Set Roger, parte della sua elaborata risposta meglio un singolo o un disco? Per il libro Giovani, musicanti e disoccupati

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

venerdì 2 luglio 2021

Un altro giro? No, grazie!

Ispirati da una teoria  secondo cui l'alcol promuove la creatività nel lavoro e aiuta nella vita sociale, quattro insegnanti di liceo si buttano (letteralmente) in un esperimento particolare: consumano costantemente alcol per vedere come influisce su di loro. Il tutto prende corpo al quarantesimo compleanno del più intellettuale e godereccio dei quattro, quando uno di loro, dopo essersi rifiutato di bere perché deve guidare, racconta dei suoi problemi con la sua classe, e del rapporto con la moglie in uno stato di crisi. Si scatena anche lui nella libagione, convinto dagli altri, e il giorno dopo a scuola, prima di iniziare la lezione di Storia, beve un bel po'. Detto così Un altro giro (Druk, 2020) sembra un film interessante, e infatti mi ha attirato al Cinema, però lo svolgimento non mi ha convinto del tutto.Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

giovedì 1 luglio 2021

In palude con OJM

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE rock, stoner, psichedelia

DOVE ASCOLTARLO su un comodo divano a volume molto alto (iniziando da qui)

LABEL Go Down Records/Vincebus Eruptum Recordings

PARTICOLARITA’ live album

SITO  TWITTER FB 

INSTAGRAM

CITTA’ Treviso

DATA DI USCITA 19/02/2021

Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,