domenica 13 ottobre 2019

3 film da vedere: Joker, Martin Eden, La vita invisibile di Eurìdice Gusmão


Joker di Todd Phillips (USA 2019)
Non è un film sui supereroi, con effetti speciali e spacconate varie. È un film tetro e realista, ambientato negli anni ’80, mai così grigi e depressi. Siamo a Gotham City (la città di Batman) e Joker è un sottoproletario con molte patologie, che si guadagna da vivere facendo il clown. Abita con la vecchia madre malata in un appartamento dei sobborghi, sogna di fare il comico televisivo, e intanto prepara un suo numero di cabaret. Ma la vita è dura se non sei ricco, ti tagliano i servizi sociali e le medicine, spazzatura agli angoli di strada, padroni che ti licenziano da un giorno all’altro. Non resta altra via che il disordine. Grande interpretazione di Joaquin Phoenix, tra i migliori attori della sua generazione, ottimo De Niro nella parte del comico televisivo famoso, come Jerry Lewis nel capolavoro meno celebrato di Martin Scorsese Re per una notte (Phillips lo omaggia e l’ha citato come fonte d’ispirazione per questa pellicola, come anche Taxi Driver e Toro scatenato), bella la fotografia, superba la colonna sonora. White Room dei Cream con la rivolta nelle strade, è il momento più emozionate di Joker, apice di un capolavoro assoluto, giustamente premiato a Venezia 2019 con il Leone d’oro come miglior film. 


Martin Eden di Pietro Marcello (Italia/Francia 2019)
Tratto dall’omonimo libro del 1909 di Jack London, ma genialmente trasportato in Italia anni dopo, è una delle sorprese italiche della nuova stagione cinematografica. Martin Eden è un sottoproletario che non ha potuto studiare, ma grazie all’amore per una ragazza incontrata per caso dopo aver salvato il fratello di lei da un pestaggio, decide di cambiare vita. Attraverso la lettura e lo studio si emancipa, partecipa alle lotte sociali in una Napoli anarchica, sogna di diventare scrittore e con l’aiuto di un vecchio libertario scopre gli inganni della borghesia. Grande interpretazione di Luca Marinelli, tra i migliori attori della sua generazione (meritata Coppa Volpi come migliore attore a Venezia 2019), Carlo Cecchi nelle vesti dell’anziano anarchico, faro di Eden/Marinelli (il giovane attore ha dichiarato di avere imparato molto da lui sul set, e alla fine quanto gli somiglia!), ottimo il montaggio, con il film mischiato a scene di repertorio (c’è pure Malatesta in un comizio del 1 maggio 1920). Tra realismo e surrealismo, Martin Eden ci consegna un nuovo cineasta forte e originale. Speriamo faccia tanti altri film, e non venga bloccato da censure di mercato.


La vita invisibile di Eurìdice Gusmão di Karim Aïnouz (Brasile 2019)
Sorpresa brasiliana dell’anno, direttamente da Cannes 2019, dove ha meritatamente vinto Un Certain Regard. Anche questo tratto da un romanzo (The Invisible life of Eurídice Gusmão di Martha Batalha, in Italia presso Feltrinelli), è la storia surreale e sensuale di due sorelle divise dal destino, anzi dal maschilismo del padre. Le vediamo insieme all’inizio del film Euridìce e Guida Gusmão, le vediamo scherzare e confidarsi cose, aiutarsi a sfuggire a una noiosa cena con una persona importante, poi Guida se ne esce nella notte con un bel marinaio greco, e sarà l’ultima volta che le due sorelle si vedranno. Incredibile! Un bambino in pancia, ricordo del marinaio dopo avere girato un po’ il mondo, quindi ripudiata dalla famiglia e costretta a vivere nei bassifondi della città Guida; moglie borghese con aspirazioni di pianista, soffocate dal marito, Euridìce, nella stessa città, quartieri medio-alti. Ma non sanno di vivere entrambe a Rio de Janeiro, e nonostante lettere (nascoste) e ricerche di un detective … mi fermo per non spoilerare troppo. Denso e ricco di sfumature, con il maschilismo imperante a soffocare aspirazioni femminili in una società in piena crescita, è un melodramma perfetto. Natura colorata e maestosa, scene di sesso tra il goffo e il torbido, poco romanticismo e una storia appassionante ben scritta. Quanto fumano però …

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

sabato 12 ottobre 2019

In palude con Tobia Lamare

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE indie blues soul
DOVE ASCOLTARLO qui
LABEL Lobello Records
PARTICOLARITA’  siamo veramente indipendenti
CITTA’: the hot beach of Frigole (Lecce)
DATA DI USCITA  27/09/2019
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

venerdì 11 ottobre 2019

Rece d'Alligatore: Luca Marino


Luca Marino, Vivere non è di moda
Autoproduzione
Giovane disincantato Luca Marino è giunto al suo quarto album, prodotto e arrangiato da lui stesso, Vivere non è di moda. Titolo ironico, come ironico è lui stesso, fin dalla posa di copertina, dove gioca a non prendersi sul serio e allo stesso tempo presentarsi come cantautore di oggi, voce/chitarra e ...
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , ,

mercoledì 9 ottobre 2019

Auguri Polly

Pj harvey
(Yeovil, 9 ottobre 1969)

Etichette: , , , , , , , , , ,

mercoledì 2 ottobre 2019

Mi sono rotto il blog

In queste ultime settimane sono stato lontano dal blog, un po' (circa una settimana), perché sono giunte le tanto sospirate vacanze, un po' perché, tornato dalle vacanze, non ne avevo più voglia. Mi sono trovato bene in vacanza, senza nulla da scrivere, senza dover per forza commentare (perché poi devo farlo?), dire la mia, incazzarmi, fare rivelazioni shock, appelli, dirvi che film ho visto, cosa ho mangiato, se sono andato di corpo ... e tutte queste cose. Sono pure riuscito in una settimana a leggermi 4/5 libri, l'ultimo dei quali è stato L'anno del dragone di Robert Daley. Conoscevo il film del compianto Michael Cimino, ma non pensavo avrei mai letto il librone dal quale è tratto (576 intense pagine, ben scritte tra Chinatown e Hong Kong). Ecco, questo per dirvi che, anche se non ho nessunissima intenzione di chiudere questo mio spazio nato nel lontano dicembre del 2007, sarò meno presente nella blogosfera, nei commenti di altri blog, amici stimati, con le loro passioni in parte da me condivise, ma, ma ... mi sembra si sia esaurita la spinta propulsiva, per dirla con una frase celebre e dolorosa, che il blog non sia più quello di una volta, o almeno non lo è per me.

Etichette: , , , , , , , , , , ,

martedì 1 ottobre 2019

In palude con Marta De Lluvia


NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE: cantautoriale
DOVE ASCOLTARLO: Spotify, YouTube, tutte le piattaforme digitali
LABEL OrangeHomeRecords
PARTICOLARITA  breve e intenso
FB
CITTA' Di origine Recanati, vivo a Bruxelles, il disco è stato prodotto a Leivi (GE)
DATA DI USCITA Aprile 2019
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,

venerdì 20 settembre 2019

Carver a fumetti

Per chi scrive e per chi ama leggere, magari con l'idea di un domani scrivere (ma anche no) Raymond Carver è un punto di riferimento. Credo di avere letto tutto di lui, letto e riletto, anche in questi mesi. Carver è poi spesso consigliato nei corsi di scrittura, il suo Cattedrale è un mito letterario immortale, il film tratto dai suoi racconti da Robert Altman un gioiellino di ritmo e stile, tra i miei suoi film preferiti da sempre (è America oggi - Short Cuts, Usa 1993). Così, appena ho saputo di un libro a fumetti edito dalla sempre meritoria BeccoGiallo, l'ho voluto. Letto, adorato e poi intervistato i due autori: Valentina Grande (anche autrice del capolavoro a fumetti Il mio Salinger, con disegni di Eva Rossetti) e il giovane disegnatore Valerio Pastore.
VAI ALL'INTERVISTA
VAI AL LIBRO

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

lunedì 16 settembre 2019

Il problema è il lavoro

Ho cominciato ad avere mal di schiena
più o meno al compimento dei 30
anni di età, quando ho avuto il
posto fisso, dottore.

Impiegato, impiegato all'ufficio tasse,
ridete, come avessi detto impiegato
alle poste, o al catasto, o in banca,
dove si sta seduti per ore.

Troppo poco dottore? Lo stipendio non
è come il suo, ho la stessa auto da anni,
no la bella nuova motocicletta che ha
lei, che è quasi sempre in piedi.

In piedi come il benzinaio che vediamo
giù, o come le commesse dei negozi
qui sotto, in questo bel palazzo a 5
piani.

Anche loro dottore avranno male alla
schiena, prima o poi, anche loro
diventeranno suoi clienti, perché
seduti o in piedi poco cambia.

La malattia è il lavoro, troppo per
pochi, in piedi e/o seduti, e poco
per molti: il problema è il
lavoro.

Etichette: , , , , , , , ,

domenica 15 settembre 2019

In palude con Cucoma Combo

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE – afrobeat/tropicale/soukuss
DOVE ASCOLTARLO su bandcamp
LABEL Black Sweat Records
PARTICOLARITA’ una musica per svegliarsi
CITTA’ Russi (RA)
DATA DI USCITA 12/7/2019
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

mercoledì 11 settembre 2019

Corto Maltese in musica

Corto Maltese sarà presto in un disco, tredici pezzi dedicati/ispirati a Una ballata del mare salato, prima storia di Corto Maltese scritta da Pratt nel 1967 e ambientata in Melanesia nel 1913. Autore di questo disco molto ghiotto è il cantautore veneziano giramondo Gerardo Balestrieri, conosciuto ai lettori del blog grazie a un paio di interviste che mi ha concesso nel corso degli ultimi anni.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,

domenica 8 settembre 2019

Il delitto Matteotti a fumetti

A giugno di quest'anno sono stati 95 anni, dall'assassinio fascista di Giacomo Matteotti, parlamentare socialista, che quando ancora si poteva fare qualcosa per fermare Mussolini, tentò di farlo con un famoso discorso e forti accuse contro il regime nascente. C'è tutto questo nel libro a fumetti della BeccoGiallo uscito a inizio anno, scritto e disegnato da due autori molto bravi (Francesco Barilli e Manuel De Carli), autori anche di altri importanti libri usciti con l'editrice di Padova (Carlo Giuliani - Il ribelle di Genova e Piazza Fontana, per esempio).
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

sabato 7 settembre 2019

In palude con Miriam Foresti


NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE Folk jazz
DOVE ASCOLTARLO su spotify
LABEL Isola Tobia Label
PARTICOLARITA’ freschezza e semplicità
CITTA’ Udine
DATA DI USCITA Dicembre 2018
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

lunedì 2 settembre 2019

Alessio Lega e Guido Baldoni live

Sale sul palco poco dopo il dibattito di Maurizio Acerbo, il giovane segretario nazionale di PRC, e dichiara da subito il suo essere anarchico, a suo agio alla festa di Rifondazione di Verona. Io che la conosco bene questa festa, frequentandola da più di vent'anni, credo che il luogo sia adatto a un libertario come lui. Già lo sapevo delle sue idee, non sapevo delle
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , ,

domenica 1 settembre 2019

In palude con Ilaria Viola

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE elettronica/cantautorale/pop
DOVE ASCOLTARLO su spotify
LABEL Lapidarie Incisioni/Goodfellas
PARTICOLARITA’ durezza/dolcezza
FB
CITTA’ Roma
DATA DI USCITA 24.05.2019
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

venerdì 30 agosto 2019

Cara Tere

A dieci anni dalla sua scomparsa, nel giardino di Casa Emergency a Milano dedichiamo un concerto, gratuito e aperto a tutti, alla cofondatrice ed ex presidente di Emergency Teresa Sarti Strada. Sul palco ci saranno le artiste Fiorella Mannoia e Paola Turci.

Etichette: , , , , , , , ,

lunedì 26 agosto 2019

Il mio post più bello

Nel blog che gestisco con Elle, L'orto di Elle e Alli, qualche settimana fa ci hanno assegnato un premio da blogger, il Liebster Award. Come succede in casi così, bisogna poi fare un altro post e rispondere a delle domande. Una di queste era "Il tuo post più bello ..." Ovviamente ho dato una risposta relativa ai post scritti in quel blog, ma in questi giorni mi è venuto in mente il mio post preferito scritto in questo di blog. Si tratta di un ricordo di Enzo Baldoni a 10 anni dalla morte. Lo voglio riproporre oggi,  che di anni ne sono passati esattamente 15. Per me Enzo Baldoni è stato un grande personaggio della nostra Italia, e queste persone, qui in palude, vengono da sempre ricordate come si deve.
Leggete qui il mio ricordo di Enzo Baldoni.

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , ,

domenica 25 agosto 2019

In palude con La Municipàl


NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE Pop crepuscolare
DOVE ASCOLTARLO qui
LABEL Luovo di I company
PARTICOLARITA’ neoromantico
FB
CITTA’ Sirgole (LE)
DATA DI USCITA Marzo 2019
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

martedì 20 agosto 2019

Un libro per l'estate: Fuori per sempre

Sono da sempre affascinato dai libri della Marcos y Marcos, e mi permetto di consigliarvene uno stupendo, uscito a primavera, libro dell'estate che si leggerà bene anche in autunno e in inverno (ma non andate oltre, non lasciatevi sfuggire questa lettura). Si tratta di Fuori per sempre di Doris Femminis, autrice della svizzera italiana. Il romanzo ha il gusto vintage dei luoghi dove è ambientato, tra montagne innevate, boschi incantati, piccoli paesi e città come Ginevra. Protagoniste assolute sono tre donne, tre ribelli (senza causa?), che finiscono in manicomio, ambiente che la Femminis conosce bene, essendo stata infermiera in quello di Mendrisio. La trama è il libro stesso, quindi non vi racconto altro. Aggiungo solo che ci sono molti personaggi, oltre le protagoniste, personaggi tutti ben descritti, senza cadere nel bozzettismo: dai pazienti ai parenti, dai medici al personale infermieristico ... tutti hanno una vita, tutti vengono da qualche parte e non sono lì a caso. L'autrice svizzera racconta con pazienza un piccolo mondo, il nostro, la fine della speranza di un modo diverso di vedere la malattia mentale, di cercare altre vie e il cinismo della modernità, dove non ci sono più vie di fuga, o almeno sembra. Solo grigio carrierismo dal quale sfugire in paradisi artificiali, momenti di estasi, sballo, tra uno spinello, del sesso, un concerto dei Jethro Tull (citati, amati, presenti in Fuori per sempre). C'è molta amarezza, nel mio raccontarlo, ma di quella buona, che serve. E poi, il modo di scrivere di Doris Femminis conquista pagina dopo pagina. Capisci che ha delle idee, un vissuto, una gran capacità descrittiva. Tutto questo si è trasformato in un romanzo avvincente. Da leggere!

Etichette: , , , , , , , , ,

lunedì 19 agosto 2019

In palude con Sara Romano


NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE Indie folk con una punta di americana
DOVE ASCOLTARLO Spotify, youtube, dal disco
LABEL Fono Bisanzio
PARTICOLARITA’ Il suono e Me
CITTA’ Palermo
DATA DI USCITA 24 febbraio 2019
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

giovedì 15 agosto 2019

Ricordando Woodstock 1969

15, 16, 17 agosto 1969, sono passati cinquant'anni da quei 3 giorni (che diventarono 4), di Pace, Amore e Musica. Non potevo dimenticarmi di questo anniversario, diventato simbolo dell'Altra Musica, dell'Altra America, di un'alternativa di sistema, forse andando ben oltre il mito e le intenzioni. Ne hanno scritto e parlato in molti, ne hanno fatto film, rievocazioni musicali, business e travolgenti passioni. Ne scrissi in occasione dell'uscita di Motel Woodstock, di Ang Lee, che vi consiglio di vedere (leggi qui). Oggi Elle e io ne abbiamo ascoltato una rievocazione su Radio Rai Techete', che in un'ora circa cerca di dare un quadro abbastanza onesto di quel concerto. Vi consiglio di ascoltare pure quella, qui e magari cercare di vedere il famoso film/documentario di Michael Wadleigh, Thelma Schoonmaker e di un giovane Martin Scorsese. Tutto il resto è Pace, Amore e Musica.

Etichette: , , , , , , , , , , , ,