sabato 17 novembre 2018

In palude con I Camillas


NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE – ballabile senza preoccupazioni

DOVE ASCOLTARLO su bandcamp

LABEL – La Famosa Etichetta Trovarobato

PARTICOLARITA’ - l'album è dedicato allo sfinimento che non finisce mai

CITTA’ - Pesaro

DATA DI USCITA – 05/10/2018

L’INTERVISTA

Come è nato Discoteca Rock?

Questo album è stato concepito con cura: tutte le fasi sono state eseguite secondo quanto previsto dalle buone regole per la nascita di un album, a cui abbiamo aderito con l'entusiasmo proprio di chi finora si è sempre mosso seguendo i lampi nella testa e le eccitazioni epidermiche e quindi irrinunciabili. Questa volta ci siamo detti: ma perché non fare le cose come dicono che devono essere fatte? Chi lo dice avrà pure una buona ragione per dirlo! E cosa siamo noi per fare diversamente?! E così, con calma e sorrisi, ci siamo messi al lavoro.

Perché questo titolo?

Discoteca Rock è un omaggio affettuoso ad un ambiente sonoro ed umano, che tende a non esistere più. Un luogo dove si ballava seguendo la successione di canzoni, che potevano essere rock, pop, lievemente elettroniche ..., eccitandosi per quelle conosciute e stupendosi per quelle scoperte all'improvviso. L'album rappresenta, di questa esperienza, il momento finale, quasi l'alba, un po' di puzza di fumo addosso, la testa rimbombata, la voglia di non finirla mai, la ricerca di uno sgabello, il movimento a ciondoloni, l'esaltazione improvvisa che magari ti porta pure a farti male, i saluti che non finiscono mai. E' uno stato esistenziale, che evidentemente rappresenta lo stato normale della vita quotidiana.

Come è stata la genesi del disco, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

Abbiamo seguito un percorso lineare e laborioso: composizione dei brani, registrazioni per una preproduzione da proporre ad alcune etichette, registrazione definitiva, mixaggio, masterizzazione, confezionamento. Ogni fase rappresentava lo specchio raffinato della precedente e l'obiettivo diventava sempre più vicino ed abbagliante. Ci guardavamo negli occhi, consapevoli di maneggiare la materia di cui sono fatte le stelle. Indossavamo occhiali scuri. Le ante della finestra sempre socchiuse.

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione dell’album?

Abbiamo registrato le parti strumentali a Mestre, in un locale che avevamo a disposizione (e grazie a Marco Sacca sempre!). Tutte le notti sentivamo le sirene della laguna di Venezia che ci chiamavano. Una sera, stanchi di provare e riprovare una canzone che non ci veniva come volevamo, siamo usciti a cercarle. Non le abbiamo trovate e siamo andati a Padova.

Interessante anche la storia della registrazione di Discoteca Rock, la canzone che ha il titolo dell'album: una traccia di batteria, suonata con enfasi e precisione e coraggio, che viene poi sepolta da una pulsazione gommosa che ti trasforma in gabbiano. Ecco, in fase di lavorazione abbiamo scoperto che, se provi con una cannuccia a succhiare le parti di tastiera e chitarra, queste spariscono e tu ti senti un po' gonfio, ma felice. Tutti i musicisti dovrebbero provare questa esperienza, davvero.

Se Discoteca Rock fosse un concept-album su cosa sarebbe? … tolgo il fosse?

Infatti è un concept album sull'impossibilità di concepire qualcosa di unitario, perché la realtà è fortunatamente dispersione, disequilibrio e discoteca.

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri dell’intero disco? … che vi piace di più fare live?

E' una domanda difficilissima ... ogni canzone ci guarda, mentre rispondiamo, sperando di essere nominata. Sudano, si accapigliano, spingono. Si tirano i capelli, si mordono i polpacci. Facci allora gridare che vogliamo bene a tutte e che le suoneremo dal vivo tutte, felici di farlo.

Come è stato produrre Discoteca Rock? Chi avete avuto più vicino, dal punto di vista produttivo?

La produzione è stata professionalmente condotta da Michael Camillas e Alessandro Gobbi. Hanno provveduto loro a mettere ben bene in fila suoni, voci, effetti, arrangiamenti...durante un lavoro collettivo di composizione e scelta. Con loro si lavora benissimo. Ve li consigliamo senza paura di essere delusi. Anzi.

Copertina da “Discoteca Rock”, forse un po’ punk ... come è nata? Di chi è opera?

La copertina è uno scatto originale di Mirko Spino, capo di Wallace Records: una mattina in Germania, cercando un bar dove fare colazione, si è trovato, attorno al suo cappuccino, i resti sfibrati di umani che ancora ballavano dalla notte precedente, retroilluminati da un giorno che spaccava le finestre, e benedetti da una lucina rossa, instancabile, che ancora brillava in faccia ad una palla di vetrini. Ce l'ha regalata, perché è un tesoro.

Come presentate dal vivo il disco?

Puntiamo molto sull'impatto corporeo. Volumi di suoni che smuovano muscoli ed arti. Avremo con noi anche un bassista, Theodore Camillas, giovane e scintillante. Il tour, iniziato a Lugano il 13 ottobre, si chiama Festa e Sangue, che è la sintesi di quello che si diceva sopra: il rovesciamento delle cose fa parte delle cose.

Altro da dichiarare?

Ci teniamo a ringraziare tutti e tutte quelle che ci hanno accompagnato in questo percorso. Ciascuno sa chi è. Non ve lo dite fra di voi.

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

martedì 13 novembre 2018

Tutto quello che avreste voluto sapere ...

... sul Grande Cocomero, ma non avete mai osato chiedere.
Ovviamente nell'Orto di Elle e Alli.

Etichette: , , , , , , , , , ,

lunedì 12 novembre 2018

In palude con The Rambo


NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE noise-punk
DOVE ASCOLTARLO: sotto la doccia, ma soprattutto qui, o qui
LABEL Dischi bervisti/Wallace Records/Cloudhead Records/Il Verso del Cinghiale Records/
Villa Inferno
PARTICOLARITA’ collaborazioni (Nicola Manzan, Mattia Dosi, Paolo Cantù, Roberto Rizzo, Federico Ciappini)
FB
CITTA’ Lodi/Firenze
DATA DI USCITA 15 Ottobre 2018
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

domenica 11 novembre 2018

Rece d'Alligatore: Desvelos


Desvelos, ep
Autoproduzione
Buon disco d’esordio per Gabriel Medina, già voce di Bruxa e Hapnea, gruppi dell’area marchigiana di pop underground, dai quali cerca di smarcarsi proponendo una commistione di soave pop elettrico intriso di malinconia, tra amori che finiscono e altri che rifioriscono. Argomenti non facili, nei quali si rischia spesso di naufragare.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

giovedì 8 novembre 2018

Herself nell'Orto

Dalla Palude all'Orto. Durante un'intervista in diretta in palude Elle e io ci siamo incontrati, per questo nel nostro blog abbiamo deciso di fare, ogni tanto, un'intervista in diretta. Magari con musicanti che ci sono già stati. Questa sera è la volta di Herself, già intervista su questi schermi due volte: nel 2008 per presentare Homework poi nel 2012 con un disco senza titolo. Oggi, a quasi 10 anni dal nostro primo incontro, è nell'Orto di Elle e Alli, dove ci siamo tutti a partire da ora ... se volete venite, leggete, ascoltate, partecipate. Si parlerà di Rigel Playground, nuovo disco uscito il 19 ottobre. Venite qui

Etichette: , , , , , , , , , , ,

domenica 4 novembre 2018

Euforia e i Novelle Vague

Ieri pomeriggio, sabato 3 novembre, abbiamo deciso di passarlo al cinema. Volevamo vedere il film della Golino Euforia. Valeria Golino è la regista, mentre a interpretarlo c'è Riccardo Scamarcio, Valerio Mastandrea, Isabella Ferrari, e in un piccolo ma importante ruolo anche Jasmine Trinca, anche produttrice. Ci sono due fratelli molto diversi in Euforia, uno estroverso, gay libertino, ricco, l'altro serio, piccolo borghese, malato terminale di cancro. Il primo lo ospita nel suo attico a Roma, cercando di essere il più possibile utile, a volte eccedendo. Nel complesso un discreto film, a tratti pesante (difficile essere leggeri con una trama così, forse), con dei momenti interessanti e delle invenzioni di regia non banali. Non mi è dispiaciuto, in parte può ricordare il primo Ozpetek, non solo per la tematica omosessuale, e certo cinema francese. Mi è piaciuto più di tutto ritrovare una canzone dei Novelle Vague, anzi la loro reinterpretazione memorabile di A Manner of Speaking dei Tuxedomoon. Tale pezzo è contenuto nel primo loro disco, che abbiamo ascoltato per ore ieri a cena Elle e io. E allora, riprendo la rece che scrissi nel 2004 per Smemoranda, consigliandone l'ascolto ...
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

sabato 3 novembre 2018

In palude con ?Alos


NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE ritualdoom
DOVE ASCOLTARLO qui
LABEL Dio Drone/Arcaheological Records/Cheap Satanism
PARTICOLARITA’  “The Chaos Awakening” è un concept album composto da un'unica suite di 20 minuti,
Esce come Lp mono lato in edizione limitata di 300 copie con il Lato B serigrafato in oro a mano da Algas, come anche la copertina in cartoncino argentato.
Le grafiche sono di Coito Negato curate insieme ad ?Alos.
Layout, Naresh Ran.
FB 
CITTA’: Ravenna
DATA DI USCITA 23.10.2018
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

domenica 28 ottobre 2018

Stagione di cenere, grande letteratura d'inchiesta

Ho letto questo romanzo di Pasquale Ruju al pc, un e-book, ma mi sono divertito come un libro vero, di carta, che consiglio di prendere. Io di sicuro prenderò anche i precedenti libri di Ruju usciti con e/o, la casa editrice delle avventure dell'Alligatore. Molti di voi conosceranno Ruju come autore di un sacco di sceneggiature di fumetti della Bonelli (Tex, Dylan Dog, Nathan Never, Dampyr ...), quindi conoscono la sua abilità nello scrivere storie, tra il fantastico e l'impegnato. Qui, con Stagione di cenere, lo fa davvero bene. Appassionante e intricato come un noir di Raymond Chandler o Dashiell Hammett, con un personaggio cinico e disincantato dal passato politico, il paparazzo Franco Zanna suo malgrado trasformatosi in detective dopo la morte di un industriale belga in mezzo a un incendio. Storia torbida nell'epoca del neoliberismo senza freni, con un sacco di personaggi importanti (in particolari quelli femminili, ma non solo). Si sente molto il lavoro d'indagine sull'industria degli incendi, che dalla Grecia alla Francia, non dimenticando l'Italia (isole comprese), è tutt'uno con la speculazione edilizia. Qui siamo in Sardegna, raccontata in modo molto cinematografico (a tratti ho pensato a Chinatown di Roman Polanski), tra vip, mare, mirto, Nepente e abbardente, coste splendide, scherzi, avventurosi viaggi in canadair, banditi gentiluomini  ... bello, veramente bello. Si legge che è un piacere.

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

sabato 27 ottobre 2018

In palude con i Subtrees

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE grungettone, bello nostalgico e malinconico, ma con qualche spezia in più.
DOVE ASCOLTARLO su tutti i principali canali (Bandcamp, Spotify, Apple Music, Deezer…
LABEL I DISCHI DEL MINOLLO, Vollmer Industries
PARTICOLARITA’ abbiamo 16 occhi in quattro, forse avremmo dovuto dare retta al parroco…
CITTA’ Bologna
DATA DI USCITA 12 ottobre 2018
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , , ,

sabato 20 ottobre 2018

Cos'è un versaccio

Cosa è un versaccio?
... è PRRRRRRRRRRR
RRRRRRRRRRRRRR!
... una cosa oscena?
Una cosa che non si
può dire, o fare?
Un genere di poesia
che mi sono inventato
io, qui, per riempire
il mio blog?
Un grido disperato, o
anche pieno di gioia,
perché no, e speranza.
Bello, gioia e speranza
nel 2018: sono proprio
un inguaribile utopista.
Sono versi d'amore, e
sulla natura che c'è qui,
intorno a me.
Amore per Elle, per me, lei
e il nostro orto, con tutte
le nostre verdure belle.
Il versaccio come uno
spinaccio? O un albero.
Goody il gatto, le zucchine e
i pomodori rossi, Fritz la
cavalletta, l'indie-rock e
l'underground italico, el CHE,
il cinema più anarchico, un
peperoncino piccante.
La fine della politica, la fine
del blog, l'incendio dei social
e l'inizio della vita.
PRRRRRRRRRRRRRRR! ....

Etichette: , , , , , , , , , , ,

venerdì 19 ottobre 2018

In palude con Trerose

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO

GENERE Pop Rock con influenze psichedeliche

DOVE ASCOLTARLO su l’Indiependente o su spotify

LABEL A Buzz Supreme

PARTICOLARITA’ Album d’esordio


CITTA’ Vignola (MO)

DATA DI USCITA 12 ottobre 2018
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

domenica 14 ottobre 2018

Olive sotto sale?

Bandiera della Pace nell'Orto di Elle e Alli
Sì, nel nostro orto abbiamo messo la bandiera della Pace qualche mese fa, e mi sembra una buona cosa. Con l'olivo vicino ancora meglio, che ne dite? E a proposito di olivi: noi ne abbiamo 5/6, alcuni vecchi altri più giovani. Con queste poche piante non facciamo molto olio, quindi stiamo pensando a un sistema alternativo per utilizzarle, tipo olive sotto sale. Secondo voi è possibile con olive tipicamente usate per fare l'olio? Avete esperienze in merito?

Etichette: , , , , , , ,

venerdì 12 ottobre 2018

In palude con i Tritonica


NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO 
GENERE Alternative-Rock, Experimental, Progressive Rock, desert rock, post-hardcore, post-metal, post-rock, Stoner rock, Sludge-Metal, Grunge ...
DOVE ASCOLTARLO sulle nostre piattaforme Bandcamp, Soundcloud, Spotify, iTunes e tutte le piattaforme digitali per la musica online 
LABEL Recorded, mixed and mastered at Noiselab Studio in Giulianova (TE) by Sergio Pomante. 
PARTICOLARITA’ Story line: Rino Pelle; Artworks: Valeria Venerucci. 
FB
CITTA’ Roma
DATA DI USCITA 09.10 2018
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , , ,

domenica 7 ottobre 2018

In attesa della stufa

A Sucate sul Garda c'è il sole, oggi, ma
fa freddo: come dicevano tutti a fine
settembre sarebbe stato così.
Mi sono alzato presto, alle 7,30 come
il mio solito, non per andare al lavoro
ma perché aspetto la stufa.
Dicono che sarà un lungo inverno freddo,
così ci siamo ordinati una bella stufa a
legna, sì a legna, non a pellet.
La legna è più sana e più vera, la vedi, la
senti profumare fuori dalla finestra, e
poi useremo la cenere per l'orto.
In attesa degli operai mi sono messo a
scrivere questi versacci, Elle è ancora
a letto, la sento rigirarsi, arriverà.
Arriverà e faremo colazione insieme, poi
aspetteremo la stufa, non vediamo l'ora
di avere un caldo diverso.

Etichette: , , , , , , , , ,

sabato 6 ottobre 2018

Rece d'Alligatore: Municipale Balcanica


Municipale Balcanica, Night Ride
Red Tomato Records
La via italiana ai suoni balcanici: fiati, ritmo, chitarre suadenti più qualcosa di elettronica. La Municipale Balcanica, un gruppo pugliese in giro per il mondo da quindi anni, è tutto questo e molto altro. Conosciuti maggiormente fuori lo stivale, forse per la musica che fanno, credo meritino molto di più anche da noi. Night Ride, esordio con un disco interamente composto da inediti, credo sia l’occasione giusta.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , ,

venerdì 5 ottobre 2018

In palude con Riccardo Onori

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE World Music
DOVE ASCOLTARLO qui
LABEL BCLine
CITTA’ Prato
DATA DI USCITA 28.09.2018
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

mercoledì 3 ottobre 2018

Mostra Offlaga Disco Pax a Parma

Vorrei andarci, spero di riuscici, perché per me gli OFFLAGA DISCO PAX sono stati una delle cose più belle della mia generazione. Mi riferisco alla mostra che si terrà a Parma da venerdì 5 ottobre e per tutto il mese, dedicata alle grafiche realizzate dalla band da Enrico Fontanelli, polistrumentista del trio. Venerdì 5 ci sarà la presentazione del volume Offlaga Disco Pax #1 #163 un catalogo d'arte moderna, che raccoglie tutte le grafiche di Enrico realizzate per gli ODP dal 2003 al 2013. Come saprete, la band numerava progressivamente ogni sua opera, dai manifesti alle cartoline, inviti, pubblicità di concerti, copertine, e tanto altro ... tutto questo si troverà nella mostra in Borgo delle Colonne 28 a Parma. Per tutto ottobre, dal venerdì alla domenica dalle 18,00 alle 23,00, con eventi e incontri che si terranno alle21,30. Un ricco calendario di appuntamenti con la presenza di Max Collini e Daniele Carretti e tanti altri compagni di avventura, musicisti, artisti, giornalisti ...
VAI ALL'EVENTO

Etichette: , , , , , , , , , ,

martedì 2 ottobre 2018

Rece d'Alligatore: Marco Negri


Marco Negri, Il mondo secondo Marco
Kirma Records
Esordio pop-giovanilista di questo ragazzo di Mantova, che racconta storie minimaliste divertendosi a farlo alla maniera di un Vasco dei giorni nostri: dalle incomprensioni padri/figli, alle delusioni d’amore, dalle estati senza soldi al mal di pancia. Un’elettronica minimale, con chitarrina rock, testi carini e ritornelli orecchiabili. Niente di più, niente di meno.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , ,

domenica 30 settembre 2018

Buon compleanno Tex

TEX WILLER 30.09.1948

Etichette: , , , , , , , , ,

sabato 29 settembre 2018

In palude con Emil Moonstone

NOTE SINTETICHE ALLASCOLTO DEL DISCO
GENERE Psych noise
DOVE ASCOLTARLO dal 21 settembre in tutti i canali digitali (Spotity, ITunes, Deezer ecc.), in cd e vinile
LABEL Hydra Music
PARTICOLARITAmi viene in mente …segni particolari … Bellissimo!
CITTA’: Bologna
DATA DI USCITA  21 settembre 2018
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

mercoledì 26 settembre 2018

... se sono zucchine, rifioriranno

Da qualche settimana è iniziata l'avventura del nostro nuovo blog, L'orto di Elle e Alli, forse ve ne sarete accorti. Siamo sempre noi, Elle et Alli, parliamo di orto e cultura, delle nostre passioni tra agricoltura bio, musica underground, cinema, interviste, viaggi, libri, fumetti, eccetera, ma lo facciamo sulla piattaforma blogspot, come questo mio blog sul quale mi leggete.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

martedì 25 settembre 2018

Rece d'Alligatore: Andrea Gioè


Andrea Gioè, L’Ottimista
Pirames International
Entusiasmo e gioia di vivere a piene mani in questo disco, non a caso intitolato L’Ottimista, con la O maiuscola e il punto escalmativo. Enfasi e buoni sentimenti sono la nota dominante di Andrea Gioè, giovane cantautore di Palermo. Tra Baglioni e Ligabue, un pop-rock accattivante, fatto bene, ma che non mi convince molto, in particolare per i testi.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,

domenica 23 settembre 2018

IndiePride 2018: da non perdere

INDIEPRIDE, grande musica rock indipendente e lotta all'omofobia. Credo ce ne sia molto bisogno, visti i tempi bui. A Bologna, quest'anno il 27 ottobre, come sempre al TPO, un appuntamento da non mancare.

Etichette: , , , , , , , , ,

venerdì 21 settembre 2018

In palude con Angus McOg

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE indie rock? Indie folk rock? AAA? (che domanda difficile…)
DOVE ASCOLTARLO qui
LABEL autoproduzione
PARTICOLARITA’ oddio non saprei...
CITTA’: Modena/Reggio Emilia
DATA DI USCITA 24/8/2018
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , , ,

venerdì 14 settembre 2018

Tiziano Terzani oggi avrebbe ottant’anni

Tiziano Terzani oggi avrebbe 80 anni, potrebbe esserci e il mondo, a partire dall'Italia, sarebbe un posto migliore. L'ho conosciuto nel 2001, quando aveva iniziato a girare il nostro paese per dichiarare la sua contrarietà alla guerra in Afghanistan, l'ho conosciuto in uno di quegli incontri pieni di gente. Per me è stato molto importante, ho letto poi quasi tutti i suoi libri a partire da Lettere contro la guerra. In quel libro, importantissimo, sbugiardava le leggende create ad arte dagli addetti stampa, per creare un clima di guerra. Denunciava il fatto, che ormai i giornalisti scrivevano i loro pezzi seduti al pc, senza andare sul posto, fidandosi delle veline del potere per comodità, per fare carriera. A quasi vent'anni da quel libro non è cambiato nulla, se non in peggio: il sistema detta le regole, e chi non le segue è fuori. Per questo ricordo ancora Tiziano Terzani, e invito a leggere i suoi libri, per capire cosa dovrebbe scrivere un giornalista vero.

Etichette: , , , , , , , , ,

giovedì 13 settembre 2018

In palude con Gerardo Balestrieri


NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE Canzone d' autore
DOVE ASCOLTARLO  qui
LABEL Smart & Nett (Germany)
PARTICOLARITA’ Canzoni a porti aperti
SITO 
CITTA’ Venezia
DATA DI USCITA 31 maggio 2018
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

sabato 8 settembre 2018

L'anima delle macchine

Molto bello l'ultimo Dylan Dog in edicola, il n. 384 uscito a fine agosto. S'intitola La macchina che non voleva morire, è giocato tutto sul rapporto di amore per la sua vecchia auto, il maggiolone bianco con capotta nera, da sempre accanto a Dylan Dog. Secondo la legge sulle emissioni atmosferiche deve essere demolito, o venduto, perché non può più circolare. Dylan Dog lo vende per una sterlina a uno strano collezionista, ma la macchina torna indietro ... non voglio dirvi altro, per non rovinarvi la lettura di questo numero scritto da Gigi Simeoni, autore sempre originale e splendidamente disegnato da Sergio Gerasi.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

mercoledì 5 settembre 2018

Emergency a Trento - 17^ incontro nazionale

Questo fine settimana a Trento ci sarà l’Incontro nazionale di EMERGENCY n.17. Una due giorni di informazione, partecipazione, incontri, dibattiti e musica per conoscere il lavoro e condividere l’impegno per i diritti umani e contro la guerra da parte dell'associazione. Argomenti che ci interessano molto, quindi se riusciremo faremo una capatina. Tutti gli incontri sono gratuiti fino a esaurimento posti (facile che lo siano, quando c'è Gino Strada, il tutto esaurito è assicurato, come una rockstar! ... quindi occhio, arrivate per tempo).

Etichette: , , , , , , ,