lunedì 18 marzo 2019

Consigli da una scrittrice in bolletta

Copia originale è un film che volevo fortemente vedere, per molti motivi mi attirava, affascinava e ha ampiamente mantenuto quello che prometteva: una storia sull'altro lato degli anni '80. Sì, perché, anche se è ambientato nel 1991, la pellicola di Marielle Heller è un film profondamente anni '80. Non quello del successo e dei colori sgargianti, delle città luccicanti da bere, ma della povertà, degli sconfitti, e, di striscio, in coda alla pellicola, dell'Aids. 
Protagonista è Melissa McCarty, nota attrice di serie tv a me prima sconosciuta, nelle vesti sfatte di Lee Israel, giornalista, scrittrice, autrice di alcune biografie di successo, finita però nel dimenticatoio. La sua agente, donna in carriera, la snobba, vorrebbe si impegnasse di più nelle pubbliche relazioni, leccasse il culo ai politici del momento alla maniera di Tom Clancy (appare brevemente a una festa, sbeffeggiato dalla Israel, che poi se ne va rubando un capotto dal guardaroba), scrivesse cose alla moda e non la biografia di attrici del muto, poco attraenti per il pubblico.
Ma lei non cede, vuole scrivere di ciò che le interessa, così finisce fuori dal giro diventando impubblicabile. Se questo non bastasse, si fa buttare fuori anche dal lavoro impiegatizio che le permetteva di pagare l'affitto, dopo avere mandato affanculo una collega e perché beveva. Una Bukowski in gonnella? Si può pensarlo.
A casa, con una gatta malata, l'appartamento pieno di mosche, sporcizia, trova per caso una soluzione ai suoi guai: una lettera autografa di un'attrice del passato. La porta in una libreria antiquaria, le frutta i soldi per pagare l'affitto e le cure veterinarie alla micia. Dopo questa prima vendita quasi casuale, le si accende in testa la classica lampadina, le si apre un mondo: quello dei collezionisti di lettere di autori e/o attori famosi. 
Da brava scrittrice che conosce bene questi personaggi, inizia a scrivere un sacco di lettere finte, dei bellissimi falsi d'autore. Con il loro stile, e falsificandone la firma, scrive lettere di tanti nomi di quel bel mondo. La cosa più divertente è che tutti (o quasi), ci cascano. Si trova così un bel numero di allocchi che pagano cifre incredibile per quei falsi, facendo il giro di molte librerie antiquarie. Ma ...
SPOILER
... ma qualcuno inizia a sospettare. E allora lei, messa alle strette e ricattata da uno dei peggiori librai, inizia a spacciare vere lettere. Qui entra in gioco l'altro personaggio del film, il dandy gay poveraccio come lei, un po' spacciatore, un po' gigolò (è magistralmente interpretato da Richard E. Grant) Jack Hock.
Jack è l'unico suo amico, un compagno di sbronze nei bar dei bassifondi newyorchesi, conosciuto a una festa anni prima. L'aiuta a spacciare le vere lettere, rubate da lei nelle biblioteche statali alle quali ha accesso in quanto giornalista. Con la scusa di fare ricerche biografiche, ruba alcuni autentici pezzi da collezione, sostituendoli  poi con dei falsi. Geniale, geniale!
Purtroppo per lei, gli avvenimenti precipitano, l'FBI inizia a indagare, Jack Hock si dimostra meno affidabile del previsto, la gatta muore e ... il crimine non paga. Almeno nei film, ma anche nella vita della povera Lee Israel, criminale nella scrittura, il settore sbagliato. Ne uscirà una biografia, che è anche il titolo originale del biopic, Can You Ever Forgive Me?

fine spoiler

Film davvero ben fatto, film underground nell'anima. Battute fulminanti, una fotografia sgranata, notturna, di una New York perdente. Una colonna sonora che vanta pezzi di Lou Reed, Pixies, Chet Baker, e tanti altri classici. E poi bello il racconto di questo personaggio fuori schema, da noi sicuramente poco conosciuto quale Lee Israel, scrittrice, giornalista, biografa, passata alla storia come falsaria per pagarsi l'affitto. Il suo amore per la scrittura, i libri, le macchine da scrivere ... contro un mondo di apparenze, falsi veri, veri falsi che Copia originale smaschera beffardamente. 
Nonostante le peripezie in fase di realizzazione (inizialmente lo doveva interpretare la sempre brava Julianne Moore e dirigere la sceneggiatrice della pellicola stessa Nicole Holofcener), è uscito un vero e proprio cult movie, diretto dalla giovane Marielle Heller. Un gioiellino ben calibrato, in una stagione piena zeppa di ottime pellicole al cinema.

Etichette: , , , , , , , , , , , , , ,

domenica 17 marzo 2019

In palude con Medicamentosa

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE Ambient Techno e Psychedelic Rock
DOVE ASCOLTARLO In bicicletta, in spiaggia, sotto la doccia, o da spotify
LABEL Tempura Dischi
PARTICOLARITA’ Rilassante, danzereccio, riflessivo ed evocativo
CITTA’ Modena
DATA DI USCITA 28 gennaio 2019
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,

giovedì 14 marzo 2019

Sunshine Blogger Awards - Un riconoscimento speciale per il mio blog

Il Sunshine Blogger Award viene assegnato da blogger ad altri blogger che, con il proprio spazio web, sono fonte di ispirazione, creatività e positività per la community. Sono felicissimo di averlo ricevuto dall'amica di lunga data blogghistica Ciccola di gattosandro viaggiatore - travel blog e mi scuso del ritardo (me l'ha assegnato il 21 gennaio, fate voi ...).
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

domenica 10 marzo 2019

Un fumetto sul '68

Sono da sempre molto affascinato dal '68, momento storico importante del quale lo scorso anno si è celebrato il cinquantennale. Cinquanta anni sono tanti, purtroppo si sentono tutti, ma la speranza è l'ultima a morire, proprio quella generazione ce l'ha insegnato. Lo scorso anno è uscito presso Sergio Bonelli Editore, sezione Audace (per fumetti "più adulti", possiamo dire), Cani sciolti, una serie a puntate pensata dall'ottimo Gianfranco Manfredi.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

sabato 9 marzo 2019

In palude con NAIP

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE SynthPop.
DOVE ASCOLTARLO su Spotify
LABEL Mamma Dischi.
PARTICOLARITA’ Nessuna.
FB
CITTA' Lamezia Terme (CZ).
DATA DI USCITA 8 marzo 2019.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , ,

giovedì 7 marzo 2019

Divento vegetariano

Ieri, mercoledì delle ceneri, ho mangiato l'ultimo vivente. Dal giorno del mio compleanno, che sarà martedì prossimo, diventerò vegetariano per un anno, con l'idea di rinnovare la promessa sempre. Un passo rimandando troppe volte, ma oggi veramente alla mia portata. Lo faccio per motivi etici, quindi perché rimandare? La mia compagna lo è già da qualche anno, anzi, da qualche mese è diventata vegana. In casa non mangiamo viventi da molto tempo, e io mi limitavo a mangiarli a cene fuori casa, da amici o nei ristoranti. Quindi era più per convenzioni borghesi, se così possiamo dire. Ora voglio fare saltare anche queste, per un mangiare più sano (Elle da mesi è impegnata a studiare i vari alimenti con i quali non farci mancare nessun nutriente) e più giusto. Voi che ne pensate?

Etichette: , , , , , , , , , , , , , ,

domenica 3 marzo 2019

Locandine cult: Gli indifferenti

Gli indifferenti (ITA/FRA 1964) di Francesco Maselli
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,

sabato 2 marzo 2019

In palude con Johnny Casini

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE Pop-Rock
DOVE ASCOLTARLO Spotify
LABEL P & C 2018 Magic Click Media LLC
PARTICOLARITA’ It's Only Rock 'n Roll (But I Like It)
CITTA’ Correggio (RE)
DATA DI USCITA 9/11/2018
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

mercoledì 27 febbraio 2019

Wikipedia ... che criteri usa?

La settimana scorsa stavo cercando notizie su Nanni Moretti su wikipedia, e sono arrivato al suo cult Ecce Bombo. Scorrendo i protagonisti sono arrivato a Paolo Zaccagnini, e mi sono accorto, cliccandoci sopra, che non è in wikipedia. Perché? Un giornalista rock importante, conosciuto, che nella sua vita ne ha fatte tante, perché non è citato su wikipedia? Che criterio si adopera in wikipedia? Cosa bisogna avere fatto per arrivarci?
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , ,

sabato 23 febbraio 2019

Luca Negri, tra cinema e fumetto

Che rapporto c’è tra il cinema, i generi cinematografici e il tuo libro?
I racconti sono venuti fuori molto simili e molto diversi assieme. Sono partito col presupposto di lavorare con i generi, e di usarne il più possibile. Il risultato è la narrazione frammentata e frenetica che caratterizza il libro, una concatenazione ininterrotta di scene madri, private dei loro raccordi.
Luca Negri, giovane talento del fumetto, intervistato da me riguardo il suo recente libro Storie di uomini intraprendenti e di situazioni critiche  (Eris Edizioni/Progetto Stigma) per il portale di libri MeLoLeggo.it.
leggi tutta l'intervista su MeLoLeggo.it 

Etichette: , , , , , , , , ,

venerdì 22 febbraio 2019

In palude con i Gentlemens

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE: PUNK| BLUES| NOISE
DOVE ASCOLTARLO Dal 22 Febbraio su tutte le piattaforme web, spotify,bandcamp, ecc… acquistandolo online, ai nostri concerti.
LABEL Hound Gawd Records
PARTICOLARITA’ Analogico
CITTA’ Camerano (Ancona)
DATA DI USCITA 22 Febbraio
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

martedì 19 febbraio 2019

Un disco per Marco Mathieu


Tax Farano e Paolo Spaccamonti, Young Till I Die
Escape From Today/Dunque
Il prossimo 6 marzo Marco Mathieu compirà 55 anni, ma sarà un compleanno triste, almeno che non succeda un miracolo (per chi crede). Il fondatore dei Negazione, storico gruppo punk hard-core degli anni 80’, poi ottimo giornalista, scrittore, documentarista, e chi più ne ha … è, come forse saprete, in coma in seguito a un brutto incidente occorsogli il 13 luglio del 2017. L’amico Tax Farano, chitarrista e autore, che con lui aveva fondato il gruppo torinese, ha voluto assieme a Paolo Spaccamonti, fare un disco per Mathieu, in uscita proprio il giorno del suo compleanno con la label Escape From Today. 
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

domenica 17 febbraio 2019

GoodyGoody nella Storia del Cinema

Oggi è in Italia la Festa Nazionale del Gatto, per questo ho voluto proporre una divertente carrellata di film noti con GoodyGoody in ruoli da protagonista a partire dal cult Colazione da Tiffany ...
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,

sabato 16 febbraio 2019

In palude con i Kros

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE Alternative
DOVE ASCOLTARLO (in parte o tutto)
Copia fisica, ma anche su Bandcamp Soundcloud, Spotify Itunes, YouTube
LABEL nessuna
PARTICOLARITA’
malinconia pop-rock
FB
CITTA’: Brescia
DATA DI USCITA 1 Febbraio 2019
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

giovedì 14 febbraio 2019

Copertine cult: Gli indifferenti

Gli indifferenti, di Alberto Moravia, 1929
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,

mercoledì 13 febbraio 2019

Rece d'Alligatore: Andrea Donzella


Andrea Donzella, Maschere
Autoproduzione
Le maschere sono quelle che mettiamo quasi tutti i giorni nei nostri rapporti: sociali, di lavoro, famigliari e a volte anche d’amore. Anzi, il cantautore siciliano con Maschere si concentra in particolare su queste. Tra amori finiti, altri che non iniziano e altri che sono al limite … proprio a causa delle maschere, del fingersi altro.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , ,

domenica 10 febbraio 2019

Meditate gente, meditate ...

                                                                               Alessio Bolognesi
Capita di sentire dire, in sedi importanti, che le norme internazionali sui diritti umani sarebbero rilevanti per i Paesi meno avanzati del nostro. Mentre noi, in fondo, non ne avremmo bisogno. Ecco, un atteggiamento di maggiore umiltà, nel settantesimo anniversario della Dichiarazione universale, farebbe sicuramente bene al Paese e ai diritti delle persone che lo abitano.
Michele Lionello di Voci per la Libertà, da me intervistato sul sito di SMEMORANDA riguardo In arte DUDU, libro nato per raccontare tramite disegni di giovani illustratori italici la Dichiarazione Universale dei Diritti Umani nel suo settantesimo anniversario.
Qui l'intervista completa.

Etichette: , , , , , ,

sabato 9 febbraio 2019

In palude con Roberto My

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE Alternative rock / indie rock
DOVE ASCOLTARLO su Spotify
LABEL I Dischi del Minollo
PARTICOLARITA’ iscritto al club della musica americana
CITTA’ Roma
DATA DI USCITA 18 gennaio 2019
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , ,

giovedì 7 febbraio 2019

Santiago, Italia? Sì, grazie!

Sono da sempre un appassionato sostenitore dei film di Nanni Moretti, un uomo di cinema totale, con un'idea di cinema forte. Capace di stare dietro come davanti alla macchina da presa, uno che fa cinema sempre, anche quando gira un documentario, come in questo caso, Santiago, Italia. Un documentario uscito a fine anno, portato in giro per l'Italia dal cineasta stesso in molti incontri. Finalmente la pellicola è arrivata anche nella mia città (purtroppo senza Moretti), mi sono preso un giorno di ferie e sono andato a vederlo con Elle. Sia lei, che non aveva mai visto un suo film, sia io, che li ho visti tutti, l'abbiamo apprezzato tantissimo, e usciti dal cinema ci siamo sorpresi non se ne parli più di tanto. 
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , ,

mercoledì 6 febbraio 2019

Rece d'Alligatore: Miza Mayi


Miza Mayi, Stages of a Growing Flower
JC RecordS & Events/Altermusic
Miza Mayi è una giovante musicante di padre veneto e madre congolese cresciuta a Verbania.  Miza è un nome d’arte che significa regina in lingala, la sua lingua materna, mentre Mayi significa acqua. Regina d’acqua dunque, un nome semplice e importante allo stesso tempo, naturale e diretto, perfetto per una voce come la sua.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

sabato 2 febbraio 2019

L'indie-rock a Sanremo

Ci hanno visti nuotare in acque alte fino alle ginocchia / Ed inchinarci alle zanzare pregandole di non mescolare / Il nostro sangue a quello dei topi arrivati in massa con le maree / Le porte aperte, i porti chiusi e sorrisi agli sconosciuti / Che ci guardano attoniti mentre ci baciamo, da uomo a uomo, mano nella mano ...
da L'amore è una dittatura - pezzo degli Zen Circus per Sanremo 2019
qui il testo completo (o quasi) 

Etichette: , , , , , , , , ,

venerdì 1 febbraio 2019

In palude con Bonifacio Madeyes

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE Crossover di psichedelia, prog, rock-blues
DOVE ASCOLTARLO CD fisico (www.ultrasoundrecords.eu), Spotify e le altre piattaforme online
LABEL Ultra Sound Records
PARTICOLARITA’ Viaggio sonoro che migliora ad ogni ascolto
CITTA’ Milano - Sarzana
DATA DI USCITA 25 Gennaio 2019
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

mercoledì 30 gennaio 2019

Cinquant'anni fa ...

Cinquant'anni fa l'ultimo concerto dei Beatles. Quanti sapevano che  lo sarebbe stato? Probabilmente manco loro. Eppure, il 30 gennaio di cinquant'anni fa, sul tetto dell'Apple Records (la loro casa discografica, Steve Jobs non c'entra), c'erano solo poche decine di persone, attirate da Get Back, Don't Let Me Down e un pugno di altre canzoni. L'esibizione venne presto interrotta da parte della polizia chiamata dagli inquilini dello stabile, tutti inconsapevoli che La Storia del Rock stava passando di fronte a loro. Ovviamente tutto rigorosamente registrato e poi riproposto nel loro ultimo film ufficiale Let It Be
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,

martedì 29 gennaio 2019

Rece d'Alligatore: Andrea Giraudo


Andrea Giraudo, Stare bene
Rossodisera
Un disco semplice e diretto Stare bene, come lascia intuire la copertina: divertito/divertente, ottimista, solare, energico. Tanto da far pensare a cantautori come Roberto Vecchioni, Lucio Dalla o un Paolo Conte più roboante e rock. Nomi importanti, ai quali merita di essere accostato Andrea Giraudo, da Cuneo, per questo album uscito da una decina di giorni con Rossodisera.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

domenica 27 gennaio 2019

L'ultima volta che siamo stati bambini, e la Memoria

Non sono abituato a fare post per il Giorno della Memoria, perché mi sembra sia spesso fatto solo per dovere istituzionale, dimenticandosene tutti gli altri giorni. Questa volta però mi è capitato di leggere un libro geniale, intelligente, ben scritto da Fabio Bartolomei, autore contemporaneo, che ritorna a quei giorni. Lo fa in modo naturale, cioè cercando di raccontare una storia di ragazzini travolti dal dramma dei campi di sterminio in L'ultima volte che siamo stati bambini, edizioni e/o.
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,

sabato 26 gennaio 2019

In palude con Il Terzo Istante

NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE Art rock
DOVE ASCOLTARLO su tutti i canali digitali della band: spotify, bandcamp, youtube, soundcloud, itunes, ecc…
LABEL: Phonarchia Dischi
PARTICOLARITA’ acido pop-poetico
FB
CITTA’ Torino
DATA DI USCITA 1° febbraio 2019
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , ,

giovedì 24 gennaio 2019

Locandine cult: Animal House

  ANIMAL HOUSE (Usa 1978) di John Landis
Continua a leggere...»

Etichette: , , , , , , , , , , ,

martedì 22 gennaio 2019

Cinque anni senza Mazzacurati

Vorrei vederlo così, che dirige film, ancora un altro film. Purtroppo sono passati altri 5 anni senza Carlo Mazzacurati, il regista padovano di un bel numero di commedie umane dagli anni '80 di quel gioellino di film che fu Notte italiana fino al 2014, con La sedia della felicità, ultima surreale commedia. In mezzo ci sono state un'infinità di altre pellicole (se non sbaglio il conto, 19 da regista, tra doc e film di finzione). Tanti bravi attori italici, un bel spaccato d'Italia, da nord a sud, partendo dal suo/mio nord-est, spaziando nel tempo, ma sempre con un occhio al presente. L'ho citato e ricordato molte volte su questo blog. Spero siate riusciti a recuperare alcune sue pellicole, altrimenti dovrete farlo a partire da adesso. Poi vi interrogherò!

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,