venerdì 19 aprile 2019

Volta pagina, mangia veg

Dice bene il povero Cristo in croce disegnato da Giuliano: come voltare pagina, se hai le mani inchiodate? Mi sembra una perfetta metafora della nostra vita oggi, dove in tanti vorremmo, a parole, voltare pagina, ma il sistema non ce lo consente. O forse non vogliamo cambiare sistema, essendo così inchiodati a vecchie idee? Le esperienze di governo degli ultimi anni, come quella dell'attuale, sembrano suggerirci questo. Io credo che sia possibile cambiare partendo da quello che mangiamo, quindi, ancora una volta rinnovo l'invito a non mangiare animali innocenti a pasqua, pasquetta e tutti gli altri giorni dell'anno. 
(clicca qui sopra e scopri tanti menù senza crudeltà)

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

20 Commenti:

Alle 19 aprile 2019 22:04 , Blogger fperale ha detto...

Parole sante, come sai noi non li mangeremo, e abbiamo convinto anche i nostri genitori a non mangiare carne d'agnello a Pasqua, è una piccola cosa ma se tutti facessero così..

 
Alle 19 aprile 2019 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, bravi, bis ... un piccolo passo da accompagnare con altri gesti che invito a fare, perché non abbiamo ancora le mani inchiodate.

 
Alle 20 aprile 2019 07:29 , Blogger marcaval ha detto...

I miei migliori auguri per Te ed Elle! :-)

 
Alle 20 aprile 2019 10:18 , Blogger Berica ha detto...

La metafora è efficace ma dovremmo ricordare più spesso che senza i nostri consumi, il sistema sarebbe costretto a cambiare. Quando compriamo votiamo, soprattutto quando si tratta di cibo e di tutte le implicazioni ambientali e culturali. Buon pranzo vegetariano!

 
Alle 20 aprile 2019 11:09 , Blogger Alligatore ha detto...

@Marcaval
Non essendo credenti facciamo fatica a capire il senso di questo augurio, ma venendo da un amico di blog con il quale condivido alcune idee e molte letture, accetto e ricambiamo: Buona Primavera.
@Berica
Certo, oggi, che il comprare è più importante del votare (votare per me è diventato penoso, ma credo per tutti quelli che hanno uno straccio di ideale), il comprare bene può diventare rivoluzionario. Grazie, buoni pranzi vegetariani e/o vegani anche a te!

 
Alle 21 aprile 2019 09:28 , Blogger Cavaliere oscuro del web ha detto...

Passo per augurati una serena Pasqua.

 
Alle 21 aprile 2019 10:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Cav, ma non essendo credente faccio fatica a capire il senso di questo augurio, , quindi ricambiamo con un Buona Primavera.

 
Alle 21 aprile 2019 12:10 , Anonymous accadebis ha detto...

Concordo con Berica, anche perché siamo quello che mangiamo e diventiamo "qualcosa". Le nostre scelte fanno tendenza. Io sono "quasi" vegetariano, nel senso che mangio verdura e legumi dal lunedì al giovedì, venerdì e sabato pesce e un paio di volte al mese la carne bianca (pollo). Per adesso va bene, anche per i vari organi interni che stanno bene, poi vedremo. Ma non escludo di diventare solo ed esclusivamente vegetariano.
Buona pasqua e pasquetta
Un saltuone

 
Alle 21 aprile 2019 12:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie accadebis, ma non essendo credente ricambiamo con un Buona Primavera.
p.s.
attento ai pesci, con i nostri mari inquinati, non fanno così bene come dicono, e la carne bianca è superpompata, quindi, se lo fai per salute, inverti la marcia prima possibile.

 
Alle 21 aprile 2019 16:02 , Blogger marcaval ha detto...

Ho praticamente saltato il pranzo e fatto 13 km. a piedi in campagna : Buona Primavera a tutti! :-)

 
Alle 21 aprile 2019 16:40 , Blogger Julia ha detto...

Li chiamo orchi, quelli che in questi giorni mangiano i cuccioli di pecora e capra, non potrei mai....
Per me torta pasqualina fatta in casa, con farina di tritordeum e spinaci del mio piccolo orto...
Ciao e buon tutto

 
Alle 21 aprile 2019 22:18 , Blogger Alligatore ha detto...

@Marcaval
Bravo, bravo, noi abbiamo lavorato nell'orto tutto il pomeriggio, approfittando della bella giornata: direi dalle 15 alle 20 di fronte ai vicini che sembravano appesantiti dal pranzo e non sembravano in grado di fare più che una passeggiata.
@Julia
Noi frutta e yogurt a pranzo, come sempre, spatzle vegani con le foglie della rapa rossa e insalata con erbe miste raccolte nell'orto, dall'artemisia alla valeriana dalla lattuga al lamium e tarassaco e dei ceci. Orchi? Per me sono borghesi con le mani inchiodate grondanti sangue (ma non il loro).

 
Alle 22 aprile 2019 07:56 , Blogger sull’amaca.it ha detto...

Hahahahaha! Benvenuto nel club!
... già sai di me...

Grazie e buona primavera e buon tempo.

 
Alle 22 aprile 2019 10:46 , Blogger Alligatore ha detto...

In verità sull'amaca (ma ai un nome nuovo Enri?... o è perché è uscita la bella stagione?), sono nel club di chi non mangia angelli da anni (lo ascolto solo, ah, ah, ah), ma vegetariano completo sì, hai ragione, nel club da un mesetto.

 
Alle 22 aprile 2019 17:51 , Anonymous accadebis ha detto...

Beh, per il pesce lo prendo da un pescatore di cui mi fido (e che conosco bene) qui in Liguria perché lo pesca lui la notte e la mattina lo vende fresco e certificato, e solo pesce ligure.
Il pollo lo compro in un negozio bio di cui non dico il nome per non fare pubblicità indebita ed è, come a volte si dice, ruspante vero e non finto.
Un salutone

 
Alle 22 aprile 2019 21:18 , Blogger Alligatore ha detto...

@Accadebis
Sul pesce è difficile essere sicuri, gira per il mare, mangia e assorbe quello che trova in giro, e come noto scarichi, fabbriche, fiumi inquinati, tutto arriva nel mare, che più è chiuso, meno si depura. Sui polletti si è sicuri solo se il polletto lo si tira su da soli e poi, purtroppo lo si fa fuori con le proprie mani, brutalmente. Ma può essere che sia ruspante, mi fido di te. Mi fido di te è un romanzo di Massimo Carlotto e Francesco Abate, che ti consiglio di leggere, se non l'hai già fatto.
Salutoni.

 
Alle 23 aprile 2019 10:51 , Anonymous Enri1968 ha detto...

No ho scritto male nel tuo blog
Sono sempre io. Ciao!

 
Alle 23 aprile 2019 21:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, avevo intuito Enri 1968, però ho scritto male io (ai senza acca, ai, ai aiai).

 
Alle 2 maggio 2019 10:15 , Blogger Anna Bernasconi Art ha detto...

Hai ragione Alli, probabilmente siamo in parte bloccati (nei cambiamenti in generale) da meccanismi indipendenti da noi ma anche da abitudini che non ci rendiamo conto di quanto siano radicate in noi ma che potremmo, a volte pure con meno fatica di quello che crediamo, iniziare a modificare.

 
Alle 3 maggio 2019 22:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, credo che ci siano sovrastrutture mentali dentro di noi molto forti, oltre a quelle esterne, che ovviamente ci impediscono di cambiare(sono lì per quello), ma forse, piano piano, come l'acqua di un ruscello, potremmo fare un bel fiume.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page