lunedì 16 dicembre 2013

Due parole con i Rubbish Factory

Stanno per arrivare per la prima volta in palude i Rubbish Factroy, con la loro carica di adrenalina pura e spirito punk-rock dai colori accesi. Arrivano direttamente da Roma, per presentare il loro fresco esordio The Sun, dato le stampe a fine novembre per l’eclettica label capitolina Modern Life. Undici pezzi che mettono a dura prova la mia coda, per la forza iconoclasta, il ritmo e le esplosioni quasi stoner. Undici pezzi per manco mezzora di musica, tiratissima, diversa, divertente; provate ad ascoltare il disco in streaming gratutito cliccando qui, e mi direte se dico balle o no. Poi, se, ritornerete sul blog, potrete pure dirmi la vostra preferita.
Sono in due ma fanno tanto casino: Gabriele Di Pofi e Marco Pellegrino, chitarra uno, batteria l’altro, entrambi voce dei Rubbish Factroy, nati solo due anni fa. Si sono fatti ritrarre in copertina con una faccia poco raccomandabile, colori acidi, e una rotellina in bocca (sembra presa in prestito dagli ingranaggi della macchina del Charlie Chaplin di Temi Moderni). Non per nulla la loro è musica della città, ritmi industriali, con chiari rimandi a QQTSA, Radiohead, Led Zeppelin. Si potrebbe pensare pure ai Fab Four ascoltando il singolo Bamsa (cercate in Rete il video, anche quello un pelo beatlesiano), ma quando i riferimenti sono così tanti, vuol dire che hanno trovato il loro battito animale. Pronti?  
PER CONOSCERLI MEGLIO

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

87 Commenti:

Alle 16 dicembre 2013 21:32 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

Eccoci:-)

 
Alle 16 dicembre 2013 21:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Gabriele, benvenuto in palude ...

 
Alle 16 dicembre 2013 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Faticato ad uscire dal grande raccordo anulare? ;)

 
Alle 16 dicembre 2013 21:34 , Blogger Elle ha detto...

Ciao a tutti, belli i colori accesi!

 
Alle 16 dicembre 2013 21:35 , Blogger flombs ha detto...

no no, grazie al mio fido motorino me la cavo sempre;-)

 
Alle 16 dicembre 2013 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Elle ... già, colori che incontrano il nostro gusto.

 
Alle 16 dicembre 2013 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Chi è flombs? ... sei sempre tu Gabriele? ... comunque sia,m benvenuto in palude a flombs

 
Alle 16 dicembre 2013 21:37 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

I colori sono merito di Marco, il batterista, che ha curato l'artwork nonché il video di Bamsa che nell'articolo hai definito giustamente beatlesiano:-)

 
Alle 16 dicembre 2013 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, beatlesiano sia nei suoni, sia nelle immagini pop ... complimenti a Marco.

 
Alle 16 dicembre 2013 21:39 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

si flombs sono sempre io, un vecchio nickname che blogger ha ripescato da non so dove

 
Alle 16 dicembre 2013 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, flombs, sembra il rumore di quando si arriva in palude ;)

 
Alle 16 dicembre 2013 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Flobms! ... è il rumore che sento.

 
Alle 16 dicembre 2013 21:42 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

eh sì, decisamente onomatopeico;-)

 
Alle 16 dicembre 2013 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma ora sento il vostro cd ...che dici, ne parliamo?

 
Alle 16 dicembre 2013 21:43 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

volentieri:-)

 
Alle 16 dicembre 2013 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, il disco è partito, e io ti chiedo: come è nato?

 
Alle 16 dicembre 2013 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato The Sun?

 
Alle 16 dicembre 2013 21:45 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

si tratta di un lavoro che rappresenta quello che abbiamo fatto negli ultimi due anni, soprattutto all'inizio, ovvero chiuderci in sala e suonare cercando di sviluppare qualsiasi idea ci venisse in mente, per poi selezionare quelle che ci convincevano di più. A volte partivamo da vecchi spunti, altre volte da idee nuove

 
Alle 16 dicembre 2013 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Avete raccolto le idee insomma ...

 
Alle 16 dicembre 2013 21:46 , Blogger Elle ha detto...

(anche io ho fatto partire il disco, già mi piace e sono curiosa, dai, parlatene)

 
Alle 16 dicembre 2013 21:46 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

il disco dunque è stata la conclusione spontanea e naturale di un percorso molto spontaneo, inizialmente intrapreso senza alcuna pretesa

 
Alle 16 dicembre 2013 21:47 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

quando abbiamo iniziato questo progetto suonavamo in altri gruppi e quindi occupava uno spazio marginale. Man mano invece è cresciuto fino a diventare la nostra principale attività musicale

 
Alle 16 dicembre 2013 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? … molto diretto, molto in linea con la vostra musica.

 
Alle 16 dicembre 2013 21:48 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

il titolo si contrappone forse al nostro stesso nome, ovvero rappresenta una speranza di redenzione rispetto alla fabbrica di pattume in cui viviamo. Un po' come la palude dell'alligatore insomma;-)

 
Alle 16 dicembre 2013 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, bella questa ... già, è così.

 
Alle 16 dicembre 2013 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi piace il paragone, e concordo ...

 
Alle 16 dicembre 2013 21:50 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

però il sole ha anche delle accezioni negative, legate a culti pagani tuttora in voga. (questo è il mio lato cospirazionista che emerge;-) )

Insomma cerchiamo comunque di muoverci tra ambivalenza e ironia per quanto possibile

 
Alle 16 dicembre 2013 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma sì,un po' di paranoia non guasta...

 
Alle 16 dicembre 2013 21:53 , Blogger Elle ha detto...

Come due facce di una medaglia?

 
Alle 16 dicembre 2013 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

3. Come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 16 dicembre 2013 21:56 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

due facce, come le nostre, esatto:-)

riguardo la genesi del disco come dicevo è nato in maniera molto spontanea e anche la sua realizzazione loo è stata. Abbiamo registrato allo Slam Studio di Andrea Maceroni, incidendo in presa diretta e suonando insieme come avevamo sempre fatto sia in sala che dal vivo, e limitando al minimo indispensabile le sovrincisioni. In questo modo i brani sono rimasti molto fedeli a come erano nati, con arrangiamenti grezzi ed essenziali, arricchiti solo dalle melodie vocali

 
Alle 16 dicembre 2013 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

... lo sento, ora sto ascoltando Stand up, sit down ...

 
Alle 16 dicembre 2013 21:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Più math-rockdi così si muore...

 
Alle 16 dicembre 2013 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

...no, volevo dire stoner ;)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:01 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

pensa che si tratta di un pezzo scartato da un progetto precedente, a proposito di Rubbish;-)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:02 , Blogger Elle ha detto...

Math-rock? Cioè "grezzo"?

 
Alle 16 dicembre 2013 22:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi perfetto come riciclaggio ... ecoligia per la mente.

 
Alle 16 dicembre 2013 22:02 , Blogger Alligatore ha detto...

No, volevo dire stoner ;)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:03 , Blogger Elle ha detto...

Stoner??
Alli, che dici?

 
Alle 16 dicembre 2013 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualcosa di duro, Elle, ma non troppo. Un heavy-metal acido ...

 
Alle 16 dicembre 2013 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Quando ci vediamo ti spiego ;)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Continuando: qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del disco?

 
Alle 16 dicembre 2013 22:05 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

sì questo è forse il pezzo più vicino allo stoner classico dell'album. Forse l'unico che si possa realmente definire tale. Gli altri si avvicinano a quel mondo per i suoni, ma a livello di struttura dei brani e di caratteristiche melodiche secondo me si avvicinano più ad altri generi, come il grunge, il garage, il progressive...

 
Alle 16 dicembre 2013 22:07 , Blogger Elle ha detto...

Eh.. i termini tecnici inusuali mi sfuggono, però heavy metal acido l'ho già sentito ;)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:08 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

a livello di episodi non saprei, ci sono stati tanti momenti divertenti in studio. uno è testimoniato anche da un video goliardico che vi linko giusto perché siamo tra pochi intimi;-)

http://www.youtube.com/watch?v=EUaqBDwCktE

 
Alle 16 dicembre 2013 22:09 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

come potete vedere si tratta di un demone napoletano che aveva preso possesso dei nostri spiriti artistici;-)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah ... vi siete divertiti, a quanto pare.

 
Alle 16 dicembre 2013 22:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Se questo vostro cd fosse un concept-album su cosa sarebbe? …

 
Alle 16 dicembre 2013 22:13 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

sì, molto! i momenti di sano cazzeggio ci vogliono ogni tanto per intervallare i momenti di lavoro più intenso;-)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:14 , Blogger Elle ha detto...

Vado a vedere.

 
Alle 16 dicembre 2013 22:16 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

probabilmente sull'ambiguità, sia dell'esistenza sia della sua interpretazione. Nonostante siamo solo in due infatti spesso abbiamo modi molto diversi di vivere le cose, il che spesso porta un arricchimento sia di temi che di visioni, ma d'altra parte penso renderebbe difficile partorire un concept album univoco e monolitico.

E nel complesso forse è meglio così, no? ;-)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, meglio ... per i concept ci sarà tempo...

 
Alle 16 dicembre 2013 22:18 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di The Sun? … che vi piace di più fare live?

 
Alle 16 dicembre 2013 22:22 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

credo che anche qui la mia risposta sarebbe diversa da quella di marco. Un pezzo che comunque tende a mettere tutti d'accordo (sia noi che i nostri ascoltatori) è Vick, che sarà infatti con tutta probabilità il nostro prossimo singolo. Stiamo iniziando a pensare a un video che dovremmo girare dopo le feste

Il pezzo che personalmente mi diverte più suonare dal vivo comunque è Dance with silence in an old ghost movie, che dà sempre una bella carica ai concerti

 
Alle 16 dicembre 2013 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Le mie Vick in testa, poi Wires dal gran ritmo e cambi di marcia, Stand up, sit down lo stoner che abbiamo detto, e la dilatata Mountains and dragons grunge psichdelico.

 
Alle 16 dicembre 2013 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Dimenticavo Bamsa, non solo per il video.

 
Alle 16 dicembre 2013 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi fa piacere quello che dici di Vick veramente un gran pezzo ...

 
Alle 16 dicembre 2013 22:26 , Blogger Elle ha detto...

A me piacciono Dance El Washington, Vick e Mountains and Dragons.

 
Alle 16 dicembre 2013 22:27 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

ottime scelte:-)

comunque ci fa piacere che finora sia i giornalisti/blogger che hanno recensito l'album, sia i dj che li hanno trasmessi in radio abbiano mostrato preferenze diverse in merito ai brani. Insomma ognuno ha i suoi gusti e noi siamo contenti perché significa che ogni brano ha comunque qualcosa da dire:-)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:29 , Blogger Elle ha detto...

Ci fate contenti tutti :)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, è un album sfaccettato, con molte cose ... non monolitico. Del resto,alla Rubbish Factory si trova un po' di tutto ...

 
Alle 16 dicembre 2013 22:30 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

esatto:-)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd è uscito con Modern Life, label eclettica, estremamente professionale. Come è avvenuto l’incontro con loro? Come avete lavorato insieme?

 
Alle 16 dicembre 2013 22:36 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

il contatto è avvenuto quasi per caso, tramite Andrea Maceroni, con cui abbiamo registrato il disco. Lui conosceva Paolo Cobianchi di Modern Life e gli ha mandato il nostro disco appena abbiamo finito le registrazioni. Da quello che ci ha raccontato, Paolo ha ascoltato i primi brani e si è entusiasmato richiamando Andrea pochi minuti dopo per avere i nostri contatti e lavorare con noi. Così è iniziata questa avventura:-)

Altre etichette avevano mostrato interesse ma in maniera più vaga: l'entusiasmo e la professionalità di Paolo invece ci hanno convinto subito:-)

Con lui ci troviamo molto bene e al momento stiamo lavorando a pieno ritmo per pianificare un tour a brevissimo...

 
Alle 16 dicembre 2013 22:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Ottimo che curi anche il tour ...

 
Alle 16 dicembre 2013 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina surreale, molto particolare … siete voi due con le rotelline dentro, come degli automi di oggi? Stile Charlie Chaplin di Modern Times? Assonanza con il nome della label … come è nata questa copertina e chi è l’autore?

 
Alle 16 dicembre 2013 22:46 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

la copertina è nata anch'essa (tanto per cambiare) quasi per caso. Eravamo in studio e Marco ha avuto l'idea di fare queste foto con le bocche aperte e rielaborarle con colori acidi e di forte impatto. Quando fa così lo lascio fare perché spesso da questi spunti estemporanei tira fuori delle ottime idee, e infatti ne è nata la copertina. Il significato è appunto legato alla parola Factory presenti nel nostro nome, ma anche alla stilizzazione del sole che dà il titolo al nostro lavoro.

Riguardo all'assonanza col nome della label, pensa che proprio nei giorni in cui abbiamo conosciuto Paolo gli hanno regalato un album dei Blur che si chiama Modern Life is Rubbish. Pare proprio fosse scritto nel destino;-)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi che il cerchi si chiude ... era scritto negli astri del sole ;)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove avete presentato/presenterete l’album? … uscito da qualche settimana.

 
Alle 16 dicembre 2013 22:54 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

l'abbiamo presentato al circolo degli artisti nell'ambito di una serata de La tua fottuta musica alternativa il 21 novembre. E' stata davvero una bella serata :-)

 
Alle 16 dicembre 2013 22:55 , Blogger Elle ha detto...

Beh, è venuta benissimo.. le rotelle macinano pensieri in testa che poi si affacciano dalla bocca con le parole.. (a me sembrava così a prima vista).

 
Alle 16 dicembre 2013 22:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi di sì Elle, macinano a ritmo industriale ...

 
Alle 16 dicembre 2013 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

La tua fottuta musica alternativa...ah, ah, ah, splendido titolo per una rassegna.

 
Alle 16 dicembre 2013 22:58 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

già, in fondo siamo delle macchine anche noi;-)

 
Alle 16 dicembre 2013 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Delle macchine ammazza-cattivi ...

 
Alle 16 dicembre 2013 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non vi ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 16 dicembre 2013 23:04 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

beh saluterei sicuramente Marco, il batterista che stasera lavorava, e tutti i nostri fan e coloro che ci sostengono ogni giorno. Da fare assolutamente direi un bel tour in italia e magari anche all'estero. Ci stiamo lavorando e speriamo di avere buone notizie a breve!

E poi un saluto all'alligatore e a tutti gli abitanti della palude ovviamente:-)

 
Alle 16 dicembre 2013 23:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Gabriele, e un saluto a Marco ... grazie Elle (magari vengono a suonare pure a Berlin).

 
Alle 16 dicembre 2013 23:07 , Blogger Elle ha detto...

Sì, bravi, anche all'estero ;)

 
Alle 16 dicembre 2013 23:08 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

magari, Elle, facci tu da manager per Berlino e dintorni;-)

 
Alle 16 dicembre 2013 23:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Da palude a palude ...

 
Alle 16 dicembre 2013 23:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna ai Rubbish Factory ...

 
Alle 16 dicembre 2013 23:11 , Anonymous Gabriele RUBBISH ha detto...

grazie mille, buonanotte e in bocca al lupo a voi:-)

 
Alle 16 dicembre 2013 23:12 , Blogger Elle ha detto...

Buonanotte a tutti in palude!

 
Alle 16 dicembre 2013 23:13 , Blogger Alligatore ha detto...

...'notte!

 
Alle 20 dicembre 2013 18:07 , Anonymous Luca ha detto...

Pronti alla diretta?

 
Alle 20 dicembre 2013 20:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, tra manco un'ora Luca ;)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page