lunedì 23 dicembre 2019

Post non scritti nel 2019

Eyes Wide Shut, di Stanley Kubrick, 1999
I post che non ho scritto quest'anno, che volevo fare, ma non ci sono riuscito. Un modo per ricordare cose, segnalare eventi, letture, film e tanto altro, e allo stesso tempo un gioco. Leggete i miei post che non ho scritto nel 2019, e poi ditemi se ne avete anche voi. Se volete, fatene un post come il mio, o, semplicemente scrivetelo nei commenti a questo. In ordine sparso, vi dico cosa non ho scritto:
Sul libro e poi film di Igort: 5 è il numero perfetto, capolavoro a fumetti diventato geniale film dello stesso autore. Una cosa più unica che rara. Cercate di leggere e vedere 5 è il numero perfetto.
Sulle proteste giovanili contro l'inquinamento nel mondo (brava Greta Thunberg e i giovani che la seguono) e sulle Sardine in Italia.
Sui cinquant'anni del disco dei Beatles Abbey Road, dall'iconica copertina.  
Sul Leone d'oro a La grande guerra di Mario Monicelli a Venezia nel settembre del 1959, un capolavoro da vedere e rivedere.
Sullo strameritato premio Nobel per la letteratura 2019 a Peter Handke, sopra nella foto con Olga Tokarzuck, Nobel per la letteratura 2018, consegnato nella stessa occasione (lo scorso anno, causa scandalo molestie che aveva toccato l'Accademia, non era stato assegnato). Due autori da leggere e rileggere (la Tokarzuck non l'ho mai letta, ma da quello che ho sentito in giro mi sembra interessante).
Sui vent'anni senza Stanley Kubrick, il più grande cineasta di tutti i tempi, senza esagerazioni. Vent'anni anche dal suo capolavoro, Eyes Wide Shut (ne scrissi a 10 anni dalla morte qui). 
Sul compleanno di Bruce Springsteen (70 anni il 23 settembre), Jeff Bridges (70 anni il 4 dicembre),  Tom Waits (70 anni il 7 dicembre) , Sissy Spacek (70 anni il 25 dicembre).
Su Il cielo sopra Berlino rivisto al cinema restaurato, con un documentario prima della visione, fatto dallo stesso Wim Wenders che spiega come ha restaurato immagini e sonoro. Operazione perfetta, che ci ha permesso di rivedere un gran capolavoro al meglio (film, scritto con Peter Handke, e si sente).
Sui venticinque anni senza Gian Maria Volonté, il più grande attore italiano di sempre.
Sul rileggere Carver, Yates, Thom Jones, e per la prima volta L'anno del dragone (gran bel librone), Il mondo deve sapere, Accabadora, Istruzioni per diventare fascisti (brava la Murgia).
L'attimo fuggente, di Peter Weir, 1989
 Su L'attimo fuggente che ha compiuto 30 anni: ricordo ancora l'emozione quando lo vidi sul grande schermo nell'autunno del 1989 (l'uscita ufficiale in Italia è stata il 29 settembre 1989) in un cinema della mia città che non esiste più. Un groppo in gola all'uscita, la forza di un messaggio sotto forma di parole, con il professor Keating nella grande interpretazione di Robin Williams, secondo me nel ruolo della sua vita (almeno al cinema). E poi le poesie di Walt Whitman (comprai subito Foglie d'erba), l'insegnamento di guardare le cose da un'altra prospettiva, andando contro le consuetudini. Retorica? Macché! Grande cinema, uno dei film della mia generazione. O capitano! Mio capitano!
Sulla mia mia tazza per il tè comprata alla FestaInRosso 2019 con disegnato sopra Antonio Gramsci.
Sui 90 anni del Chievo, la mia squadra del cuore. Non sono un grande appassionato di calcio, anzi, lo sarei, ma detesto la retorica pallonara e i troppo soldi che girano, ma quando c'è una partita del Chievo in tv, cerco di guardarla. Anche oggi, che siamo in B (ma ritorneremo grandi, prima o poi). La mia squadra del cuore, che ha fatto 90 anni proprio quest'anno, ha rappresentato per i primi anni del nuovo secolo un modo diverso di fare calcio. La favola del Chievo, la chiamavano.

Sulla caduta del muro di Berlino, quando da giovane iscritto a DP, festeggiavo inconsapevole di cosa sarebbe successo dopo. Avevo manco 18 anni, e già iscritto a un partito sì, sulla tessera l'immagine di quel ragazzo con il chiodo seduto sul muro. Stavamo con i dissidenti di sinistra, che c'erano anche ad est, sperando in una nuova sinistra autentica in tutto il mondo non più diviso. Le solite utopie? 
Sul disco di Succi, sul disco di Murubutu,  sul disco di Cesare Basile ...
Sui tanti fumetti letti, dalla Bonelli a Topolino, e BeccoGiallo (Baggio, Average Adventures of an Avervage Girl, la riedizione del capolavoro di Claudio Calia, Dossier TAV).



 Sul disco 20x22 - 20 artisti per 22 edizioni del Festival Voci Per la Libertà - Una canzone per Amnesty. Leggi e ascolta qui.

Etichette: , , , , , , , , , , , , , ,

11 Commenti:

Alle 23 dicembre 2019 20:27 , Blogger Lucien ha detto...

Cinque è il numero perfetto lo vedrò stasera.
Di post ne ho sempre tanti in cantiere: ormai ho accumulato 50 bozze, poi se stanno lì troppo restano tali. Avrei voluto fare i soliti post di classifiche di film, serie e musica dell'anno, ma in questo periodo non ho l'ispirazione, né la voglia. Vediamo nei prossimi giorni.
A presto

 
Alle 23 dicembre 2019 21:16 , Blogger Nella Crosiglia ha detto...

quante cose ci accomunano, quante cose ci hanno emozionato caro Alligatore, indimenticabili , preziose, sempre nella mente e nel cuore. Quanto avrei voluto scrivere, e quante volte mi sono fermata,..paura ..forse si paura di deludere, paura di non essere seguita o capita nelle mie spesso elucubrazioni mentali che poi mi portano via lontano. E allora mi arrendo, rimando, tentenno, io non l'ho mai fatto, non ho mai pensato al giudizio ma a quello che sento. Ora spesso latito e il tempo passa e le idee si mescolano e la pagina resta bianca. Peccato. Avevo tanto coraggio , ora ho qualcosa in più la riflessione che fa a pugni spesso con il mio mood. E allora mi metto a scrivere.
Buon Natale prezioso amico mio

 
Alle 23 dicembre 2019 22:25 , Anonymous Voltaire ha detto...

Bellissima la tazza con Gramsci e poi… scrivi quei post perché son sicuro che, anche al di fuori delle ricorrenze sarebbero molto interessanti. Un abbraccio grande e Tanti Cari Auguroni per un Sereno Natale e un Felice Anno Nuovo.

 
Alle 23 dicembre 2019 22:41 , Blogger Francesco ha detto...

l'attimo fuggente non sono mai riuscito a vederlo... così intriso di buoni sentimenti a gratis....

 
Alle 24 dicembre 2019 09:40 , Blogger Garbo ha detto...

L’elenco di cose non scritte, di argomenti non trattati è lungo e molto interessante; visto così (come elenco e basta) ha un intento didascalico, ci informa su ciò che ritieni importante, su ciò di cui avresti voluto dire la tua, ma sarebbe stato molto più interessante leggere ciò che ne avresti scritto, conoscere la tua opinione su ciascuno di questi argomenti, così come è interessante leggere ciò che scrivi sugli altri argomenti a noi noti, con il consueto impegno a cui ci hai abituati.
Non sempre è facile affrontare tutto ciò che succede, la mia impressione è che le cose strane, degne di nota, su cui non si può o non si deve tacere, si susseguono a ritmi molto incalzanti, non hai il tempo di riflettere su una cosa che già siamo surclassati da molte altre cose che rendono la prima obsoseta e superata nel momento in cui ce ne occupiamo.
La scrittura sui social non può più permettersi il lusso della riflessione, è condannata al sensazionalismo ed è incartata sempre in modo da essere appetibile esteriormente e fruibile velocemente, se perdi l’attimo )a proposito di “attimo fuggente”) già ti trovi fuori dal tuo tempo e dalle cose che ancora attraggono l’interesse altrui: siamo diventati consumatori compulsivi e frettolosi di cose, di eventi e di rapporti con le persone.
I miei più cari auguri di Buone Feste

 
Alle 24 dicembre 2019 11:46 , Blogger amanda ha detto...

Su la mia estate orrida, su la porta chiusa per sempre del rifugio di amandapiccola, su "l'obelisco nero" di Remarque, sui romani sedicenti madrelinguatedesca a cui auguro molta carta igienica per le feste, sulla caduta del muro di Berlino, sul silenzio dei blogger e poi chissà. Buone Feste in palude!

 
Alle 24 dicembre 2019 12:20 , Blogger Alligatore ha detto...

@Lucien
Alla buon ora ... dico per 5 è il numero perfetto. Aspetto il tuo parere, a me è piaciuto molto, come il fumetto (il fumetto forse ancora di più). E aspetto anche le tue classifiche di film, 🎵 musica ecc. sei imbattibile in quelle 😎.
@Nella
Mi piace sempre leggerti, quando parli di musica 🎸🎄in particolare, si sente che non scrivi cose a caso, ma ti piace e te ne intendi. La vita ci prende per fare altre cose, e è inevitabile sia così. Io a dicembre ho fatto quasi ogni giorno un post, ma ho tralasciato altre cose, e non è bene. Quindi meglio meno post, ma sentiti. Falli anche tu, quando li senti.
Grazie, buone feste anche a te da noi due 🎸🎄.
@Voltarie
Grazie, mi fa piacere che ti sia piaciuta la mia tazza da tè con il grande Gramsci 👊. Quanto ai post da scrivere, in effetti, alcuni saranno scritti, altri ne ho scritto abbastanza in questo post, per il resto vedremo. Grazie, buone feste anche a te 🎄
⛄.
@Francesco
Mi spiace per te, credo invece che non ci siano buoni sentimenti e tantomeno a gratis, ma insegni in modo cinematografico a ribellarsi. Un film fuori del tempo e dello spazio. Mi entusiasmò alla sua uscita, e anche le visioni seguenti confermarono questa mia impressione. Comunque la pensi, benvenuto in palude 💻.
@Garbo
Hai scritto tante cose e tutte giuste che non saperei cosa aggiungere. Ti quoto, e anche questo è un modo veloce di comunicare oggi 💵️️ 🎁 💵️️ 📦 💵️️ , che non va bene. Ma è giusto registrarlo e parlarne nei nostri blog 📣.
Grazie, buone feste anche a te 🎄🎅 .
@Amanda
Tutte cose molto interessanti che avremmo voluto leggere, a partire a
dal "silenzio dei blogger", assordante in certi momenti 💻, meno in altri. Eravamo una comunità 📣, solo pochi anni fa, ora gruppuscoli isolati. C'è da rifletterci, grazie, buone feste anche a voi, in montagna o in città 📦 🎄 ⛄🎄🚚.

 
Alle 26 dicembre 2019 19:35 , Blogger Vera ha detto...

Ho visto il fiume Congo scavare con la testa e una lingua d'oro tagliare la foresta... Cito a memoria spero non sia troppo sbagliato. Grazie Alli dei tuoi post, ci vuole tempo ed energia per scrivere spesso senza essere banali. Per fare di più bisognerebbe poter stare seduti tutti insieme, chi racconta e chi ascolta, attorno ad un tavolo, un bicchier di vino, una sigaretta, una gazzosa, una canna, una tisana, una limonata... A ciascuno il suo convivialmente.
Buon Anno.

 
Alle 27 dicembre 2019 11:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Vera, citazione impeccabie e condivido in pieno quello che scrivi ... a ciascuno il suo, senza prendersi troppo sul serio.
Buon 2020.

 
Alle 22 gennaio 2020 19:12 , Blogger Anna Bernasconi Art ha detto...

Geniale questa idea del post con i post non scritti! Dovrei copiarla... ma sono così brava ad incasinarmi che quel post probabilmente finirebbe tra i "non scritti"! 😆 Sono un disastro ha ha ha...

 
Alle 22 gennaio 2020 23:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella questa. Direi che io sono un disastro ancora peggiore, perché vorrei scrivere dell'altro, invece spesso e volentieri mi perdo a scrivere post come questi 😂.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page