lunedì 11 aprile 2016

Elogio della Magnolia giapponese

Le foto non rendono l’idea della sua bellezza,
del suo tenue rosa, dei suoi fragili petali,
petali destinati a durare qualche giorno.
È uno spettacolo indescrivibile, quando arriva
bisogna essere pronti con la macchina
fotografica, con il cellulare, e scattare!

Preso dalla foga scatto da diverse prospettive:
dall'alto e dal basso, poi lato a, poi lato b
come fosse una star del cinema.

Primo e primissimo piano, sdraiato ai suoi
piedi, in pericoloso equilibrio su di una
sedia, lontano per confrontare le tonalità.

Le margherite, sul prato accanto ai suoi petali
sembrano prendere i suoi colori, come in un
film di Hollywood girato nel mio giardino. 

È uno spettacolo indescrivibile, quando arriva
vuol dire che è primavera, la brutta stagione
è alle spalle, da rettile ne sono consapevole.

Lo scorso anno però, non mi ricordo di aver
fatto tutte queste foto, tutti questi colori,
lo scorso anno non c'era Elle.

Etichette: , , , , , , , , , , ,

16 Commenti:

Alle 11 aprile 2016 07:46 , Blogger amanda ha detto...

l'amor e la primavera insieme: che spettacolo!

 
Alle 11 aprile 2016 11:11 , Blogger Serena S. Madhouse ha detto...

Bellissime foto, quando ci si accorge della bellezza che abbiamo sotto gli occhi e a cui spesso non abbiamo fatto caso... be', vuol dire che qualcosa di molto bello è entrato nella nostra vita!
Lo sai che anch'io ne ho due in giardino?! Però non sapevo fossero magnolie giapponesi, per me sono ..le magnolie fiorite della mia nonna!
Grazie per questo post!

 
Alle 11 aprile 2016 11:56 , Blogger Lumi ha detto...

Alla fine chi ha avuto la meglio? Cellulare o macchina fotografica?
Sublimi e delicatissime foto che fanno bene al cuore. La natura si risveglia e noi spesso sorvoliamo su questo importante evento: non ci ha ancora abbandonati, ha voluto rifarci nuovamente questo regalo, dovremmo essergliene riconoscenti.
Bravo, caro Alligatore!

 
Alle 11 aprile 2016 12:53 , Blogger Elle ha detto...

Naturalmente io preferisco le foto della magnolia ;)
ma... quand'è che ti saresti sdraiato ai suoi piedi? ahahaha :DD

 
Alle 11 aprile 2016 14:58 , Blogger La firma cangiante ha detto...

La Magnolia è spettacolare, bellissima, buona prinmavera

 
Alle 11 aprile 2016 16:32 , Blogger redcats ha detto...

poesia pura....

 
Alle 11 aprile 2016 19:28 , Blogger Andrea C. ha detto...

...sarò un inguaribile romantico ma questo post mi fa battere forte il cuore...

 
Alle 11 aprile 2016 21:00 , Blogger francesca ha detto...

Che meraviglia, è proprio vero vederla fiorire è sinonimo di "apertura" a cieli azzurri, temperature gradevoli e tepore sulla pelle.
Bravo Ally.
Francesca

 
Alle 12 aprile 2016 00:03 , Blogger Alligatore ha detto...


@Amanda
Il più grande ...
@Serena
Grazie a te per questa tua felice interpretazione ;)
@Lumi
Cellulare, la macchina la uso sempre meno. Questi petali, ora non ci sono più in giardino, ma nelle immagini, nel cuore ... Grazie.
@Elle
... mi sono sdraiato per fare una delle foto ;)
@La firma cangiante
Vero, uno spettacolo di pianta ... bello, anche perché dura poco. Grazie, buona primavera anche a te.
@Redcats
Sì, quella pianta è poesia pura ... io, ho cercato di tradurla.
@And
Ah, ah, ah, grande And.
@Francesca
Grazie, fa piacere detto da una fotografa in gamba come te.

 
Alle 12 aprile 2016 15:31 , OpenID berlino101 ha detto...

Magnolia giapponese! cercavo disperatamente il nome di questo albero del quale mi innamorai a NY, e che ritrovo qua e là nei posti più belli. GRAZIE. Bellissime foto e belli Alli+Elle :)

 
Alle 13 aprile 2016 00:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Io di questa pianta mi sono innamorato da bambino, era in un giardino vicino alla scuola elementare dove andavo (chissà se c'è ancora), e così chiesi a mio padre di piantarla anche nel nostro giardino .... si fa presto a capire quanti anni abbia (maglio non dire), anche se sembra una pianta giovane, piantata da qualche anno :)
Grazie, bella te!

 
Alle 13 aprile 2016 14:17 , Blogger Santa S ha detto...

Semplicemente un incanto, tutto. Ci sarebbe da fare un cartonato da mettere davanti alla mia finestra ;)

 
Alle 17 aprile 2016 19:25 , Blogger silvia ha detto...

Settimana scorsa ero in giro a piedi per una contrada e ho assistito in diretta a una scena incresciosa: una donna che ordinava a un giovane alcuni lavori di manutenzione della casa, compreso il taglio #di quella roba lì che sporca#.
Quella roba lì era una piccola, esile magnolia!

 
Alle 17 aprile 2016 19:32 , Blogger Alligatore ha detto...

@Santa S.
Grazie, la magnolia ride tutta anche se ora i suoi petali sono un bel ricordo.
@Siliva
Certa gente non capisce un bel niente.

 
Alle 28 aprile 2016 11:55 , Blogger Anna Bernasconi ha detto...

"...come in un film di Hollywood girato nel mio giardino..."
Eh già, la natura crea atmosfere che ci trasportano altrove! Peccato che non sempre riusciamo ad accorgercene ma a volte ci da una seconda occasione! ;-)

 
Alle 29 aprile 2016 00:42 , Blogger Alligatore ha detto...

... in effetti! :)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page