lunedì 23 marzo 2015

Due parole con Maria Devigili

Gradito ritorno in palude quello di Maria Devigili, cantautrice trentina al secondo disco, disco importante e intenso. Il titolo è forte, La trasformazione: con questa vuole parlare di crisi, tra le parole più usate in questo periodo, fino a svalutarla. Maria Devigli la vuole rivedere, ribaltare, rivoluzionare, spiegandoci che il passaggio inevitabile da un sistema a un altro, è da sempre un momento doloroso, ma da affrontare, magari ben attrezzati. Qui si sentono i suoi studi filosofici, Eraclito e Platone in particolare, nei testi delle canzoni meno ermetici del precedente Motori e Introspezioni, l’esordio di tre anni fa.
La trasformazione è uscito proprio oggi, 23 marzo 2015, tramite Riff Records, label spesso ospite su questi schermi. In questi ultimi mesi ha sfornato album interessanti dell’underground più vero e sofisticato, con coraggio e voglia di trasformare. Il disco di Maria Devigili è il perfetto esempio: parole e suoni non addomesticati, un bel gruppo di ospiti da me molto apprezzati (da Stefano Orzes, fin dagli inizi accanto a Maria, al mitico Claudio Lolli, e poi Francesca Bono, passata di qui in sacco di volte con i suoi Ofeliafdorme, ma anche prima, Lorenzo “Loz” Ori, spesso citato e una volta intervistato con il suo progetto Tack At). 1, 2 3 Trasformazione. Pronti?

Etichette: , , , , , , , , , , , , , ,

172 Commenti:

Alle 23 marzo 2015 21:32 , Blogger Maria Devigili ha detto...

here i am!

 
Alle 23 marzo 2015 21:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Benvenuta in palude Maria.

 
Alle 23 marzo 2015 21:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Sto già ascoltandoi in cuffia.

 
Alle 23 marzo 2015 21:34 , Blogger Maria Devigili ha detto...

ho letto quello che hai scritto nella presentazione, grazie mille!

 
Alle 23 marzo 2015 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te di essere qui...

 
Alle 23 marzo 2015 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Che dici, parliamo del disco?

 
Alle 23 marzo 2015 21:37 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
Alle 23 marzo 2015 21:37 , Blogger Maria Devigili ha detto...

yes!!
ps
Paolo non può presenziare ma ti saluta tanto

 
Alle 23 marzo 2015 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora vado con le domande...

 
Alle 23 marzo 2015 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Paolo della Riff, lo saluto pure io...

 
Alle 23 marzo 2015 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

1. Come è nato La Trasformazione?

 
Alle 23 marzo 2015 21:38 , Blogger Elle ha detto...

Ciao a tutti, ci sono anche io.
E c'ero anche l'altra volta, ecco perché questo nome non m'era nuovo.

 
Alle 23 marzo 2015 21:39 , Blogger Maria Devigili ha detto...

E' un disco a cui ho lavorato per circa 2 anni, tra testi, musiche e arrangiamenti. Rispetto al mio primo album è un lavoro più riflessivo e strutturato

 
Alle 23 marzo 2015 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Elle ;)*

 
Alle 23 marzo 2015 21:39 , Blogger Maria Devigili ha detto...

ciao Elle!! mi ricordo bene di te :)

 
Alle 23 marzo 2015 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

... e si sente!

 
Alle 23 marzo 2015 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Si sente che è più riflessivo e strutturato...

 
Alle 23 marzo 2015 21:41 , Blogger Maria Devigili ha detto...

avevo in mente precisi modelli, non certo da imitare ma in un certo senso ho cercato di ricreare delle atmosfere a me care

 
Alle 23 marzo 2015 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? … da dove nasce?

 
Alle 23 marzo 2015 21:42 , Blogger Maria Devigili ha detto...

nel prim oalbum le influenze erano più casuali, mentre in queste sono quasi volute..

 
Alle 23 marzo 2015 21:44 , Blogger Maria Devigili ha detto...

ennio morricone in particolare mi ha ispirato molto ma ho ascoltato molto anche maria callas e anna calvi

 
Alle 23 marzo 2015 21:45 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Può sembrare banale ma l'ho scelto perché mi sono resa conto che ricorreva in quasi tutti i testi dell'album, vuoi come vera e propria parola o solo come concetto. Il bello è che non me ne ero resa conto. E' il titolo che sceglie te. E poi tu giustifichi in qualche modo quella scelta..

 
Alle 23 marzo 2015 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, si può trovare dopo ...

 
Alle 23 marzo 2015 21:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è stata la genesi del disco, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 23 marzo 2015 21:49 , Blogger Maria Devigili ha detto...

La Trasformazione è una parola misteriosa, richiama la trasmutazione alchemica ma è anche un termine scientifico. E mi piace pensarla legata a questo tempo. come un modo diverso di parlare di crisi. dato che questo disco è nato in un momento in cui si parla tanto di crisi (già da anni a dire il vero)
ma già ne hai parlato nella presentazione... :)

 
Alle 23 marzo 2015 21:49 , Blogger Elle ha detto...

Questo modo di trovare i titoli (o di essere trovati da loro) mi è sempre piaciuto. Un'unione spontanea con il disco.

 
Alle 23 marzo 2015 21:49 , Blogger Maria Devigili ha detto...

scusa ero ancora nell'altra...domanda

 
Alle 23 marzo 2015 21:50 , Blogger Maria Devigili ha detto...

com'è nata...domanda facile..
mh

 
Alle 23 marzo 2015 21:51 , Blogger Maria Devigili ha detto...

sì quando cerchi qualcosa non lo trovi veramente. E' come quando cerchi l'anima gemella... o la chitarra giusta. sono loro che trovano te! (un chitarrista può capire cosa intendo)

 
Alle 23 marzo 2015 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Sto andando troppo veloce, mi scuso ragazze ... devo ancora prendere il nuovo ritmo, il ritmo dopo la trasformazione ;)

 
Alle 23 marzo 2015 21:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche noi capiamo bene Maria, anche se non siamo chitarristi ;)

 
Alle 23 marzo 2015 21:53 , Blogger Maria Devigili ha detto...

be' torniamo alla ONTOGENESi del disco :)
E' stata molto lunga, appunto in totale, dal primo pezzo all'ultimo circa 2 anni
Il primo pezzo che ho scritto credo sia stato a fine 2012, con il primo disco appena uscito, e se non erro era proprio un primo abbozzo della canzone "La Trasformazione" che inizialmente si chiamava La Trascendenza".

 
Alle 23 marzo 2015 21:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella questa trasformazione nella trasformazione ...

 
Alle 23 marzo 2015 21:55 , Blogger Maria Devigili ha detto...

sì sì ehh... i chitarristi dicono sempre questa cosa che è la chitarra che sceglie te e non il contrario

 
Alle 23 marzo 2015 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella, molto bella questa ... me la segno :))))

 
Alle 23 marzo 2015 21:58 , Blogger Maria Devigili ha detto...

comunque l'ultima canzone invece l'ho finita di comporre quest'estate ed è Come una formica.. Avevo scritto solo il testo qualche mese prima per un concorso (coop for words ) in cui dovevo musicare una base di Beatrice Antolini. La cosa divertente è che pare che in giuria ci fosse Claudio Lolli. Be' io poi gli ho fatto fare l'intro a questa canzone

 
Alle 23 marzo 2015 21:59 , Blogger Elle ha detto...

Bella la formica :)

 
Alle 23 marzo 2015 21:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Vero, un grande nome che ha collaborato per questo disco, come ho detto nell'intro, insieme a molti altri ... bei nomi, decisamente.

 
Alle 23 marzo 2015 22:01 , Blogger Alligatore ha detto...

4. Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del cd?

 
Alle 23 marzo 2015 22:01 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Be' ce ne sono tanti. In generale tutta la realizzazione del disco è stata contrassegnata dalla parola IMPREVISTO. :)

 
Alle 23 marzo 2015 22:03 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Il primo imprevisto:
avevamo fissato le registrazioni per fine luglio 2014.
Ma qualche giorno prima Stefano il batterista si è fatto un piccolo taglio al dito mentre lavorava come artigiano. Cmq, ha sottovalutato la cosa e dopo due giorni era all'ospedale a fare flebo di antibiotici. In pratica non ha potuto usare al meglio la mano per almeno 2 settimane e le registrazioni sono slittate a settembre. Ma non è finita qui…anche la fase degli arrangiamenti è slittata diverse volte e siamo arrivati a cominciarla verso metà ottobre.

 
Alle 23 marzo 2015 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah sì?

 
Alle 23 marzo 2015 22:04 , Blogger Maria Devigili ha detto...

La fase degli arrangiamenti è invece stata contrassegnata dalla parola "FEBBRE".

 
Alle 23 marzo 2015 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Ecco perché si dice che la trasformazione è dolorosa :)

 
Alle 23 marzo 2015 22:05 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Ho buscato una super febbre che mi è durata 2 settimane circa. Mai presa prima (forse complice un viaggio a londra).
Infatti già il primo giorno di cori avevo più di 38 di febbre e con la voce ero messa parecchio male. Ma si è fatto tutto.
:)

 
Alle 23 marzo 2015 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Proprio fisica...

 
Alle 23 marzo 2015 22:06 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Ma la sera clou è stata quella in cui ho fatto le prese della sezione fiati per il Pasto migliore, nella mia cantina-sala prove, avevo 39 di febbre. Infatti nel disco ho registrato io stesso alcune parti, tipo i fiati e alcune mie voci (l'ultimo brano, Verso l'alto è registrato interamente a casa mia con garage band e il mio mitico H2 zoom)

 
Alle 23 marzo 2015 22:07 , Blogger Maria Devigili ha detto...

insomma gli aneddoti sono veramente tanti...è stata una trasformazione imprevista come è giusto che sia

 
Alle 23 marzo 2015 22:08 , Blogger Alligatore ha detto...

La sentivi nel fisico e nella mente, nella voce e nelle mani ... anzi, la sentivate tutti!

 
Alle 23 marzo 2015 22:08 , Blogger Alligatore ha detto...

... La Trasformazione.

 
Alle 23 marzo 2015 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Se questo disco fosse un concept-album su cosa sarebbe? …

 
Alle 23 marzo 2015 22:12 , Blogger Maria Devigili ha detto...

sì ci siamo tutti un po' trasformati

 
Alle 23 marzo 2015 22:12 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Sulla trasformazione?
scherzo!!

 
Alle 23 marzo 2015 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

;)

 
Alle 23 marzo 2015 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Difficile e facile al tempo stesso ...

 
Alle 23 marzo 2015 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Il concept-album ti cerca ... non sei tu a cercare lui (è come la chitarra).

 
Alle 23 marzo 2015 22:18 , Blogger Maria Devigili ha detto...

credo che tutti i migliori album siano dei concept album (anche se saper veramente fare un concept album non è facile)
Be' potrebbe essere la storia di un moderno Ulisse.
Tracotante non si accontenta della bellezza intrinseca della natura, vuole sfidare le leggi del cosmo, e la sua bramosia lo porta a conquistare l'universo per poi sentirsi un nulla. Da qui scoprirà la sua ombra e il dubbio che lo fanno sentire così fragile. Ma capirà che è proprio questa sua fragilità a renderlo grande.

 
Alle 23 marzo 2015 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi molto filosofico, come ci si può aspettare da te ...

 
Alle 23 marzo 2015 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

E allora parliamo delle canzoni, che sono il corpo vivo ...

 
Alle 23 marzo 2015 22:21 , Blogger Maria Devigili ha detto...

volevo presentare il disco come un concept album a dire il vero. Ma trovo sia difficile fare un concept album davvero riuscito (sono cresciuta con The wall) ho degli esempi troppo alti di concept album...

 
Alle 23 marzo 2015 22:22 , Blogger Elle ha detto...

Che bel concept. E bell'album.

 
Alle 23 marzo 2015 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Forse siamo ancora troppo presi da quei concet ... Tommy , The Wall, appunto ...

 
Alle 23 marzo 2015 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma dovremmo non averne paura, trasformarci....e provarci. Credo che tu ci abbia provato, e bene ...

 
Alle 23 marzo 2015 22:24 , Blogger Maria Devigili ha detto...

ricordo anche un gran bel concept album dei Timoria...

 
Alle 23 marzo 2015 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferisci? Qualche pezzo del quale vai più fiera di La Trasformazione?… che ti piace di più fare live?

 
Alle 23 marzo 2015 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Dei Timoria? ... da ragazzino seguivo molto i primi Timoria.

 
Alle 23 marzo 2015 22:25 , Blogger Maria Devigili ha detto...

"Viaggio senza Vento"

 
Alle 23 marzo 2015 22:26 , Blogger Maria Devigili ha detto...

no intendo il concept album dei Timoria che parlava delle vicissitudini di un tale Joe

 
Alle 23 marzo 2015 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Andrò a cercarlo dopo, quello dei Timoria, che mi ricordo, in effetti...

 
Alle 23 marzo 2015 22:29 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Mi piace molto l'Invisibile è Quello che ci sostiene, per quello l'ho scelto come singolo

 
Alle 23 marzo 2015 22:29 , Blogger Elle ha detto...

Io sono pronta :)

 
Alle 23 marzo 2015 22:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Vai, dille Elle :)

 
Alle 23 marzo 2015 22:31 , Blogger Maria Devigili ha detto...

parentesi TIMORIA: be' nel disco era compreso anche quel pezzone che era "Senza Vento" di cui girava il video spesso su videomusic : "E son pronto per volare senza vento!"

 
Alle 23 marzo 2015 22:32 , Blogger Elle ha detto...

A me piacciono Il pasto migliore, Come una formica, L'invisibile è quello che ci sostiene e Fiore d'Hiroshima.

 
Alle 23 marzo 2015 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Le mie: Spegnere -Gettare pop-rock-beat con un testo da mandare a memora (cuore del disco), Il pasto migliore, che racconta la trasformazione in cibo di un essere vivente in un modo verament dolce e perfetto e commovente, Come una formica, non solo per la voce di Lolli, ma per il ritmo, le trombe, per come è mirabilmente costruita... be', poi la title-track, L'ombra, e il finale, altissimo di Verso l'alto, che sembra un misto di coro alpino che incontra le mondine (ma di chi sono tutte quelle voci, eri solo tu con la febbre?).

 
Alle 23 marzo 2015 22:33 , Blogger Maria Devigili ha detto...

da fare live mi piace molto Quando è ora perchè faccio un asolo...

 
Alle 23 marzo 2015 22:34 , Blogger Elle ha detto...

Sì, bella anche L'ombra :)

 
Alle 23 marzo 2015 22:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, molto bella anche Fiore d'Hiroshima (ma chi canta nel finale in giapponese? tu?), e mi piace molto anche Frammento con quella gran chitarra in coda ...

 
Alle 23 marzo 2015 22:35 , Blogger Elle ha detto...

Bella anche Quando è ora :)

 
Alle 23 marzo 2015 22:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Vero, belle tutte :)

 
Alle 23 marzo 2015 22:36 , Blogger Alligatore ha detto...

... è un concept :)

 
Alle 23 marzo 2015 22:37 , Blogger Elle ha detto...

Anche Celestial, molto particolare, celestial-psichedelica :)

 
Alle 23 marzo 2015 22:37 , Blogger Elle ha detto...

Ci piace tutto l'album!!!

 
Alle 23 marzo 2015 22:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd è uscito con la Riff Records, label di Bolzano che non sbaglia un colpo. Davvero un bel catalogo in questi anni … come vi siete incontrati? Come è stato lavorare con loro?

 
Alle 23 marzo 2015 22:39 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Sì i cori sono tutti miei in verso l'alto. Un giornalista mi ha scritto che è un misto tra un coro gospel e il canto dei muezzin. un mio amico invece dice che assomiglia a un coro sardo misto a coro di montagna...Volevo coinvolgere un coro in questo disco ma la cosa non è andata in porto. Ho una grande fascinazione per i cori in genere, quando ero piccola cantavo spesso le canzoni di montagna fanno parte della mia formazione

 
Alle 23 marzo 2015 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', è fantastico ...

 
Alle 23 marzo 2015 22:43 , Blogger Maria Devigili ha detto...

la cosa bella è che anche Loz ha sentito subito il mio influsso coral montanaro anche in celestial. Loz ossia Lorenzo Ori inizialmente doveva seguire tutta la produzione artistica ma poi non ha potuto, altro imprevisto, era super indaffarato anche con i Melampus che stavano arrangiando proprio nello stesso periodo e allo spazio labù come noi.

 
Alle 23 marzo 2015 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Ognuno sente un coro diverso ...

 
Alle 23 marzo 2015 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Conosco sia lui che loro, già passati in palude...

 
Alle 23 marzo 2015 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Elle gli ha sentiti live a Berlin ;)

 
Alle 23 marzo 2015 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Belli questi incroci, che trasformano ...

 
Alle 23 marzo 2015 22:45 , Blogger Elle ha detto...

Sì sì, i Melampus li conosco, anche loro hanno appena partorito un nuovo album.

 
Alle 23 marzo 2015 22:46 , Blogger Maria Devigili ha detto...

quindi noi registravamo il pomeriggio e loro la sera o viceversa. Mi hanno anche prestato il loro fender per le sovrascrizioni di chitarre...allo spazio labù (ex Senza Filtro) c'era-c'è gran fermento. Lo stato sociale e i Toys Orchestra stavano provando per il nuovo tour e spesso dovevamo interromperci perchè c'erano loro e ci si fermava a far chiacchiere

 
Alle 23 marzo 2015 22:47 , Blogger Maria Devigili ha detto...

un grande album quello dei Melampus, molto elegante e profondo anche nei testi

 
Alle 23 marzo 2015 22:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Diciamo che vi siete influenzati a vicenda allora :)

 
Alle 23 marzo 2015 22:50 , Blogger Maria Devigili ha detto...

eheh forse registrando nella stessa stanza con gli stessi fonici e usando lo stesso ampli.. qualche influsso comune c'è stato :)

 
Alle 23 marzo 2015 22:52 , Blogger Elle ha detto...

Trasformati gli uni negli altri?
E tu chi sei?
Chi siamo noi?

 
Alle 23 marzo 2015 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

E dove andremo? ...

 
Alle 23 marzo 2015 22:54 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Scusa ho saltato una domanda. Sì in Fiore d'Hiroshima sono io che canto in giapponese, mentre la frase parlata è della mia coinquilina Minori che è giapponese! Ho studiato giapponese anni fa, infatti molti molti anni fa avevo anche un progetto di musica elettronica che girava su myspace e si chiamava Reiniku...(Corpo-Mente in giapponese)

 
Alle 23 marzo 2015 22:55 , Blogger Maria Devigili ha detto...

un giorno svelerò il mio passato di smanettona con cubase eheh

 
Alle 23 marzo 2015 22:56 , Blogger Maria Devigili ha detto...

per quanto riguarda Riff...Conoscevo Paolo di nome già da diversi anni in quanto produttore dei Phidge , una band di Bologna. Loro sono nostri cari amici, cioè miei e di Stefano Orzes, il mio batterista. Nel tempo ho visto che Riff cominciava a produrre progetti molto diversi tra loro e questo mi ha fatto intuire una possibile affinità del mio progetto con Riff.

 
Alle 23 marzo 2015 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah... e Francesca Bono, degli Ofeliadorme, cosa fa nel tuo disco? ... già che abbiamo parlato di amici della palude ...

 
Alle 23 marzo 2015 22:57 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Infatti spesso le etichette che mi hanno rifiutato mi dicevano che il mio non è un "genere" che trattano…etc. Ma non capivo proprio quale fosse il mio genere perché per le label filo-cantautorali non andavo bene perché sono poco cantautorale, per quelle più nerd di nicchia-sperimentali non andavo bene perché non sono abbastanza sperimentale, etc.
Quando ho visto che Paolo oltre a produrre i Phidge e i Melampus, sempre miei amici ha prodotto anche Silvia Caracristi, altra mia amica, e veramente molto molto diversa da tutto ciò che aveva prodotto la Riff, ho detto a Stefano (che era già in contatto con lui) di mandargli lo streaming.

 
Alle 23 marzo 2015 22:57 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Avevamo provato a sentire diverse label e avevamo ricevuto già alcuni no alcune non risposte. quindi Stefano era scettico. Ma io gli ho proprio detto, guarda secondo me lui è la persona giusta. Alle volte ho delle buone intuizioni...

 
Alle 23 marzo 2015 22:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi buonissime... è perfetta per te.

 
Alle 23 marzo 2015 23:00 , Blogger Elle ha detto...

Conosciamo anche Silvia!

 
Alle 23 marzo 2015 23:01 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Nel disco in pre-produzione avevo già deciso quasi tutti i cori e pensavo che sarebbe stato bello coinvolgere altre voci. Fosse stato per me avrei coinvolto molti più nomi ma non è facile poi legare bene le voci e i timbri. Francesca la conoscevo solo di nome, ma per alcune conoscenze in comune ci siamo incontrate e lei è stata molto disponibile. Mi piace molto la sua voce e la vedevo vicina al mio colore e alla mia timbrica vocale. Lei come me è vegetariana e ci siamo confrontate su questo fatto. Era giusto che partecipasse al pezzo pro-animali...Il Pasto migliore

 
Alle 23 marzo 2015 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, come dice Elle, conosciamo anche Silvia, e ti dirò di più, il tuo Stefano Orzes è stato qui con i suoi The Crazy Crazy World of Mr. Rubik, e i Phidge sono stati il primo gruppo ad essere intervistato qui, nel lontano febbraio del 2008 :)
Questo per dire quanti nomi che hai incontrato, siano amici qui in palude...

 
Alle 23 marzo 2015 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Bello questo duetto vegetariano, vi fa onore ... per la bellezza del pezzo, per le idee che esprime.

 
Alle 23 marzo 2015 23:05 , Blogger Maria Devigili ha detto...

la palude è con noi!

 
Alle 23 marzo 2015 23:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Dove eravamo rimasti? :)))

 
Alle 23 marzo 2015 23:06 , Blogger Maria Devigili ha detto...

e pensa che mia mamma è una "paludera"
perchè è nata a Palù di Giovo
ahah

 
Alle 23 marzo 2015 23:07 , Blogger Maria Devigili ha detto...

alla riff

 
Alle 23 marzo 2015 23:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, bella battuta .... è un posto che ho sentito ancora.

 
Alle 23 marzo 2015 23:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina molto diretta, con la tua faccia in un bel chiaro primo piano. Come è stata scelta? Chi è l’autore?

 
Alle 23 marzo 2015 23:11 , Blogger Maria Devigili ha detto...

ci sono nati grandi del ciclismo, Moser e Simoni. Il primo è mio parente

 
Alle 23 marzo 2015 23:11 , Blogger Elle ha detto...

Palude centro del mondo musicale!

 
Alle 23 marzo 2015 23:12 , Blogger Maria Devigili ha detto...

tornando alle domande. La copertina: con il primo album avevo voluto fortemente qualcosa di poco figurativo nel senso classico ma avevo optato per una copertina astratta-simbolica. Devo dire che con Stefano abbiamo ragionato sul fatto che una copertina con il mio viso potesse essere più diretta e secondo lui avere più richiamo. Diciamo che già i pezzi non sono così diretti (per via dei testi o dei cambi di ritmo) forse almeno la copertina l'abbiamo resa più classica. Anche se l'espressione è un po' strana…Pensa che volevo optare per una foto di profilo ma dato che Silvia con il suo Orbita che era uscita da pochi mesi aveva anche lei usato una foto di profilo abbiamo pensato di usare quella frontale

 
Alle 23 marzo 2015 23:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Infatti, infatti, ho cercato questo su wiki, perché mi pareva che fosse nato lì Moser ;)

 
Alle 23 marzo 2015 23:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, mi sembra una scelta azzeccata quella della copertina ...

 
Alle 23 marzo 2015 23:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Ho visto, mi pare sul tuo sito anche la foto di profilo, ma questa credo sia migliore ...

 
Alle 23 marzo 2015 23:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove presenterai l’album? …

 
Alle 23 marzo 2015 23:17 , Blogger Maria Devigili ha detto...

quella di profilo l'abbiamo usata per il retro comunque...:)

 
Alle 23 marzo 2015 23:18 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Le foto della copertina e del booklet sono state fatte da Valentina Cardana, una cara amica di Padova, illustratrice.
Lei mi segue fin dal 2009, quando mi vide ad un concorso nella provincia di Padova, il Risonanze unplugged. E' stata entusiasta di partecipare al progetto. Oltre alle foto ha collaborato alla grafica del disco insieme a me

 
Alle 23 marzo 2015 23:18 , Blogger Maria Devigili ha detto...

Abbiamo una quindicina di date fissate, la percentuale maggiore è al centro sud. poche al nord, nessuna in Trentino...In Veneto sabato prossimo!

 
Alle 23 marzo 2015 23:21 , Blogger Maria Devigili ha detto...

il set è l'ormai collaudato duo con Stefano. Io uso 2 chitarre elettriche + effettistica varia. Stefano ha la batteria completa + un samples pad da cui è possibile mandare dei tappeti sonori, cori pre-registrati etc.
La cosa interessante è che ho creato delle basi ad hoc per il live

 
Alle 23 marzo 2015 23:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Cercheremo di venire a vederti insieme più avanti allora ... in palude :)

 
Alle 23 marzo 2015 23:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Infatti, volevo chiederti se sei tu e Ste.

 
Alle 23 marzo 2015 23:23 , Blogger Alligatore ha detto...

In Veneto dove suonerete sabato?

 
Alle 23 marzo 2015 23:23 , Blogger Elle ha detto...

Sì, il live deve essere molto particolare, voglio sentire i tappeti sonori!!
Rimaniamo aggiornati ;)

 
Alle 23 marzo 2015 23:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Magari a Bologna, con un finale con tutti quelli finiti in palude...

 
Alle 23 marzo 2015 23:26 , Blogger Maria Devigili ha detto...

San Donà di Piave, Osteria al ponte

 
Alle 23 marzo 2015 23:26 , Blogger Maria Devigili ha detto...

non molto vicino alla palude lo so

 
Alle 23 marzo 2015 23:27 , Blogger Maria Devigili ha detto...

magari... gli "Impaludati Live"
:)

 
Alle 23 marzo 2015 23:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ha, ah, bello, mi piace... gli Impaludati live ... ci penso, ci penso.

 
Alle 23 marzo 2015 23:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non ti ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 23 marzo 2015 23:30 , Blogger Maria Devigili ha detto...

marzulliana questa ultima domanda…

 
Alle 23 marzo 2015 23:31 , Blogger Maria Devigili ha detto...

una domanda che faccio a te

 
Alle 23 marzo 2015 23:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ha, ah... la faccio sempre, ma era da un pezzo che non mi dicevano questa cosa ... in effetti ;)

 
Alle 23 marzo 2015 23:32 , Blogger Maria Devigili ha detto...

La Trasformazione in 3 parole? (libere associazioni, non solo pensando al disco, anche solo al concetto di trasformazione)

 
Alle 23 marzo 2015 23:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Vai, vai...con la domandona.

 
Alle 23 marzo 2015 23:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Crescita, timore, cambio ...

 
Alle 23 marzo 2015 23:33 , Blogger Alligatore ha detto...

;))))

 
Alle 23 marzo 2015 23:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Che dici Maria? Che dici Elle?

 
Alle 23 marzo 2015 23:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Non lasciatemi così, mute :)
Che ho detto? :))

 
Alle 23 marzo 2015 23:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah ....

 
Alle 23 marzo 2015 23:36 , Blogger Elle ha detto...

Alli sei praticamente perfetto.. nel descrivere questo album.
Io sono d'accordo :)

 
Alle 23 marzo 2015 23:36 , Blogger Maria Devigili ha detto...

scusa ero andata in cucina

 
Alle 23 marzo 2015 23:36 , Blogger Maria Devigili ha detto...

be' avevo anch'io pensato a crescita

 
Alle 23 marzo 2015 23:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah ... ma non ho pensato solo al disco...

 
Alle 23 marzo 2015 23:36 , Blogger Maria Devigili ha detto...

le tue Elle?

 
Alle 23 marzo 2015 23:37 , Blogger Maria Devigili ha detto...

sì pensando al concetto di trasformazione

 
Alle 23 marzo 2015 23:40 , Blogger Maria Devigili ha detto...

vedo ora, anche Elle avrebbe scritto le stesse

 
Alle 23 marzo 2015 23:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Forse è andata in cucina anche Elle ... intanto che ci pensa, io ti ringrazio Maria.

 
Alle 23 marzo 2015 23:40 , Blogger Elle ha detto...

Determinazione, cambiamento, ricerca di rassicurazioni. Mi baso principalmente sulla musica, sul ritmo, perché alle parole presto attenzione solo in un secondo momento, quando ho fatto mia la musica :)

 
Alle 23 marzo 2015 23:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Serata piena di cose, suggestioni, accenni, e intuizioni ... avrò molto da meditare. Grazie veramente Maria.

 
Alle 23 marzo 2015 23:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Belle queste tue intuizioni Elle, grazie anche a te...

 
Alle 23 marzo 2015 23:41 , Blogger Elle ha detto...

Sono d'accordo con Alli, perché anche le sue parole descrivono bene l'album, ma le mie personali sono queste altre ;)

 
Alle 23 marzo 2015 23:41 , Blogger Maria Devigili ha detto...

grazie a voi!!

 
Alle 23 marzo 2015 23:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi che abbiamo detto molto, se non tutto ... grazie.

 
Alle 23 marzo 2015 23:43 , Blogger Elle ha detto...

Siamo ai saluti?
Grazie per la musica e buona notte di trasformazioni!!

 
Alle 23 marzo 2015 23:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna a Maria Devigili.

 
Alle 23 marzo 2015 23:44 , Blogger Maria Devigili ha detto...

che bello, sono contenta, buone meditazioni...ma il tuo gattone c'è ancora vero??

 
Alle 23 marzo 2015 23:45 , Blogger Elle ha detto...

GoodyGoody ruba cd :D

 
Alle 23 marzo 2015 23:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì,sì, è qui con me ;)
Ti saluta anche lui: miao....

 
Alle 23 marzo 2015 23:47 , Blogger Maria Devigili ha detto...

oh bene! ri-miao!!
buonanotte a tutti. Grazie mille!

 
Alle 26 marzo 2015 11:28 , Blogger Ernest ha detto...

:-)

 
Alle 5 aprile 2015 12:49 , Blogger nico ha detto...

Bel trio Ally Elle & Mary 😉

 
Alle 5 aprile 2015 12:50 , Blogger nico ha detto...

Erano faccine :-) :-)

 
Alle 5 aprile 2015 12:50 , Blogger nico ha detto...

Erano faccine :-) :-)

 
Alle 5 aprile 2015 12:50 , Blogger nico ha detto...

Bel trio Ally Elle & Mary 😉

 
Alle 5 aprile 2015 23:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, geniale Nico!

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page