lunedì 2 marzo 2015

Due parole con i Plastic Man

Tra poco in palude i Plastic Man, gruppo già in cuffia a deliziarmi con la loro musica senza tempo. Un rock psichedelico che sembra venire da lontano nel tempo e nello spazio, alla fine del quale ascolto, potrei ritrovarmi con le orecchie alla Dottor Spock, che ci ha purtroppo lasciati venerdì scorso. Dico questo, perché la musica di Don’t Look at the Moon, sembra venire da quel magico periodo. Provate ad ascoltarla in streaming gratuito su Shiver Webzine, che proprio da oggi lo offre in anteprima, poi mi direte. L’album, marchiato Black Candy Records, gloriosa label fiorentina, infatti uscirà ufficialmente solo il prossimo lunedì 9 marzo.
Anche i Plastic Man sono di Firenze. Nati all’inizio del 2012, sono un trio formato da voce/chitarra (Raffaele Lampronti), basso (Diletta Casanova), batteria (Fabio Ricciolo nel disco, menre sarà Leonardo Innocenti nei live). Devono il loro nome, probabilmente a un memorabile pezzo dei Kinks, e ascoltandoli direi che l‘omaggio è molto sentito. Con Don’t Look at the Moon sono al loro primo disco ufficiale, dopo il solito giro fatto di sbattimenti, piccoli e grandi concerti con altre band, uscite dall’Italia per vedere come butta (hanno suonato in Francia in un tour di due settimane), un omonimo ep d’esordio lo scorso anno … e ora il bagno liberatorio in palude. Pronti?

Etichette: , , , , , , , , , , , , , ,

96 Commenti:

Alle 2 marzo 2015 21:33 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

Ciao Alligatore!

 
Alle 2 marzo 2015 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Raffa.... benvenuti in palude ai Plastic Man.

 
Alle 2 marzo 2015 21:34 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

Sono pronto!

 
Alle 2 marzo 2015 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, io sto ascoltando il vostro disco, e allora vado con le domande...

 
Alle 2 marzo 2015 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

1. Come è nato Don’t Look at the Moon?

 
Alle 2 marzo 2015 21:39 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

Difficile dirlo. C'è un riff di un pezzo scritto addirittura dieci anni fa e che finalmente ha visto la luce. Alcuni pezzi invece li ho scritti l'anno scorso...non saprei rispondere con esattezza a questa domanda, posso dirla così: è il risultato di tante cose scritte negli ultimi dieci anni

 
Alle 2 marzo 2015 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

L'intrecciarsi di fortunate circostanze, diciamo ...

 
Alle 2 marzo 2015 21:40 , Blogger Elle ha detto...

Ciao a tutti ci sono anche io!
..e indosso già le cuffie come Alli ;)

 
Alle 2 marzo 2015 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Elle, from Berlin ;)

 
Alle 2 marzo 2015 21:42 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

Direi piuttosto l'intrecciarsi di tante persone con cui ho suonato nel corso di questi anni... Ciao Elle!

 
Alle 2 marzo 2015 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

2. Perché questo titolo? … che significato date?

 
Alle 2 marzo 2015 21:46 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

mi piacerebbe lasciare spazio alla libera interpretazione e che ognuno pensasse quello che vuole...se rispondo tutto questo non sarà possibile!

 
Alle 2 marzo 2015 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi pare una bella risposta ... libertà di interpretazione.

 
Alle 2 marzo 2015 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

;)

 
Alle 2 marzo 2015 21:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è stata la genesi del disco, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 2 marzo 2015 21:49 , Blogger Elle ha detto...

Dammi un indizio: significa "non guardare la luna"? Per regolarmi con l'interpretazione ;)

 
Alle 2 marzo 2015 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Brava Elle, bella domanda ... perc hi non consoce l'inglese, cosa diresti Raffaele?

 
Alle 2 marzo 2015 21:56 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

dopo aver pubblicato il nostro primo ep,eravamo parecchio soddisfatti del lavoro che avevamo fatto...perciò sapevamo già da inizio 2013 che avremmo registrato l'album nuovamente con Matt Bordin, con il quale ci eravamo trovati molto bene. Avevo una serie di pezzi , come ti ho detto, che ancora non avevo tirato fuori. Erano circa una ventina...dopo averli provati abbiamo fatto una registrazione live per capire quali ci piacessero di più

 
Alle 2 marzo 2015 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, venti pezzi ...chiapperi! ;)

 
Alle 2 marzo 2015 22:02 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

dopo aver scelto i 12 pezzi che ci convincevano di più, abbiamo iniziato a pensare al sound che volevamo dare a quelle canzoni...l'idea era quella di un qualcosa di leggermente più prodotto e più pop rispetto all'ep , o comunque di meno lo-fi, in maniera che potessimo arrivare a più persone e che non ci riferissimo esplicitamente solo a una nicchia (anche se non credo che pure l'ep si possa considerare un disco revival o parecchio lo- fi)

 
Alle 2 marzo 2015 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Capisco, il disco suona come un album di rock psichedelico, con molti riferimenti al passato glorioso di questa musica,fatto oggi ... perché è questo il punto, si può fare oggi.

 
Alle 2 marzo 2015 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Raffa, se non hai altro da aggiungere sulla genesi del cd, ti ripeto una domanda di Elle, che forse non hai visto: Elle, chiedeva semplicemnte il significato letterale di Don’t Look at the Moon, che, tra l'altro, è uno dei pezzi del disco...

 
Alle 2 marzo 2015 22:05 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

scusami Elle, mi ero perso la tua domanda! Esatto , la traduzione è quella! :)

 
Alle 2 marzo 2015 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

... è il bello della diretta Raffa :)

 
Alle 2 marzo 2015 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del cd?

 
Alle 2 marzo 2015 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

... tra i tanti, immagino. Se te ne viene in mente uno...

 
Alle 2 marzo 2015 22:09 , Blogger Elle ha detto...

Grazie!

 
Alle 2 marzo 2015 22:09 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

i rimproveri di Matt Bordin quando, incazzatissimo, mi diceva di non appoggiare male le sue chitarre dopo averle usate!

 
Alle 2 marzo 2015 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, tipaccio Matt...

 
Alle 2 marzo 2015 22:11 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

neanche la mia professoressa di latino mi faceva sentire così in soggezione in quei momenti!

 
Alle 2 marzo 2015 22:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Pensa che una volta ero a un suo concerto, e c'era un temporalone potente, eravamo rimasti in pochissimi (era ll'aperto, in mezzo ad un bosco), e una saetta quasi ci faceva fritti tutti quanti, saltò la corrente, tutti a casa senza concerto...

 
Alle 2 marzo 2015 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Se questo cd fosse un concept-album su cosa sarebbe? …

 
Alle 2 marzo 2015 22:15 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

quindi anche tu lo conosci bene!

 
Alle 2 marzo 2015 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche in modo non voluto, un concept che è saltato fuori alla fine, senza volerlo a tavolino ...

 
Alle 2 marzo 2015 22:16 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

Direi "Alice nel paese delle meraviglie"

 
Alle 2 marzo 2015 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Scusami, ci siamo intrecciati ... non lo conosco benissimo, se non come artista, che apprezzo da anni. Potevamo morire insieme, tutto qui ;)

 
Alle 2 marzo 2015 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella questa idea di concept ... in realtà è molto acidulo, come quella fiaba, come quel cartoon...

 
Alle 2 marzo 2015 22:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Alice nel paese delle meraviglie... mi piace, è molto psichedelico.

 
Alle 2 marzo 2015 22:20 , Blogger Elle ha detto...

Bello come concept!
Considerato che Alice non deve guardare la luna, si fa misterioso ;)

 
Alle 2 marzo 2015 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di Don’t Look at the Moon?… che vi piace di più fare live?

 
Alle 2 marzo 2015 22:26 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

Forse Rolling Machine è la canzone che mi piace di più fare live, perchè credo che venga più bella dal vivo rispetto alla versione dell'album....la facciamo un po' più veloce!

 
Alle 2 marzo 2015 22:27 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

poi mi ha sorpreso molto Black Hole....era uno dei pezzi a cui davo meno credito e invece forse è quasi il mio preferito per come è venuto

 
Alle 2 marzo 2015 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Le mie:
Neddle Point per la sua psichedelia diffusa e la chitarra ipnotica, Blue and Black Dream labirintica e onirica come vuole il titolo e con un basso protagonista (oltre che la chitarra, che c'è sempre), Rolling Machine perché un grande rock psicotico (e bella la voce di donna, chi è?) ... poi anche la title-track, e Mike, the Center of the World, Paroxetine ...

 
Alle 2 marzo 2015 22:27 , Blogger Elle ha detto...

Posso dire le mie?

 
Alle 2 marzo 2015 22:28 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

prego Elle! Sono curioso!

 
Alle 2 marzo 2015 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, anche Black Hole, ha un gran ritmo, gran rabbia, mi pare, forte!

 
Alle 2 marzo 2015 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Vai Elle!

 
Alle 2 marzo 2015 22:32 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

Sì , la voce principale in Rolling Machine è della bassita, Diletta!

 
Alle 2 marzo 2015 22:33 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

volevo dire bassista ovviamente :)

 
Alle 2 marzo 2015 22:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Lasci cantare lei e ti scateni con la chitarra, per questo ti piace, e di più live ;)

 
Alle 2 marzo 2015 22:35 , Blogger Elle ha detto...

A me piacciono He didn't know, Sun is going mad, Blue and black dream, Dont look at the moon e Needle point, in quest'ordine :)

 
Alle 2 marzo 2015 22:35 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

haha! No no, in realtà ci sono anche io che canto! Solo che quando canta lei mi sovrasta con quella sua voce squillante...maledetta..

 
Alle 2 marzo 2015 22:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Intanto che aspettiamo Elle, che mette le sue, ti butto lì un'altra domanda, così ci pensi...

 
Alle 2 marzo 2015 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Invece sono arrivate le preferite di Elle, e la tua giusta puntualizzazione ... certo, la voce di donna è più forte, vibrante, sovrastante ... ed è bello che sia così, create un effetto magico.

 
Alle 2 marzo 2015 22:38 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

...mi sono dimenticato di dirti che mi piace molto Blue and Black Dream, sia dal vivo che all'ascolto...forse ci troviamo tutti e tre d'accordo su quel pezzo!

 
Alle 2 marzo 2015 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, è un pezzo che colpisce molto, direi che è un pezzo che spacca dentro...

 
Alle 2 marzo 2015 22:40 , Blogger Elle ha detto...

Le mie sono arrivate un po' tardi, perché mi sono incasinata sulla tastiera..
Sì, è Blue and Black Dream la vincitrice dell'intervista.

 
Alle 2 marzo 2015 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd è uscito con la Black Candy, storica etichetta indipendente toscana. Come vi siete incontrati e come vi siete trovati a fare il disco con loro? Altre realtà importanti attorno a voi?

 
Alle 2 marzo 2015 22:42 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

mi sono divertito molto anche a registrarlo quel pezzo...pensavamo a dei violini per il ritornello, ma alla fine mi sono ritrovato a suonare uno xilofono!

 
Alle 2 marzo 2015 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Violini? Bello, anche se non è male la soluzione con i xilofoni ;)

 
Alle 2 marzo 2015 22:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Dimmi della Black Candy... come vi siete incontrati? Come è stato lavorare con loro? Altri nomi da citare tra chi vi ha aiutato/collaborato?

 
Alle 2 marzo 2015 22:46 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

Black Candy è molto attenta al sottobosco fiorentino...dopo aver suonato un paio di live al Tender, uno dei club più vivi in questo momento a Firenze, ci hanno chiamato per proporci di fare uscire con loro un album....è stato tutto molto immediato, non ci abbiamo pensato più di tanto...e alla fine lo abbiamo fatto!

 
Alle 2 marzo 2015 22:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Molto bello come incontro ... scena in questo momento viva quella fiorentina, e toscana in genere.

 
Alle 2 marzo 2015 22:49 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

altre realtà importanti a livello di etichetta non le conosco, ti posso però dire che a Firenze stanno girando parecchi gruppi rock interessanti in questo periodo

 
Alle 2 marzo 2015 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, è vero, confermo, alcuni sono passati di qui...

 
Alle 2 marzo 2015 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina semplice e allo stesso tempo complessa. Come è nata e chi è l’autore? Perché questa lacrima?... è una lacrima?

 
Alle 2 marzo 2015 22:52 , Blogger Elle ha detto...

Alcuni li conosco pure io ;)

 
Alle 2 marzo 2015 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, chissà se verrano a suonare ancora a Berlino Elle ;)

 
Alle 2 marzo 2015 22:54 , Blogger Elle ha detto...

Secondo me è ALice che piange per lo sforzo di non guardare la luna..

 
Alle 2 marzo 2015 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella interpetazione Elle... potrebbe essere.

 
Alle 2 marzo 2015 22:56 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

La copertina è stata creata da un giovane grafico, nonchè mio amico di vecchia data, Daniele Dominici di Mallet Studio...l'abbiamo ideata insieme, ma la realizzazione è stata compiuta da lui.Volevamo qualcosa di semplice, mi piacciono le copertine con solo il logo del gruppo, mi pare che sia il miglior modo per presentarsi... Sì,quella è una lacrima: l'occhio guarda la luna...non doveva!

 
Alle 2 marzo 2015 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi e confermo, semplice e diretta, e allo stesso tempo anche no...bel discorso.

 
Alle 2 marzo 2015 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Mentre tu pensavi e rispondevi alla domanda sulla copertina Raffaele, Elle e io, scherzavamo su un gruppo fiorentino, che ci piace, cioè The Vickers , che sicuramente conosci... io li apprezzo da anni, visti e sentiti live, Elle gli ha persi due volte, se non sbaglio, in quel di Berlino.

 
Alle 2 marzo 2015 23:02 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

i Vickers ,oltre che un gran bel gruppo, sono dei cari amici e delle splendide persone....siamo legati a loro da un rapporto di stima reciproca. Elle, se un giorno dovessero tornare a Berlino mi raccomando, non te li perdere! Fanno dei grandi live!

 
Alle 2 marzo 2015 23:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Confermo, confermo, grandi live anche in Italia...

 
Alle 2 marzo 2015 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

A poposito di live, come e dove presenterete l’album? …

 
Alle 2 marzo 2015 23:06 , Blogger Elle ha detto...

Ma magari pure tre! Mi sfuggono in continuazione...

 
Alle 2 marzo 2015 23:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Li vedremo insieme in Italia Elle, e magari anche i Plastic Man ;)

 
Alle 2 marzo 2015 23:08 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

l'album uscirà il 9 marzo, dopodichè inizieremo ad andare in giro a suonare qua in Italia per farci conoscere il più possibile. La prima data sarà a Torino il 13 marzo (tra domani e dopodomani pubblicheremo tutte le date su facebook), tuttavia quella che considereremo come "release party" sarà la data che faremo a casa nostra, ovvero a Firenze...credo che sarà intorno a metà Aprile, dovevamo farla il 13 febbraio ma è saltata perchè il locale ha avuto dei problemi e non poteva essere aperto quel giorno...annunceremo anche quella su facebook appena sarà confermata

 
Alle 2 marzo 2015 23:10 , Blogger Elle ha detto...

Allora restiamo sintonizzati su fb.

 
Alle 2 marzo 2015 23:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Esatto Elle, staremo attenti al web, per sentirvi live ...

 
Alle 2 marzo 2015 23:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non vi ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 2 marzo 2015 23:17 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

sì, mi piacerebbe ricordare che l'album è stato registrato dall'attuale batterista dei Go!Zilla , Fabio Ricciolo. Abbiamo deciso di prendere un altro batterista per via dei suoi troppi impegni, ma con lui ho suonato tanto tempo e mi sembrava giusto dirvelo.

 
Alle 2 marzo 2015 23:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Hai fatto bene, perché anche io, in parte, ero in imbarazzo, non sapevo che nome mettere ... ho messo quello, del batterista che suona ora con voi, e non di quello che ha suonato il disco. Bravo, buoni entrambi, tra l'altro ...

 
Alle 2 marzo 2015 23:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Raffaele, leader dei Plastic Man, sei stato genitlissimo e molto chiaro ... abbiamo detto molto, se non tutto, sul vostro disco in uscita.

 
Alle 2 marzo 2015 23:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Don’t Look at the Moon

 
Alle 2 marzo 2015 23:21 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

Grazie a voi! Un abbraccio !

 
Alle 2 marzo 2015 23:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Non guardare la luna ...

 
Alle 2 marzo 2015 23:22 , Blogger Alligatore ha detto...

;)

 
Alle 2 marzo 2015 23:22 , Blogger Raffaele Lampronti ha detto...

:)

 
Alle 2 marzo 2015 23:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna ai Plastic Man.

 
Alle 2 marzo 2015 23:26 , Blogger Elle ha detto...

Grayie a voi per la musica, buonanotte a tutti!

 
Alle 2 marzo 2015 23:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Grayie anche a te Elle ;)*

 
Alle 2 marzo 2015 23:33 , Blogger Elle ha detto...

ehm.. graZie ;)

 
Alle 2 marzo 2015 23:34 , Blogger Elle ha detto...

:D

 
Alle 3 marzo 2015 13:08 , Blogger Ernest ha detto...

:-)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page