mercoledì 16 luglio 2014

Corsi e ricorsi storici: Mario Kempes 60

Ieri Mario Kempes ha fatto sessanta'anni. Sembra ieri, quando, dopo aver vinto il mondiale di calcio del 1978 con la sua Argentina, si rifiutò di stringere la mano al dittatore Videla. Un gesto storico, come i pugni chiusi a Città del Messico, il passaggio della boraccia tra Coppi e Bartali, e tanti altri ... mi piace festeggiarlo con un brano del libro di culto dell'amico Nicola Pezzoli, Quattro soli a motore
 
I miei eroi, quella sera, furono tutti olandesi. E solo più avanti, nel tempo, se ne sarebbe sovrapposto uno argentino. Uno solo, ma di una grandezza rilucente che allora non potevo capire: il centravanti Mario Kempes dai lunghi capelli. Lui, proprio lui, che con i suoi gol era stato decisivo, rifiutò, solo lui, in mondovisione di stringere lo zampone al torturatore gioppino Videla.

Etichette: , , , , , , , , ,

11 Commenti:

Alle 16 luglio 2014 10:40 , Blogger Berica ha detto...

Atleti con cervello e "palle"!

 
Alle 16 luglio 2014 14:50 , Anonymous Giò ha detto...

La mia ultima partita di calco vista fu proprio nel '78, poi sono guarito. Grande Kempes, ma come faccio a dimenticare Breitner e Socrates... (soffro di castro-mao-guevarismo di ritorno)

 
Alle 16 luglio 2014 17:07 , Blogger Ernest ha detto...

altre persone, quelle che rimangono impresse nella mente, che si prendono responsabilità senza aspettare di essere davanti ai media.
Ora twittano.

 
Alle 16 luglio 2014 20:15 , Blogger mr.Hyde ha detto...

Grandi atleti e grandi uomini..
Ricordo benissimo anche il podio dei cento metri (o duecento?) alle Olimpiadi del '68.

 
Alle 16 luglio 2014 23:35 , Blogger Alligatore ha detto...

@Berica
Sì, direi gesto coraggioso di forte impatti intellettuale... e pensare, che in quei stadi, massacravano le persone.
@Gio'
Io invece cominciai ad ammalarmi proprio dopo quel mondiale (ero piccolissimo, non andavo manco a scuola), e durò fino forse al 1996.
Breitner e Socrates? Dei musicanti passati in palude hanno dedicato canzoni a questi... a Socrates i Wu Ming, nel loro recente gran disco, mentre a Breitner non ricordo chi, ma qualche gruppo indie-rock da palude gli ha dedicato un pezzo.
@Ernest
... già, e in quei tempi e contesti, rischiavano molto. Chissà, anche la morte Kempes.
@Mr Hyde
Non ero ancora nato, ma è una gran bella immagine... rappresenta bene un'epoca....

 
Alle 17 luglio 2014 00:51 , Blogger Cirano ha detto...

grande ricordo...grande libro quello dello Zio Scriba!!

 
Alle 17 luglio 2014 01:03 , Blogger Elle ha detto...

Calcio? Pensa che io ricordo quel passo di Quattro soli a motore ma non ricordavo il nome del calciatore!
Insomma, un gesto indimenticabile.

 
Alle 17 luglio 2014 16:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

La versione del Matador
Mario Kempes ha sempre sostenuto di essersi semplicemente dimenticato di stringere la mano al dittatore Videla .
Lo dice ancora oggi .
Dobbiamo credergli ?
Rocco

 
Alle 17 luglio 2014 19:59 , Blogger Alligatore ha detto...

@Cirano
Concordo su tutta la linea :)
@Elle
Sì, indimenticabile, come molti passaggi di Quattro soli a motore che ha saputo fondere mirabilmente la piccola storia di Corradino, con certi passaggi della Grande Storia del '900 ... un gran merito.
@Rocco
Non so che dire... il gesto, in quei tempi dove finivi dentro lo stadio per idee politiche, e non ne uscivi più, ha del coraggioso... forse giocava sul fatto di essere famoso (ma non è detto bastasse a salvarlo), quindi allora, capisco il perché di quella dichiarazione ...

 
Alle 20 luglio 2014 19:19 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

Mi sarebbe piaciuto vederlo, ho cercato il video sul TuTubo ma non l'ho trovato.

 
Alle 21 luglio 2014 11:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Censurato dal sistema?

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page