lunedì 24 marzo 2014

Due parole con i Bad Apple Sons



Ritornano in palude, dopo quattro anni esatti, i Bad Apple Sons. Allora era il 22 marzo del 2010, presentavano l’esordio autoprodotto dopo la vittoria al Rock Contest 2008. Questa sera presenteranno il seguito, un seguito rielaborato e diversificato, a dimostrazione della loro crescita. My Dear No Fear infatti, pur rimanendo vicino al loro modo di intendere la musica, è un tuffo, ancora più profondo, nell’oscuro dell’animo umano. Più ossessivo, ritmico e acido del cd d’esordio, con cavalcate melodiche da musicanti esperti. Accanto a loro, sempre la banda di ABuzzSupreme e una nuova label nata in mezzo a questo ambiente, la Chic Paguro, una specie di Artisti Associati dell’alternative-rock toscano.
My Dear No Fear (che bella musicalità rock il titolo), è stato registrato la primavera scorsa in sole due sedute, in un casolare della campagna pisana (il West Link Studio), per poi essere completato in estate, presso lo studio mobile fiorentino di Paolo Mauri. Un lavoro di fino quello fatto con loro dallo storico produttore degli Afterhours (ora anche con Le Luci della Centrale Elettrica), che ci consegna un disco di culto. Anche dalla copertina si respira aria di album importante. Una foto ambivalente: dei volti felici (ma anche no), con tutta la pesantezza della tradizione e la voglia di violarla come in un film anti-sistema anni ’70. Sarà così anche la musica in esso contenuta? Parliamone! Pronti?
PERCONOSCERLI MEGLIO

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , ,

158 Commenti:

Alle 24 marzo 2014 21:31 , Anonymous davidbadapplesons ha detto...

Eccoci! buonasera a tutti!

 
Alle 24 marzo 2014 21:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao, benvenuti in palude...

 
Alle 24 marzo 2014 21:33 , Anonymous davidbadapplesons ha detto...

Ecco, proprio nella palude. Una delle prime parole del disco :) Swamp

 
Alle 24 marzo 2014 21:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Brutto tempo in palude oggi, con temporalone, grandine, vento ... ma noi siamo qui ;)

 
Alle 24 marzo 2014 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Era scritto che dovevate passare di qui ;)

 
Alle 24 marzo 2014 21:35 , Anonymous davidbadapplesons ha detto...

anche qui... vorrà dire che ci faremo un po' di compagnia

 
Alle 24 marzo 2014 21:35 , Blogger Elle ha detto...

Ci sono anche io, ciao a tutti! Pioggerella, venticello e gelo invernale. Ma la palude è sempre accogliente ;)

 
Alle 24 marzo 2014 21:36 , Anonymous davidbadapplesons ha detto...

ciao Elle, piacere di conoscerti!!

 
Alle 24 marzo 2014 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Elle, benvenuta anche a te...

 
Alle 24 marzo 2014 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Dove è la palude? Nell'inziale Free Neuronal Enterprise?

 
Alle 24 marzo 2014 21:37 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

:)

 
Alle 24 marzo 2014 21:38 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Scrivo dall'altro account perché è più semplice

 
Alle 24 marzo 2014 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Va bene, anzi ancora meglio ...

 
Alle 24 marzo 2014 21:39 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

They dragged my feet into the swamp, like a lizard, like a worm...

Un inizio che è tutto un programma

 
Alle 24 marzo 2014 21:40 , Blogger Elle ha detto...

ih ih Alli, potrebbe diventare l'inno della palude, ha anche un suono da parata, per le adunate degli amanti della musica, del vino e del buon cibo - perché è pure rilassante ;)

 
Alle 24 marzo 2014 21:41 , Blogger Elle ha detto...

(parlo della musica, le parole non le capisco)

 
Alle 24 marzo 2014 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Sarebbe perfetta ... la sto ascoltando adesso. Sale, sale...

 
Alle 24 marzo 2014 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

E allora direi di parlare del disco. Pronti?

 
Alle 24 marzo 2014 21:42 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

ahah Elle, una sagra un po' inquietante, visto il pezzo in questione!

 
Alle 24 marzo 2014 21:43 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

prontissimi! premetto che stasera ci sarà solo io (David) a parlare.. i compagni sono a lavoro purtroppo :) Vi mandano un grande saluto

 
Alle 24 marzo 2014 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, allora parto David (e saluto il resto della band al lavoro).

 
Alle 24 marzo 2014 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

1. Come è nato My Dear No Fear?

 
Alle 24 marzo 2014 21:45 , Blogger Elle ha detto...

David, se c'è la nebbia è inquietante anche la palude ;)
Sì sì Alli, pronti.

 
Alle 24 marzo 2014 21:46 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

My Dear No Fear è il frutto di un lavoro durato quasi quattro anni... Dalla fine del tour di promozione del primo disco (2010) abbiamo lavorato molto, fatto i nostri errori, superato difficoltà, preso decisioni importanti. è stata una gestazione quasi sfiancante, ma che ha contribuito alla perfetta realizzazione del sound e dello spirito del disco. Stanchi, ma felici.

 
Alle 24 marzo 2014 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Vi siete presi il tempo che serviva a voi ... che è quello che conta.

 
Alle 24 marzo 2014 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? …musicale direi...

 
Alle 24 marzo 2014 21:49 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Se avessimo impiegato uno, o due anni in meno sarebbe stato sicuramente un altro disco, sì.

 
Alle 24 marzo 2014 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

... My Dear No Fear

 
Alle 24 marzo 2014 21:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché intitolarlo così?

 
Alle 24 marzo 2014 21:52 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Volevamo creare una specie di motto, un adagio che rappresentasse a pieno il lungo percorso da noi intrapreso in questi anni. Più in generale, è una sorta di esortazione per sopravvivere al peggiore dei conflitti, alle difficoltà che ogni giorno si possono incontrare ovunque. Un messaggio che corre sul filo del paradosso, considerando le sonorità del disco. Ma poi vuoi mettere: scritto su una maglietta fa la sua gran figura!

 
Alle 24 marzo 2014 21:53 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

è veloce, musicale - come dici tu - rimane in testa

 
Alle 24 marzo 2014 21:54 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Urgente, direi...

 
Alle 24 marzo 2014 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Be' ne uscirebbe una gran maglietta...

 
Alle 24 marzo 2014 21:55 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Sono già uscite ;)

 
Alle 24 marzo 2014 21:55 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
Alle 24 marzo 2014 21:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Se poi ci mettete anche la foto del disco fatte il botto ... ma io ne fare due: una solo con il titolo, e una solo con la foto...

 
Alle 24 marzo 2014 21:56 , Blogger Alligatore ha detto...

;)

 
Alle 24 marzo 2014 21:57 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Per ora abbiamo solo il titolo... vedremo più in là... non sarebbe male in effetti! Contenti che ti piaccia la copertina

 
Alle 24 marzo 2014 21:57 , Blogger Elle ha detto...

Fino a "my dear" ci arrivo, ma "no fear" cosa vuol dire? Non abbatterti?

 
Alle 24 marzo 2014 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, fa impressione, non sembra manco di oggi... ma ci arrivo dopo a quella.

 
Alle 24 marzo 2014 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi riferivo alla copertina ... per il titolo lascio la risposta a David.

 
Alle 24 marzo 2014 21:59 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

@Elle: niente paura, cara!

 
Alle 24 marzo 2014 21:59 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Molto semplice e diretto

 
Alle 24 marzo 2014 21:59 , Blogger Alligatore ha detto...

... c'è l'Alligatore ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

3. Come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 24 marzo 2014 22:01 , Blogger Elle ha detto...

Ah ok.
Piace anche a me il titolo.
Ho visto la maglietta addosso all'orso ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Vero, addosso all'orso ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:03 , Blogger Elle ha detto...

Alli ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Elle ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:04 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Nel disco sono presenti dei brani anche piuttosto vecchi, che facevamo dal vivo da molto tempo. Quando abbiamo deciso di ideare MDNF, abbiamo ripreso in mano vecchio materiale, abbiamo composto ad hoc nuove canzoni, scartate altre... Rispetto al primo disco, che si presentava più come una raccolta di canzoni che avevamo a disposizione, per MDNF il processo di composizione è stato più razionale e calcolato, non abbiamo lasciato niente al caso. Fondamentale è stata la collaborazione di Paolo Mauri in qualità di produttore artistico... Ci ha impartito una disciplina, ha fornito preziosi consigli sul sound, sulla scaletta, sugli arrangiamenti. Ci ha permesso di maturare in questo senso.

 
Alle 24 marzo 2014 22:06 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

@Elle: quello è stato il modello zero della maglietta, stampata solo per i trailer. Adesso sono molto più belle le magliette, nere, gialle, rosse. :)

 
Alle 24 marzo 2014 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

MDNF ... è bello, plastico anche scritto così. Altra maglietta con la scritta così. E siamo a tre.

 
Alle 24 marzo 2014 22:08 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Potremmo depositare un brand, sarebbe una svolta niente male.

 
Alle 24 marzo 2014 22:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah,ah, ah ...sempre con l'orso come modello zero.

 
Alle 24 marzo 2014 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del disco?

 
Alle 24 marzo 2014 22:12 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Ritornando al disco, Paolo Mauri ha svolto un lavoro a 360°... ha ideato, realizzato, prodotto, mixato e masterizzato il disco insieme a noi. Una figura fondamentale per la nostra crescita. Ogni gruppo dovrebbe accogliere una persona "esterna" che agisca sullo spirito della propria musica, colmando o aggiustando lacune che altrimenti non emergerebbero neanche..

 
Alle 24 marzo 2014 22:12 , Blogger Elle ha detto...

A me il rosso dona tantissimo!

 
Alle 24 marzo 2014 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, ti ci vedo bene ...

 
Alle 24 marzo 2014 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Chissà quanti episodi con Mauri... o prima, nella campagna pisana. O no?

 
Alle 24 marzo 2014 22:15 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

La lista sarebbe lunghissima... Sicuramente il lavoro di pre-produzione in sala prove con Paolo ci ha profondamente segnato. Un vero e proprio "lavoro di fabbrica", come ama definirlo... Basta questo per farvi capire tante cose.
Un altro episodio che ricordiamo col sorriso è stato la nostra scelta di provare a fare un disco in italiano. Vi lascio aprire scenari a vostro piacimento.

 
Alle 24 marzo 2014 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Gli scenari potrebbero essere Il Teatro degli Orrori ... e non sarebbe male. O no?

 
Alle 24 marzo 2014 22:16 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

L'italiano prima che arrivasse Mauri ovviamente. Esiste anche una canzone edita, "Caracollo", presente nella compilation ideata da Elena Raugei del Mucchio Selvaggio...
Ma l'italiano non fa per noi, non ce lo sentiamo sotto la pelle musicalmente, quindi abbiamo lasciato perdere e ci siamo messi al lavoro seriamente.

 
Alle 24 marzo 2014 22:18 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Sì, esatto. Anche questo... non volevamo correre il rischio di essere "i cugini di" "i fratellini di" ecc ecc .. un rischio sempre in agguato anche nella musica anglofona, ma che in italiano - in questi tempi - rimanderebbe sempre e solo ai soliti gruppi di punta

 
Alle 24 marzo 2014 22:18 , Blogger Elle ha detto...

Noo perché? L'italiano è una bellissima lingua, dovreste provarci. "Niente paura, cara" suona bene. Poi a seconda dei significati, si può variare:
"carissimi! niente paura"
"niente paura, miei cari"
"tesoro, non temere" (questa è la versione comica, per dire)
Pensateci ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Se questo vostro cd fosse un concept-album su cosa sarebbe? …

 
Alle 24 marzo 2014 22:21 , Blogger Elle ha detto...

Adesso ascolto Caracollo (io non vi posso paragonare a nessuno perché sono 'gnurant)

 
Alle 24 marzo 2014 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, non direi proprio Elle... poi ci dirai.

 
Alle 24 marzo 2014 22:23 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Purtroppo Clemente, l'autore dei testi non è presente al momento. Sicuramente avrebbe dato una risposta migliore, ma io ci provo. Beh, sicuramente bisogna partire proprio dal titolo. Potremmo definire MDNF un disco sul "conflitto", una tensione insanabile tra opposti, chiari-scuri, contrasti che non si risolvono. Anche musicalmente riscontriamo questo aspetto. In una bella recensione che ci ha fatto Marco Sideri su BlowUp, viene detto che (cito): "eppure (e qui sta probabilmente il fascino dell’album) le canzoni non sono mai rock, irruente o aggressive. Si limitano a minacciare di diventarlo, che è una cosa molto, ma molto più spaventosa.” Personalmente credo che questa frase rappresenti a pieno il concept del disco.

 
Alle 24 marzo 2014 22:26 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Un disco nel quale si muovono figure inquietanti, "Io" perversi che cercano continuamente un appiglio, ma non lo trovano, sempre sospesi tra la loro insanità e un'impossibile guarigione.

 
Alle 24 marzo 2014 22:27 , Blogger Elle ha detto...

Potrei essere la protagonista dell'album allora ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Un discorso molto punk, un discorso che piacerà a chi ama Nick Cave, e il lato oscuro della luna...

 
Alle 24 marzo 2014 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma parliamo delle canzoni ...

 
Alle 24 marzo 2014 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di My Dear No Fear? … che vi piace di più fare live? A te personalmente David, o anche al resto della banda, se sai…

 
Alle 24 marzo 2014 22:29 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Sì, Nick Cave... ma anche altri. Vi prego, è una vita che ci associano a Nick CAVE! :))
O, se vogliamo sfociare nell'incredibile, ai Diaframma e ai Litfiba... ma questo solo perché siamo fiorentini.

 
Alle 24 marzo 2014 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, mi è venuto in mente perché l'ho ascoltato molto, e lo conosce anche Elle ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:33 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

In questi caso, ti parlo personalmente.
Un pezzo che ho riscoperto suonandolo dal vivo è proprio Free Neural Enterprise di cui parlavamo all'inizio. è intenso, magico, sospeso ma al tempo stesso crudele e violento. Lo adoro, senza riserva. Poi visto che in realtà sono un insanabile "poppettaro", Tempest Party, che è stato il nostro primo singolo e video.
Al terzo posto metto Ascend, la pietra angolare del disco.

 
Alle 24 marzo 2014 22:34 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

(tranquilli, in realtà amiamo molto Nick Cave ed è sicuramente un nostro punto di riferimento, ma non l'unico!)

 
Alle 24 marzo 2014 22:35 , Blogger Elle ha detto...

Innanzitutto vi dico di Caracollo: a me sembra che qui cambi il suono, rispetto a MDNF, è più elettronico (se sbaglio termini abbiate pazienza), meno inquietante, ma anche se le parole sono italiane la voce fa la sua porca figura. Secondo me è questo che conta, la voce è come uno strumento e deve fondersi bene con la musica che accompagna; mi piacciono le diverse voci che si mescolano.
Sembra uno di quegli incubi in cui compaiono personaggi diversi, che creano confusione e sembrano prendere il sopravvento sulla mente.
Ma veniamo a MDNF.
A me piace moltissimo Ascend, poi mi piacciono Cowards, Stop Shakin' Rope e Free Neural Enterprise. E tutte le altre, anche se sono in inglese ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:38 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Grazie Elle! Beh, ti piace il lato più oscuro del disco! Alligatore.. io starei attento.

 
Alle 24 marzo 2014 22:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Pc in panne . Spengo e riaccendono. .. tra un poco ritorno
Alligatore

 
Alle 24 marzo 2014 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Eccomi qui, prima del previsto...

 
Alle 24 marzo 2014 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Riemerso dalla palude in un attimo ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:44 , Blogger Elle ha detto...

Alli, pensavo che il lato oscuro ti avesse messo pauura!
Allora, le tue preferite?

 
Alle 24 marzo 2014 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Le mie preferite, senza leggere le vostre sono: Tempest Party, The Holiest, Cowards, Black Monkey, Free Neuronale Enterprise...

 
Alle 24 marzo 2014 22:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Pure io sono da lato oscuro della luna ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Siamo abbastanza vicini ... e mi è venuta voglia di Caracollo ... dopo l'ascolto.

 
Alle 24 marzo 2014 22:47 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Diciamo pure che non ci sono tante zone di sole, dai

 
Alle 24 marzo 2014 22:48 , Blogger Elle ha detto...

Un disco invernale. Io mi sono pure versata da bere ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Dello Jager? ... mi sembra ottimo per l'atmosfera del disco...

 
Alle 24 marzo 2014 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd è uscito con Chic Paguro, se non sbaglio è il primo disco uscito da questa nuova label… un’etichetta che raccoglie altri gruppi della vostra generazione. Una Artisti Associati molto bella… parliamone. Poi c’è sempre ABuzzSupreme…

 
Alle 24 marzo 2014 22:50 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Ok, vado a prendere gli amari anche io allora, accidenttavvoi eheh

 
Alle 24 marzo 2014 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, l'intervista finisce sempre con un bel brindisi parecchio alcolico ... e migliore è il disco, più gradi si buttano giù ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:52 , Blogger Elle ha detto...

Sì, ho comprato la bottiglia in edizione speciale. Indossa una "maglietta" che dice "la bottiglia che ha reso amici gli sconosciuti".. più o meno..

 
Alle 24 marzo 2014 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Wow! Pensa se c'era scritto My Dear No Fear ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:54 , Blogger Elle ha detto...

La palude è di compagnia ;)

 
Alle 24 marzo 2014 22:55 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Chic Paguro è un collettivo di artisti che hanno deciso di auto-promuovere a vicenda le proprie esperienze e la propria musica. In un momento storico in cui è sempre più difficile uscire dal guscio della propria città, Chic Paguro ha come obiettivo la diffusione capillare (attraverso i live in Italia e all'estero) di una scena, quella fiorentina, spesso nell'ombra rispetto a quelle più grandi presenti in Italia.

 
Alle 24 marzo 2014 22:55 , Blogger Elle ha detto...

Ne avrei comprate tre e ve le avrei spedite!

 
Alle 24 marzo 2014 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie del pensiero Elle...

 
Alle 24 marzo 2014 22:56 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Per esempio, ai concerti, se acquisti un disco, che ne so, dei Bad Apple Sons, dei King of the Opera, di UnePassante ecc, hai il diritto a un disco gratis in digitale di un'artista del collettivo...

 
Alle 24 marzo 2014 22:56 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Per esempio, ai concerti, se acquisti un disco, che ne so, dei Bad Apple Sons, dei King of the Opera, di UnePassante ecc, hai il diritto a un disco gratis in digitale di un'artista del collettivo...

 
Alle 24 marzo 2014 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Quanto alla scena fiorentina, sono un sostenitore da anni ...molti di quella scena (ma anche oltre Firenza), li vedo nel vostro FB con la maglietta.

 
Alle 24 marzo 2014 22:56 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

sono già ubriaco

 
Alle 24 marzo 2014 22:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Molto bello quello che hai detto, e quello che fate ...

 
Alle 24 marzo 2014 22:57 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Correggo: un artista senza apostrofo... l ho detto che ho già bevuto abbastanza :D

 
Alle 24 marzo 2014 22:58 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Esatto Alliga, il concetto è proprio questo, coinvolgere più gente possibile nel progetto, con magliette, loghi, immaginari condivisi... Pian piano si sta smuovendo qualcosa

 
Alle 24 marzo 2014 22:59 , Blogger Alligatore ha detto...

... è il bello della diretta, non preoccuparti, pure a me scappano degli svarioni grammaticali da paura (e a volte, da sobrio).

 
Alle 24 marzo 2014 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina molto particolare, con questi volti poco italiani, nordici, anglosassoni forse, e sembra, di un’altra epoca. O sbaglio? Come è stata scelta la foto di copertina, e chi è l’autore di questa e di tutto l’artwork?

 
Alle 24 marzo 2014 23:01 , Blogger Elle ha detto...

Bella quest'unione che fa la forze, i regali, le magliette, l'amicizia.
Io brindo all'ebbrezza.

 
Alle 24 marzo 2014 23:03 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

La copertina fa la sua figura, sì. Pensa che è nato tutto per caso... A casa di Andrea (il bassista), in un pomeriggio un po' uggioso, gironzolando nel web siamo incappati in questo SITO GOVERNATIVO STATUNITENSE (lo scrivo grosso perché ogni volta che lo dico mi gaso tantissimo) chiamato Documerica, un archivio sterminato di foto amatoriali degli anni 70-80 in creative commons... Abbiamo visto la foto e: "Copertina, subito."

 
Alle 24 marzo 2014 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Infatti, è molto anni '70-'80 ...

 
Alle 24 marzo 2014 23:05 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Elle tutto bene?

 
Alle 24 marzo 2014 23:05 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Una foto che crea un effetto straniante, infatti...

 
Alle 24 marzo 2014 23:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Decisamente, con questi volti biondi, nordici, angelici ...molto da film contro-culturale anni '70 (Altman, o cose così).

 
Alle 24 marzo 2014 23:07 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

(siete dei grandi, questa intervista a 3 è super)

 
Alle 24 marzo 2014 23:08 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

"America Oggi", tipo...

 
Alle 24 marzo 2014 23:08 , Blogger Elle ha detto...

Sì sì tutto bene, David. Interessante la storia della copertina, una foto da album dei ricordi. Per niente oscura, se non fosse.. che queste persone erano già morte quando gli è stata scattata la foto ahahaah
(io sono ancora sobria, giuro)

 
Alle 24 marzo 2014 23:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, Elle, c'è del demoniaco ... forse qualcosa di più horror del gran bel film di Altman (uno dei miei preferiti), che hai citato.

 
Alle 24 marzo 2014 23:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Che ha citato David, America Oggi... tratto da Carver.

 
Alle 24 marzo 2014 23:11 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

grandi scrittori per grandi registi...

 
Alle 24 marzo 2014 23:11 , Blogger Elle ha detto...

Ah ecco, infatti non mi pareva di aver citato un film, io Altman nemmeno lo conosco!! ;)

 
Alle 24 marzo 2014 23:12 , Blogger Elle ha detto...

Quindi è un film orror?
ps. sto mangiando torta alle mele..

 
Alle 24 marzo 2014 23:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi viene in mente anche un film più recente, Los Ortos (Gli Altri mi pare in italiano)di Alejandro Amenábar, con Nicole Kidman ... ma sono molti altri i film che mi fa venire in mente la foto. Colpisce, colpisce e affonda.

 
Alle 24 marzo 2014 23:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Perfetta per My Dear No Fear... decisamente.

 
Alle 24 marzo 2014 23:15 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

The Others... molto bello. Sì ecco, potrebbe essere una bellissima locandina di film! Accidenti, ora che mi ci hai fatto pensare in the others la scena in cui compaiono tutti i personaggi della casa assomiglia tantissimo a questo scatto

 
Alle 24 marzo 2014 23:17 , Blogger Elle ha detto...

Allora la locandina c'è, la colonna sonora c'è, l'atmosfera paludosa c'è.. manca il nuovo film ;)

 
Alle 24 marzo 2014 23:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, è vero, andando a vedere le immagini del film, ho trovato una certa somilgianza. Ecco dove ha trovato l'ispirazione Amenábar, a suo tempo... dallo stesso vostro archivio.

 
Alle 24 marzo 2014 23:18 , Blogger Alligatore ha detto...

somilgianza = somiglianza ;)

 
Alle 24 marzo 2014 23:19 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Già è un casino fare un disco... figuriamoci un film!

 
Alle 24 marzo 2014 23:19 , Blogger Alligatore ha detto...

... e ho bevuto solo un goccio.

 
Alle 24 marzo 2014 23:19 , Blogger Alligatore ha detto...

;)))))))))))

 
Alle 24 marzo 2014 23:19 , Blogger Alligatore ha detto...

9. Come e dove avete presentato/presenterete l’album?

 
Alle 24 marzo 2014 23:20 , Blogger Elle ha detto...

Casino o no, a voi il disco è uscito bene. Ci sono altre foto dentro al cd?

 
Alle 24 marzo 2014 23:21 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Il disco l'abbiamo presentato al tenderclub di Firenze, uno dei pochi posti, insieme al Glue, attivi nella scena indie e non solo italiana. è stata la prima di una serie di date che ci vedranno su molti palchi italiani... e non solo ;)

 
Alle 24 marzo 2014 23:21 , Blogger Elle ha detto...

Alli, un goccio??? Versati subito un altro bicchiere!

 
Alle 24 marzo 2014 23:22 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

@Elle: c'è una nostra foto... anche quella piuttosto inquietante... se vai su badapplesons.com alla sezione MY DEAR NO FEAR troverai l'artwork..

 
Alle 24 marzo 2014 23:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Ok, Elle, obbedisco...

 
Alle 24 marzo 2014 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, è vero, inquietante... il progetto grafico è a cura di Giulia Sarno e Mauro Maraschi, tra l'altro, dentro al gruppo Chic Paguro

 
Alle 24 marzo 2014 23:26 , Blogger Elle ha detto...

Visto!

 
Alle 24 marzo 2014 23:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non ti ho fatto David, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 24 marzo 2014 23:28 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Bravissimi... Giulia Sarno UnePassante e Mauro Maraschi, uomo dalle mille risorse.. recentemente impegnato con Pianissimo-librisullastrada... se non lo conoscete vi invito a curiosare qua e là

 
Alle 24 marzo 2014 23:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Giulia UnePassante la consociamo, già qui due volte, Mauro no, ma approfondiremo...

 
Alle 24 marzo 2014 23:29 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

salutiamo lo staff di A Buzz Supreme, Andrea Sbaragli, Leonardo Cianfanelli e Michelle Davis che - oltre a essere persone eccezionali - stanno facendo un grande lavoro... Un saluto particolare al nostro booking Jenabooking e a Paolo Mauri, naturalmente!

 
Alle 24 marzo 2014 23:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie David, di essere stato qui fino a quest'ora... divertente chiacchierata direi...

 
Alle 24 marzo 2014 23:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Ottimi colloaboratori, che conosco e apprezzo da anni, tra l'altro...

 
Alle 24 marzo 2014 23:31 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

...e a tutti i membri di ChicPaguro naturalmente! Fateci un salto... www.chicpaguro.net

Magari se un giorno vorrete scrivere due righe sul progetto, siamo qui! :)

 
Alle 24 marzo 2014 23:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', sicuramente, la voglia di approfondire c'è sempre.

 
Alle 24 marzo 2014 23:32 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Grazie a voi ragazzi, squisiti come sempre! Speriamo di vederci da qualche parte, a un nostro concerto... una curiosità: di dove siete?

 
Alle 24 marzo 2014 23:33 , Blogger Elle ha detto...

Io conosco Pianissimo.. perché avevano rubato il furgoncino, ma l'hanno già ritrovato!
E UnePassante la conosco perché è stata qui.
E Abuzz martella da mesi con l'uscita del nuovo disco dei Bad Apple Sons, quindi sono arrivata qui molto curiosa oggi.
Saluto tutti anche io ;)

 
Alle 24 marzo 2014 23:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella domanda ;)
Io lago di Garda...

 
Alle 24 marzo 2014 23:34 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Allora quando verremo dalle vostre parti vi faremo sapere sicuramente!

 
Alle 24 marzo 2014 23:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Ho già adocchiato il tour...

 
Alle 24 marzo 2014 23:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie e alla prossima...

 
Alle 24 marzo 2014 23:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Rubato il furgoncino? ... dopo mi racconti Elle.

 
Alle 24 marzo 2014 23:35 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

Al Nord ad autunno, comunque su jenabooking.com c è tutto! Dai io ora vado, un forte abbraccio ragazzi!

 
Alle 24 marzo 2014 23:36 , Blogger Bad Apple Sons ha detto...

GRAZIE

 
Alle 24 marzo 2014 23:36 , Blogger Elle ha detto...

Io mi sono iscritta su Fb, non mi sfuggite.
Grazie David, saluta gli altri!
Buonanotte a tutti.

 
Alle 24 marzo 2014 23:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna ai Bad Apple Sons...

 
Alle 24 marzo 2014 23:37 , Blogger Alligatore ha detto...

'notte Elle.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page