venerdì 11 ottobre 2013

Due parole con i Redroomdreamers

Ritornano in palude i Redroomdreamers, ritornano a distanza di circa tre anni (era il 22 ottobre 2010 quando presentarono qui l’esordio Roosters on the rubbish), ritornano  con il loro secondo album in imminente uscita: Honduras. Honduras? Chissà perché un titolo così?... cosa avrà affascinato di quel paese centroamericano il gruppo partenopeo? Non c’è manco una canzone con quel titolo. Sarà una delle domande della blog-intervista, statene certi (… perché questo titolo?). Di evidente, in questo disco, c’è la mano sicura nella scrittura dei pezzi, l’esecuzione ordinata, la consapevolezza nei propri mezzi. Cose importanti per un uomo, fondamentali per una band.
Registrato, mixato e masterizzato al mitico Alpha Dept di Bologna con Giacomo Fiorenza, Honduras se fosse un vino sarebbe un rosso da riflessione, da pasteggiare con calma. Si insinua nella mente inesorabile, pezzo dopo pezzo con il giusto ritmo. Le nove canzoni sono autentico indie-rock italico, a volte calmo quasi pop, a volte quasi hard con staffilate che non ti aspetti. Un disco caldo e freddo allo stesso tempo. Perfetto per l’autunno, stagione proprio così: a volte sembra di vedere cadere le foglie a rallentatore ascoltando Honduras. A produrre l’etichetta fondata dagli stessi Redroomdreamers, la Happy/Mopy. Parliamone. Pronti?  
PERCONOSCERLI MEGLIO 

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

95 Commenti:

Alle 11 ottobre 2013 21:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

eccoci

 
Alle 11 ottobre 2013 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Benvenuti in palude Redroomdreamers...

 
Alle 11 ottobre 2013 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Anzi, bentornati ;)

 
Alle 11 ottobre 2013 21:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

vero, di nuovo qui, a 3 anni di distanza, è bello...

 
Alle 11 ottobre 2013 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Bello sentire il vostro nuovo cd, Honduras...

 
Alle 11 ottobre 2013 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Lo sto ascoltando ora ...è appena partito ...

 
Alle 11 ottobre 2013 21:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie. Hai scritto delle cose molto belle nella presentazione, credo che tu abbia colto davvero nel segno...

 
Alle 11 ottobre 2013 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Che ne dite? ... ne parliamo?

 
Alle 11 ottobre 2013 21:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

via!

 
Alle 11 ottobre 2013 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Per primo, ditemi come è nato.

 
Alle 11 ottobre 2013 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato Honduras?

 
Alle 11 ottobre 2013 21:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

per un verso come al solito, io, Dario, ho scritto le strutture dei brani, registrato dei provini, poi però, a differenza che nel primo disco, c'è una band molto più strutturata, anche per l'ingresso di Michele De Finis alla chitarra, quindi abbiamo lavorato moltissimo in sala e, devo dire, che i pezzi hanno preso forma attraverso il lavoro di tutti, spesso allontanandosi molto dalle prime idee

 
Alle 11 ottobre 2013 21:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

però davvero è stata una gestazione lunga, mentre ancora portavamo in giro roosters on the rubbish già c'erano alcuni brani del nuovo disco, tanto che qualcuno lo abbiamo anche suonato in quel tour

 
Alle 11 ottobre 2013 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Quindi un collettivo che ha lavorato molto in studio...

 
Alle 11 ottobre 2013 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? …qualche riferimento al paese latinoamericano?

 
Alle 11 ottobre 2013 21:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

si, prima di entrare in studio abbiamo fatto crescere i brani pian piano, quando ci sembrava che tutto fosse a posto, che quei 9 brani rappresentassero davvero quello che la band era diventata, anche rispetto ai live, abbiamo deciso di andare a registrare. Anche così si spiegano i 3 anni che sono un tempo, forse, anche lungo, ma a noi andava bene così, seguiamo la nostra strada senza ripensamenti...

 
Alle 11 ottobre 2013 21:44 , Blogger Elle ha detto...

Anche io vorrei pasteggiare con calma! Ciao a tutti :)

 
Alle 11 ottobre 2013 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, ciao Elle... e allora pasteggiamo insieme.

 
Alle 11 ottobre 2013 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? …qualche riferimento al paese latinoamericano?

 
Alle 11 ottobre 2013 21:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il titolo:).
In realtà è nato da un gag che ci ha tormentato dal giro di live in Sicilia...E' da lì che abbiamo cominciato a parlare tra noi una strana lingua a metà tra lo spagnolo e l'italiano/napoletano, ormai ognuno di noi ha anche un soprannome in questo finto spagnolo...Poi mentre eravamo in studio a Bologna, e la cosa continuava, Giacomo Fiorenza disse " è un disco fuori dal tempo", e qualcuno disse "magari andrà di moda l'anno prossimo in un paese come l'Honduras"...Ci guardammo, ed ecco il titolo...

 
Alle 11 ottobre 2013 21:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ciao Elle, se vuoi pasteggiare con calma Honduras è perfetto...

 
Alle 11 ottobre 2013 21:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella la genesi del nome ...

 
Alle 11 ottobre 2013 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

... e la genesi del cd?... dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale come è stata?

 
Alle 11 ottobre 2013 21:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

bella cazzata :) Però lo spirito della band è questo, stiamo troppo bene insieme, ci divertiamo troppo, alcuni di noi si conoscono da quasi venti anni e questo ci permette di essere liberi nel fare quello che sentiamo senza troppi problemi

 
Alle 11 ottobre 2013 21:54 , Blogger Alligatore ha detto...

... equesto credo sia il massimo.

 
Alle 11 ottobre 2013 21:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

ci siamo resi conto di essere pronti verso l'estate del 2012, a quel punto però, volevamo registrare queste cose in un modo "speciale" e con una guida che sapesse cosa volessimo da quei brani. Quindi abbiamo cominciato a pensare "dove si va ora con questa roba?"
Li mi è venuta l'idea Fiorenza...

 
Alle 11 ottobre 2013 21:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Giacomo Fiorenza, Bologna Alpha Dept...

 
Alle 11 ottobre 2013 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Un gran bel posto, per chi fa dischi.

 
Alle 11 ottobre 2013 21:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Esatto. Giacomo adesso ha 42 records fa cose forse lontane da noi, però aveva messo le mani sulla maggior parte dei dischi e della band che noi abbiamo amato in ambito indie italiano, soprattuto nel periodo Homesleep, quindi, ho detto, proviamo, al massimo ci manda a...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

...ed è andata bene.

 
Alle 11 ottobre 2013 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del disco?

 
Alle 11 ottobre 2013 22:01 , Anonymous Anonimo ha detto...

non lo conoscevamo, gli ho scritto una mail, gli ho presentato il progetto, poi abbiamo fatto dei provini qui a Napoli e li abbiamo mandati a Bologna da lui. Ci siamo sentiti un paio di volte al telefono, qualche volta in più via mail, e via, tutto così, naturale ed incosciente, a gennaio eravamo in studio da lui su a Bologna per 10 giorni secchi di riprese, senza pause, senza interruzioni, molto rock...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Sono convinto che senza Giacomo il disco non avrebbe suonato così, ha colto la nostra essenza, ha fatto delle riprese fantastiche, lasciando tutto molto nudo e crudo, senza trucchi, è un disco da vinile, noi ne siamo contentissimi ed anche lui...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Se questo vostro cd fosse un concept-album su cosa sarebbe? …

 
Alle 11 ottobre 2013 22:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

mah, forse quando ad un certo punto gli è venuta voglia di mettere delle chitarre su un brano, "Run of a sick boy". E' uscito dalla regia è entrato in sala, ha imbracciato la chiatarra e si è divertito a creare su quella coda finale con l'ampli al massimo. E' stato un momento bello perché ha dato a tutti l'idea dell'atmosfera che si era creata in studio in pochissimi giorni tra persone che non si erano mai viste prima...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Sperimentare e divertirsi ...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

se il nostro cd fosse un concept album sarebbe sulla necessita di mollare, sulla incapacità, o forse non volontà, di prendere coscienza che stiamo inseguendo sogni che non sono i nostri e che il nostro inseguirli continua ad alimentare il sistema che ci sta distruggendo. Mollare, saltare sul primo treno e ritornarsene verso il fiume, verso la costruzione di una nuova realtà...Less is more.

 
Alle 11 ottobre 2013 22:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Almeno 3/4 brani parlano di questo, in modo diverso ma con questo substrato concettuale...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:15 , Blogger Elle ha detto...

Mollare e tornare verso il fiume richiede un bel coraggio.. perciò sono d'accordo sulla non volontà di prendere coscienza, perché svanirebbe l'illusione di avere il controllo sui nostri sogni, di deciderli personalmente..

 
Alle 11 ottobre 2013 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Un concept che mi fa riflettere ... ma riflettiamo sulle canzoni.

 
Alle 11 ottobre 2013 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

... e intanto è arrivata la riflessione di Elle, che sottoscrivo.

 
Alle 11 ottobre 2013 22:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Esatto Elle. una illusione alimentata dalle nostre stesse illusioni...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di Honduras? … che vi piace di più fare live?

 
Alle 11 ottobre 2013 22:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

E' difficile, naturalmente. Forse in generale oggi ci sentiamo più a nostro agio nelle sonorità più lente e rarefatte, pezzi come Going to the river, Sunset song, The Box...
Il live poi, è la cosa che ci piace di più, è il momento più bello, suonare queste cose, anche queste più lente, che richiedono attenzione è una sfida. Ma è la cosa che adoriamo, l'intensità che riusciamo ad avere live è una delle cose di cui andiamo più fieri, senza necessariamente sparare al massimo le distorsioni. Non vediamo l'ora di cominciare a girare per poter suonare Honduras dal vivo...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Dicosubito le mie?

 
Alle 11 ottobre 2013 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Per me sono Sunset Song, Run of a Sick Boy, Inside You, The Box... ma anche la dilatazione del pezzo che chiude il disco mi garba ;)

 
Alle 11 ottobre 2013 22:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

Yo! Inside you è uno sballo farla live, naturalmente...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

Scegliere Giong to the river come pezzo d'apertura è stato un messaggio e una volontà, certo non di natura "commerciale". Volevamo "mettere le cose in chiaro" da subito sul disco che si ascoltava...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:25 , Blogger Elle ha detto...

Di quelle che ci sono su Fb solo Inside you è nel nuovo disco, giusto?

 
Alle 11 ottobre 2013 22:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

giusto. Il disco esce il 14 ottobre ma in questo momento è in anteprima streaming su rockit quindi puoi ascoltarlo tutto li al momento.

 
Alle 11 ottobre 2013 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Partenza calma, da meditazione, ma intensa ... il disco cresce, fino alla dilatazione finale... Elle chiede se i pezzi del nuovo disco si sentono sul vostro FB? C'è solo Inside You lì?

 
Alle 11 ottobre 2013 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

... arrivata la risposta in contemporanea o quasi ;)

 
Alle 11 ottobre 2013 22:29 , Anonymous Anonimo ha detto...

come detto, chi vuole può ascoltarlo in anteprima qui:
http://www.rockit.it/redroomdreamers/album/honduras/23302

 
Alle 11 ottobre 2013 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Ricordo che il cd è in nanteprima streaming su rockit per chi lo vuole sentire, per poi andare a sentirli live ;)

 
Alle 11 ottobre 2013 22:29 , Blogger Elle ha detto...

Comincio a perdermi con tutti i miei account ;) Trovati, magari faccio in tempo a dirvi una mia preferita, intanto vi prendete i complimenti per il vecchio album, mi piace tutto.

 
Alle 11 ottobre 2013 22:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

momento carosello
le prime date
27 ottobre Roma "Le Mura"
9 novembre Napoli "party di presentazione Honduras" Marabù Club...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

arrivo in super ritardo.. ciao raga...statemi bene tutti !! :)
paolo unomundo :))

 
Alle 11 ottobre 2013 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

esageriamo ;)

 
Alle 11 ottobre 2013 22:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

grazie!!! Se passi ad un live una copia è per te. Suoniamo comunque un pò dei pezzi di roosters on the rubbish...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Paolo ... benvenuto in palude.

 
Alle 11 ottobre 2013 22:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

Paolooooo! A lui dobbiamo Moltissimo. Paolo Naselli Flores è una persona vera, un uomo...:)

 
Alle 11 ottobre 2013 22:34 , Blogger Elle ha detto...

Alli supertecnologico ;)

 
Alle 11 ottobre 2013 22:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

allora Elle, grazie alla supertecnologia Alli, forse riuscirai a dirci qualcosa su Honduras prima della fine...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Elle ... già, Paolo, un uomo che ascolto e ci fa ascoltare ottima musica.

 
Alle 11 ottobre 2013 22:35 , Blogger Elle ha detto...

Un copia del cd a un live è per me? o per il Paolo a cui dovete molto?

 
Alle 11 ottobre 2013 22:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

Per te, Paolo credo non ne possa più di copie dei nostri cd :)

 
Alle 11 ottobre 2013 22:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd è uscito con la vostra Happy/Mopy Records. Come vi trovate ad essere i produttori di voi stessi? … label a parte, Giacomo Fiorenza è produttore/mix/master di Honduras… come avete lavorato con lui? Volete aggiungere qualcosa su quanto detto prima?

 
Alle 11 ottobre 2013 22:37 , Blogger Elle ha detto...

Sì, posso già dire che Going to the river mi piace moltissimo. Proseguo con l'ascolto ;)

 
Alle 11 ottobre 2013 22:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Giacomo Fiorenza è stato un produttore ed una persona eccezionale, dalla grande sensibilità umana ed artistica.
Palo Naselli Flores è un amico, una persona vera, un grande professionista e un amico.
Noi di Happy/Mopy siamo dei cazzoni cresciuti con dischord, touch and go, SST, Creation, che pensano sia ancora possibile mandare tutto il sistema a gambe all'aria...Finchè avremo forza e passione non smetteremo di mettere fuori dischi in cui crediamo senza guadagnarci nulla ma solo per la necessità di farlo e farlo in questo modo.

 
Alle 11 ottobre 2013 22:40 , Blogger Elle ha detto...

Grazie allora! :)

 
Alle 11 ottobre 2013 22:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Thanks!

 
Alle 11 ottobre 2013 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina dii Louis Muhle, artefice di tutto il progetto grafico, se non sbaglio. Come è nata la collaborazione con lui? La copertina è nata appositamente per il cd oppure era già un’opera preesistete?

 
Alle 11 ottobre 2013 22:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Luigi Cozzolino Muhe è un artista nel vero senso della parola. E' un amico fraterno, canta e suona la chitarra negli Shak&Speares, altro gruppo uscito per Happy/Mopy, e che gruppo.
Senza di lui non c'è un disco Happy/Mopy.
Ogni grafica nasce per il disco, attraverso l'ascolto del disco, sono tutte opere pensate per il singolo cd.

 
Alle 11 ottobre 2013 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi che ha interpretato giusto ...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove avete presentato/presenterete l’album? … in uscita imminente. Giusto?

 
Alle 11 ottobre 2013 22:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

davvero con lui basta parlare pochissimo, gli passi il disco e lui coglie l'anima della band...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Come dicevo abbiamo una prima data di presentazione a Roma, il 27 ottobre alle Mura e poi una super festa il 9 novembre a Napoli, casa nostra, al Marabù Club.
Poi altre date si stanno aggiungendo, il 22 febbraio saremo a Firenze.
Domani sera, invece, alle 03.00 di notte saremo a Rai radio uno,per stereonotte, con un paio di brani live in diretta e un'intervista...more and more...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Domani alle 3 di notte? ... puntiamo le sveglie (anzi, io non andròa dormire).

 
Alle 11 ottobre 2013 22:52 , Blogger Elle ha detto...

Sulla copertina sembrano graffiti su un muro..

 
Alle 11 ottobre 2013 22:53 , Anonymous Anonimo ha detto...

orari impossibili anche per me ormai, abbiamo un'età...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Per chi vuole, per chi se la sente, domani, ore 3 di notte, Rai radio uno, intervista con i Redroomdreamers...intervista che qui in palude è agli sgoccioli.

 
Alle 11 ottobre 2013 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non vi ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 11 ottobre 2013 22:55 , Blogger Elle ha detto...

Trovate le canzoni preferite: Going to the river, The box e Sunset song e The hole e mi piace tutto anche il nuovo :)

 
Alle 11 ottobre 2013 22:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

Si l'idea era quella, in parte. E' un'elaborazione grafica di una foto scattata da dietro un vetro con le mani poggiate sulla superficie e i titoli delle canzoni scritte nei nei nostri palmi...

 
Alle 11 ottobre 2013 22:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

grazieeeee!

 
Alle 11 ottobre 2013 22:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a voi ... come sempre disponibili.

 
Alle 11 ottobre 2013 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Redroomdreamers, grazie Elle, grazie a Paolo Unomundo, per il passaggio ...alla prossima.

 
Alle 11 ottobre 2013 23:02 , Blogger Elle ha detto...

Buonanotte a tutti e grazie a tutti!

 
Alle 11 ottobre 2013 23:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Un saluto e un grazie a te e a tutti quelli come te che per pura passione alimentano il nostro piccolo mondo e quello delle band come noi.
Un appello a non farsi fottere e a fare quello che si sente nella pancia senza pensare troppo. Le grandi scelte si fanno con il cuore le piccole scelte con il cervello, e fare un disco, oggi, è una grande, grandissima scelta...

 
Alle 11 ottobre 2013 23:03 , Anonymous Anonimo ha detto...

Un saluto a Elle, grazie per essere stata con noi e magari ci vediamo dal vivo...

 
Alle 11 ottobre 2013 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

S e suonerete a Berlino la incontrete, forse ;)

 
Alle 11 ottobre 2013 23:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

mai dire mai, portaci a Berlino!

 
Alle 11 ottobre 2013 23:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, mai dire mai ... Berlino aspettaci ;)

 
Alle 11 ottobre 2013 23:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna ai Redroomdreamers.

 
Alle 11 ottobre 2013 23:07 , Blogger Elle ha detto...

Via aspetto tutti a Berlino!

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page