sabato 23 marzo 2013

Vincenzo Sparagna al MART


Un altro grande incontro ieri sera. Ho finalmente visto/sentito/abbracciato/parlato/cenato con Vincenzo Sparagna, direttore di FRIGIDAIRE e IL NUOVO MALE, e di un sacco di riviste vere (e falsi storici), personaggio di autentico culto con tante avventure da raccontare. Era a Rovereto al MART, per una chiacchierata della rassegna I Magnifici incontri, organizzati dal Museo trentino intitolata Pazienza, Tamburini & co. Frigidaire e il fumetto d’avanguardia. Credo che uno scenario migliore di quello del MART sarebbe stato impossibile, con tutta l’arte intorno: le riviste da lui dirette, sono state prima di tutto dei capolavori dal punto di vista dell’immagine, e dietro questa (o dentro), un pensiero. 

Con le foto delle varie copertine, disegni, provocazioni proiettate alle spalle, Sparagna, introdotto dall’intellettuale trentino Duccio Dogheria, ha narrato la Storia delle sue invenzioni satiriche. Da IL MALE, nato nel ’78, a FRIGIDAIRE, rivista che ha accompagnato in maniera colorata e intelligente gli anni ’80 con arte, filosofia, scienza, politica, cinema, letteratura (chi si ricorda Vomito?... l’inserto di subletteratura un decennio prima, o forse più, della moda del pulp?). Numerose le denunce collezionate da lui, ma in carcere una sola volta, quando dal balcone della redazione inscenarono l’arrivo del pontefice, e lui venne denunciato per vilipendio della religione e di capo di stato estero. Tutto la ridere il suo arresto, almeno ora (bisogna sentirlo mentre lo racconta, da comiche italiche). E proprio all’elezione del  pontefice è dedicata la copertina de IL NUOVO MALE in questi giorni in edicola, con l’inserto L’OSSERVATORE CELESTE, vero/falso come solo lui. DIFFIDATE DELLE IMITAZIONI, il grido di questa pubblicazione di 16 pagine tabloid a colori. Provate a scriverci anche voi, partecipando a questo gioco IL DIALOGO INVENTALO TU.
Nella storia di Sparagna e delle sue creazioni, i falsi storici di giornali veri, sono stati da sempre una costante. Nell’incontro ne sono stati ricordati molti, mostrandone le copertine all’interno del suo imperdibile libro L’incredibile storia e le sorprendenti avventure della più rivoluzionaria rivista d’arte del mondo (Bur 2008), puntualmente sfogliate da Dogheria: dalle varie edizioni finte de l’Unità, Paese Sera, Corriere, Repubblica (furono loro a creare Il lunedì della Repubblica, quando Repubblica non usciva il lunedì, che poi il gigante editoriale si comprò … “sono io il fondatore de Il lunedì della Repubblica, non Scalfari”, rivendica beffardo Sparagna). Per non dire dei falsi della Pravda e Stella rossa, diffuse dallo stesso Sparagna in URSS o durante la guerra in Afghanistan, del polacco Tribuna Ludu prima della crisi politica della Polonia, senza paura e contro i consigli di amici intellettuali (ma sei pazzo, è pericoloso), con vero spirito internazionalista da Nuova sinistra.
Difficile riassumere le emozioni e rievocazioni di una storia ancora viva, della quale in piccola parte mi sento dentro, collaborando con rece musicali a FRIGIDAIRE tornato in edicola da qualche anno. Come è tornato in edicola IL NUOVO MALE, che assieme a FRIGOLANDIA rappresentano le attività culturali di Sparagna oggi. Il titolo dell’incontro citava Pazienza e Tamburini, due dei nomi storici del mondo di questo fumetto. Sparagna ha ricordato il loro genio, le creazioni ormai consacrate, divenute, soprattutto dopo loro tragica morte sul finire degli anni ’80, immortali e da tutti riconosciute (Zanardi e la Bologna del 77, Ranxerox … solo per dirne due). E poi altri nomi, prima, durante, dopo: Scozzari, Massimo Mattioli, Pablo Eucharren, Tanino Liberatore, Francesca Ghermandi, Ugo Delucchi, Massimo Giacòn, Giuseppe Palombo, Gianni Cossu, Maila Navarra (che dopo cena ho sentito per telefono… ciao Maila).
Ciliegina sulla torta è stata la cena con Sparagna, Duccio e il mio amico di Parma, abbondantemente innaffiata da Merlot, durante la quale Vincenzo ha raccontato altre mirabolanti avventure di una vita, tra politica, satira, viaggi: dal Cile di Allende all’Argentina dove scappò dopo il golpe di Pinochet, ad altre tappe in America Latina, est e ovest, estremo oriente oggi, avanti anni luce in tantissime cose, rispetto alla nostra povera patria… per questo c’è molto lavoro per la Satira. Troppo emozionate vederlo parlare dell’Italia di oggi, dalla burocrazia fantozziana per far uscire e spedire i suoi giornali, alla vicenda dei marò con il nostro paese a mostrare sempre la sua inaffidabilità …la sua mente è sempre al lavoro.

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , ,

31 Commenti:

Alle 23 marzo 2013 17:32 , Blogger Cirano ha detto...

una serata così non capita tutti i giorni; mi piace anche il concetto di condivisione che si è instaurato tra di voi.

 
Alle 23 marzo 2013 17:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie, devo dire che è stato difficile dosare le emozioni della serata in questo post. Spero di essere riuscito a trasmettere qualcosa.

 
Alle 23 marzo 2013 18:48 , Blogger nella ha detto...

Quanto tempo senza venirti a trovare Alli caro...mi perdonerai , spero?!
Esperienza unica e affascinante , un grande personaggio e cenare con lui, deve essere stata la cosa più emozionante della serata..
Un bacio amico mio e serena domenica!

 
Alle 23 marzo 2013 19:04 , Blogger m4ry ha detto...

Il Merlot..uno dei miei vini preferiti..sai che mi sono sentita risucchiata da questo tuo racconto ? Sei riuscito a farmi sentire tutta la tua ammirazione per Sparagna ( che tra le altre cose ha "Spagna" nel suo cognome )..ha fatto grandi cose..e credo che sarebbe stato bello partecipare a quella cena..sono quelli i momenti in cui vengono fuori le parti più vere di noi.
Grazie per questo post..ti abbraccio e ti auguro una piacevole serata :*

 
Alle 23 marzo 2013 19:27 , Blogger mr.Hyde ha detto...

Sparagna rappresenta la cultura alternativa dei miei 20-30 anni, (ma non solo i miei) e gli sono tanto grato.Una intelligenza che in moli hanno osteggiato, ma, si sa, non hanno mai piegato. Sei fortunato ad avere un amico così.
A parte conoscervi di persona mi sarebbe piaciuto girare per quella mostra che avrebbe risvegliato in me grandi emozioni: ho molti numeri del Male e di Frigidaire di quegli anni che tengo gelosamente custoditi.

 
Alle 23 marzo 2013 19:47 , Blogger Alligatore ha detto...

@Nella
Perdonata, perdonata ... direi emozionante tutta la serata, dall'incontro al MART, a tutto il resto...
@M4ry
Grazie, mi fa piacere quello che hai scritto... già Spagna, dove eri tu ;)
Abbraccio e piacevole serata anche a te :*
@MrHyde
Fai bene a tenerli quei numeri, perché sono un vero tesoro (qualcosa ho pure io, più che altro Frigidaire, nel 78 avevo appena cominciato le elementari ...). Al MART non c'era una mostra, ma solo l'incontro e le varie pubblicazioni si vedevano proiettate sul muro. Di carta solo i nuovi numeri de IL NUOVO MALE in questi giorni in edicola e qualche FRIGIDAIRE. Ma se passi dal Trentino ti consiglio un giro al MART, sempre pieno di cose interessanti.

 
Alle 23 marzo 2013 20:10 , Blogger Zio Scriba ha detto...

Grande Ally! Ne stai collezionando, di incontri mica da poco... :-))))

 
Alle 23 marzo 2013 20:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, almeno uno al mese ...
A fine anno scriverò Visti da vicino ;)

 
Alle 23 marzo 2013 21:05 , Blogger Miky ha detto...

Ciao Alligatore,
grazie per la visita e il commento ;o)
Miky
Il mio Blog
Miky su FB

 
Alle 23 marzo 2013 21:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie per aver ricambiato la visita Miky.

 
Alle 24 marzo 2013 10:05 , Blogger Sole ha detto...

Alligatore dalle emozioni forti! Bello coglierle dalle tue parole!!! Smack

 
Alle 24 marzo 2013 11:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Bello che tu l'abbia colte. Smack.

 
Alle 24 marzo 2013 12:37 , Blogger Adriano Maini ha detto...

Perché abito così lontano dalle sedi di così degni e intriganti eventi? Destino, proprio, come era quello di leggere saltuariamente "Paese Sera" perché nella nostra Riviera era praticamente irreperibile.

 
Alle 24 marzo 2013 12:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Che dirti? ... pure a me, di recente (10 anni fa?), quando Paese Sera era ritornato in edicola dopo anni, l'avevo chiesto qua in giro, ma non sapevano manco cosa fosse. Non so ai tempi più gloriosi ...comunque sì, il Mart è vicino a me, e non è male, soprattutto se c'è Sparagna ;)

 
Alle 24 marzo 2013 12:54 , OpenID presanellarete ha detto...

Che bell'incontro!

 
Alle 24 marzo 2013 13:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie ...ma, ma, hai cambiato blog Adriana.

 
Alle 24 marzo 2013 14:02 , Blogger George ha detto...

Un incontro storico a Rovereto, tra personaggi davvero speciali. Domani mi prendo IL NUOVO MALE.

 
Alle 24 marzo 2013 14:11 , Blogger Felinità ha detto...

Sono serate così che ti fanno andare avanti, perchè sai che menti libere e attive ancora circolano, contaminando di voglia di fare e vivere anche gli altri.
Sono felice per te per questa esperienza che porterai sempre nel cuore. Miao

 
Alle 24 marzo 2013 14:16 , Blogger Alligatore ha detto...

@George
Grazie, troppo buono... sì, IL NUOVO MALE è tutto da leggere.
@Felinità
Grazie anche a te, ha detto perfettamente ... miaoooo!

 
Alle 24 marzo 2013 15:12 , Blogger petrolio-muso ha detto...

Bella ri-trasmissione di sensazioni! Beato te! :)

 
Alle 24 marzo 2013 17:23 , Blogger redcats ha detto...

Che serata!

 
Alle 24 marzo 2013 17:37 , Blogger Alligatore ha detto...

@Petrolio-muso
Ri-grazie da un beato ;)
@Redcats
Visto il successo, la ripeteremo ogni fine settimana in giro per l'Italia ;)

 
Alle 24 marzo 2013 18:07 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

Ma come, Il Nuovo Male!? Appena arrivo in Italia lo prendo! E accidenti, sì, Rovereto è troppo lontano, non sono mai riuscita ad andare al Mart, anche se mi piacerebbe tanto!

 
Alle 24 marzo 2013 18:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Già Silvia, IL NUOVO MALE ... diffidate delle imitazioni. La satira e il nuovo fumetto lo trovi qui, oltre a diverse rubrichette interessanti (tipo le nuove religioni, vedi il mio post sul duedismo, da The Dude de Il grande Lebowski). Se passi dal trentino, credo che una sosta ne valga la pena, in qualsiasi periodo dell'anno.

 
Alle 24 marzo 2013 21:26 , Blogger Eva ha detto...

Mi piace il tuo descrivere sobrio ma che arriva. Bravo. Bacio.

 
Alle 24 marzo 2013 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Sobrio? ... dici?... ma allora non sono stato io, spesso e volentieri ubriaco ;)
Bacio.

 
Alle 26 marzo 2013 13:05 , Blogger Serena S. Madhouse ha detto...

commento qui anche il post di sopra per non fare l'intrusa nell'intervista!
interessante tra la'ltro..poi musica-testi-copertine che non sono solo contenitori ma qualcosa di più...a me garbano tanto!

 
Alle 26 marzo 2013 21:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi garba che ti garbi Serena ;)
E poi, non ti preoccupare, puoi commentare anche sotto (o durante) l'intervista, se ti va, non disturbi, la rendi viva e partecipata. Come i nostri blog.

 
Alle 12 aprile 2013 13:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

Altri due incontri imperdibili segnalati nell'agenda on line del Mart e ottima occasione per vedere anche le mostre (nella "Magnifica ossessione" ci sono anche opere di Pazienza e Tamburini):

- 3 maggio Vittore Baroni parla di Mail Art
-10 maggio Enrico Sturani, massimo esperto planetario di cartoline, parla... di cartoline (e arte)

 
Alle 12 aprile 2013 14:26 , Blogger Ufficio stampa Mart ha detto...

Grazie del post! Per chi non c'era, ecco un video per farsi un'idea dell'incontro

 
Alle 14 aprile 2013 01:22 , Blogger Alligatore ha detto...

@Anonimo
Grazie per la segnalazione, due date da segnarsi sul calendario e anche la mostra è da vedere ... arriverò in bici ;)
@Ufficio Stampa Mart
Grazie per il video, che rende l'idea del grande incontro...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page