domenica 15 ottobre 2017

Trent'anni senza Sankara

Thomas Sankara in un’opera di Dada Wa
Trent'anni fa, come oggi, veniva assassinato Thomas Sankara, da molti definito il Che Guevara nero. Come il Che, credeva in una rivoluzione permanente, in un'unità del suo continente, l'Africa, da secoli sfruttato e depredato dal nord del mondo. In quel periodo il suo Burkina Faso (significa Terra degli uomini integri, ed era stato ribattezzato così da Sankara stesso, cambiando il nome colonialista di Repubblica dell'Alto Volta) era visto come un paese guida nella rivoluzione mondiale. Per questo venne ucciso, e il processo di cambiamento dell'Africa piano piano interrotto. Sankara era un politico modernissimo, consapevole dell'importanza della questione ecologica. In questo articolo apparso su il manifesto di ieri, alcune sue idee in proposito.

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , , ,

10 Commenti:

Alle 15 ottobre 2017 22:04 , Anonymous Enri1968 ha detto...

C'è sempre da conoscere e da imparare. Grazie.

 
Alle 15 ottobre 2017 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Da vecchio lettore de Il manifesto ricordo da sempre citazioni, discorsi, richiami a questo rivoluzionario africano che negli anni '80 rappresentava molto per la nuova sinistra di allora. Io ero un ragazzino, e mi è rimasto ...

 
Alle 16 ottobre 2017 08:29 , Blogger Cavaliere oscuro del web ha detto...

In passato ho pubblicato molte sue citazioni nel mio blog.
Serena giornata.

 
Alle 16 ottobre 2017 08:55 , Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Bravo hai fatto bene a parlarne, è una figura poco nota se paragonata al Che ma non meno importante secondo me.

 
Alle 16 ottobre 2017 13:53 , Blogger bibliomatilda ha detto...

Assolutamente azzeccata la relazione tra i due uomini. Enorme la perdita per il mondo intero di entrambi, seppure il mondo non è capace di riconoscerla. Purtroppo!

 
Alle 16 ottobre 2017 23:30 , Blogger Alligatore ha detto...

@Cavaliere Oscuro del Web
E non sfiguravano nel tuo blog, da sempre attento a certi temi, bravo.
@Daniele Verzetti
Sì, è così, anche lui, come il Che deve essere ricordato.
@Bibliomatilda
Concordo, la sua importanza è stata sottovalutata, ma siamo in tempo per farlo.

 
Alle 19 ottobre 2017 10:37 , Blogger marcaval ha detto...

e dopo di lui l'Africa è stata ulteriormente depredata di risorse, di uomini e di speranze!

 
Alle 19 ottobre 2017 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, è così, anche per questo è stato fatto fuori ...

 
Alle 22 ottobre 2017 09:17 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

Grazie di questo tributo a una figura importante ma poco nota. Perché tanto del continente africano non gliene frega niente a nessuno.

 
Alle 22 ottobre 2017 14:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Appunto ... e hanno fatto in modo che i leader più "pericolosi" per il sistema non potessero esprimersi, come con Sankara.
Bentornata in palude.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page