lunedì 14 novembre 2016

Te-go-li-ne!

Tegoline dall'orto di Elle et Alli
- ... e poi, come verdure?
- Tegoline.
- Prego?
- Tegoline!
- ... ?! Non capisco?
- Te - go -li -ne! ... sei sordo?
Così, al mare, Rimini o Riccione poco importa, un mio compaesano negli anni '80: voleva ordianare dei fagiolini, convinto che in tutta Italia si chiamassero tegoline. Molti amici provenienti da altre parte d'Italia, sposati con veronesi, mi dicono che spesso noi usiamo dei termini dialettali pensando siano italiano (un altro esempio classico è secchiaio, per dire lavandino). Pure Elle ne sta imparando. E voi? Come chiamate le tegoline?

Etichette: , , , , , , , , ,

23 Commenti:

Alle 14 novembre 2016 08:44 , Blogger amanda ha detto...

Tegoline naturalmente :-D

 
Alle 14 novembre 2016 09:52 , Blogger Zio Scriba ha detto...

Da vaghi ricordi d'infanzia emerge uno strano "cornetti". :)
Mi hai fatto ripensare a quando in pizzeria ordino la panaché (birra e gazzosa, o birra e aranciata...)
In molte zone d'Italia, i camerieri, severissimi, mi correggono:
"Radler!" ("sul" Veneto)
"Bicicletta!" (in Romagna)
E chissà quanti altri modi... :D

 
Alle 14 novembre 2016 10:03 , Blogger amanda ha detto...

Radler è sudtirol, i veneti hanno importato solo di recente

 
Alle 14 novembre 2016 10:50 , Blogger Elle ha detto...

Fagiolini e fagiolini larghi (i mangiatutto), con recenti assestamenti su tegoline generico, altrimenti non mi mangi più le verdure ;)
(abbiamo più problemi a disambiguare i cavoli)
https://it.wikipedia.org/wiki/Brassica_oleracea#Variet.C3.A0

 
Alle 14 novembre 2016 11:46 , Blogger Berica ha detto...

Tegoline of course :)
e cornette trentine quelle maculate (buonissime)

 
Alle 14 novembre 2016 12:58 , Blogger kermitilrospo ha detto...

cornasei.... italianizzandolo: cornetti

 
Alle 14 novembre 2016 17:23 , Blogger Santa S ha detto...

Nord vs Sud, qui al sud suddissimo è "vaiana".
Come il nome della protagonista del nuovo film della Disney's "Oceania".
Sapore internazionale ;)
P.s. Domani il mio menù prevede fagiolata, saporita coincidenza :D
Buona settimana

 
Alle 14 novembre 2016 17:40 , Blogger Vera ha detto...

Ce ne è persino un tipo che chiamano "gambe delle donne", quelli schiacciati e larghi.
Secchiaio non è dialetto veneto, è un regionalismo comune in tutto il nord. Sui vocabolari si trova. Per esempio il mio compagno che è romagnolo conosce il termine e lo utilizza.
A me piace molto, è diverso che dire lavandino, molto più specifico, più vicino ad acquaio
Elle :D i verzi, le verze... :D fantastici i cavoli!

 
Alle 14 novembre 2016 19:25 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

E' vero, i cornetti!
Per me uno dei posti linguisticamente più strani rimane Bologna, con il suo fontaniere al posto dell'idraulico e il suo "dammi il tiro" per farsi aprire il portone.

 
Alle 14 novembre 2016 19:53 , Blogger Simona [Ciccola] ha detto...

Sempre chiamati fagiolini, e anzi, il nome tegoline non l'avevo mai sentito (a parte i tegolini, che non c'entrano niente ^_^).

 
Alle 14 novembre 2016 21:00 , Blogger enrico brn ha detto...

Nel Veneto diciamo Tegoline! E slurp! Mi piacciono molto, moltissimo!
Ho scoperto che a Reggio Emilia le chiamano cornetti come nel bresciano.
Però Tegoline è troppo bello da pronunciare.

 
Alle 15 novembre 2016 18:37 , Blogger Andrea C. ha detto...

avendo la fidanzata veneta l'ho imparato anch'io. (le amo tantissimo)

e bagiggi?

 
Alle 15 novembre 2016 18:50 , Blogger enrico brn ha detto...

E' vero i bagiggi!!!! Ovvero sono le ...

 
Alle 15 novembre 2016 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi scuso con tutti per la latitanza ... sono stato un po' incasinato. Tra poco mi libero, forse, e arrivo!

 
Alle 15 novembre 2016 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Chiapperi, proprio con questo post delle tegoline, attraverso il quale potevo ben dialogare :(

 
Alle 16 novembre 2016 00:52 , Blogger Alligatore ha detto...

@Amanda
Naturalmente, tu giochi, quasi, in casa.
@Zio Scriba
Per noi il cornetto è la brioche, prima ancora di quello alla panna, il gelato della pubblicità ... lasciamo stare. In effetti, quando eravamo in pizzeria, ho notato questo tuo modo di chiamare quello che io chiamerei radler, forse sbagliando (quello, è birra e lemonsoda, ma forse, rientrano nel radler anche altre cose, abbinate alla birra). Il tuo panaché mi piace, è retrò, sa molto di cose buone di un poetico passato.
@Amanda
Vero, anche se devo dirti, che abbiamo importato di recente (10-15 anni?), l'usanza di bere birra con lemonsoda. Anni fa era una cosa poco usata, almeno dalle mie parti ... e io sono uno che beve, dovrebbe saperle certe cose :)
@Elle
Ah, ah, ah, vero chiamiamo tegoline generico, tutte le varietà di fagiolini, e sui cavoli, hai ben capito la confusione mentale che abbiamo. Poi mi andrò a vedere il link (chissà che non mi ispiri un altro post).
@Berica
Ecco un'altra che gioca, quasi, in casa ... vero che sono buonissime quelle maculate trentine (su quelle ho un dubbio: forse noi le chiamiamo taccole, ma non vorrei sbagliarmi).
@Kermit
Ecco, tu, pur essendo di una zona vicina, cambi (visto che cambiamo anche regione), avvicinandoti al nome dato in molte altre zone italiche.
@Santa
Vaiana? Nome molto sensuale, si sente che proviene dal sud caliente ... mi piace (Disney a parte). Bella coincidenza direi, i legumi fanno bene.
@Vera
Molto interessante anche gambe delle donne ... riguardo a secchiaio, me l'avevano fatto notare due amici del nord (Parma e Varese), sposati con due veronesi, dicendomi che non era italiano, ma un termine veneto, o forse del nord-est, che loro avevano imparato nella mia città. Elle ha messo quel link, e accennato alle difficoltà con i cavoli, in quanto io chiamo broccoli un sacco di cose che broccoli non sono (ma anche questa è una tipicità della mia zona ... ne parlerò, forse, in un altro post).
@Silvia
Cornetti, in Lombardia è cornetti allora ... per Bologna, Elle conferma la seconda che hai detto. Io trovo molto originali i nomi emiliani.
@Simona
Il nome giusto per tutta Italia, sì fagiolini ... mentre il tegolino, sì, è un'altra cosa ;)
@Enrico Brn
Tu giochi in casa, assolutamente in casa ... Lombardia e Reggio Emlia Cornetti dunque (magari anche in altre parti dell'Emilia), e sì, tegoline è un gran bel nome (come molesini del resto, per un'altra verdura ... ma questa, merita un altro post).
@Andrea C
Ah, ah, ah, immaginavo lo sapessi ... bagiggi per me sono le noccioline americane. Anche per te? Bel nome anche questo però... bello da pronunciare.
@Enrico Brn
... sono le? ...

 
Alle 16 novembre 2016 08:57 , Blogger Andrea C. ha detto...

per ally. proprio cosi, noccioline americane. la prima volta che mi chiesero "Vuoi bagiggi?" pensai che mi stessero offrendo tipo vermi, o roba cosi.

 
Alle 16 novembre 2016 15:49 , Blogger semola ha detto...

... un tipo da noi e chiamato "sturtin" ...

 
Alle 16 novembre 2016 19:21 , Blogger Andrea C. ha detto...

da noi le arachidi si chiamano spagnolette....insomma, da noi, ricorda anche qualcosa di porno.

 
Alle 16 novembre 2016 22:24 , Blogger enrico brn ha detto...

I bagiggi sono le arachidi !!! Slurp!

 
Alle 17 novembre 2016 01:11 , Blogger Alligatore ha detto...

@And
Ah, ah, ah, no, dai, i vermi sono i bagatini, se non ricordo male (quelli per pescare), che in effetti nel nome potrebbero ricordali :)
@Semola
Sturtin? ... perchè è un po' curvo? Bel modo di chiamarli anche da te.
@And
Cibo, sesso, riproduzione, siamo sempre lì ...
@Enrico Brn
Sì, le arachidi da pelare, le noccioline americane.

 
Alle 18 novembre 2016 10:30 , Anonymous Daniele Verzetti Rockpoeta® ha detto...

I fagiolini li chiamo fagiolini ma per esempio a volte la spazzatura la chiamo rumenta che mi sono reso conto essere un termine del dialetto genovese ed io, che peraltro non so una parola di quel dialetto pur essendo di Genova, a volte la chiamo così convinto che tutti mi possano comprendere ed invece a volte succede che non sia così. Certo, "tegoline" è molto più dialettale, mentre "rumenta" credo che sia un filo più sdoganato come termine, un po' come "belin" di gabibbiana memoria.

 
Alle 18 novembre 2016 23:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Rumenta non la conoscevo, ma mi pare bella, più poetica di immondizie o spazzatura (mi viene subito in mente di chiamarla "immondizia", perchè assomiglia al termine dialettale, mondisie ... mentre spazzatura viene dopo). Belin è conosciutissimo ormai ... sono quei termini che entrano nella lingua e non ne escono più.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page