mercoledì 20 gennaio 2016

Un gennaio particolare

Sembra un maledetto inizio di anno, come quello del 2014.
Mi ricordo morirono in tanti, di famosi, nel 2014.
Mi ricordo di Seymour Hoffman e Freak Antoni.
Di Lauren Bacall, Virna Lisi, Robin Williams.
Enrico Fontanelli degli Offlaga Disco Pax.
E in questo scorcio d'anno, tanti, troppi,
per citarli tutti ... ieri pure Ettore Scola.
Se penso a lui mi viene in mente Il Cinema:
C'eravamo tanto amati.
Brutti, sporchi e cattivi.
La terrazza.
Trevico - Torino - Viaggio nel Fiat-Nam.
Signore e signori, buonanotte.
La famiglia.
Una giornata particolare.
L'addio a Enrico Berlinguer.
Maccheroni.
Un altro mondo è possibile.
Che ora è?.
La cena.
La più bella serata della mia vita.
Ballando ballando.
I nuovi mostri.
Che strano chiamarsi Federico.

Etichette: , , , , , , , , , ,

17 Commenti:

Alle 21 gennaio 2016 00:12 , Blogger Elle ha detto...

Grazie per la lista, così potrò controllare meglio se ho visto qualcosa o no. Penso che tutti i personaggi pubblici nati tra il '38 e il '40 stiano tremando in attesa di scoprire chi di loro sarà il prossimo: li immagino seduti a un tavolo ad affrontare l'argomento morte, chi apparentemente tranquillo, chi visibilmente terrorizzato. Una scena da film, con scommesse per sdrammatizzare e racconti del passato per rendere più dolce l'addio.
Ma per chi, come te, sa chi sono e li ha apprezzati non è un addio.
Salutiamo anche Ettore.

 
Alle 21 gennaio 2016 00:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Pensa che in Inghilterra, dove scommettono su tutto, da anni scommettono su chi di famosi morirà prima (ci sono delle quote per ogni persona), credo che quest'anno i bookmakers saranno in bolletta ... da sempre questo blog segue lutti nuovi o ricorrenze. Del resto, l'articolo di commemorazione si chiama il coccodrillo :)

 
Alle 21 gennaio 2016 09:31 , Blogger bibliomatilda ha detto...

Così strano e quasi incredibile, ogni volta, assistere alla morte di persone che non abbiamo conosciuto personalmente ma che ci hanno lasciato talmente tanto! Ogni volta viene da chiedersi di quale materia siamo fatti. I sogni e le idee gli elementi più duraturi. Anche questo appare strano.

 
Alle 21 gennaio 2016 09:55 , Blogger m4ry ha detto...

Sai che ci pensavo anche io ? Non è iniziato affatto bene questo 2016...

 
Alle 21 gennaio 2016 10:12 , Blogger Ernest ha detto...

l'elenco dei film di Scola mi ha fatto venire i brividi, pensando a quello che questi artisti creavano, se poi penso a quello che passa sul grande schermo in questi giorni...

 
Alle 21 gennaio 2016 10:53 , Blogger Cri ha detto...

Può solo migliorare! Spero...

 
Alle 21 gennaio 2016 12:04 , Blogger Salvatore Baingiu ha detto...

Finora un'annata davvero sfigata...

 
Alle 21 gennaio 2016 12:06 , Blogger Serena S. Madhouse ha detto...

"C'eravamo tanto amati" un film che potrei vedere due volte al giorno, perché siamo proprio noi... o almeno lo siamo stati.
No, sono proprio avvilita. Perché se è vero che andarsene è naturale, mi chiedo se lo sia altrettanto guardarsi intorno e non vedere altro che brutture fini a se stesse.. Non ho aspettative da questo 2016, a parte sopravvivere e arrabbiarmi il meno possibile.

 
Alle 21 gennaio 2016 18:37 , Blogger mr.Hyde ha detto...

"C'eravamo tanto amati" mia madre ci portò a vederlo, me e mio fratello, eravamo in vacanza. Ero piccolo per cui l'ho rivisto dopo a qualche anno.E poi dopo, e dopo ecc..
"Brutti, Sporchi e cattivi" lo conosco a memoria.Col mio amico ci scambiamo le battute. Altro che i film che fanno botteghino oggi e incassi da record...
Forse siamo peggiorati.

 
Alle 21 gennaio 2016 21:18 , Blogger Andrea C. ha detto...

questa pedita mi fa pensare a mia madre che amava molto i suoi film.
ed ü proprio lei che mi ha fatto conoscere Scola.

 
Alle 22 gennaio 2016 01:01 , Blogger Alligatore ha detto...

@Biblio
Condivido, condivido, pensa a quanto è materiale il web.
@M4ry
Veramente pessimo, troppi lutti, troppe cose tristi ...
@Ernest
Sì, in realtà grandi film ne fanno ancora oggi, ma non così forti e non con lo stesso impegno. Ecco, credo si sia perso questo, l'impegno ... per me importante.
@Cri
Spero che non si tocchi il fondo.
@Salvatore
Sintesi perfetta.
@Serena
Tieni duro, non ti dico altro.
@MrHyde
Siamo peggiorati pericolosamente ... la terrazza crollata e chi c'era sopra scorrazza più di prima, sono saliti altri, si sono scambiati le maschere ... una tragedia.
@And
Per questo sei cresciuto bene ...

 
Alle 22 gennaio 2016 18:53 , Blogger nico ha detto...

Anche "Splendor" e "Che ora è" con Mastroianni e Troisi! Il secondo ho visto che lo hai citato. Mi voglio scaricare L'addio a Enrico Berlinguer e Maccheroni :-) Grande Scola!
A proposito, ho un aereo di ritorno da Verona a Roma il 26 alle 19:30...arrivo da Parma. Fosse che fosse.........
Un abbraccio
Nico

 
Alle 22 gennaio 2016 19:35 , Blogger Andrea C. ha detto...

Una mia amica diceva sempre che mia madre era una fichissima atronza cazzuta e mia madre rideva tantissimo

 
Alle 22 gennaio 2016 20:46 , Blogger amanda ha detto...

e devo vedere ancora "che strano chiamarsi Federico", de"la famiglia" so intere parti a memoria, "una giornata particolare" è grazia allo stato puro

 
Alle 22 gennaio 2016 21:00 , Blogger Alligatore ha detto...

@Nico
Ho citato quelli che mi sono venuti in mente, più o meno a caso (quale film di Scola non sarebbe da citare?), e sicuramente il periodo con Troisi è da rivedere come i primi film. Per il passaggio dalle mie parti, il martedì è un pessimo giorno (in particolare questo, è il peggiore ... ti devo dire, in diretta, anche questa non è la volta buona, e te lo dico a malincuore).
@And
Ah, ah, ah ... ah, ah, ah ... ah, ah, ah ...
@Amanda
Mi è piaciuto molto il suo ultimo film (se clicchi sulle etichette arrivi alla mia rece), te lo consiglio. Quei due che citi, sono dei classici ...autentici classici.

 
Alle 23 gennaio 2016 01:34 , Blogger Santa S ha detto...

È proprio un inizio anno di me... morie.
Alcuni film di Scola ho proprio voglia di rivederli, fa bene rannicchiarsi nei bei ricordi, e la tua lista è scaricata. E il mio modo per salutare sempre chi muore.

 
Alle 23 gennaio 2016 01:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Bel modo di salutare chi "parte" ...
Sì, ha ragione, anno orribile.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page