venerdì 25 dicembre 2015

Clima natalizio?

Il clima è impazzito, non lo dico io, lo dice il tempo attorno a noi. Da molto tempo non piove in quasi tutta Europa, e manco in montagna si è vista la neve. Preoccupante, la neve in montagna è un serbatoio naturale per la bella stagione, le precipitazioni in pianura lavano l'atmosfera dalle polveri sottili, dall'inquinamento che tutto avvolge. Si stanno avverando le peggiori previsioni in fatto di clima? ... come in un film catastrofista? Dovevamo ascoltare il WWF, ma credo sia troppo tardi. Sì, credo siamo ormai oltre, e mi fanno ridere i provvedimenti dei politicanti locali sui blocchi del traffico o altre cazzate (non accendere fuochi, tenere basso il riscaldamento, bruciare poca legna nelle vostre stufe). Come cercassero di spegnere l'incendio di un bosco con un secchiello. Serve un cambiamento di sistema, non piccoli accorgimenti per tirare a campare in attesa della pioggia. Ma pure i grandi politicanti non hanno soluzioni, anzi, essi sono i responsabili principali, servi dei potentati economici, non sono in grado di prendere provvedimenti seri e necessari. Lo abbiamo visto a Parigi, alla recente Conferenza delle Nazioni Unite sul clima (leggi l'intervista a Naomi Klein). E allora, per piacere, non ditemi Buon natale, buone feste, non ha senso. Avessimo natali come quelli di Snoopy e Charlie Brown potrei capirlo, forse ... no, non è questo il clima natalizio.

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , , ,

18 Commenti:

Alle 25 dicembre 2015 01:55 , Blogger LYSERGICFUNK ha detto...

Concordo, caro Ally,ormai siamo prossimi al punto di non ritorno, come al solito, anche a natale viviamo in una situazione alla "Cipputti",
e mai come in questo caso una fotografia vale più di mille parole :

http://amoreeveleno.blogspot.it/2015/12/natale-2015-difendiamo-le-tradizioni.html

Best Greetings

 
Alle 25 dicembre 2015 02:06 , Blogger Glò ha detto...

Considerazioni assolutamente condivisibili. Purtroppo... :P

 
Alle 25 dicembre 2015 10:02 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

Caro Alli, non ti dico buon Natale, allora, anche perché sono una di quelli che a Natale si rattristano, e certo le considerazioni sul clima non mi aiutano. Comunque sono giunta a una nuova (?) consapevolezza: possiamo anche dire che è colpa di chi ci governa (e lo è), ma la colpa è soprattutto di noi tutti. I negozi che si ostinano a tenere ottanta gradi di riscaldamento e le porte aperte? Gli automobilisti che hanno i figli che muoiono avvelenati però si incazzano se c'è il blocco del traffico? E potrei continuare... ma meglio di no, è Natale e bisogna essere felici.

 
Alle 25 dicembre 2015 10:04 , Blogger Haldeyde ha detto...

Dai, almeno oggi non rattristiamoci per le sfighe che ci circondano. Un abbraccio e tanti cari auguri!

 
Alle 25 dicembre 2015 10:52 , Blogger cristiana2011 ha detto...

Non te lo dico, ma tiricordo con affetto.
Cristiana

 
Alle 25 dicembre 2015 11:51 , Blogger Berica ha detto...

Concordo sul fatto che ormai abbiamo passato il limite del non ritorno, tuttavia continuo a perseguire uno stile di vita rispettoso della natura.
So che "una rondine non fa primavera", ma sono altrettanto certa che senza utopie e visioni del futuro, non si possa vivere.
Buon anno caro blog-amico e una coccola al tuo magnifico Gattone rosso.

 
Alle 25 dicembre 2015 12:43 , Blogger Lucien ha detto...

Concordo su tutta la linea.
Mi hai ispirato un'aggiunta al post che stavo scrivendo proprio stamattina sull'Uruguay e le scelte sul clima.

 
Alle 25 dicembre 2015 21:59 , Blogger Santa S ha detto...

Questo è un post da 365 giorni all'anno, natale o non natale. Mi piace condividere la festa, e dire "feste buone" a tutti. Il comportamento virtuoso andrebbe vissuto tutto l'anno, in questi giorni fa piacere stare insieme, condividere con calma la tavola (dico questo per chi ha la fortuna di lavorare), cucinare insieme, ritrovarsi, le feste ti consentono questi momenti e allora buone feste o feste buone, anzi più buone dove si può. Credo che in molti abbiano dimenticato il rispetto per la terra (non la ricordano sicuramente), chiusi negli appartamenti e dentro gli abitacoli delle auto. I bambini non giocano più in strada... E i grandi giocano con tutto e questo tutto ha un prezzo che dovremo pagare...
Feste buone, più buone che si può :**

 
Alle 25 dicembre 2015 23:39 , Blogger George ha detto...

Condivido anche io quanto hai scritto, mi sembra assurdo festeggiare, mentre piano piano il pianeta muore. Vera ipocrisia dire buon nadal.

 
Alle 26 dicembre 2015 11:41 , Blogger Serena S. Madhouse ha detto...

Io ho iniziato a preoccuparmi dell'ambiente a metà anni'80, ero una nana, nessuno mi dava retta, dicevano poi cresci e ti dai una calmata... invece, mentre Sting cantava per l'Amazzonica io mi dicevo che se non ero capace di salvare il campetto di fronte a casa mia, tutto il resto sarebbe stato inutile.. E ora il tracollo, invasi da cemento grazie alla mafia del mattone che piano piano ha conquistato tutta l'Italia, aumenta l'umidità e le rotture di scatole, gonfiano le bollette, si riempiono le strade inutili&nove di detriti e rifiuti e tutti zitti, la mafia è anche silenzio e la mafia piace a tutti gli italiani, terroni del sud, del nord e piano, piano anche del centro, visto che abbiamo messo la Toscana in mano a dei briganti per la gioia dell'invidiosa penisola.. Nelle città l'aria è irrespirabile in questi giorni, ma anche nei paesi di montagna. Si va bene, le stufe saranno il minimo, ,ma se pensi che tutti danno la colpa all'industria automobilistica e poi questi posti sono tutti pedonali, magari conviene accendere il cervello.. Ci sono sistemi di riscaldamento ancora medioevali, mentre le auto di mese in mese diventano sempre meno inquinanti, ma l'ecologista convinto odia le auto e per questo ha ancora il catorcio superinquinante degli anni'80 o peggio, e allora le istituzioni pensano bene di fare contento l'ecodemente piuttosto che il cittadino consapevole.. Perché questo discorso?! Perché io le speranze le ho perse su tutti i fronti, ma non a causa dei grandi della Terra (che tanto ci vogliono tutti stecchini, magari entro il 2025, al massimo 2050, quando non ci sarà più la possibilità di tornare indietro..) quelli fanno anche bene ha far girare l'acqua al loro mulino, ma la gente comune è quella che mi spaventa, tutti dei grandi saputelli, tutti l'uno contro l'altro, ha difendere gli stati Uniti e l'indifendibile; sempre e comunque. Dove vogliamo andare?! Assorbiamo più veleno possibile e leviamoci dai cosiddetti alla svelta, sarà meglio per tutti... soprattutto per questo povero pianeta... Se volessimo dare una mano alla Terra (a noi stessi, magari) dovremmo spingere il nostro Ministro dell'Ambiente (ma ne abbiamo uno?!) a mettersi in contatto col suo collega russo, si perché su questo fronte loro sono teoricamente sulla strada giusta, questo signore che non so come si chiama è l'unico che abbia affrontato il tema delle nuove energie facendo una proposta sensata e realizzabile e ecosostenibile. Non lo so spiegare perché non ho studiato ingegneria, e se l'avessi fatto sarei troppo distratta dalla mia intelligenza narcisista, come tutti gli altri italioti laureati, una cosa però è certa, ieri era Natale e gli USAF ci hanno regalato un giorno bellissimo che sembrava primavera inoltrata, un'altra cosa che la gente non vuole sentirsi dire. Auguri.

 
Alle 26 dicembre 2015 15:56 , Blogger Elle ha detto...

Buon clima suona come buon natale: finto, finto buonista, coprente.
Il nostro misero contributo è una goccia in mezzo al mare, inquinata pure lei, nonostante le buone intenzioni. Un po' di sana depressione invece non fa male a nessuno ;)

 
Alle 26 dicembre 2015 19:39 , Blogger Alligatore ha detto...

@LYS
Vengo a vedere subito, sarà stupenda...
@Glò
Grazie, purtroppo ...
@Silvia
Già, felici e inconsapevoli ...
@Hal
Perché no? Oggi, ieri, domani, sempre!
@Cristiana
Grazie.
@Berica
Grazie, credo che piccoli gesti siano ancora più dannosi, illudono che qualcosa si possa ancora fare. Miaooo.
@Lucien
Grazie, verrò a leggere il tuo post appena possibile...
@Santa
Tutti i giorni, tutti i giorni. Ma la festa non è qui!
@George
Esatto, è un mondo ipocrita e inquinato.
@Serena
Oggi qui c'è una bella giornata di nebbia ... quanto alle auto, la mi è vecchia, ma credo che non esista un'auto che non inquina, e inquinare meno non serve a nulla. Non bisogna inquinare, punto e basta. L'Italia è tutta mafiosa, nord, sud, e sì, anche centro, diciamolo ...
@Elle
Come sai, inquinare meno per me vuol dire inquinare di più, perché serve solo a inquinare le coscienza... buon nadal.

 
Alle 26 dicembre 2015 20:08 , Blogger Nella Crosiglia ha detto...

Io Alli mio nel clima non natalizio ci sono entrata benissimo da pochi anni ma non ne sono ancora uscita..e condivido perfettamente le cose che hai detto.
Ci potessimo cartonare ed entrare nei peanuts , lo farei subito anch'io. Se ci riesci fammi un fischio! Arrivo..
Un forte abbraccio serale!

 
Alle 27 dicembre 2015 10:40 , Blogger Cri ha detto...

No, decisamente non è questo. Il giorno di Natale ero a Pisa, la nipote di Fra, di soli 6 anni, ha detto "Che strano Natale, sembra primavera"! Riguardo ai piccoli accorgimenti mi trovi d'accordo, mi rendo conto che se ci sto attenta è solo perchè è un atteggiamento che ho introiettato da quando ero bambina, ma se poi penso alle grandi metropoli, mi rendo conto di combattere contro i mulini a vento, mi rendo conto che tutta la corrente che sarei capace di consumare in una vita intera senza nemmeno starci attenta, non raggiungerebbe i consumi di un quartiere di Tokyo in una sola notte...

 
Alle 27 dicembre 2015 11:08 , Blogger ReAnto R ha detto...

Auguri lo stesso :( Ciao

 
Alle 27 dicembre 2015 12:03 , Blogger Alligatore ha detto...

@Nella
Nel mondo cartonato dei Peanuts non ci sono i problemi di clima, anche perché rappresentano un'altra epoca, per certi versi molto più felice ... speriamo di incontrala ancora.
Grazie, abbraccio a te.
@Cri
Clima piacevole in tutta Italia (anzi Europa), ma non è per niente salutare, come un effetto voluto ... anzi, lo è, per le scelte fatte in alto. Non dico, speriamo nei bambini, perché è un'altra frase stupida, detta molte volte per lavarsi le coscienza, ma dico: lo vedono anche i bambini.
@ReAntoR
Ciao, hai poco da ridere sole!

 
Alle 27 dicembre 2015 17:02 , Blogger G ha detto...

Come vorrei vivere in un mondo alla Schulz... Giài sento Sally di mio, e così fuori posto qui...
Alli, con un ritardo imperdonabile... Felice Natale e un augurio di tutto il buono che c'è, a te, Elle e Goody Goody.
Un abbraccio!

 
Alle 27 dicembre 2015 18:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie G-Sally :)
Buone Feste anche a te ... miao!

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page