sabato 10 gennaio 2015

Ciao Francesco ...

Oggi ci ha lasciati anche Francesco Rosi, grande cineasta italiano, regista di non molti film, ma quasi tutti importanti, imprescindibili per un appassionato di cinema che si rispetti. Da citare, in ordine di uscita:
 Salvatore Giuliano, Le mani sulla città, Uomini contro, Il caso Mattei,
Lucky Luciano, Cadaveri eccellenti, Cristo si è fermato ad Eboli, Cronaca di una morte annunciata, Dimenticare Palermo, La tregua.

Etichette: , , , , , , , , , , ,

25 Commenti:

Alle 10 gennaio 2015 23:38 , Blogger Elle ha detto...

Il caso Mattei ce lo volevano far vedere a scuola. O ce l'hanno fatto vedere? Quanto tempo è passato.. Altri titoli non mi sono nuovi, ma forse perché sono libri..

Il 2014 ha mietuto molte vittime (dell'età?), significa che una grande generazione è stata spazzata via? Chi si sarà meritato l'eredità?

 
Alle 10 gennaio 2015 23:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Gran film Il caso Mattei, su uno dei tanti misteri italiani. Bene, se la scuola lo fa vedere, anche adesso sarebbe utile, come molti, se non tutti, i film di Rosi. Sì, Elle, molte morti "importanti" direi "pesanti" per il cinema e l'arte nel 2014. A quanto pare anche nel 2015, e non vedo nessun Rosi all'orizzonte.

 
Alle 10 gennaio 2015 23:55 , Blogger mr.Hyde ha detto...

Un grandissimo regista. E che films!

 
Alle 11 gennaio 2015 00:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, l'ho pensato pure io appena ho sentito al tg la notizia della sua morte.

 
Alle 11 gennaio 2015 10:26 , Blogger Zio Scriba ha detto...

Dice bene mr.Hyde, che grandissimo regista. Mi unisco al tuo saluto, e lo ringrazio.

 
Alle 11 gennaio 2015 11:46 , Blogger Maura ha detto...

Mi unisco al tuo ricordo, grande regista Francesco, discreto ma profondo...

 
Alle 11 gennaio 2015 12:25 , Blogger MikiMoz ha detto...

Uno dei più grandi registi del cinema di impegno civile :)

Moz-

 
Alle 11 gennaio 2015 12:27 , Blogger Santa S ha detto...

Ho rivisto, non da molto, Le mani sulla città. Come se lo avesse girato oggi...

 
Alle 11 gennaio 2015 12:40 , Blogger Alligatore ha detto...

@Zio Scriba
Sottoscrivo pure io ...
@Maura
Lo si vede anche dalle sue foto.
@MikiMoz
Sì, l'impegno civile era la nota dominante del suo cinema, bene sottolinearlo.
@Santa S.
Direi, attualissimo, purtroppo è così ...

 
Alle 11 gennaio 2015 13:24 , Blogger Berica ha detto...

Le mani sulla città è il film che mi ha acceso la scintilla dello spirito critico. Grazie Francesco Rosi!

 
Alle 11 gennaio 2015 13:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Ben detto Berica. Da vedere e rivedere.

 
Alle 11 gennaio 2015 14:00 , Blogger amanda ha detto...

grazie a Francesco Rosi per le sue denunce arrivate in tempi in cui si guardava diversamente alla politica, all'intrallazzo, al degrado ambientale

 
Alle 11 gennaio 2015 14:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, è vero Amanda. Forse oggi, non si guarda manco più, se non sparute minoranze... per questo Rosi va ricordato.

 
Alle 11 gennaio 2015 16:16 , Blogger Serena S. Madhouse ha detto...

Un'altro pezzo di'900 che se ne va, lasciandoci sempre e più in mani incerte...
Grandi film, grandi temi soprattutto...
Mi va di ricordare "Uomini contro" che mi riporta ad altri due grandi del '900, Mario Rigoni Stern e Emilio Lussu che uscirono dalla prima del film con l'amaro in bocca...

 
Alle 11 gennaio 2015 17:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì Serena, spesso il rapporto cinema/letteratura è stato diffcile, a volte da grandi libri brutti film e anche l'inverso, ma con Rosi non mi sembra sia successo mai... indipendentemente dalla reazione degli scrittori alla visione dei suoi film. Una gran perdita, ma i suoi film restano...

 
Alle 11 gennaio 2015 18:44 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

Mi era sfuggito. Mamma mia che strage, negli ultimi tempi :-(

 
Alle 11 gennaio 2015 19:49 , Blogger Nella Crosiglia ha detto...

Un'ecatombe , uno sfacelo, uno dopo l'altro ne sono già caduti molti e poco dopo anche la nostra Anitona, Anita Ekberg...
Un'inizio 2015 certo non promettente...
Un abbraccio forte Alli!

 
Alle 11 gennaio 2015 20:05 , Blogger Alligatore ha detto...

@Silvia
Già, sembra anche a me ...
@Nella
Non sapevo dell'Anitona, un simbolo immortale per il nostro cinema, anzi per il Cinema. Abbraccio ...

 
Alle 11 gennaio 2015 21:48 , Blogger redcats ha detto...

Sembrerebbe che ci sia stata una generazione d'oro.
E ora?

 
Alle 11 gennaio 2015 23:30 , Blogger Alligatore ha detto...

In parte è vero Redcats, ma non è solo un semplice problema di mancanza di "geni": viviamo in un'epoca povera di idee, appiattita culturalmente e politicamente, dove hanno abolito le diversità, per questo personaggi come Rosi sono nascosti, faticano ancora di più di lui ad uscire allo scoperto. Quando c'era lui, e altri maestri come lui (non solo nel cinema), c'era un PCI (più una vasta area politico-culturale fuori e dentro di esso), che poteva sostenerli e difenderli. Ora non più ... questo il problema.

 
Alle 12 gennaio 2015 09:48 , Blogger Ernest ha detto...

grande regista...

 
Alle 12 gennaio 2015 12:01 , Blogger Babol ha detto...

Vergognosamente ammetto di non avere mai visto neppure un suo film (d'altronde non vengo da una famiglia cinefila e i miei non erano appassionati del genere, ahimé). Potrebbe essere una buona occasione per recuperare.

 
Alle 12 gennaio 2015 12:08 , Anonymous enri1968 ha detto...

Grande perdita, concordo.

 
Alle 12 gennaio 2015 17:53 , Blogger Andrea ha detto...

Le mani sulla città...quanto è ancora attuale...per non parlare degli altri.

 
Alle 12 gennaio 2015 20:14 , Blogger Alligatore ha detto...

@Ernest
Già ...
@Babol
Certo,voi giovani cinefili dovreste cogliere l'occasione, credo importante.
@Enri1968
Così è ...
@Andrea
Be' sì, è questa la sua forza e importanza.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page