giovedì 22 maggio 2014

Due parole con i Sunneva

Rimaniamo in Campania questa settimana con le interviste sul blog, questa volta però con una band di Napoli, i Sunneva, nuova formazione di cinque elementi tra poco in palude. Cinque elementi provenienti da esperienze diverse, chi dal jazz, chi dall'hardcore, chi dall'universo indie, chi dall'elettronica, per confluire in un progetto originale di piacevole folk dilatato, difficilmente ascoltabile a queste latitudini. We Are Trees, è infatti un album di alternative-rock, con arrangiamenti che vanno oltre il basilare voce/chitarra/basso/batteria, con l'inserimento di ukulele e contrabbasso (sempre più presente questo strumento), archi, pianoforte, beat elettronici, samples presi da dischi e dal web... e tante altre diavolerie.
Tutto questo fermento musicale è ovviamente dato dalla varia provenienza dei componenti della band, ma anche dallo spirito libero dei Sunneva. We Are Trees, prodotto in totale autarchia, è uscito con distribuzione Audioglobe ai primi di maggio, con licenza Creative Commons (a proposito, ascoltatelo liberamente qui). Sei pezzi, per quasi trenta minuti di musica senza tempo, un'esperienza sensoriale intensa, come lascia intuire la copertina dell'artista Rinedda, sempre in viaggio tra la sua Napoli e Berlino mi dicono (approfondiremo). Intanto faccio partire per l'ennesima volta l'album, in attesa del gruppo. Pronti?

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , ,

81 Commenti:

Alle 22 maggio 2014 21:31 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Ciao!

 
Alle 22 maggio 2014 21:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao, benvenuti in palude.

 
Alle 22 maggio 2014 21:33 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Grazie e grazie per l'invito!

 
Alle 22 maggio 2014 21:33 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Grazie e grazie per l'invito!

 
Alle 22 maggio 2014 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a voi per aver accettato ... sto già ascoltando il cd... che ne dite se ne parliamo subito?

 
Alle 22 maggio 2014 21:35 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

certo!

 
Alle 22 maggio 2014 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora ditemi come è nato...

 
Alle 22 maggio 2014 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato “We Are Trees”?

 
Alle 22 maggio 2014 21:38 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

beh è nato da una manciata di canzoni scritte senza ambizioni o piani di alcun genere che sono diventate un disco grazie alla collaborazione di amici musicisti.

 
Alle 22 maggio 2014 21:39 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Brani composti a casa e arrangiati al computer che poi ho portato in studio di registrazione ed ora dal vivo.

 
Alle 22 maggio 2014 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

In modo naturale dunque...o quasi.

 
Alle 22 maggio 2014 21:41 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

si assolutamente.. è diventato qualcosa di più grande inaspettatamente

 
Alle 22 maggio 2014 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? ...che significato date?

 
Alle 22 maggio 2014 21:43 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

'We are trees' vuole evocare un immaginario naturale ed onirico dove il rapporto tra uomo e ambiente è improntato al rispetto e alla sinergia. Dal punto di vista sonoro per noi è fonte di ispirazione il suono degli spazi aperti.. come ad esempio può essere quello di un bosco.

 
Alle 22 maggio 2014 21:43 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

e il disco è ricco di suoni lontani che creano 'ambiente' attorno agli strumenti principali. Per questa ragione ne consiglio un ascolto in cuffia.

 
Alle 22 maggio 2014 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, si sente ... sembra di sentire il vento, e altri elementi naturali in un bosco... l'avete reso bene.

 
Alle 22 maggio 2014 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

In cuffia, come faccio io ;)

 
Alle 22 maggio 2014 21:45 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

grande!

 
Alle 22 maggio 2014 21:46 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

ci sono un sacco di sfumature che si apprezzano meglio in cuffia..

 
Alle 22 maggio 2014 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Il prossimo, potrebbe essere sui rumori di una palude :)

 
Alle 22 maggio 2014 21:47 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

ah ah perchè no? bosco e palude sono parenti..

 
Alle 22 maggio 2014 21:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 22 maggio 2014 21:50 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Come ti dicevo nella fase della scrittura avendo lavorato molto con suoni virtuali non ci siamo dati grossi limiti nella scelta di suoni e strumenti ecco perchè il disco ne è così ricco.

 
Alle 22 maggio 2014 21:51 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Ci trovi tante cose tra chitarre elettriche e acustiche, basso e contrabbasso, violino e violoncello, batteria acustica ed elettronica, guitalele ed ukulele, piano e piano elettrico, un bel po' di suoni ed effetti virtuali oltre che pedali ed effetti veri e propri. A questo aggiungi le voci che spesso vengono trattate come tutti gli altri strumenti e non per forza come quello che canta.

 
Alle 22 maggio 2014 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, a volte c'è un vero e proprio fondersi delle voci (maschile e a volte femminile), con gli strumenti ... come l'uomo si fonde con il bosco, se mi passi la metafora.

 
Alle 22 maggio 2014 21:54 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

si l'idea era quella di creare un ambiente sonoro dove ogni suono potesse trovare una collocazione fondendosi con gli altri.

 
Alle 22 maggio 2014 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del disco?

 
Alle 22 maggio 2014 21:56 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Non dimenticherò il giorno in cui abbiamo fatto le riprese di piano in uno studio di registrazione veramente unico la Phonotype Records di Napoli una sala di registrazione ed etichetta discografica che risale addirittura al 1901.

 
Alle 22 maggio 2014 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Chiapperi!

 
Alle 22 maggio 2014 21:57 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Immagina una stanza enorme con al centro un bellissimo piano vintage oltre che un numero indefinito di altri strumenti affascinanti tra clavicembali, tubular bells e altri presenti nel disco.

 
Alle 22 maggio 2014 21:58 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

si è un posto incredibile!

 
Alle 22 maggio 2014 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Tra antico e moderno ... l'ideale per un disco come il vostro.

 
Alle 22 maggio 2014 21:58 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

la sala ha un suono pazzesco, un'acustica che viene dal passato. Pensa che prima di registrare siamo stati ad ascoltare il silenzio di quel luogo, che per un orecchio allenato è tutt'altro che un silenzio!

 
Alle 22 maggio 2014 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

... e poi, dici 1901.

 
Alle 22 maggio 2014 21:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Una cosa da film, quasi.

 
Alle 22 maggio 2014 22:00 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

assolutamente. appena ci entrai chiamai un'amica fotografa per chiederle di venire a fre degli scatti!

 
Alle 22 maggio 2014 22:01 , Blogger Alligatore ha detto...

E questi scatti si vedono da qualche parte? .. sul vostro FB?

 
Alle 22 maggio 2014 22:03 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

si si sulla pagina di Sunneva su facebook ci sono.. e qualcosa anche sul sito che è sunneva.com

 
Alle 22 maggio 2014 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Andrò alla ricerca dopo ... con in sottofondo il disco.

 
Alle 22 maggio 2014 22:05 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

ci conto!

 
Alle 22 maggio 2014 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo!
Se questo cd fosse un concept-album su cosa sarebbe? …

 
Alle 22 maggio 2014 22:07 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Sarebbe la storia di un legame reciso come una radice. Racconterebbe delle spaccature più o meno profonde che che ci troviamo a dover superare, dei vuoti che siamo costretti a colmare.

 
Alle 22 maggio 2014 22:09 , Blogger Alligatore ha detto...

E l'ambiente del bosco, si lega ... le radici degli alberi, per esempio... e via di metafore :)

 
Alle 22 maggio 2014 22:10 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

è un disco molto metaforico in effetti! musica indiretta la chiamo io..

 
Alle 22 maggio 2014 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di We Are Trees? … che vi piace di più fare live?

 
Alle 22 maggio 2014 22:11 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Beh penso che la coppia di pezzi Invincible-Empty sia quella che ci da più soddisfazioni dal vivo. La prima è riarrangiata rispetto al disco con un finale melodico pieno di armonizzazioni di voce, la seconda è il pezzo che ha un impatto live più forte.

 
Alle 22 maggio 2014 22:12 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

In verità il brano che personalmente sento più vicino a me non lo abbiamo ancora mai suonato dal vivo.. mi riferisco proprio a 'we are trees' che è l'ultimo pezzo.

 
Alle 22 maggio 2014 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Le mie: New Years Day pezzo denso (non ha nessuna parentela con la quasi omonima canzone degli U2), poi Empty rock lento, ottimi gli archi nel finale, Embrance su di un tappeto di elettronica il fondersi magico di voci (maschile e femminile) con gli altri strumenti...

 
Alle 22 maggio 2014 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Scusa, ho scritto male il titolo...

 
Alle 22 maggio 2014 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

New Year's day...

 
Alle 22 maggio 2014 22:16 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

si anche New Years Day è tra le nostre preferite in effetti..

 
Alle 22 maggio 2014 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Be' sì, bella, direi struggente anche la title-trak... che dal vivo farà la sua porca figura.

 
Alle 22 maggio 2014 22:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Title-track, sto perdendo colpi: We are trees ...

 
Alle 22 maggio 2014 22:18 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

eh eh lo spero! grazie dell'incoraggiamento :)

 
Alle 22 maggio 2014 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd  stato autoprodotto, se non sbaglio. È stato facile farlo? Altri importanti a livello produttivo per questo cd? …

 
Alle 22 maggio 2014 22:20 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Il cd è autoprodotto e diffuso con licenza Creative Commons. Riprese, missaggio e mastering sono stati fatti al Godfather studio di Napoli e anche dal punto di vista della produzione i fonici dello studio hanno dato un prezioso contributo.

 
Alle 22 maggio 2014 22:20 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Non è stato così facile perchè c'era tanto materiale nei provini casalinghi. Infatti i pezzi registrati sono 9 ma poi abbiamo deciso di pubblicarne 6 per ragioni di coerenza stilistica.

 
Alle 22 maggio 2014 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, è giusto, quando si fa un disco, non abbondare, anche se lo spazio lo consentirebbe ...

 
Alle 22 maggio 2014 22:24 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

si in generale preferisco la sintesi che l'abbondanza.. anche nei live..

 
Alle 22 maggio 2014 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina molto particolare, con degli uomini del passato, disegnati come su incisioni rupestri. Chi l'ha fatta, e come è stata scelta? ... anche l'interno del cartonato e il cd stesso ha queste immagini ...

 
Alle 22 maggio 2014 22:26 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

L'artwork è stato impaginato partendo dalle illustrazioni di Rino Sorrentino ovvero Rinedda il cui lavoro scoprii tempo fa e me ne innamorai subito. Gli chiesi di 'illustrare' Sunneva e lui lo fece con la sua consueta ed eccezionale sensibilità.

 
Alle 22 maggio 2014 22:26 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Per i colori della terra e per i tratti irregolari in effetti i disegni possono ricordare incisioni rupestri.. Rino mantiene sempre una dose di primordialità in tutte le sue creazioni..

 
Alle 22 maggio 2014 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, andrò a cercare altre sue creazioni ...

 
Alle 22 maggio 2014 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Con in sottofondo il disco, sempre...

 
Alle 22 maggio 2014 22:29 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

hai un sacco di ricerche da fare dopo l'intervista! :)

 
Alle 22 maggio 2014 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove avete presentato/presenterete l’album? …

 
Alle 22 maggio 2014 22:32 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Una prima presentazione ufficiale del disco è stata fatta al Lanificio 25 di Napoli ed è stata una serata molto bella.

 
Alle 22 maggio 2014 22:33 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Di recente abbiamo ottenuto la distribuzione su Audioglobe quindi ora il disco può essere ordinato in tutti i negozi o acquistato online e pensavamo di fare una nuova piccola presentazione live per festeggiare questo traguardo.

 
Alle 22 maggio 2014 22:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo,mi sembra una buona cosa... io seguirò l'evolversi del tour sui vostri spazi web ... magari passate dalle mie parti.

 
Alle 22 maggio 2014 22:35 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

ci farebbe molto piacere!

 
Alle 22 maggio 2014 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non vi ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 22 maggio 2014 22:39 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Eh eh si sono tante..

 
Alle 22 maggio 2014 22:40 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

ne direi una sola.. chiederei a chi ci ha seguiti di andarsi ad ascoltare la nostra musica su soundcloud e magari scriverci due righe di commento! Quella è sempre la parte più gratificante..

 
Alle 22 maggio 2014 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', direi che è un invito al quale mi associo ... ascoltate il disco al link che ho messo nell'intro e dite la vostra.

 
Alle 22 maggio 2014 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Sunneva...

 
Alle 22 maggio 2014 22:44 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Grazie Alligatore per la piacevole chiacchierata :)

 
Alle 22 maggio 2014 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a voi...

 
Alle 22 maggio 2014 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna ai Sunneva.

 
Alle 22 maggio 2014 22:46 , Anonymous SUNNEVA ha detto...

Buonanotte!

 
Alle 23 maggio 2014 23:04 , Blogger Elle ha detto...

Uffi Alli, mi son persa un'intervista interessante e rilassante.. Recupero l'ascolto, faccio il bis, e: le mie canzoni preferite in questo disco sono sei :D

 
Alle 24 maggio 2014 15:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Immaginavo Elle ... vieni alla prossima ;)*

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page