lunedì 20 gennaio 2014

Due parole con Stella Burns



Stella Burns tra poco in palude per parlare del suo primo album, ufficialmente fuori tra poche ore: Stella Burns Loves You, dato alle stampe per Twelve Records, label di Pescara tra le più aperte e innovative d’Italia (scorrete il suo catalogo, prego). Stella Burns è una mia vecchia conoscenza, che non ero però mai riuscito ad avere sul blog, Stella Burns è Gianluca Maria Sorace degli Hollowblue, storica band livornese di livello internazionale. Il suo nuovo progetto musicale, Stella Burns, appunto, è nato da una canzone, Morricone, che profuma di western al solo accennare. Da qui la svolta, un nuovo percorso personale, senza perdere di vista la sua band, ma coinvolgendo anche altri.
Stella Burns Loves You è contraddistinto da ben quindici pezzi di rock contaminato con il country, il folk e il blues, canzoni senza tempo ben rappresentate dall’uomo con il cappello e la chitarra Harmony sulla copertina del disco (ascoltatelo tutto in streaming gratuito qui). Ovviamente è lui, Stella Burns, che ha iniziato a cavalcare sul pianeta a Parigi, nel 2011 presso il teatro La Loge, poi un tour in Italia con la cantante e attrice Sukie Smith aka Madam, e poi, passo dopo passo, è arrivato a questo primo stupefacente album (ovviamente, tra le canzoni, c’è anche Morricone). Ora sento il suo cavallo avvicinarsi alla palude. Tra poco scriveremo un'altra pagina importante della nostra musica più amata, per questo faccio partire subito il disco. Pronti? 

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

129 Commenti:

Alle 20 gennaio 2014 21:33 , Blogger Stella Burns ha detto...

Buonasera!

 
Alle 20 gennaio 2014 21:34 , Blogger Stella Burns ha detto...

grazie per la bella introduzione

 
Alle 20 gennaio 2014 21:36 , Blogger Elle ha detto...

Io sì, sono pronta. Ciao a tutti!

 
Alle 20 gennaio 2014 21:37 , Blogger Stella Burns ha detto...

ciao!

 
Alle 20 gennaio 2014 21:40 , Blogger Elle ha detto...

Ehi, Stella, ma l'Alligatore ha avuto paura del tuo cavallo? Dove s'è cacciato?

 
Alle 20 gennaio 2014 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

eccomi qua

 
Alle 20 gennaio 2014 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Scusatemi, pc impallato alle 21,30 precise ...lo devo proprio cambiare :(

 
Alle 20 gennaio 2014 21:42 , Blogger Stella Burns ha detto...

capita :)

 
Alle 20 gennaio 2014 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Scusami Stella Burns, scusami Elle, scusatemi tutti ...

 
Alle 20 gennaio 2014 21:43 , Blogger Stella Burns ha detto...

piacere di esser qui

 
Alle 20 gennaio 2014 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Ora possiamo cominicare, sembra tutto a posto...

 
Alle 20 gennaio 2014 21:43 , Blogger Stella Burns ha detto...

ma no..

 
Alle 20 gennaio 2014 21:43 , Blogger Stella Burns ha detto...

ok!

 
Alle 20 gennaio 2014 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Piacere averti qui ... finalmente!

 
Alle 20 gennaio 2014 21:44 , Blogger Stella Burns ha detto...

:)

 
Alle 20 gennaio 2014 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Il disco è gà partito, e allora ti chiedo: come è nato?

 
Alle 20 gennaio 2014 21:44 , Blogger Elle ha detto...

Troppa bella musica, avrà detto "anche Stella Burns no, è troppo!"..
(no no, non voglio leccare il culo)

 
Alle 20 gennaio 2014 21:44 , Blogger Stella Burns ha detto...

è un po' che conosciamo a distanza

 
Alle 20 gennaio 2014 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato Stella Burns Loves You?

 
Alle 20 gennaio 2014 21:46 , Blogger Stella Burns ha detto...

beh.. è nato inizialmente senza alcuna aspettativa. A casa mia.. pensando di buttar giù le mille idee che mi girano sempre in testa. Gli Hollowblue non ce la facevano a starmi dietro.. per cui ho cominciato ad accumulare (a partire da quella Morricone di cui parlavi nell'introduzione) un po' di canzoni

 
Alle 20 gennaio 2014 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Un bel po' di canzoni ...

 
Alle 20 gennaio 2014 21:48 , Blogger Stella Burns ha detto...

non sapevo neanche bene cosa ci avrei fatto inizialmente.. poi alcuni amici hanno cominciato ad interessarsene.. e in modo naturale mi sono ritrovato a completarle e a sentirle parte di un progetto. Mancava il nome inzialmente.

 
Alle 20 gennaio 2014 21:48 , Blogger Stella Burns ha detto...

il disco contiene 15 canzoni.. ma ne ho altre già per un altro disco almeno

 
Alle 20 gennaio 2014 21:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Già il nome, ora anche nel titolo...

 
Alle 20 gennaio 2014 21:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? …

 
Alle 20 gennaio 2014 21:49 , Blogger Stella Burns ha detto...

senza contare un sacco di materiale che sempre metto da parte.. ma in questo caso.. c'era una direzione sonoro abbastanza precisa.

 
Alle 20 gennaio 2014 21:51 , Blogger Stella Burns ha detto...

Il mio nome.. Stella.. perché mi piacciono i nomi femminili.. mi piace quando vengono usati fuori contesto.. appunto.. per un maschio.. o viceversa. E Burns.. perché mi sembrava un bel significato. Ho pensato solo dopo che Burns è anche Joey Burns dei Calexico... e che la mamma di Bowie si chiamava Burns

 
Alle 20 gennaio 2014 21:52 , Blogger Stella Burns ha detto...

Stella Burns loves you.. perché un cowboy straniero.. o fa il pistolero.. o chiede di essere accettato. E quindi ama per essere ricambiato

 
Alle 20 gennaio 2014 21:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Ottime idee, ottimi riferimenti ... spariamo alto! ... Mi piace.

 
Alle 20 gennaio 2014 21:52 , Blogger Stella Burns ha detto...

mi piaceva affrontare il tema classico dell'amore. Che poi è quello che mi smuove.. in tutte le cose che intraprendo

 
Alle 20 gennaio 2014 21:52 , Blogger Stella Burns ha detto...

Joey Burns l'ho incontrato tempo fa. Gli stavo per chiedere se potevamo fare i Fratelli Burns!

 
Alle 20 gennaio 2014 21:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Vi avrebbero preso i fratelli Coen per un film poi ....

 
Alle 20 gennaio 2014 21:54 , Blogger Stella Burns ha detto...

Dan Fante quando gli ho detto del nome mi ha detto che vorrebbe vedermi in Texas a cantare davanti a rudi cowboy.. e presentarmi con il mio nome femminile

 
Alle 20 gennaio 2014 21:54 , Blogger Stella Burns ha detto...

"non è un paese per cowboy con nomi da donna"

 
Alle 20 gennaio 2014 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Grande Dan Fante ... il figlio del mitico John Fante, pure lui grande scrittore con il quale hai lavorato.

 
Alle 20 gennaio 2014 21:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Ti invido molto questa tua amicizia...

 
Alle 20 gennaio 2014 21:56 , Blogger Stella Burns ha detto...

Si. con gli Hollowblue. Siamo diventati molto amici. Quando viene in Italia cerchiamo di vederci e fare qualcosa insieme. Una grande persona e un grande scrittore. Abbiamo ancora un album insieme nel cassetto.

 
Alle 20 gennaio 2014 21:56 , Blogger Stella Burns ha detto...

Quando viene.. magari ci organizziamo perché tu lo conosca di persona!

 
Alle 20 gennaio 2014 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Wow magari ... e poi quando uscirà il disco insieme, ospiti insieme in palude...

 
Alle 20 gennaio 2014 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Torando al disco: come è stata la sua genesi, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 20 gennaio 2014 21:58 , Blogger Stella Burns ha detto...

Beh.. si. perché no. Volentieri!

 
Alle 20 gennaio 2014 21:58 , Blogger Stella Burns ha detto...

riguardo al disco..

 
Alle 20 gennaio 2014 21:58 , Blogger Stella Burns ha detto...

riguardo al disco..

 
Alle 20 gennaio 2014 22:00 , Blogger Stella Burns ha detto...

beh.. è stata una gestazione molto lunga. Più lunga di quello che avrei voluto.. ma nel frattempo sono successe tante cose.. e va beh.. i tempi si sono dilatati mio malgrado. Ho avuto la fortuna di avere la partecipazione dei miei compari Hollowblue.. Davide Malito Lenti alla batteria e Giancarlo Russo al basso + tanti amici ospiti che hanno dato il loro prezioso contributo.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:01 , Blogger Stella Burns ha detto...

con molti di loro ho fatto il concerto di presentazione a Livorno e continueremo a suonare insieme dal vivo.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:01 , Blogger Stella Burns ha detto...

altra fortuna è stato trovare la Twelve.. che da subito ha mostrato interesse

 
Alle 20 gennaio 2014 22:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, tantissimi, impossibile nominarli tutti (si trovano sul disco).

 
Alle 20 gennaio 2014 22:02 , Blogger Stella Burns ha detto...

e nel frattempo io ho fatto una campagna di crowfunding in Inghilterra.. per poter pagare mixaggio e mastering

 
Alle 20 gennaio 2014 22:03 , Blogger Stella Burns ha detto...

si.. tantissimi.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:03 , Blogger Stella Burns ha detto...

si.. tantissimi.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, meglio dirlo, crowfunding in Inghilterra ...

 
Alle 20 gennaio 2014 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione di “Stella Burns Loves You”?

 
Alle 20 gennaio 2014 22:04 , Blogger Stella Burns ha detto...

Dopo la raccolta fondi.. a cui hanno partecipato molti francesi e inglesi.. abbiamo quindi mixato con Rino Sassi.. e infine abbiamo spedito il disco a Tucson per il mastering: Jim Blackwood che lavora con Calexico e Giant Sand

 
Alle 20 gennaio 2014 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Chissà quanti episodi ...

 
Alle 20 gennaio 2014 22:07 , Blogger Stella Burns ha detto...

uhm.. non mi viene in mente nulla in particolare a parte la grande emozione nel sentire in studio alcune parti scritte da me (batteria e violoncello o trombe in alcuni casi) suonate con grande talento e carattere dai musicisti coinvolti.
Poi.. beh.. la canzone Swans.. ricordo che Anthony Reynolds mi invito a suonare a Parigi..ed era la mia prima apparizione come Stella.. e ci tenevo a farla.. Scrissi il testo mentre ero in aereo. Ma per alcuni testi mi capita così.. a volte prima di salire sul palco.. aggiungo, aggiusto, cambio

 
Alle 20 gennaio 2014 22:08 , Blogger Stella Burns ha detto...

il fatto comunque è che è stato veramente un periodo lungo.. e la mia memoria è labile :)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:09 , Blogger Alligatore ha detto...

...certo, e gli episodi ammonticchiati saranno tantissimi, perché fare torto a uno o l'altro ;)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:10 , Blogger Stella Burns ha detto...

:) esatto.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Se questo tuo cd fosse un concept-album su cosa sarebbe? …

 
Alle 20 gennaio 2014 22:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Ci hai mai pensato?

 
Alle 20 gennaio 2014 22:12 , Blogger Elle ha detto...

Cioè improvvisi?? ..quasi..

 
Alle 20 gennaio 2014 22:12 , Blogger Stella Burns ha detto...

in un certo senso lo è.. o in parte lo è. E' sull'amore. L'amore che esalta.. ma anche distrugge. L'amore che sembra amore ma non lo è.. ma anche l'happy ending.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora ci sei Elle ...temevo avessi problemi al pc tu ora ;)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:14 , Blogger Stella Burns ha detto...

a volte improvviso quasi per i testi.. per me sono sempre la parte più laboriosa.. ma non per la lingua.. ma perché ci tengo che abbiano un senso, che si leghino alla musica in modo coerente. Ci tengo talmente tanto che alla fine però devo salire sul palco.. e insomma.. qualcosa devo pur cantare :)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:14 , Blogger Stella Burns ha detto...

Ciao Elle :)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferisci? Qualche pezzo del quale vai più fiero dell’intero album? … che ti piace di più fare live?

 
Alle 20 gennaio 2014 22:17 , Blogger Elle ha detto...

Perfezionista dell'improvvisazione ;)
Sì Alli ci sono, vi seguivo (e ascolto l'album) zitta zitta, ma non me ne vado!

 
Alle 20 gennaio 2014 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

.... infatti, ora aspetto anche le tue preferite ;)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:19 , Blogger Stella Burns ha detto...

Uno in particolare. Another call is what I'm waiting for. Racchiude quello che attraverso la musica cerco spesso di trasmettere. Emozione positiva.. legata a qualcosa di struggente. Non so come descrivere bene la cosa. Sai quando la mattina piangi per una cosa bella ed è un pianto liberatorio? Non so.. a me capita. Con Mario Franceschi al piano, quando la facciamo dal vivo, beh.. poi ci guardiamo alla fine della canzone e abbiamo tutti e due i lacrimoni!

 
Alle 20 gennaio 2014 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Le diciamo insieme, dopo Stella, Elle...

 
Alle 20 gennaio 2014 22:20 , Blogger Stella Burns ha detto...

ma anche "stella burns loves you".. la canzone.. che dal vivo acquista ancora più.. Mi emoziona sempre suonarla. Sento che arriva alle persone con molta facilità

 
Alle 20 gennaio 2014 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', grande emozione, in effetti ...piace anche a me.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:21 , Blogger Stella Burns ha detto...

http://www.youtube.com/watch?v=AslyO0EibCs

 
Alle 20 gennaio 2014 22:21 , Blogger Elle ha detto...

Morricone, Over the sea, Ordinary man, ma anche Stella burns loves you e.. mi sa che mi piacciono tutte ;)
Col materiale che hai già farai il seguito di questo album? o appare già staccato?

 
Alle 20 gennaio 2014 22:21 , Blogger Stella Burns ha detto...

grazie

 
Alle 20 gennaio 2014 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Le mie A little piece of blue, Morricone, la title-track, Ordinary Man, Swans ....vabbe', ho faticato a lasciare fuori le altre... dico anche Russian Eyes.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:23 , Blogger Stella Burns ha detto...

beh.. da marzo ho un progetto in ballo. Non ne parlo ancora per scaramanzia.. ma dovrei pubblicare in modo periodico le canzoni del secondo album.. Un progetto che non vede solo le mie canzoni ma altri contributi. Contributi splendidi.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:24 , Blogger Stella Burns ha detto...

A little piece of blue.. certo. E' una delle mie preferite grazie ad Emma Morton.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Grandi giochi di voci tra tu e lei ...

 
Alle 20 gennaio 2014 22:25 , Blogger Elle ha detto...

Un progetto che incuriosisce..

 
Alle 20 gennaio 2014 22:25 , Blogger Stella Burns ha detto...

Comunque piano piano pubblicheremo anche altri video ufficiali.. grazie a Michele Faliani, il regista, con il quale si è creata una bella sintonia

 
Alle 20 gennaio 2014 22:25 , Blogger Stella Burns ha detto...

Tornando al progetto prossimo.. di fatto pubblicherò il mio secondo disco, a puntate :)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:26 , Blogger Stella Burns ha detto...

Riguardo ad Emma invece.. si.. grande cantante. Ha da poca avuto una bimba e si chiama Billie. :) Grande carisma e carattere.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Staremo con le orecchie dritte i prossimi mesi allora... e lo pubblicherai online duqnue...

 
Alle 20 gennaio 2014 22:27 , Blogger Stella Burns ha detto...

Si, on line :)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:28 , Blogger Stella Burns ha detto...

e qualcosa già canterò dal vivo..poco ancora.. ma piano piano integrerò

 
Alle 20 gennaio 2014 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Tornado a questo primo disco, che esce tra poco, esce con Twelve Records. Come vi siete incontrati e come avete lavorato al disco? … altri apporti importanti per Stella Burns Loves You?

 
Alle 20 gennaio 2014 22:35 , Blogger Stella Burns ha detto...

Gli ho scritto tanto tempo fa perché avevo visto un video dei Jester at work, progetto solista di Antonio Vitale. Gran progetto. Mi sembrava fossimo sulla stessa lunghezza d'onda e così è stato. Sono stati fondamentali per farmi sentire che tutto sommato poteva, questo, non rimanere l'ennesimo mio disco nel cassetto.. ma che potesse prender vita e andare per il mondo.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:37 , Blogger Stella Burns ha detto...

L'ufficio stampa è Sfera Cubica, e il booking Pentagon. Tutte persone con cui mi sto trovando benissimo.
Ma non lo dico per dire.. sono proprio persone mosse da grande passione.. e devo dire che per mia esperienza passata.. non è così scontato.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:38 , Blogger Stella Burns ha detto...

alla fine c'è una gran bella squadra e questo mi fa un gran piacere al di là dei risultati che potranno esserci.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Conosco pure io queste persone,anche se solo per mail, e per i lavori fatti, e confermo ...del resto vivono la musica a 360°... e poi, sì, non è scontato, non lo è (avrei esempi, ma lasciamo stare).

 
Alle 20 gennaio 2014 22:39 , Blogger Stella Burns ha detto...

comunque uno degli obiettivi è cercare di pubblicarlo anche fuori dall'Italia. Non ha senso limitarci all'Italia quando c'è un mondo fuori.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina con un duro cowboy dal cuore tenero, Stella Burns. Storia di questo scatto cult, e perché è stato scelto per rappresentare il cd? … direi degnamente.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:40 , Blogger Stella Burns ha detto...

sono persone con cui, se fossimo vicini, andrei a bere una birra la sera.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:41 , Blogger Stella Burns ha detto...

grazie. Sono contento che ti piaccia

 
Alle 20 gennaio 2014 22:41 , Blogger Elle ha detto...

Beh, le belle persone hanno pari importanza rispetto alla bella musica, per fare qualcosa di buono..

 
Alle 20 gennaio 2014 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Belli dentro e fuori ;)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:44 , Blogger Stella Burns ha detto...

La fotografia è di Francesca Corrias. Amica e gran fotografa. Io poi ci ho messo un tocco da grafico ma il merito è suo. Diciamo che è la mia fotografa ufficiale :) Ha l'occhio per vedere quello che vorrei si vedesse di Stella.
Questa foto fa parte di un gruppo di foto fatte un po' per prova, un po' per divertimento. E a volte capita che nel mucchio ci sia quella buona che magari non ti aspettavi. Qui viene rappresentato quello che sono, un cowboy. Poi ascolti le canzoni e come hai detto tu.. capisci che ho il cuore tenero. Beh.. era perfetta.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:44 , Blogger Stella Burns ha detto...

e' l'essenza della musica che faccio.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:45 , Blogger Stella Burns ha detto...

inoltre rispetto agli Hollowblue, voglio che il personaggio.. sia ben evidente. Senza paragonarmi veramente.. ma pensa ad uno ziggy stardust cowboy.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi di sì...perefetto.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove presenterai l’album? … in uscita ufficiale il 21 gennaio. Tra un ora e rotti ;)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:49 , Blogger Stella Burns ha detto...

:) allora.. in realtà la presentazione l'ho fatta un mese fa esatto. Un'anteprima per le persone che mi seguono nella mia città. A Livorno. Ancora purtroppo date a brevissimo non ce ne sono. A marzo alcune.. ma niente a breve. E' un peccato ma l'agenzia ci sta lavorando.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:49 , Blogger Stella Burns ha detto...

Magari consiglio di seguirmi sul sito www.stellaburnslovesyou.com o su facebook

 
Alle 20 gennaio 2014 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Sicuramente, seguiremo i tuoi spazi web ... per venire a vederti dal vivo. Magari pure a Berlino, da Elle... ti vedrei bene in un locale underground... e poi a berci lo Jagermaister ;)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:53 , Blogger Stella Burns ha detto...

ah.. si :) Tra l'altro a Berlino c'è un mio caro amico, Andrea Bruschi dei Marti. Con lui e Anthony Reynolds vorremo fare qualcosa live insieme.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:53 , Blogger Elle ha detto...

Io seguo già ;)
..ma in realtà mi sono persa, con Over the sea, che sto ascoltando a ripetizione.. una droga.. non capisco le parole ma la musica mi fa cavalcare lontano.

 
Alle 20 gennaio 2014 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Da segnarsi una data lì, allora...

 
Alle 20 gennaio 2014 22:54 , Blogger Elle ha detto...

Sì sì, tutti a bere Jäger, ci sto! ;)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:55 , Blogger Stella Burns ha detto...

Si Elle.. via.. :)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non ti ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 20 gennaio 2014 22:55 , Blogger Stella Burns ha detto...

guarda ti prendo in parola :)

 
Alle 20 gennaio 2014 22:55 , Blogger Elle ha detto...

E ad ascoltre Stella Burns, naturalmente..

 
Alle 20 gennaio 2014 22:59 , Blogger Stella Burns ha detto...

Saluto sicuramente il Reverendo Migliussi.. che è subentrato a canzoni giù scritte ma che mi ha spronato a eseguirle dal vivo, sebbene in una forma diversa, nel passato recente. Poi gli hollowblue che già ho citato prima, Mario Franceschi e Franco Volpi. Anche loro mi accompagnano dal vivo e mi danno una mano enorme.. e poi uhm.. Tiny Miss F alla quale tutto il disco è dedicato.

 
Alle 20 gennaio 2014 23:00 , Blogger Stella Burns ha detto...

Beh si.. da domani tutti a comprare Stella Burns :)

 
Alle 20 gennaio 2014 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Stella Burns... direi che, se non abbiamo detto tutto, abbiamo detto molto. O no?

 
Alle 20 gennaio 2014 23:00 , Blogger Stella Burns ha detto...

E farvi un piantino su "Another call is what I'm waiting for" :)

 
Alle 20 gennaio 2014 23:00 , Blogger Stella Burns ha detto...

si si.. molto :)

 
Alle 20 gennaio 2014 23:01 , Blogger Elle ha detto...

Tu ci provochi!

 
Alle 20 gennaio 2014 23:01 , Blogger Stella Burns ha detto...

torno sul mio pianeta popolato di cowboy con lo smalto.

 
Alle 20 gennaio 2014 23:02 , Blogger Stella Burns ha detto...

:)

 
Alle 20 gennaio 2014 23:02 , Blogger Stella Burns ha detto...

grazie mille

 
Alle 20 gennaio 2014 23:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te... e alla prossima. Ciao e grazie Elle ...

 
Alle 20 gennaio 2014 23:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buona fortuna a Stella Burns.

 
Alle 20 gennaio 2014 23:03 , Blogger Stella Burns ha detto...

Ciao Elle, ciao Alligatore.

 
Alle 20 gennaio 2014 23:04 , Blogger Stella Burns ha detto...

ultimissima cosa. Vi lascio con questa.
"A little piece of blue"
http://www.youtube.com/watch?v=zKh3ClsLB5w&feature=youtu.be

Buonanotte!

 
Alle 20 gennaio 2014 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie, tra le mie preferite ...

 
Alle 20 gennaio 2014 23:08 , Blogger Elle ha detto...

Ciao grazie e buonanotte!

 
Alle 21 gennaio 2014 13:03 , Blogger Ernest ha detto...

:-)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page