sabato 12 novembre 2011

30: paura di volare

Da: jacopo@30.it

A: lorenzo@30.it
Data invio:
lunedì 12 novembre 2001 20.34
Allega:
Make Love not corrida.JPG
Oggetto:
R: niente australia, troppa paura del volo

Paura di volare è stato uno dei libri di culto del sessantotto. Curioso che sia ritornato di moda oggi...

Così niente Australia. Niente canguri, niente Brisbane. La Spagna, si, bella anche la Spagna. Terra amata da Hemingway. Ho appena letto un suo libro di racconti più un suo testo teatrale (l’unico che ha scritto), ambientati durante la guerra civile. Sai quel periodo storico che un amico di Teresa crede di rivivere in Afganistan ai giorni nostri?; che scemenza, lasciamo stare. La Spagna, la terra di Pedro Almodóvar (ti ricordi la rassegna completa dei suoi film vista assieme al Marziano?). La terra delle spagnole dal sangue caliente che tu potrai guardare ma non toccare (hai, hai, hai!). La terra del mundial dell’ottantadue, con Pertini che teneva in mano la coppa del mondo vinta contro in tedeschi. Quelli si che erano tempi: un presidente partigiano, altro che i presidenti operai/imprenditori/ecc. di oggi. La Spagna delle corride purtroppo. Non andate alla corrida. Chiudetevi in camera da letto, fatelo in tutte le posizioni, ricordatevi che siete in luna di miele, scordatevi la corrida. In allegato ti mando un promemoria firmato Milo Manara (è la locandina che pubblicizza la sua mostra in corso a Verona all’ex macello, l’avrai di sicuro già vista).

Adios.

jacopo@30.it

---- Original Message ----

From:< lorenzo@30.it

To:< jacopo@30.it
Sent: Monday, November 12, 2001 11.17 AM

Subject: niente australia, troppa paura del volo

> ciao jac. tra poco parto. parto è vado via: viaggio di nozze

> in spagna. niente australia come avevamo

> scelto all’inizio. dopo l’undici settembre abbiamo cambiato idea.
> troppa paura di volare. sono tante le ore di volo da qui alla

> terra dei canguri. la spagna è vicina, raggiungibile in auto, poi fa ancora

> caldo. chissà, forse faremo il bagno in novembre. grazie per la tua lett
era

con la poesia. fai così con le tue colleghe in ufficio?
> ora ti lascio perché devo preparare le valigie. quando to
rniamo tu
> sarai il primo a venire a cena nella nostra nuova casa.

> ciao.

>

> Lorenzo e Silvia

>

Etichette: , , , , , , , ,

35 Commenti:

Alle 12 novembre 2011 17:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Altro capitolo di "30" per ricordare il 2001 ... per aprire il file ho usato open office di fresco installato, e non mi ha dato problemi. Grazie Ross ;)

 
Alle 12 novembre 2011 17:45 , Blogger Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

I presidenti operai/imprenditori/ecc. di oggi, stanno per diventare i presidenti operai/imprenditori/ecc. di ieri.
Si spera almeno e intanto ci si tocca..non per diletto, ma per scaramanzia.
La corrida ancora resiste..se non ci fosse la Spagna sarebbe più bella.
Ma tanti condizionali non fanno la realtà, quindi...

 
Alle 12 novembre 2011 17:50 , Blogger Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Hahah..manco ci mettessimo d'accordo. Anch'io venuta prima dopo di te ;)

 
Alle 12 novembre 2011 17:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Fantastico Grace, ma dobbiamo dirlo: è successo tutto a caso ... e nel mentre ho pure avuto ospiti in casa. Noi lo facciamo in modo imprevedibile, non come quei due dal menage tradizionale che vengono sempre per primi a comando...

 
Alle 12 novembre 2011 17:55 , Blogger Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Siamo TANTRAPATICI noi ahah!

 
Alle 12 novembre 2011 17:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Puoi dirlo, puoi dirlo ...

 
Alle 12 novembre 2011 18:06 , Blogger Lorenzo ha detto...

Andare alle Maldive in treno ci si mette un sacco di tempo. Sappiatelo.

 
Alle 12 novembre 2011 18:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Lorenzo ... sì, sì, ma nel 2001 c'era una certa paura, che un po' alla volta è diminuita.

 
Alle 12 novembre 2011 18:49 , Blogger Zio Scriba ha detto...

Eheh, quante cose in comune con queste righe di scrittura: paura di volare, odio per le corride, affetto per Sandro Pertini...
L'unica cosa da cui prendo le distanze è... il matrimonio. :-))))

 
Alle 12 novembre 2011 19:23 , Blogger Ross ha detto...

Prego Ally. ;)
E tu, hai paura di volare?

 
Alle 12 novembre 2011 20:13 , Blogger Alligatore ha detto...

@ZioScriba
Io però non ho paura di volare (sono andato ancora con l'aereo, e se ci saranno occasioni, ci andrò ancora), Pertini, prima che presidente, Partigiano, è una figura complessa, sì, in gran parte positiva (in particolare, se confrontata con certi democristiani di allora o certi suoi cosiddetti compagni socialisti, che cominciarono allora a distruggere la sinistra ... discorso complesso). Sulle corride, sfondi una porta aperta. Sul matrimonio, idem ... ti ho mandato una poesia per mail in proposito.
@Ross
Con Open Office nessun problema, e come dicevo sopra a Zio Scriba, no, io non ho problemi a volare.

 
Alle 12 novembre 2011 20:31 , Blogger George ha detto...

Oh, molto interessante Ally. Mi piace come scrivi e, oh Manara.

 
Alle 12 novembre 2011 22:36 , Blogger Amanita ha detto...

Bello questo post. Dalla struttura al contenuto è un patchwork di flashback. Quell'immagine di Pertini ancora mi commuove.

Io non volo, sono una carretta claustrofobica, ma vorrei fortissimamente vedere le opere di Gaudì.
Magari, un giorno.

 
Alle 12 novembre 2011 23:52 , Blogger Baol ha detto...

Anche io avevo paura di volare, fino a qualche anno fa :)

(openoffice è una figata)

 
Alle 13 novembre 2011 00:07 , Blogger Adriano Maini ha detto...

Possso capire chi ha paura di volare, invero! Certo che l'Australia, per chi possa permettersi il viaggio, almeno per i paesaggi non é proprio da buttare via. E ormai le navi non fanno più servizio passeggeri. A meno che non ci voglia aggregare in un tour lunghissimo a qualche bastimento merci ...
Intanto ... Arriba Espana!

 
Alle 13 novembre 2011 00:17 , Blogger Stefania248 ha detto...

altro che i presidenti operai/imprenditori/ecc. di oggi,
CORREGGI: DI IERI!!!
AHAHHAHHAHHA
;-)

 
Alle 13 novembre 2011 01:09 , Blogger Alligatore ha detto...

@George
Grazie ... sì, Manara ha volte è oh!, hai perfettamente ragione.
@Amanita
Grazie, direi che tutto il romanzo è così, forse per questo non ha trovato un editore. Forse è meglio così, lo spaccio a pezzi sul blog. Per Gaudì, si può andare anche in auto o autobus ...io ho molte paure, per fortuna non quella di volare.
@Baol
Felice che tu l'abbia vinta, questa paura. Non so su Open Office. L'ho installato oggi solo per aprire un doc word che non riuscivo ad aprire e lui l'ha aperto. Quindi è un inizio promettente ...
@Adriano
Hai ragione, l'Austrelia è da vedere, prima o poi (anche come mozzo di una nave, non sarebbe male, come gli scrittori di una volta). Per la Spagna, arriba, arriba ...;)
@Stefania248
Ah, ah, ah ... già, se il romanzo fosse ambientato oggi, scriverei così, bella, grande ritorno il tuo. Un bacio.

 
Alle 13 novembre 2011 15:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

Stupendo.
Guido

 
Alle 13 novembre 2011 17:42 , Blogger Kylie ha detto...

Non volo neppure io. In Spagna spero di arrivarci prima o poi (in traghetto).

Besos.

 
Alle 13 novembre 2011 19:55 , Blogger Ross ha detto...

@Ally: "mirano alle nostre gambe quando abbiamo già imparato a volare"... niente, mi sono ricordata di questa frase da un volantino, la lascio qui come saluto. :)

 
Alle 13 novembre 2011 21:24 , Blogger Felinità ha detto...

Passati alcuni anni certe cose ci sembrano così lontane, e certe sembrano accadute ieri. Il fascino misterioso del tempo e degli eventi. un bacione miaooooooùùùù

 
Alle 13 novembre 2011 22:39 , Blogger giacy.nta ha detto...

anche tu l'Australia? Non ci sono mai stata ma periodicamente ci penso. Anni e anni fa mi capitò di vedere in Tv una sorta di sceneggiato/documentario con Shel Shapiro. Guidava un camper e dei passeggeri per la terra rossa...

 
Alle 13 novembre 2011 23:21 , Blogger Alligatore ha detto...

@Guido
Pensiero stupendo. Nasce un poco strisciando. Si potrebbe trattare di bisogno d'amore. Meglio non dire oh no ...benvenuto nella palude.
@Kylie
Prima o poi in Spagna ci arriverai, non temere. Sei già a buon punto con la lingua: besos...
@Ross
Un saluto anche a te ...che aggiungere? Spero non siano stati colpiti, e siano riusciti a volare.
@Felinità
Hai colto bene il senso, tra animali ci capiamo miaoooo.
@giacy.nta
Sull'Austrelia ci sarebbero tante cose da dire ... onestamente non è un mio sogno, una mia meta, anche se la natura è particolare e Shel Shapiro un grandissimo mito. Semplicemente, era una meta da viaggi di nozze nel 2001 (forse anche oggi, non me ne intendo), e molti in quell'anno vi rinunciarono per paura di un lungo viaggio in aereo. Per questo l'ho messo ...

 
Alle 14 novembre 2011 08:19 , Blogger Maraptica ha detto...

I voli lunghi mettono un pò d'ansia anche a me ma, conoscendomi... non credo rinuncerei ad una meta ambita per una paura. Sono troppo orgogliosa e ricordo sempre a me stessa che il coraggio è fatto di paura superata. Open office è una svolta! ;)

 
Alle 14 novembre 2011 10:01 , Blogger Adriana Riccomagno ha detto...

Uh, uh, il tema della paura di volare per me è mooolto sensibile. Non a caso, in viaggio di nozze andremo a Praga!

 
Alle 14 novembre 2011 20:40 , Blogger Alligatore ha detto...

@Maraptica
La paura di volare è umana, ma, chi vuole viaggiare, come viaggi tu, la deve superare. Già, Open Office è un bel giochetto ... per ora lo uso per aprire doc che con word si bloccano, in futuro chissà?
@Adriana
Allora buon viaggio di nozze ... comunque, tornado al pezzo, nel 2001, dopo l'11/9 furono molte le coppie che cambiarono i loro piani.

 
Alle 14 novembre 2011 22:21 , Blogger .B. ha detto...

manra mille volte.
......Moebius mille milioni di volte ;)
Bibi

 
Alle 14 novembre 2011 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

@B.
Sono due grandi, mi piacciono entrambi, anche se non saprei fare classifiche. La prima volta che ho letto Moebius, era una bella storia vegetariana (o forse vegana).

 
Alle 14 novembre 2011 23:52 , Blogger Blackswan ha detto...

Io avevo paura di volare prima dell'11 settembre.E anche adesso, se vado lontano parto un giorno prima.Quindi,non vado mai troppo lontano.Però, mi piacerebbe tornare in Spagna, un paese che ho nel cuore.

 
Alle 15 novembre 2011 11:28 , Anonymous 'povna ha detto...

Del tutto OT, ma da oggi sono qui: http://nemoinslumberland.wordpress.com/

Ti aspetto!

 
Alle 15 novembre 2011 11:38 , Blogger chaillrun ha detto...

Vedo che sono in buona compagnia: fifa di volare, ma parecchia :)
Ma tanti bei posti mi perdo, mannaggia!
Ciao^^

 
Alle 15 novembre 2011 13:33 , Blogger Adriana Riccomagno ha detto...

Grazie!
E... sì, in effetti molti hanno cambiato idea dopo l'11 settembre. Io no, ne ero già ben terrorizzata prima!!!

 
Alle 15 novembre 2011 23:22 , Blogger Alligatore ha detto...

@Blackswan
Io ho cominciato a volare dopo l'11 settembre ... sì, la Spagna, ma anche la Grecia. A sud, di nessun nord ;)
@'povna
Adesso vengo.
@chaillrun
Dai, che non è niente. Se una volta cade, potrai dire di aver visto molti bei luoghi. Potrai dirlo? Potranno dirlo, leggendo le tue cartoline colorate.
@Adriana
Come sopra ;)

 
Alle 24 novembre 2011 15:52 , Blogger ScusiScende ha detto...

ho i capelli come la tipa nel quadro :)

 
Alle 24 novembre 2011 20:50 , Blogger Alligatore ha detto...

@ScusiScende
Wow, allora benvenuta, anche per questo, nella palude ;)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page