martedì 9 febbraio 2010

Intervista agli Heike Has The Giggles

La freschezza e la rabbia giovane di un film Novelle Vague, o, meglio, Free Cinema, la velocità scattante del primo rock e le contaminazioni del grunge. Insomma un concentrato vitaminico della cultura più viva del secolo scorso travasata nel nuovo. Loro sono solo in tre, ma a sentirli non lo diresti, poco più che ventenni, anche se sembra incredibile visto i tanti festival che hanno frequentato e i concerti fatti, vengono da Solarolo, in provincia di Ravenna (paese natale pure di Laura Pausini, e questa è la cosa più incredibile di tutte…).
Dopo un paio di demo autoprodotti sono finalmente giunti al primo cd, Sh!, accompagnati dalla nuova label indipendente Kitano. Sh!, un invito al silenzio in questa società dove si parla troppo e non ci si capisce? Una fine ironia? Nella loro musica non c’è spazio per il silenzio, vista l’energia totale del classico chitarra, basso e batteria, più una voce potente anche se delicata. Ma mi sembra di svelare troppe cose e di sbrodolare... meglio lasciare il posto alla più vera indie-band in circolazione. Ci siete Heike Has The Giggles?
... a proposito, preferite che vi chiami Heike o HHTG?
VAI AL LORO MYSPACE http://www.myspace.com/heikehasthegiggles

Etichette: , , , , , , , , , , ,

206 Commenti:

1 – 200 di 206 Nuovi› Più recenti»
Alle 9 febbraio 2010 21:35 , Blogger Emanuela ha detto...

:)

 
Alle 9 febbraio 2010 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Emanuela.

 
Alle 9 febbraio 2010 21:37 , Blogger Matteo ha detto...

Salve ad entrambi.

 
Alle 9 febbraio 2010 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Benvenuta nella palude...sarai tu a parlare a nome del gruppo?

 
Alle 9 febbraio 2010 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, c'è pure Matteo ...

 
Alle 9 febbraio 2010 21:37 , Blogger Emanuela ha detto...

Dovrebbe arrivare anche Guido, chissà dov'è...

 
Alle 9 febbraio 2010 21:38 , Blogger Matteo ha detto...

abbiamo perso il batterista.

 
Alle 9 febbraio 2010 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Vedo che questa sera andiamo via veloci; si sente che dall'altra parte c'è qualcuno abitato ad usare la Internet...

 
Alle 9 febbraio 2010 21:39 , Blogger Emanuela ha detto...

Si è connesso ora. Ti ho visto su Gmail, Guido!

 
Alle 9 febbraio 2010 21:39 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

eccomi

 
Alle 9 febbraio 2010 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

La Internet...volevo dire, la Rete ...

 
Alle 9 febbraio 2010 21:40 , Blogger Emanuela ha detto...

Refreshhh!
:)

 
Alle 9 febbraio 2010 21:40 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

scusate il nome

 
Alle 9 febbraio 2010 21:40 , Blogger Matteo ha detto...

direi che ci siamo tutti.

 
Alle 9 febbraio 2010 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

No, no, è bello

 
Alle 9 febbraio 2010 21:41 , Blogger Emanuela ha detto...

CUOCO HARDCORE!! AHAHAHAH!

 
Alle 9 febbraio 2010 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Bravo Guido, lui sa le giuste strategie di comunicazione: il sesso tira in rete...

 
Alle 9 febbraio 2010 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, ora che ci siamo tutti parto con la prima ...

 
Alle 9 febbraio 2010 21:42 , Blogger Matteo ha detto...

credo che hardcore sia più riferito al genere musicale.
ma sia io che Ema sappiamo che è un vero hardcore in tutti sensi, anche in quello sessuale! ahahahahahah!

 
Alle 9 febbraio 2010 21:42 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

hardcore nel senso di filosofia e stile di vita... maliziosi... (però diciamo che non disdegno quei film)

 
Alle 9 febbraio 2010 21:43 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

chi non ha peccato scagli la prima pietra

 
Alle 9 febbraio 2010 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

L'avevo capito che era riferito alla musica, ma quando cliccheranno hardocore su gooooogle arriveranno diretti qui...questo è poco ma sicuro ...

 
Alle 9 febbraio 2010 21:44 , Blogger Emanuela ha detto...

Stiamo divagando? Stiamo divagando!

 
Alle 9 febbraio 2010 21:45 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

:)

 
Alle 9 febbraio 2010 21:45 , Blogger Matteo ha detto...

mmh... strategia intelligente allora! Guido rules!

 
Alle 9 febbraio 2010 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

La partenza è sempre così, come i fantini al palio, o le auto in formula uno...

 
Alle 9 febbraio 2010 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Butto la prima: chi sono gli Heike Has The Giggles?

 
Alle 9 febbraio 2010 21:47 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

io direi che siamo 3 ragazzi che provano a divertirsi e a far divertire...

 
Alle 9 febbraio 2010 21:48 , Blogger Matteo ha detto...

gli Heike has the giggles siamo noi!
io sono Matteo e suono il basso.

 
Alle 9 febbraio 2010 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo nome strano? Heike ha la ridarella…

 
Alle 9 febbraio 2010 21:50 , Blogger Emanuela ha detto...

siamo: un bassista alto e magro, una cantante-chitarrista bassa e un batterista o che gira sempre in pantaloncini corti!

 
Alle 9 febbraio 2010 21:51 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

qui bisogna sentire la nostra cantante.... ema, io cmq sono guido e "suono" la batteria

 
Alle 9 febbraio 2010 21:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Dici per il nome?

 
Alle 9 febbraio 2010 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Hike ha la ridarella? Perchè questo bel nome?

 
Alle 9 febbraio 2010 21:54 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

si dicevo per il nome, heike era la protagonista del libro di tedesco di emanuela.. e ha la ridarella..... bene bene non lo so neanche io..... una cosa un pò ironica..... poi un nome tedesco con una frase in inglese lascia un pò spiazzati... no?

 
Alle 9 febbraio 2010 21:54 , Blogger Emanuela ha detto...

Non abbiamo scelto di chiamarci in un certo modo; è capitato, piuttosto.
Heike è la evergreen del libro di tedesco che avevo al liceo... e ci piaceva il suono di questo nome associato ad una frase in inglese.
Poi, a posteriori, ha acquistato senso; sicuramente è un nome ironico...

 
Alle 9 febbraio 2010 21:55 , Blogger Emanuela ha detto...

...e si sposa bene con la nostra musica, secondo noi.

 
Alle 9 febbraio 2010 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Una scelta Zen...

 
Alle 9 febbraio 2010 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Molto bene.

 
Alle 9 febbraio 2010 21:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Come nascono le vostre canzoni?...in modo semplice come il nome? Prima la musica e poi le parole o è il contrario?

 
Alle 9 febbraio 2010 22:00 , Blogger Emanuela ha detto...

Scrivo io...
In realtà dipende; alcuni pezzi nascono a partire da una parola o da una frase da una melodia o da un giro di chitarra... Poi sviluppo uno scheletro di arrangiamento con il mio strumento e penso ad un struttura generale, porto in sala prove e lavoriamo tutti assieme.
E' sempre stato naturale come processo...

 
Alle 9 febbraio 2010 22:00 , Blogger Emanuela ha detto...

* unA struttura

 
Alle 9 febbraio 2010 22:02 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

io di solito faccio "si si" con la testa... :)

 
Alle 9 febbraio 2010 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

...e Matteo?

 
Alle 9 febbraio 2010 22:03 , Blogger Matteo ha detto...

diciamo che il tutto risulta molto naturale perché comunque ognuno cerca di mettere del proprio quando si lavora all'arrangiamento. tutti suoniamo nel modo in cui lo sappiamo fare e questi modi sono tutto sommato diversi tra di loro.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Sono nate tutte così le canzoni di “Sh!”?

 
Alle 9 febbraio 2010 22:04 , Blogger Matteo ha detto...

l'unione dei nostri "stili" (se di stili si può parlare) forma poi il risultato finale. in pratica potremmo dire che ci siamo trovati. hehe.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:05 , Blogger Matteo ha detto...

(io arrivo sempre con una domanda di ritardo)
comunque sì, tutte le canzoni contenute in "Sh!" sono nate in questo modo.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:06 , Blogger Emanuela ha detto...

Sì sì, sono nate tutte così...

 
Alle 9 febbraio 2010 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è una canzone in particolare che rappresenta l’Heike Has The Giggles-sound?

 
Alle 9 febbraio 2010 22:07 , Blogger Emanuela ha detto...

(...e io arrivo ancora dopo! Eheh)

 
Alle 9 febbraio 2010 22:08 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

si si

 
Alle 9 febbraio 2010 22:09 , Blogger Emanuela ha detto...

Sicuramente ci sono pezzi a cui siamo più legati. Le prime che mi vengono in mente, sono la titletrack, Doctor S., Two Sister e June 16. Però non saprei spiegare perché.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:10 , Blogger Franz ha detto...

ragazzi auguri per il video...
sto consumando il vostro disco

 
Alle 9 febbraio 2010 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Franz... lo sto consumando pure io.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:10 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

grazie franz!

 
Alle 9 febbraio 2010 22:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Ora.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:12 , Blogger Matteo ha detto...

(grazie Franz)

 
Alle 9 febbraio 2010 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Si tratta di un cd molto intenso, bruciante, difficile fareun titolo, anche se "Chewing Gum (Under your shoe)" mi pare la più rappresentativa.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Dove trovate l’ispirazione?

 
Alle 9 febbraio 2010 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

…A proposito di scrittura e ispirazione, mi ricordo quello che diceva Eddie Vedder: le idee migliori vengono nei momenti più inopportuni, quando non hai la possibilità di buttarle giù. Poi le dimentichi, e ti rimane il vago ricordo di una cosa grandissima....che rabbia.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Mai capitato? Girate con un quadernetto o un registratore?

 
Alle 9 febbraio 2010 22:16 , Blogger Emanuela ha detto...

Non avevo mai pensato a Chewing Gum come una delle più rappresentative, perché è una delle più "vecchie"... ma forse noi "da dentro" non ce ne rendiamo bene conto... ;)

 
Alle 9 febbraio 2010 22:19 , Blogger Emanuela ha detto...

Di solito giochiamo a calcio balilla per trovare l'ispirazione...
Per il resto, devo dire che ultimamente mi è capitato di canticchiare delle cose al cellulare per cercare di non dimenticarle. Fa ridere un sacco quando le vai a riascoltare!

 
Alle 9 febbraio 2010 22:19 , Blogger Emanuela ha detto...

@ Franz: qual è il tuo pezzo preferito del disco?

 
Alle 9 febbraio 2010 22:19 , Blogger Emanuela ha detto...

se ne hai uno... :)

 
Alle 9 febbraio 2010 22:20 , Blogger Matteo ha detto...

essendo Ema a scrivere non so come sia per lei, però per quel che mi riguarda è vero, l'ispirazione arriva sempre nel momento meno opportune. puoi passare ore e ore in sala prove e uscire da lì frustrato perché ti pare di non aver cavato un ragno da un buco, poi vai a dormire e poco prima di prendere sonno arriva l'illuminazione. mi è capitato più di una volta ed in effetti è piuttosto fastidioso. hehe.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Devi lasciare un quaderno sul comodino...

 
Alle 9 febbraio 2010 22:22 , Blogger Matteo ha detto...

sarebbe meglio un registratore...

 
Alle 9 febbraio 2010 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, o un registratore ...o un cellulare che fa tutto...
Intanto che Franz pensa alla sua preferita, vado io con la prossima.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Dietro alla produzione del cd “Sh!”, assieme a voi direttamente coinvolti, c’è la Kitano, Estragon Lab, Bronson Produzioni…come vi siete incontrati? Come prosegue il rapporto? Concerti? Ne vedo un sacco…

 
Alle 9 febbraio 2010 22:24 , Blogger Emanuela ha detto...

...tutti e due, meglio!
A me fanno sempre troppo ridere le registrazioni deliranti della notte. Tipo gatto che miagola sottovoce.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:24 , Blogger Emanuela ha detto...

... + Polka Dots!

 
Alle 9 febbraio 2010 22:25 , Blogger Franz ha detto...

scusate il ritardo ma ho una pessima connessione. Allora per rispondere ad Emanuela che mi ha letto nel pensiero, ne ho due "Too many DJ's" e "Commutatio loci". Proprio riguardo la prima vorrei domandarvi, al dì la del testo, se c'entrano qualcosa i fratelli Dewaele dei Soulwax?

 
Alle 9 febbraio 2010 22:25 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

è stato tutto merito di matteo qui.... e anche Berlino....

 
Alle 9 febbraio 2010 22:27 , Blogger Emanuela ha detto...

Kitano è: Alessandro Ceccarelli (attuale responsabile di Estragon), Bronson Produzioni e Marco Caldera (discografico, musicista e produttore).

 
Alle 9 febbraio 2010 22:31 , Blogger Emanuela ha detto...

è nato tutto dalla voglia di andare nella stessa direzione.
In due anni è cresciuto tutto un po' alla volta, finché non hanno deciso di creare proprio qualcosa ad hoc per l'uscita di questo album.
Ci riteniamo molto fortunati per questo.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:32 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

molto fortunati, anche perchè sono ottime persone e ottimi amici...
ci si sente spesso fra di noi, anche al di là della questione lavorativa....

 
Alle 9 febbraio 2010 22:35 , Blogger Matteo ha detto...

in realtà con tutti c'è un rapporto di amicizia che si è sviluppato in parallelo al nostro rapporto lavorativo. io e Marco ci siamo conosciuti per caso a Berlino prima ancora che suonassi con gli Heike has the giggles. lui aveva una indie label (la polka dots appunto) e ci siamo incontrati di nuovo al MEI di faenza, noi suonavamo e lui era lì con la sua etichetta. ci ha sentito, gli siamo piaciuti e abbiamo iniziato a lavorare insieme pian pianino. poi le sue forze si sono fuse con quelle di Alessandro di estragon e con Chris di bronson produzioni e quello che ne è uscito è la Kitano. in realtà è una storia un po' lunga ma fondamentalmente questo è il succo.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Franz si chiedeva l'origine di "Too many DJ's", che sto ascoltando ora, e devo dire molto vostra...

 
Alle 9 febbraio 2010 22:38 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

matteo fa sempre degli ottimi riassunti... voto 8

 
Alle 9 febbraio 2010 22:42 , Blogger Emanuela ha detto...

Sì... stavo cercando di sintetizzare...
@ Franz: sicuramente è ironico anche in quel senso, ma non si riferisce ai dj's in sè. Piuttosto parla di un disagio. Tutto l'album è un po' incentrato sul tema dell'incomunicabilità...

 
Alle 9 febbraio 2010 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Con Internet che rapporto avete da utenti?

 
Alle 9 febbraio 2010 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

A proposito di incomunicabilità...

 
Alle 9 febbraio 2010 22:45 , Blogger Emanuela ha detto...

A questa deve rispondere Matteo a.k.a. il comunicatore...

 
Alle 9 febbraio 2010 22:45 , Blogger Matteo ha detto...

internet è sicuramente un ottimo mezzo per diffondere e (ovviamente cercare) informazioni.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:46 , Blogger Emanuela ha detto...

by wikipedia

 
Alle 9 febbraio 2010 22:46 , Blogger Franz ha detto...

stavo per dire la stessa cosa. I riassunti del collega di sicuro risentono delle regole di Grice

 
Alle 9 febbraio 2010 22:47 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

ora internet è la base.... una medaglia... con due lati....

 
Alle 9 febbraio 2010 22:47 , Blogger Emanuela ha detto...

Io passo decisamente troppe ore su internet, ma non riesco a farne a meno...

 
Alle 9 febbraio 2010 22:48 , Blogger Alligatore ha detto...

… e da musicanti, il rapporto con la Rete delle Reti e le nuove tecnologie in genere?

 
Alle 9 febbraio 2010 22:48 , Blogger Matteo ha detto...

(ecco, adesso mi hanno messo in crisi.)
certamente si pone sempre il problema di capire cosa si è trovato e quanto sia attendibile l'informazione, però in questo consiste la "democrazia" di internet, nel poter trovare al suo interno qualunque cosa.
per una band è sicuramente un ottimo mezzo per farsi conoscere, come molti gruppi (vedi Arctic Monkeys) ci hanno mostrato per eccellenza, ma si tratta sempre e soltanto di un mezzo, mai un punto di arrivo.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Perfetto, ineccepibile direi.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:50 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

internet è il DIAVOLO.... BUAHAHAHAHAHAH

 
Alle 9 febbraio 2010 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Myspace vi sembra una cosa buona o solo una vetrinetta? ... superato da Facebook? Anche se ora FB appare ridimensionato, non è più la moda del momento, fa pure cose impegnate, manifestazioni, appelli …

 
Alle 9 febbraio 2010 22:55 , Blogger Emanuela ha detto...

...per ora non abbiamo nemmeno un sito, ma MySpace, che utilizziamo come riferimento "ufficiale".
Sicuramente ogni mezzo che internet offre può essere utile.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:55 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

myspace è una cosa buona secondo me, se usata nella maniera corretta, io facebook non ce l'ho... in compenso ho twitter ed è divertentissimo....

 
Alle 9 febbraio 2010 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Hai anche un blog..

 
Alle 9 febbraio 2010 22:57 , Blogger Matteo ha detto...

per questo parlavo di mezzo e non di punto di arrivo. personalmente non ho mai avuto un account fb per cui non lo conosco, ma myspace è un ottimo mezzo. se vuoi sentire le canzoni di una band, o controllare le date, su myspace lo puoi fare e solitamente puoi avere la certezza quasi matematica che sia attendibile perché solitamente è aggiornato regolarmente e gestito dalle band stesse. quando parlavo di punto di arrivo mi riferivo a quelle band (e mi è capitato di vederne più di una) che magari hanno fatto spam in maniera massiccia, hanno 150mila amici e milioni di visite giornaliere ma poi non fanno mai una data live.
a mio avviso non ha nessun senso fare musica per crearsi la propria paginetta su myspace con la propria band. la realtà non è quella virtuale.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, non è questo il fine.

 
Alle 9 febbraio 2010 22:58 , Blogger Matteo ha detto...

(scusate per la bruttissima ripetizione di "solitamente" nel commento precedente.)

 
Alle 9 febbraio 2010 22:59 , Blogger Emanuela ha detto...

(cacchio, Guido, io non sapevo avessi un blog così <3)

 
Alle 9 febbraio 2010 23:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Si scoprono tante cose sconosciute sui socialnetwork.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma torniamo al territorio.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Voi siete di Solarolo, paesino in provincia di Ravenna dove è nata pure Laura Pausini. Quanto ha pesato questo nella vostra scelta di fare musica? Una musica che va nella direzione piacevolmente e inesorabilmente contraria della vostra celebre concittadina …

 
Alle 9 febbraio 2010 23:01 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

mi piacerebbe diventare un cuoco, non un batterista.... RAGAZZI IO MOLLO TUTTO!
addio.... :)

 
Alle 9 febbraio 2010 23:02 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

la Laura la rispettiamo e siamo fieri di averla come compaesana! è bella come cosa.... abbiamo anche un museo....

 
Alle 9 febbraio 2010 23:04 , Blogger Matteo ha detto...

a dire il vero non credo che Laura Pausini c'entri qualcosa con la nostra musica, né in maniera diretta, né in maniera indiretta. abbiamo iniziato a suonare tutti intorno ai 12/13 anni perché volevamo farlo, non perché c'era la Pausini.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:05 , Blogger Matteo ha detto...

"abbiamo anche un museo..."
ma cosa stai dicendo?

 
Alle 9 febbraio 2010 23:05 , Blogger Emanuela ha detto...

Suoniamo più o meno tutti dai 12 anni e semplicemente abbiamo continuato a farlo perché ci piace! Direi che Laurona non ha avuto alcun peso nella nostra scelta di fare musica, ma le vogliamo bene...! :)

 
Alle 9 febbraio 2010 23:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella questa cosa, e bella anche la storia del museo.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:06 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

io sono stato nella sede del fan club e durante feste paesane lo aprono.. e ci sono tutti is uoi vestiti delle occasioni speciali, le foto e via dicendo.... è un museo....

 
Alle 9 febbraio 2010 23:06 , Blogger Emanuela ha detto...

Ahah, Guido forse voleva dire che c'è un fanclub...

 
Alle 9 febbraio 2010 23:07 , Blogger Denis ha detto...

Ciao agli "sghignazzii di Heike", tralasciando i complimenti (non sarei qui altrimenti) sto per fare una domanda "fiume".. :]

 
Alle 9 febbraio 2010 23:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Vai Denis Hopper.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:08 , Blogger Matteo ha detto...

non so come abbia fatto a perdermi tutte queste succulenti reliquie della mitica Laura...

 
Alle 9 febbraio 2010 23:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Vai con la domanda fiume...

 
Alle 9 febbraio 2010 23:09 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

il comune di solarolo mi paga per mettere in giro voci false sulla presenza di un IPOTETICO museo per fare in modo che i turisti abbiano un motivo in più per venire...

 
Alle 9 febbraio 2010 23:09 , Blogger Emanuela ha detto...

http://it.wikipedia.org/wiki/Reliquia

Il termine reliquia (dal latino reliquiae, resti) indica, in senso stretto, la salma, o una parte di essa, di una persona venerata come santo o beato e più in generale di una persona famosa.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi perfetto.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:09 , Blogger Matteo ha detto...

ok. ho sbagliato termine.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:10 , Blogger Emanuela ha detto...

:*

 
Alle 9 febbraio 2010 23:10 , Blogger Matteo ha detto...

però alla fine wikipedia dice "in senso stretto" quindi alla fine ci poteva stare dai!

 
Alle 9 febbraio 2010 23:12 , Blogger Emanuela ha detto...

Denis?

 
Alle 9 febbraio 2010 23:12 , Blogger Denis ha detto...

siete un gruppo indie in Italia (mi spiace per voi.. ^^) tendenzialmente tendo a vedere queste ipotesi:
1- riuscite a rimanere fedeli a voi stessi ma per qualche miracolo diventate simpatici ai media mainstream che vi promuovono e fate successo (per un po', il mainstream è puttana. Si può dire puttana qui? e mainstream?);
2- restate fedeli a voi stessi "accontentandovi" di piacere a me, Franz e altri di buoni gusti (ma siamo tendenzialmente in pochi);
3- restate fedeli a voi stessi ma puntate sul mercato straniero (visto che Emanuela canta in inglese, direi che non disdegnate questo scenario);
4- cedete e vi commercializzate perdendo me e Franz (could you live with it?!);
5- cedete, vi commercializzate (perdendo noi di cui sopra) poi vi manchiamo e tornate alle origini con il risultato che noi non ve l'abbiamo perdonata, i nuovi si sentono abbandonati e voi finite a fare turnisti per i live della Pausini!

Detto ciò, se già non mi avete mandato a quel paese: come vi vedete tra 2 anni? inizio a tenere il vostro CD come reliquia? (tanto per riagganciarmi al vostro discorso) :D

 
Alle 9 febbraio 2010 23:14 , Blogger Emanuela ha detto...

A noi piacerebbe l'ipotesi 3!

 
Alle 9 febbraio 2010 23:16 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

DENIS è il king! ha vinto il premio domanda del secolo!
fra due anni mi piacerebbe poter dire di aver fatto il possibile per divertirmi! l'importante è che il rapporto fra noi 3 non cambi! poi quel che sarà sarà.... come diceva la canzone.... LO SCOPRIREMO SOLO VIVENDO.....

 
Alle 9 febbraio 2010 23:17 , Blogger Denis ha detto...

E io che speravo di vedervi nei tour della Pausini! :P

 
Alle 9 febbraio 2010 23:18 , Blogger Matteo ha detto...

il mercato estero è quasi un sogno che senza dubbio ci piacerebbe riuscire a raggiungere. il discorso del mainstream e delle major è un pochino più complicato di come l'hai presentato tu, moltissime band sono riuscite a rimanere se stesse pur pubblicando dischi con le major e anzi, hanno sfruttato questa cosa, per raggiungere ancora più persone col proprio messaggio.
noi comunque siamo contenti di Kitano e riuscire ad immaginarci da qui a due anni mi sembra una cosa troppo difficile. ti posso solo dire che stiamo lavorando già a canzoni nuove.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:18 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

citando la mitica ORIETTA.... finchè la barca va.... lasciala andare...... finchè la barca va.... tu non remare.... finchè la barca va...stai a guardare...
Quando l'amore viene il campanello suonerà..... SUONERà.....

 
Alle 9 febbraio 2010 23:18 , Blogger Denis ha detto...

Comunque, dopo che sono venuto a *sorbirmi* gli Afterhours (spero non mi leggano. Anzi, sì! DopoOre: vi odio!) per essere presente per il lancio del CD all'Estragon (a ottobre? non ricordo più) e aver fatto venire a nevicare il giorno del lancio a Ravenna potete seriamente dire di non odiarmi?

 
Alle 9 febbraio 2010 23:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella questa dell'Orietta...dovreste farne una cover punk.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:19 , Blogger Matteo ha detto...

ah, e, per inciso, i turnisti della Pausini sono musicisti e artisti incredibili.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:20 , Blogger Denis ha detto...

Matteo: che il mondo delle major sia più intricato di come l'ho disegnato io in 2 parole ne sono certo (anche perché lo conosco abbastanza bene). Passami le ipotesi qualunquiste, sono un disilluso ormai.. :)

 
Alle 9 febbraio 2010 23:21 , Blogger Denis ha detto...

(lo so che il turnista è quasi sempre gente molto brava, non volevo criticarli, era una battuta :D)

 
Alle 9 febbraio 2010 23:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Avete contatti con altri artisti della vostra città o regione? Di altre?

 
Alle 9 febbraio 2010 23:23 , Blogger Matteo ha detto...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:24 , Blogger Emanuela ha detto...

Non capisco perché usi i termini "cedere", "commercializzarsi", ma non so fare bei discorsi su questo argomento e ti dico solo che per noi è stato sempre naturale ciò che facciamo e vogliamo che continui ad essere così, al di là di quello che può capitarci attorno.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:24 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

per denis... CAVOLO... sei stato troppo gentile a venire... veramente... conosci bene il mondo delle major? sei un musicista?

 
Alle 9 febbraio 2010 23:24 , Blogger Matteo ha detto...

certo! e io non vorrei che la freddezza di uno schermo del computer faccia apparire le mie parole come dettate dall'ira, volevo solo cercare di costruire un discorso un minimo strutturato. ;D

 
Alle 9 febbraio 2010 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

La domanda di Denis era molto complessa e articolata, ma ve la siete cavata bene, è un discorso ostico il rapporto tra indie e mainstream, qualcosa tipo è nata prima la gallina o l'uovo...molti si sono persi su questi ragionamenti.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:26 , Blogger Emanuela ha detto...

sì, si sono create delle belle amicizie!

 
Alle 9 febbraio 2010 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, con altre band?

 
Alle 9 febbraio 2010 23:27 , Blogger Matteo ha detto...

diciamo che è abbastanza facile conoscersi tra musicisti anche perché, per quanto possa sembrare, l'Italia non è grandissima per cui capita sempre che ti incontri in un modo o in un altro. paradossalmente, abbiamo più amici e contatti fuori dall'emilia-romagna che nella nostra zona in generale.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:28 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

la musica e il girare ci sta facendo conoscere ottime persone.. siamo felici di questo!

 
Alle 9 febbraio 2010 23:29 , Blogger Alligatore ha detto...

P.J. Harvey, Patti Smith, Arctic Monkeys, Bikini the Cat ... sono le solite masturbazioni mentali della critica o qualche contatto lo sentite? Altri, più nascosti?

 
Alle 9 febbraio 2010 23:33 , Blogger Denis ha detto...

Guido: No, a Ravenna causa neve non sono venuto (anche se i signori Bronson avevano assicurato un caldo benvenuto.. farmi 400km tra A/R non era esattamente una grande idea..), per questo dico che mi odiate :D
Comunque ho una famiglia di musicisti (mio papà con uno studio discografico, mio fratello che suona, io ho smesso perché non ho tempo) quindi un po' so cosa c'è dietro. E mi ricollego alla risposta di Emanuela.. per "commercializzarsi" intendo che l'etichetta chiede all'artista brani magari in italiano, magari qualcuno sanremese (magari non sarà il vostro caso - ve lo auguro), magari qualcuno "banale" per le radio.. etc.. questo intendo. Questo non vorrei :)

PS. scusate la lunghezza ma non ci faccio caso mentre scrivo.. anzi: grazie per avermi risposto tutti :)

 
Alle 9 febbraio 2010 23:34 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

ottimi artisti....secondo me c'è un fondo di verità... io tra 5 minuti stacco che devo andare....

 
Alle 9 febbraio 2010 23:36 , Blogger Emanuela ha detto...

Sicuramente la fine degli anni 90 e i primi anni del 2000 hanno avuto una grande influenza su di noi, ma devo dire che non abbiamo mai avuto gruppi di riferimento... anche perché abbiamo gusti un po' diversi. Non siamo troppo consci di come fare le cose; le facciamo e basta e pian piano ci siamo affinati per farle venir fuori al meglio, ma senza stare troppo a pensarci.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:36 , Blogger Matteo ha detto...

sicuramente sono ascolti che più o meno abbiamo e solitamente quello che ascolti influenza il tuo modo di fare musica anche senza accorgertene. è comunque un grande onore essere accostato a nomi del genere anche se non so quanto questo filo che ci lega a loro sia così diretto. io sicuramente sono più influenzato da altre cose.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina e titolo (“Sh!”) sembrano avere qualcosa a che fare con la comunicazione. Un invito al silenzio? Ad usare meglio e in modo creativo i mezzi di comunicazione di massa?

 
Alle 9 febbraio 2010 23:37 , Blogger Enrico ha detto...

Salve Heike...Volevo soltanto farvi i complimenti per il vostro gruppo e la vostra musica.
Vi ho ascoltato a Capannelle quest'estate e spero di poterlo rifare presto...
A quando una data nella città eterna?

 
Alle 9 febbraio 2010 23:38 , Blogger Matteo ha detto...

@ Enrico: grazie mille! speriamo di capitare presto a Roma, qualcosa si sta muovendo!

 
Alle 9 febbraio 2010 23:39 , Blogger Enrico ha detto...

Sounds good Matthew! :)

 
Alle 9 febbraio 2010 23:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Enrico.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:41 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

grazie enrico...

 
Alle 9 febbraio 2010 23:41 , Anonymous Veronica ha detto...

Ciao a tutti, vi ho conosciuto un po' per caso (ok, come succede alla fine sempre con la musica) grazie ad un'amica, e mi siete piaciuti subito (raro per me eh).

Credo sinceramente e senza paraculaggine che siate una delle migliori band (indie) rock italiane in circolazione, il vostro disco è bellissimo e live siete ancora più bravi :D
Sappiate che vi sto diffondendo e per ora chi vi ha sentito apprezza... :)
Dopo questo strappalacrime momento da fan, volevo fare anch'io una domanda se si può, ma vedo che di fatto è già stata posta... (le vostre influenze musicali -più o meno conscie-)!

 
Alle 9 febbraio 2010 23:41 , Blogger Emanuela ha detto...

Sh! vuole creare un paradosso con la nostra musica, che è abbastanza frenetica e "rumorosa".
Parla di un conflitto tra il voler dire le cose e il dirle lo stesso anche se un po' "a caso", giusto per evitare di imbarazzarsi stando in silenzio.
Parla più di rapporti interpersonali, di interiorità; non tanto di mezzi di comunicazione.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:42 , Blogger Emanuela ha detto...

Ciao Veronica, ciao Enrico! :D

 
Alle 9 febbraio 2010 23:42 , Blogger cuoco hardcore ha detto...

io signori vi saluto! ringrazio alligatore e tutti, scusatemi se vado via... è stato molto divertente..... grazie!

 
Alle 9 febbraio 2010 23:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Mezzi di comiunicazione intimi, tra persone allora...ciao Veronica.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Guido, grazie a te.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Il primo disco/cassetta della vostra vita?...quello acquistato, intendo.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:44 , Anonymous Veronica ha detto...

(Buonasera -o buonanotte?- a tutti ;D)

 
Alle 9 febbraio 2010 23:45 , Blogger Matteo ha detto...

diciamo che gli ascolti e le influenze sono sempre abbastanza diverse, per quel che mi riguarda sono sempre stato affascinato dal rythm&blues e dal funk che, passando poi per il p-funk, mi ha portato fino ad ascolti elettronici. se dovessi identificare le mie influenze, queste sono le più probabili.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:45 , Blogger Denis ha detto...

ops, troppo tardi ;) buonanotte Guido!

 
Alle 9 febbraio 2010 23:46 , Blogger Matteo ha detto...

bella Guido!
'Notte!

 
Alle 9 febbraio 2010 23:46 , Blogger Emanuela ha detto...

Musicassetta: il primo albuma delle Spice Girls (il titolo non lo ricordo...)
Cd: Jagged Little Pill di Alanis Morissette

 
Alle 9 febbraio 2010 23:46 , Anonymous Veronica ha detto...

Interessante... grazie Matteo!

 
Alle 9 febbraio 2010 23:46 , Blogger Enrico ha detto...

Salve alligatore! Già che ci sono provo a fare una domanda, che spero non si troppo "fuoriluogo".
Prima del concerto romano di quest'estate (perdonatemi) non avevo idea di chi foste, cosa che mi capita nella maggior parte dei casi quando si tratta di gruppi d'apertura.
Inutile dire che sono rimasto colpito, e stesso dicasi per chi era quella sera con me.
Ecco, io sarei curioso di sapere se siano stati proprio gli Afterhours a chiamare voi per aprire il concerto, o se si è trattato di qualcosa voluto o montato da qualcun altro...

 
Alle 9 febbraio 2010 23:49 , Blogger Matteo ha detto...

musicassetta: una raccolta di jovanotti del '95 mi pare.
cd: eminem, the marshall mathers lp

 
Alle 9 febbraio 2010 23:51 , Blogger Emanuela ha detto...

Manuel Agnelli ha ricevuto il nostro disco (che era già pronto ai tempi) e poco tempo dopo ci ha proposto di fare due concerti con loro; una cosa in linea con il progetto "il paese è reale" insomma...

 
Alle 9 febbraio 2010 23:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, molto bello e diretto, molto spesso le cose accadono perchè devono accadere.

 
Alle 9 febbraio 2010 23:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Nonostante la vostra giovane età (stento a crederci…), avete girato un bel po’ tra le rassegne mondiali di musica giovane più importanti, da Italia Wave Love Festival al mitico Sziget Festival di Budapest, ma poi ho letto di Toronto, Berlino …e poi ditemi voi? Parlatemi delle vostre esperienze in queste rassegne. Positive? Negative? Da consigliare ad altri giovani gruppi? …

 
Alle 9 febbraio 2010 23:59 , Blogger Matteo ha detto...

suonare all'estero è davvero un'esperienza incredibile. innanzitutto perché la cultura musicale è completamente diversa fuori dall'Italia e, di conseguenza, anche il pubblico ha un approccio diverso ad una band. per noi poi, che facciamo musica in inglese, suonare a Toronto è stata come una sorta di prova che, devo dire, è andata davvero bene.
le esperienze che si possono fare ai concerti all'estero sono sempre e comunque positive perché ti trovi a rapportarti con qualcosa di diverso, non abituale e soprattutto incredibilmente stimolante.

 
Alle 10 febbraio 2010 00:00 , Blogger Emanuela ha detto...

Speriamo capitino sempre più spesso occasioni simili!

 
Alle 10 febbraio 2010 00:01 , Blogger Enrico ha detto...

E' la risposta che speravo di ottenere...quindi anche un gruppo affermato come gli Afterhours ha riconosciuto il vostro talento, che al di là delle adulazioni stereotipate, secondo me c'è davvero.

Detto questo mi congedo, sennò domani studio col cavolo.
Dal mio piccolo vi faccio un grosso in bocca al lupo per la vostra carriera, e spreo di ribeccarvi presto dal vivo!

P.S. complimenti anche per il primo video...ha ricevuti consensi da tutti quelli a cui l'ho mostrato!
See ya!

 
Alle 10 febbraio 2010 00:02 , Blogger Denis ha detto...

C'è qualche live che ricordate particolarmente? non per forza i più famosi, non per forza uno, ma magari qualche ricordo piacevole e che il pubblico potrebbe non aver neanche colto.. :)

 
Alle 10 febbraio 2010 00:02 , Blogger Matteo ha detto...

crepi il lupo e grazie mille Enrico!
Buonanotte!

 
Alle 10 febbraio 2010 00:02 , Blogger Emanuela ha detto...

Grazie mille e crepi!
:)
A presto!

 
Alle 10 febbraio 2010 00:03 , Blogger Emanuela ha detto...

So di essere poco rock'n'roll, ma purtroppo anch'io ho una sveglia abbastanza infelice domani... :)

 
Alle 10 febbraio 2010 00:04 , Blogger Alligatore ha detto...

E infatti abbiamo finito: fatevi una domanda, datevi una risposta e poi tutti a nanna …

 
Alle 10 febbraio 2010 00:04 , Blogger Matteo ha detto...

mmh... domanda difficile.
io sicuramente ho nel cuore le due date all'Italia wave nel 2008 e 2009 e un live al Clan Destino, un locale storico e bellissimo a Faenza, praticamente sotto casa.
locale dove sono solito spendere molte delle mie serate. hehe.
sono comunque sicuro di essermi dimenticato molti altri live a cui tengo particolarmente.

 
Alle 10 febbraio 2010 00:04 , Blogger Emanuela ha detto...

Su tutti: Clan Destino, Faenza (RA).

 
Alle 10 febbraio 2010 00:04 , Blogger Matteo ha detto...

ema, domani confermato per le 13.10?

 
Alle 10 febbraio 2010 00:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Era la domanda finale?

 
Alle 10 febbraio 2010 00:05 , Blogger Matteo ha detto...

(questa era la domanda a noi stessi...)

 
Alle 10 febbraio 2010 00:06 , Blogger Emanuela ha detto...

Anche al Bronson in apertura ai Glasvegas!
Il nostro camerino era un bagno, ahah.
Ed eravamo davvero emozionati.

 
Alle 10 febbraio 2010 00:06 , Blogger Matteo ha detto...

ahahahahah!
sì.

 
Alle 10 febbraio 2010 00:06 , Blogger Emanuela ha detto...

(Sì, 13.10!)

 
Alle 10 febbraio 2010 00:06 , Anonymous Veronica ha detto...

Ahaahh vabbè il martedì sera è abbastanza concesso essere poco rock'n'roll, su...
Grazie mille e in bocca al lupo ragazzi! :D
'Notte
Veronica

 
Alle 10 febbraio 2010 00:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Heike Has The Giggles.

 
Alle 10 febbraio 2010 00:07 , Blogger Emanuela ha detto...

Ahah! :)
Buonanotte!

 
Alle 10 febbraio 2010 00:08 , Blogger Matteo ha detto...

grazie mille Veronica e crepi il lupo!
grazie anche a te caro vecchio (in senso affettuoso eh) Alligatore.
buonanotte a tutti.

 
Alle 10 febbraio 2010 00:08 , Blogger Emanuela ha detto...

Quindi era l'ultima domanda??
Grazie a te, Diego.

 
Alle 10 febbraio 2010 00:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Lo sono, lo sono Matteo, questa sera in particolar modo...
Buonanotte e buona fortuna HHTG.

 
Alle 10 febbraio 2010 00:10 , Blogger Alligatore ha detto...

... e grazie a tutti gli intervenuti: Franz, Denis, Enrico, Veronica ... avete un sacco di amici in giro per l'Italia.

 
Alle 10 febbraio 2010 00:12 , Blogger Denis ha detto...

Grazie agli HHTG e all'alligablog :)

 
Alle 10 febbraio 2010 00:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te ...

 
Alle 10 febbraio 2010 00:23 , Blogger Fra ha detto...

Ciao sono arrivato in tempo?

 
1 – 200 di 206 Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page