martedì 8 dicembre 2009

LIBRI: Piazza Fontana di Barilli/Fenoglio

Ultimamente ho ripreso a leggere libri, magari disertando qualche blog di amici, o, meglio, leggendoli senza commentare o commentando meno. Mi scuso, ma mi sono imbattuto in libri da leggere assolutamente, come questo graphic novel edito dal Becco Giallo: Piazza Fontana, di Francesco Barilli e Matteo Fenoglio. Il prossimo 12 dicembre, questo sabato, saranno quarant’anni da quella strage. A me non sembrano pochi per avere chiarezza.
SU SMEMORANDA Da leggere: Piazza Fontana
LA CASA EDITRICE DEL LIBRO http://www.beccogiallo.it/

Etichette: , , , , , , ,

8 Commenti:

Alle 8 dicembre 2009 19:04 , Anonymous and ha detto...

un giorno che non deve mai essere dimenticato. quella data è ricordata oltre nella mia famiglia, oltre che per gli ovvi motivi, anche perchè mio padre, di sinistra, che doveva finire la leva a Roma pochi giorni dopo la strage, fu costretto a rimanere in caserma per due altri mesi, per non farlo tornare a casa. non sai con quanta rabbia tornò a casa, dopo già un anno di punizioni e tutto il resto che uno si può immaginare durante quegli anni.

 
Alle 9 dicembre 2009 00:11 , Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Diciamo pure che sono tantissimi per non sapere ancora la verità.

 
Alle 9 dicembre 2009 00:14 , Blogger Silvia ha detto...

Grazie della dritta, impossibile non ricordare la strage di piazza Fontana.
Anch'io sto imparando ad apprezzare i graphic novel...

Ultimamente non sto leggendo quanto vorrei...Sicuramente tra un paio di settimane, dopo gli esami, avrò un pò più di tempo per farlo.

Notte!

 
Alle 9 dicembre 2009 00:30 , Blogger Alligatore ha detto...

@and
Il privato è politico, chiapperi, avevano ragione nel '68...già, da non dimenticare, come molte altre stragi venute dopo. Questa è stata solo la prima.
@Daniele Verzetti il Rockpoeta®
Di quante altre stragi potremmo dire così? Fino a quando?
@Silvia
Sì, pure io mi sto appassionando a questi fumetti per grandi, e ho scoperto(anche se lo sapevo da molti anni) che l'editrice BeccoGiallo ne ha una sfilza interessantissimi...voglio recuperare. Spero tu riesca presto a leggere il giusto. Notte nottambula.

 
Alle 9 dicembre 2009 11:13 , Blogger Ross ha detto...

Lo sto adocchiando già da qualche giorno, questo fumetto. Mi sa che me lo faccio regalare per Natale.

Mi unisco ai tuoi complimenti a BeccoGiallo, che ci stimola i pensieri con pubblicazioni coraggiose e sempre ben curate.

 
Alle 9 dicembre 2009 14:39 , Blogger Alligatore ha detto...

...è un regalo che auguro di ricevere a tutti. Un libro dove etica ed estetica vanno a braccetto.
Già, concordo su BeccoGiallo e non aggiungo altro (troppi complimenti stanno male, consiglio solo di dare uno sguardo a quante storiacce italiche hanno raccontato...e non solo storiacce).

 
Alle 9 dicembre 2009 20:45 , Blogger JAENADA ha detto...

Al di là dell'importanza dei temi mi pare un'idea editoriale molto originale.Sono contento di averla scoperta.

 
Alle 9 dicembre 2009 21:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, l'ho sempre sentita come nome (sui giornali e da amiche appassionate lettrici), ma non avevo mai letto un libro della BeccoGiallo. Ora li vorrei leggere tutti. Questo su Piazza Fontana è documentatissimo, oltre al fumetto, che hanno reso veramente bene, ha interviste ad alcuni figli dei morti nella strage e a testimoni diretti, loro malgrado, di quel buco nero. Una scuola seria lo adotterebbe come libro di testo.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page