sabato 11 novembre 2017

In palude con Non Giovanni


 NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE pop
DOVE ASCOLTARLO Spotify e altri store online
LABEL Irma Records
PARTICOLARITA’ ...
SITO O FB DEL GRUPPO nongiovanni pare
CITTA’: Grottaglie (TA)
DATA DI USCITA 29/09/2017 

L’INTERVISTA
Come è nato Stare bene?

Come anche Ho deciso di restare in Italia è un album autobiografico, basta ascoltare queste altre 10 canzoni per sapere cosa ho fatto in questi anni.
Perché questo titolo? … ironico, vista la situazione generale. O no?
Non è tanto ironico quanto sintetico, il titolo giusto sarebbe: “della facilità e della difficoltà di Stare Bene.”
Come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?
Questo secondo disco doveva avere un altro titolo e quasi tutte altre canzoni all’interno, passava il tempo e io scrivevo ed ho capito che le canzoni di prima non sarebbero mai entrate in un disco mentre queste spingevano prepotenti per esserci.
Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del disco?
Più che un episodio un mood generale che ha segnato tutto l’anno di lavorazione, la serenità con cui pomeriggio dopo pomeriggio, io e Alberto Dati, il produttore del disco abbiamo lavorato.
Se questo cd fosse un concept-album su cosa sarebbe? … tolgo il fosse?
La difficoltà, la bellezza, la forza di essere umani. Ho riassunto così la cosa nelle descrizioni e lo ridico qui perché mi piace,
C’è qualche pezzo che preferisci? Qualche pezzo del quale vai più fiero di Stare bene? … che ti piace di più fare live?
Mi piace molto Piccola te perché ha un valore profetico e magico: mi è capitato di descrivere mia figlia prima ancora che venisse concepita. Nel pezzo c’è anche un feat con Molla, cantautore grintoso con cui abbiamo condiviso nello stesso periodo l’esperienza di diventare genitori. Insomma una serie di belle coincidenze.
Ancora una volta Irma Records come label … attaccamento alla maglia come i fuoriclasse di una volta. O non solo questo?
Irma Records ha investito a occhi chiusi nell’impresa e io di questo non posso che essere infinitamente grato.
Copertina con te stesso in primo piano e un certo ottimismo nello sguardo. Come è nata e chi l’ha fatta e/o pensata così?
Non volevo copertine concettuali questa volta ma una foto che mi rappresentasse. Lo scatto è di Antonio Zanata, fotografo che sapevo avrebbe potuto cogliere quello che cercavo.
 Come presenti dal vivo Stare bene?
Siamo in tre, chitarra basso batteria, set snello ma potente perché arricchito dalle basi. Porto anche alcuni pezzi del vecchio disco, solo i singoli.
Altro da dichiarare?
È stato un piacere chiacchierare ancora con te.

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

10 Commenti:

Alle 11 novembre 2017 00:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Gradito ritorno in palude di Non Giovanni con questo Stare bene, meno ironico del precedente, forse, più pacificato direi (la paternità?), ma senza perdere la vena pop cantautorale del primo disco.

 
Alle 11 novembre 2017 00:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, perché il giovane pugliese è veramente un gran cantautore pop, di quelli che apparentemente non sembrano, ma lasciano il segno (un opportunista da area di rigore, per usare una metafora calcistica, se me la passate).

 
Alle 11 novembre 2017 00:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Qui lascia il segno fin dalle prime note di Dan Brown, pezzo che apre in modo elettrico/eletrizzante dando il giusto ritmo a tutto il disco ...

 
Alle 11 novembre 2017 00:07 , Blogger Alligatore ha detto...

E anche constestualizzando ...

 
Alle 11 novembre 2017 00:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Però il pezzo che lascia il segno maggiormente è l'ultimo (prima di Dan Brown -Radio Edit), cioè Erasmus, ispirato da Erasmo da Rotterdam e dal suo Elogio della follia ... be' qui, ironia, pazzia e disincanto la fanno da padroni. Non Giovanni al piano te le canta e te le suona in modo mirabile, con un testo libero/libertario da mandare a memoria. Per non dire del basso tuba, che si ascolta con immenso piacere.

 
Alle 11 novembre 2017 00:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Molto buona anche la canzone che ha dato il titolo o quasi, al cd, Stare bene con te ... ancora elettricità per una canzone d'amore che s'interroga sullo stare bene con ... te

 
Alle 11 novembre 2017 00:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Mare è fantastico, come il mare ... suggestivo, un pezzo pop leggero che potrebbe diventare un hit (d'estate), con il suo ritornello mare, mare, mare ...

 
Alle 11 novembre 2017 00:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Piccola te e Negli occhi che hai sono pezzi dolci, romantici, che risentono (detto positivamente), della sua recente paternità ... ottimismo, dolcezze, pure un violoncello soave nella seconda.

 
Alle 11 novembre 2017 00:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Insomma un Non Giovanni tutto da ascoltare.

 
Alle 11 novembre 2017 00:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Ascoltate bene Stare bene, fa stare bene ...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page