martedì 31 maggio 2016

Rece d'Alligatore: Misero Spettacolo



Misero Spettacolo, Porci, pecore e pirati
Zeta Factory
Copertina molto bella, sembra un manifesto da film, e la musica ci va dietro, per questo esplicito omaggio a Pasolini a quarant’anni dalla morte. Non a caso Porci, pecore e pirati è stato patrocinato dalla Fondazione Centro Studi Archivio Pier Paolo Pasolini, ritenendo valido il tentativo di trasformare in canzoni il suo pensiero, dai saggi ai personaggi letterari, dagli articoli di giornale alle magnifiche pellicole sconvolgenti.
Un disco quindi, tutto da ascoltare, difficilmente scindibile nelle sue 14 tracce, come ogni buon concept che si rispetti: da L’Italia dei pensatori, satira cantautorale contro l’omologazione a Strategie del benessere, sul produci/consuma/crepa a ritmo rock’n’roll, da PPP, gran rock acido, a Uomo di foglie, piano voce baustelle-stile a ricordare il vitalismo del grande intellettuale, Pasolini viene passato al setaccio, e le sue intuizioni appaiono pepite d’oro. Chiude Transumanza, vertice sonoro del disco, richiamo a Petrolio e alla bestialità del mondo borghese, prima della traccia fantasma, che ci invita a emigrare, data questa Italia (ma, dico io, c'è un posto diverso, oggi?) 
Chissà cosa ne penserebbe Pasolini dell’attuale società informatizzata, sempre più fintamente libera (libera di dire nulla), sempre più massificata e lontana dalle proprie radici autenticamente popolari. Questo disco dei Misero Spettacolo, uscito oggi, è un tentativo di interpretarlo. Un buon tentativo, non era scontato …

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

3 Commenti:

Alle 31 maggio 2016 11:08 , Blogger Elle ha detto...

Bellissima copertina e bellissimo album. Sto scegliendo le mie canzoni preferite, aspetta ;)

 
Alle 31 maggio 2016 12:07 , Blogger Elle ha detto...

Scelte :D (ciò non mi impedirà di ascoltare e riascoltare ancora il disco): L'Italia dei pensatori, Canzone di profilo e Daltonismo cronico.

 
Alle 31 maggio 2016 23:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche qui ottime scelte, non era facile sceglierne una ...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page