martedì 2 febbraio 2016

Zio Scriba elettronico

Sabato scorso, 30 gennaio, è stato il compleanno di Zio Scriba, scrittore e blogger. Come regalo di compleanno ho promesso all'amico di tanti anni di blog, che avrei letto finalmente il suo nuovo libro, uscito a dicembre 2015. Alla fine, posso dire di aver fatto un regalo più a me che a lui. Si tratta di La campagna Plaxxen, dato alle stampe per Camaleo Publishing, il suo primo libro elettronico, come lo chiama sul suo blog. Libro elettronico perché è un ebook (anche se, volendo, si può farsi stampare l'edizione cartacea), ma anche, perché c'è un protagonista che usa il blog per comunicare e smascherare le malefatte di un pubblicitario passato poi alla politica (ma non voglio svelare altro).  Nicola Pezzoli è riuscito a far entrare in questo bel giallo fantapolitico, i ricordi e la passione del blogger. C'è molto di autobiografico nell'usare il blog, chi lo leggerà capirà, e magari si ritroverà. Quasi brechtiano, nel raccontare i barboni che sempre più troviamo nelle nostre città (Polaschi, clochard somigliante a Nick Nolte con la barba e i capelli lunghi, è un gran bel personaggio), e nello smascherare il marcio dietro ai messaggi pubblicitari ... finale ambientato nei dintorni di un ristorante caro a Zio Scriba e altri blogger del nostro giro. Anche se il nome è camuffato, non è difficile riconoscere il mitico locale dove cenarono assieme lui, Nico (avrà gradito la citazione di Claudio Lolli?) e altri amici del blog: Trattoria Toscana da Aldo, con poster dell'Inter e manifesti politici alle pareti. Un particolare che lo rende ancora più prezioso ...
VAI AL LIBRO

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

11 Commenti:

Alle 2 febbraio 2016 02:33 , Blogger Elle ha detto...

Non vedo l'ora di leggerlo. Sono contenta che ti sia piaciuto, ma con un regalo firmato Nicola Pezzoli non potevo sbagliare :D

 
Alle 2 febbraio 2016 15:37 , Blogger Santa S ha detto...

Io non sono riuscita a restare indifferente alla "presentazione" di Zio: "Il mio primo figlio elettronico". Quando si tratta di neo-nati è sempre una festa ;)

 
Alle 2 febbraio 2016 20:29 , Blogger Nella Crosiglia ha detto...

Pensa che non sapevo di questo nuovo figlio di Zio Scriba che vergogna, vergogna marcia..appena cinque minuti di tempo corro da lui per gli auguri e per il libro..
I miei neuroni...ormai non riesco a reggere tutti 'sti impegni e tecnici follower per casa e redazione...Nulla da fare comunque per questi ultimi, si aspetta l'assestamento o o si va avanti solo con i link... Bacioni e grazie!

 
Alle 3 febbraio 2016 01:39 , Blogger Alligatore ha detto...

@Elle
Sì, mi è piaciuto molto, come si capisce da questo mio post sorto spontaneamente subito dopo la lettura. Grazie del regalo ;)*
@Santa S.
irresistibili, sì, come la sua scrittura.
@Nella
Non preoccuparti,in Rete, almeno tra noi blogger, non c'è stato quel solito tam-tam, anche perché molti blogger sono purtroppo passati a FB, ma credo che, meritando, anche questo libro emergerà.

 
Alle 3 febbraio 2016 09:19 , Blogger nico ha detto...

Innanzitutto una standing ovation a Elle per questo regalo decisamente azzeccato :-) Citazione di Claudio Lolli decisamente gradita, e grazie Diego per avere citato anche me :-) Io ul libro lo sto leggendo piano piano ai miei ritmi, soprattutto in aereo (stasera nelle sue ore per Parigi e dimani sera nelle due del ritorno andrò parecchio avanti), e alla mia Trattoria Toscana non ci sono ancora arrivato...per cui mi aspetto grandi cose nell'ultima parte! Geniale il formato blogghiano...che a noi suoi piedi di blog regala qualcosa in più oltre la lettura. Bella recensione Maradò bravo :-)

 
Alle 3 febbraio 2016 09:31 , Blogger G ha detto...

Devo assolutamente regalarlo a Tegolino e leggerlo io stessa!
Mi chiede sempre come sia la mia vita da blogger e gli piacciono questo tipo di storie...e poi l'autore è una garanzia! Magari poi gli dirò "questo lo raccomanda Alli!" :-)
Buon compleanno zio Scriba!

 
Alle 3 febbraio 2016 12:19 , Blogger Zio Scriba ha detto...

Ringrazio G per le belle parole e gli auguri.
Ringrazio Elle per il regalo ad Ally che ha originato il tutto.
Ringrazio Ally per la rece, semplice e meravigliosa. :)

 
Alle 3 febbraio 2016 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

@Nico
Grazie a te, che ne hai parlato nel tuo blog, dandomi delle illuminazioni proprio mentre mi apprestavo a leggerlo. Quanto a te, capisco che vuoi leggerlo con calma, per centellinarlo come un buon vino, ma è nella parte finale l'omaggio sentito alla "tua" Trattoria Toscana.
@G
Tegolino credo apprezzerà, e in parte capirà chi siamo noi blogger ... il libro, in parte, tocca questa razza strana, il protagonista è uno di noi. Sì, l'autore è una garanzia.
@Zio Scriba
Un vero piacere riaverti qui, sono stati anni intensi, durante i quali siamo cresciuti insieme. Leggendo il tuo libro mi sono ricordato di certe serate/nottate passate a discutere da te, da me, da altri; un periodo intenso e felice. Oggi blogghiamo meno, abbiamo altre cose, sorcial e non sorcial, da fare, ma quello che abbiamo scritto rimane ... ciao Zio, a presto. Con il nuovo libro.

 
Alle 4 febbraio 2016 11:22 , Blogger Zio Scriba ha detto...

Temo che più che i sorcial il nuovo pericolo (ancor peggiore) sia il rincoglionimento uazzappifero... Pare che in Svezia abbiano già dovuto piazzare (non lo sto inventando!) dei nuovi cartelli stradali di pericolo, raffiguranti dei decerebrati che camminano ingobbiti sul merdofono, invece di fare attenzione ai pericoli del traffico... gente così finirà col non leggere nulla: libri, giornali, blog, e anche sui sorcial andranno solo a postare foto e a mettere mipiaciucchia ad altre foto... Tempi tristi e banali ci attendono... Ma noi proveremo a resistere, insistere, persistere... :D

 
Alle 4 febbraio 2016 21:46 , Blogger Nella Crosiglia ha detto...

Scusami ALLI e non c'entra nulla con questo post ,ma i commenti del nuvo dove si mettono ora? Non li ho trovati..grazie e scusa...
Bacio notturno..

 
Alle 5 febbraio 2016 00:53 , Blogger Alligatore ha detto...

@Zio Scriba
... ci puoi scommettere!
@Nella
... ora si può.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page