mercoledì 8 ottobre 2014

Dylan Dog ritrovato ...

Dopo molti anni sono ritornato a leggere Dylan Dog (da ragazzino non mi 
perdevo un numero). L'ho fatto richiamato dalle notizie riguardo il 
rinnovamento del personaggio ideato da Sclavi (per me, oltre Dylan Dog, anche 
un ottimo scrittore, magari un giorno ne scriverò). Ho trovato un 
fumetto con lo stesso odore, formato, ma, a differenza di prima, tutto a 
colori. Niente male la storia, come è disegnata e cosa dice. Sembra la 
classica avventura fuori dalle solite, che ogni tanto usciva, però, a 
quanto dicono, è il primo numero di una nuova strada.
 In effetti, questa nuova avventura dell'Indagatore dell'Incubo è lontana 
(almeno nel tempo/spazio) da quelle consuete. Spazio profondo è 
ambientato nel futuro, nel 2427,  tra navicelle spaziali al soldo 
dell'Impero britannico per la conquista dello spazio (non hanno perso il 
vizio di cercare il dominio sugli altri). Ci sono degli spettri, delle 
forme sconosciute che infestano alcune loro navicelle e che nessuno è 
riuscito a sconfiggere, anzi, nessuno è tornato indietro vivo. Per 
questo richiamano in servizio Dylan Dog.
Un Dylan Dog moltiplicato per cinque. Si tratta di cloni, ognuno dei 
quali con caratteristiche dylandoghiane portate all'eccesso e/o 
stravolte: c'è quello calcolatore, quello violento, quello dai 
super-poteri mentali, una versione femminile, e quello con il quinto 
senso e mezzo (i lettori del fumetto avranno indovinato: questo ultimo è 
il più vicino al vero, pur essendo anche lui un clone). Tutti insieme 
sono chiamati a collaborare per riprendere questa navicella alla deriva, 
ma i mostri (veri mostri?), sono in agguato, e finiranno tutti e cinque 
male... era solo un sogno? O un incubo? 
Bravi gli autori: Roberto Recchioni, curatore della testata, l'ha 
scritta, con i disegni di Nicola Mari e i colori di Lorenzo De Felici. 
C'è quella spinta sociale, quel lato ribelle, tipico del Dylan Dog degli 
esordi. Mostri nella mente, creati da uomini ancora più mostri. Mi è 
sempre piaciuto questo mischiare il vero, cose strane, sogni e incubi,
storie e Storia...  
Come sempre, c'è un taglio e dei rifermenti cinematografici o ad altri 
"eroi" dei fumetti. Tutto nelle giuste dosi. Vedremo nei prossimi numeri 
cosa cambierà. Si annuncia, nel prossimo in edicola a fine mese, il raggiungimento della 
tanto agognata pensione da parte dell'ispettore Bloch. Incredibile.

Etichette: , , , , , , , , , , ,

20 Commenti:

Alle 8 ottobre 2014 08:24 , Blogger Linda ha detto...

Dylan Dog è da sempre una certezza. :)

 
Alle 8 ottobre 2014 10:24 , Blogger Chiaretta ha detto...

Nooo Bloch in pensione?? Non ci credo nemmeno se lo vedo :P
Mio padre colleziona fumetti, tra tutti Dylan Dog è quello che ho amato e che amo ancora. Interessante l'idea dell'avventura nel futuro e del clone donna, sono curiosa di leggerlo! ^_^

 
Alle 8 ottobre 2014 11:11 , Blogger Serena S. Madhouse ha detto...

Non sono stata una lettrice di Dylan Dog,il mio Lui sì (ma lui ha letto qualsiasi tipo di fumetto, avendo suo nonno una cartiera gli arrivava di tutto) io invece sono più da Topolino (hem) ma questo ritorno mi ha fatto piacere, spero che oltre ai fedeli attiri nuovi lettori, magari una parte di quei ragazzetti che si rincoglioniscono sullo smartphone, e da quello che leggo e vedo dal tuo post mi sembra davvero interessante..

 
Alle 8 ottobre 2014 13:07 , Blogger kermitilrospo ha detto...

a colori....?!?!? mah

 
Alle 8 ottobre 2014 13:32 , Blogger MikiMoz ha detto...

Preso, ma ancora non lo leggo.
Non capisco perché il nuovo corso lo abbiano fatto iniziare con una sorta di what if piuttosto che con il primo numero effettivo delle nuove storie.

Moz-

 
Alle 8 ottobre 2014 16:55 , Anonymous manfredi ha detto...

Un numero interessante, non leggevo Dylan Dog da anni, potrebbe spingermi a ricominciare

 
Alle 8 ottobre 2014 21:45 , Blogger Haldeyde ha detto...

Io Dylan Dog lo compro dal primo numero, giugno 1986. Non l'ho mai abbandonato anche se ultimamente procedeva stancamente, a parte rari acuti. La storia a colori di questo mese è particolarmente originale e spero calamiti un buon numero di coloro che non hanno avuto la mia costanza negli anni. Recchioni è un ottimo sceneggiatore e spero mantenga i suoi propositi di cambiamento.

 
Alle 8 ottobre 2014 22:00 , Blogger Elle ha detto...

Non l'ho mai letto e non mi incuriosisce. Mi piacciono di più quegli altri fumetti che raccontano la Storia. :)

 
Alle 8 ottobre 2014 23:12 , Blogger Alligatore ha detto...

@Linda
Sì, non leggendolo da anni (a parte l'edizione grande ogni anno), era una certezza indubitabile... ora leggendolo, l'ho confermata.
@Chiaretta
Pure io ne ho parecchi numeri, non i primissimi, che ho recuperato in seconde edizioni, ma tutti fin ad un certo numero...Dylan Dog posso dire è il mio fumetto.
@Serena
Be', in effetti, il mio abbandono di Dylan Dog risale al massiccio uso del pc... mi fa piacere che abbi resistito, e si rinnovi.Sì, un'oretta con Dylan Dog, potrebbe essere aria per cervelli ammuffiti.
@Kermit
In effetti è stata una sorpresa anche per me... non ho capito se è solo questo numero o anche gli altri.
@MikiMoz
Io l'ho letto appena preso, non ho resistito, come aver accolto un vecchio amico che non vedevo da tanto tempo. Difficile dire il perché il nuovo corso inizi con una storia deviante dal solito, come ogni tanto capitava... capita. Mah, a volte certe cose hanno logiche interne, di tempi loro, difficili da capire da esterni.
@Manfredi
Sì, a me ha spinto a ricominciare, e ho una vaga idea di ricominciare a leggerlo con una certa costanza...un'oretta in meno al pc ci può stare ;)
@Haldeyde
Bravo... io ho ceduto prima (e avevo iniziato un po' dopo), ma l'ho sempre avuto nel cuore, come diceva sopra un'amica blogger: una certezza.
@Elle
Guarda che anche Dylan Dog ha raccontato la Storia (mi ricordo un numero cult sui nazisti), spesso confrontandosi con miti letterari e artistici, e sporcandosi le mani con la cronaca, la politica e la Storia.

 
Alle 9 ottobre 2014 07:31 , Blogger Kylie ha detto...

Mio fratello ne ha una bella collezione, da ragazzo lo leggeva.

Buona giornata!

Bacio

 
Alle 9 ottobre 2014 09:25 , Blogger GIOCHER ha detto...

Mia Dolcemetà è Dylandogghiana dagli sordi, io no.Anzi: Mister No...Ma comunque, per il nuovo corso RecchionE, ci siamo riappropinquati e staremo a vedere. Una sola, GROSSA cazzata: la pistola.Cazzo,la pistola! Cosa diamine ti materializza uno spettro che manipola la materia organica una pistola carica! Anche sul piano onirico è una minchiata.

 
Alle 9 ottobre 2014 16:13 , Blogger Elle ha detto...

Allora leggerò solo quei numeri :D

 
Alle 9 ottobre 2014 17:33 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

(Occhio al refuso: Sclavi). Ma i disegnatori saranno gli stessi? Io però le storie splatter le preferivo in bianco e nero...

 
Alle 9 ottobre 2014 18:40 , Blogger Berica ha detto...

Questo numero così speciale ha anche una bellissima la copertina :-)

 
Alle 9 ottobre 2014 19:57 , Blogger Nella Crosiglia ha detto...

Ohhh...mio caro Alli, che malinconia vedere Dylan Dog, il fumetto preferito dal mio compagno!!!!
Li conservo ancora tutti nella sua stanza , ma non li ho mai aperti..devo decidermi a leggerli..
Un bacio di cuore!

 
Alle 9 ottobre 2014 20:43 , Blogger Ciccola ha detto...

L'ho sempre letto a casa del suocero che non si è mai perso un numero. Ora che si è trasferito sarebbe il caso di comprarlo, ma ho già la casa invasa dai libri.
E' un personaggio che ho sempre amato.

 
Alle 9 ottobre 2014 21:02 , Blogger bibliomatilda ha detto...

Lo compro! Ho amato Dylan tantissimo, tu ragazzino, io giovane donna.

 
Alle 10 ottobre 2014 01:11 , Blogger Alligatore ha detto...

@Kyl
Bravo, digli di leggere pure questo.
Grazie, buona notte.
@GIOCHER
Sì, e poi non c'è manco Grocuho (se non in un cameo mostruoso), al quale dire la solita battuta: Groucho, la pistola!
@Elle
Te li farò leggere tra poco ;)
@Silvia
Non so se saranno gli stessi... e certo, il rosso dello splatter, va meglio b/n... grazie, ora correggo il re-fuso ;)
@Berica
Sì, ma direi che tutte le copertine del Dylan Dog sono sempre state stupende...
@Nella
Grazie, doppiamente importanti allora ;)*
@Ciccola
Io li ho tutti ditetro la testa, non lo prendevo da molti anni, ma questo ne vale la pena...
@Bibliomatilda
Sì, un eroe anti-eroe con tanti buoni estimatori....poi mi dirai se lo leggerai...

 
Alle 25 ottobre 2014 18:51 , Blogger Sole ha detto...

Una stanza di casa racchiude collezioni di fumetti tra cui tutti i Dylan Dog. Ma non ne ho mai letti, mi riprometto sempre, ma poi opto per altro. Ora, per dire, mi sono andata a beccare i primi Julia (sempre Bonelli) e mi piace assai!
Rimane il fatto che mio marito lo adora, mi paragona a lui "indagatrice dei sogni, vegetariana e mancina!" . Diciamo Dylan Dog, uno di noi :D

 
Alle 27 ottobre 2014 00:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, è vero Sole, potresti essere un Dylan Dog al femminile, tuo marito ha ragione... forse per questo non lo leggi, sai già come andrebbe a finire.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page