lunedì 19 maggio 2014

Due parole con This is not a Brothel

Una tetta con una parrucca a specchiarsi sopra un tavolo dove succede di tutto; due labbroni (manco gli Stones) in libera uscita, un uomo con i pantaloni abbassati che fa sesso con il manico dello specchio (che detta così...), una donna nuda lo guarda e sembra incitarlo. Insomma, succede di tutto sulla copertina del disco d'esordio dei campani This is not a Brotel, autentica alternative-band dal gusto forte in immagini, opere, parole e missioni. Per non dire dei suoni, rock gajardo, con distorsioni e contorsioni, sicuramente in linea con i testi da sapore erotico. Non a caso due canzoni dell'album sono state scritte dallo scrittore casertano Gianluca Merola, specialista del genere.
L'album, del quale parleremo in palude tra poco, è uscito a marzo come vinile (c'è un bel ritorno al vinile in questo periodo, da un po' lo noto con piacere), e in digital download, attraverso la piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso. Il nome del disco è anche quello della band, This is not a Brothel, come il singolo che ha anticipato l'uscita di questo oggettino di culto. Quando lo faccio partire la mia coda non riesce a stare ferma, la voce grida versi osceni sopra un rock genuinamente duro (assaggiatelo qui). Non sembrano una band di oggi This is not a Brothel, cinque ragazzacci provenienti da diverse esperienze musicali. Sono proprio curioso di sentire cosa ci diranno. Pronti?

Etichette: , , , , , , , , , , , , , ,

108 Commenti:

Alle 19 maggio 2014 21:33 , Blogger Elle ha detto...

Ehilà ciao a tutti!
Ehilà?
Colti da improvviso pudore?

 
Alle 19 maggio 2014 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, ciao Elle, benvenuta in palude ;)

 
Alle 19 maggio 2014 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

No, non credo siano stati colti da improvviso pudore ... spero di no, ah, ah, ah...

 
Alle 19 maggio 2014 21:35 , Blogger Elle ha detto...

Ciao Alli, io ho cliccato su play e.. sbatto la scopa sul pavimento, a ritmo (non ho la coda..).

 
Alle 19 maggio 2014 21:35 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Ciao a tutti.
Sono Dino Cuccaro dei This is not a Brothel.
Ci sono

 
Alle 19 maggio 2014 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

This is not Brothel ... Non è un Bordello ... sto giàascoltandoli in cuffia. Duri, duri...

 
Alle 19 maggio 2014 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Dino, benvenuto in palude...

 
Alle 19 maggio 2014 21:36 , Blogger Elle ha detto...

Eccolo!

 
Alle 19 maggio 2014 21:36 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Pudore MAI. :)
Bellissima quella della scopa!

 
Alle 19 maggio 2014 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, grande Elle ... via con la scopa.

 
Alle 19 maggio 2014 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Pudore MAI... bella come idea programmatica ;)

 
Alle 19 maggio 2014 21:39 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Pronto alle vostre domande spudorate.

 
Alle 19 maggio 2014 21:39 , Blogger Elle ha detto...

Volevo restare in tema con la copertina ;)

 
Alle 19 maggio 2014 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

E allora vado...

 
Alle 19 maggio 2014 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato questo vostro primo disco?

 
Alle 19 maggio 2014 21:41 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Anticipo che oltre a me, batterista e produttore della band, ci sarà Antonio Zannone, chitarrista e regista dei nostri video

 
Alle 19 maggio 2014 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, collegato con te? o da altra postazione Zannone?

 
Alle 19 maggio 2014 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Forse si è persa: come è nato questo vostro primo disco?

 
Alle 19 maggio 2014 21:46 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Il nostro primo disco è stato il frutto di una lunga preparazione in sala, nato dall'incontro di membri di varie band dell'underground casertano.
Devo dire che già dall'inizio avevamo le idee molto chiare su ciò che volevamo ottenere: un sound diretto senza fronzoli.
Dal 2011, anno in cui ci siamo formati, abbiamo trascorso un periodo di un anno in sala per la composizione dei brani, sia dal punto di vista musicale che per quanto riguarda i testi.
A ciò è seguito un periodo di registrazioni nel nostro studio e di mix dell'album durato all'incirca dieci mesi "lordi"...

 
Alle 19 maggio 2014 21:46 , Blogger antonio zannone ha detto...

buonasera

 
Alle 19 maggio 2014 21:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Antonio ... benvenuto in palude.

 
Alle 19 maggio 2014 21:49 , Blogger antonio zannone ha detto...

ciao :)

 
Alle 19 maggio 2014 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Concordi Antonio, con Dino?

 
Alle 19 maggio 2014 21:51 , Blogger Elle ha detto...

Ecco, a me sembra abbastanza diretto e senza fronzoli (dico la musica, le parole non le capisco).

 
Alle 19 maggio 2014 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Ti quoto Elle ... nel libretto ci sono anche i testi, in inglese (non so il vinile).

 
Alle 19 maggio 2014 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Nel vinile ci sono i testi tradotti in italiano? ....

 
Alle 19 maggio 2014 21:54 , Blogger antonio zannone ha detto...

non ho mai avuto le idee chiare in tutta la mia vita ma concordo con Dino :)

 
Alle 19 maggio 2014 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

;)
Ok, allora passo alla seconda ...

 
Alle 19 maggio 2014 21:56 , Blogger antonio zannone ha detto...

no, nella stampa del vinile i testi sono in inglese

 
Alle 19 maggio 2014 21:56 , Blogger Alligatore ha detto...

2. Perché come titolo lo stesso nome della band?… perché è il primo? Per dire, noi siamo le nostre canzoni?

 
Alle 19 maggio 2014 21:58 , Blogger Elle ha detto...

Bene! Io sono favorevole alle traduzioni. Ma fatte bene, eh ;)

 
Alle 19 maggio 2014 21:59 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Nell'ottica di "concept album", ci sembrava fosse opportuno essere più diretti possibile. Di qui la scelta di usare lo stesso nome per band, album e primo singolo.

 
Alle 19 maggio 2014 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Ci sono state alcune risposte cancellata, così sembra che Elle scriva a sproposito ... mi è pervenuto che la band pensa di inserire a breve le traduzioni online sulla propria pagina bandcamp.

 
Alle 19 maggio 2014 22:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, questa cosa del concept-album.

 
Alle 19 maggio 2014 22:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Poi approfondiremo...

 
Alle 19 maggio 2014 22:01 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Esatto! Non sono presenti nel vinile, ma pensiamo di inserirle online sulla nostra pagina bandcamp.

 
Alle 19 maggio 2014 22:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 19 maggio 2014 22:06 , Blogger Elle ha detto...

Ah ecco, non me lo sono inventato.. non ho neppure iniziato a bere ;)

 
Alle 19 maggio 2014 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah... come sai, è il bello della diretta Elle, Minà dixit.

 
Alle 19 maggio 2014 22:08 , Blogger Elle ha detto...

Della diretta o dei superalcolici :D

 
Alle 19 maggio 2014 22:09 , Blogger Elle ha detto...

(in questo caso della diretta)

 
Alle 19 maggio 2014 22:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Prosit!

 
Alle 19 maggio 2014 22:10 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Da un punto di vista compositivo, come anticipavo prima, avevamo le idee chiare su cosa ottenere sin dall'inizio.
I brani, dal punto di vista musicale, sono nati tutti in sala, frutto di lunghe jam in cui ognuno ha dato il suo apporto compositivo. Fortunatamente abbiamo un nostro studio, e siamo riusciti a registrare tutte le sessioni di prove, in modo da poter recuperare e rielaborare le idee che affioravano senza problemi.
I testi, invece, sono stati scritti principalmente da me (Dino Cuccaro, batterista) e da Fabio Giobbe (voce e chitarra). Inoltre, come è già riportato sul vostro blog, due dei testi dell'album, This is not a Brothel e Immaculate, sono stati scritti dall'autore casertano Gianluca Merola, che è stato anche colui che ci ha affibbiato il nome This is not a Brothel.

(continua...)

 
Alle 19 maggio 2014 22:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Bello, molto hard-rock ...

 
Alle 19 maggio 2014 22:13 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

In questo disco non volevamo trattare temi, per così dire, "pesanti", quanto più storie di vita "al limite", intrise di sesso ed eccessi.

 
Alle 19 maggio 2014 22:14 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Così è nata l'idea del concept, ed è stato più che naturale poi svilupparlo.

 
Alle 19 maggio 2014 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, un concept... su cosa? In poche parole :)

 
Alle 19 maggio 2014 22:16 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Sul sesso e su storie di vita, per così dire, "al limite" dell'eccesso.

 
Alle 19 maggio 2014 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Molto interessante ... direi molto bukowskiano. Mi piace...

 
Alle 19 maggio 2014 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Se Antonio c'è ancora, può sempre dire la sua ... anche con idee poco chiare ;)

 
Alle 19 maggio 2014 22:19 , Blogger Elle ha detto...

L'ho pensato anche io, che è bukowskiano, come concept..

 
Alle 19 maggio 2014 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Abbiamo letture comuni Elle ...

 
Alle 19 maggio 2014 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Continunado ...

 
Alle 19 maggio 2014 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di questo vostro esordio?  … che vi piace di più fare live?

 
Alle 19 maggio 2014 22:22 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Non possiamo negare che Bukowski fa parte delle nostre letture. Ad ogni modo, tutti i testi sono frutto di esperienze di vita vissuta e non di fantasia.

 
Alle 19 maggio 2014 22:23 , Blogger antonio zannone ha detto...

quando Dino mi chiamo' per chiedermi se volevo suonare con lui, ero in treno e stavo leggendo il "Taccuino di un vecchio sporcaccione" sembra una coincidenza...

 
Alle 19 maggio 2014 22:24 , Blogger antonio zannone ha detto...

sicuramente Zany Zoo

 
Alle 19 maggio 2014 22:24 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Beh, di certo siamo più legati ai singoli usciti finora, e cioè This is not a Brothel, Zany Zoo ed Immaculate.
Ci sono però pezzi, come Oda Latvija, che dal vivo sono molto divertenti da suonare, anche se, più in generale, questa cosa posso affermarla quasi per tutto l'album.

 
Alle 19 maggio 2014 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Le mie, oltre la title-track, veramente un gran pezzo hard-roc, direi Domino falls cavalcata rock dilatata/dilatante, Mere box, che sembra un classico al primo ascolto, la conclusiva e maestosa Oda Latvija.

 
Alle 19 maggio 2014 22:26 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Antonio, questa del "Taccuino di un vecchio sporcaccione" non la sapevo. :)

 
Alle 19 maggio 2014 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Taccuino di un vecchio sporcaccione è tra i miei libri del buon Hank, che preferisco ... no, non era un caso Antonio.

 
Alle 19 maggio 2014 22:27 , Blogger Elle ha detto...

L'album è tutto divertente anche da ascoltare.
A me piacciono Mere Box, July e Domino Falls.

 
Alle 19 maggio 2014 22:29 , Blogger antonio zannone ha detto...

mere box è tra le mie preferite

 
Alle 19 maggio 2014 22:30 , Blogger Elle ha detto...

Potrebbe anche essere un "taccuino di una vecchia sporcacciona".. suona ancora più divertente.

 
Alle 19 maggio 2014 22:30 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Grazie dei complimenti, ragazzi. Riceviamo e apprezziamo. Ad ogni modo, a Domino Falls e a Mere Box siamo molto affezionati anche noi. Domino Falls è stata molto diretta come composizione, mentre Mere Box è frutto di una lunga lavorazione in studio.

 
Alle 19 maggio 2014 22:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Mere box, Zany Zoo e Domino falls su tutte, almeno qui in palude ;)

 
Alle 19 maggio 2014 22:30 , Blogger Elle ha detto...

Mere box è tra le preferite di tutti, tranne quelle di Dino.

 
Alle 19 maggio 2014 22:31 , Blogger Elle ha detto...

Ah ecco, adesso l'ha detta..

 
Alle 19 maggio 2014 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Vedi Elle, è il bello della diretta :)

 
Alle 19 maggio 2014 22:32 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Non dire così Elle. Sono tutti uguali per noi i "figli"...:)

 
Alle 19 maggio 2014 22:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah...

 
Alle 19 maggio 2014 22:33 , Blogger Alligatore ha detto...

7. Il cd è uscito tramite la piattaforma di crowdfunding Produzioni dal Basso. Come è nata e si è sviluppata l'idea? Altri importanti a livello produttivo per questo cd? …

 
Alle 19 maggio 2014 22:34 , Blogger Elle ha detto...

;)

 
Alle 19 maggio 2014 22:38 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Abbiamo scelto "Produzioni dal Basso" perché, non avendo trovato una degna produzione, avevamo bisogno di un mezzo per poter produrre e al contempo distribuire il vinile. Produzioni dal Basso ci ha permesso questo, anche se deve essere chiaro che, con le quote raccolte, siamo riusciti a finanziarci la stampa del vinile e non tutta la produzione, che è costata molto di più del danaro raccolto. In generale, da sempre cerchiamo di autofinanziarci facendo fondo cassa con i compensi dei nostri live.
Adesso, dal punto di vista della produzione, siamo in attesa che ci arrivino le copie del disco da distribuire. Non ci sono particolari cose in cantiere, ma soprattutto portare la nostra musica in giro LIVE.

 
Alle 19 maggio 2014 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, è importantissimo il live, e LIVE voi vi immagino devastanti ... da vedere, e poi prendere il VINILE, che avete meritoriamente fatto. Bravi, bravi, anche per questo, oltre che per le tematiche ...

 
Alle 19 maggio 2014 22:42 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Grazie!

 
Alle 19 maggio 2014 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina strana, con disegni surreali e goderecci, con nudi e atti sessuali. Disegni con lo stesse tematiche nel libretto interno. … chi è l'autore e come avete scelto questi disegni?

 
Alle 19 maggio 2014 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Ancora meglio sarà l'impatto sul vinile, penso ...

 
Alle 19 maggio 2014 22:44 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

La nostra musica nasce per essere suonata dal vivo, anche se devo dire che in Italia scarseggiano strutture atte ad ospitare questo genere in modo degno.

 
Alle 19 maggio 2014 22:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì,è un problema che riscontro spesso, infatti molte band puntano sull'estero di recente...

 
Alle 19 maggio 2014 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina, ditemi di questa fantastica copertina...

 
Alle 19 maggio 2014 22:50 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Riguardo la copertina...
L'artista che ha realizzato per noi queste opere è il casertano Crescenzo Di Maio, con cui ho condiviso esperienze estreme anni addietro.
Lo abbiamo scelto perché ci piace il suo stile, già molto avvezzo di per sé alle tematiche che abbiamo trattato. Infatti, quando gli ho proposto questa collaborazione, la sua reazione è stata entusiastica, e non ha fatto per niente fatica a realizzare tutti i disegni, che sono totalmente frutto della sua testa e dell'ispirazione che può avergli dato la lettura dei nostri testi.
Sono particolarmente legato alla front cover, perché frutto di un "lavoraccio" fatto con tecnica a fresco, cosa non comune al giorno d'oggi.

 
Alle 19 maggio 2014 22:53 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

In totale, per le opere dell'artwork ha utilizzato 4 differenti tecniche: affresco, carboncino, olio e acquerello.

 
Alle 19 maggio 2014 22:53 , Blogger Elle ha detto...

A fresco?

 
Alle 19 maggio 2014 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Effettivamente sembrano dei dipinti di tempo addietro, per i colori, i temi, come sono fatti ... molto caldi, molto classici, surreali e direi in tema con le vostre canzoni.

 
Alle 19 maggio 2014 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Bravo a Crescenzo Di Maio, andrò a cercare sue altre opere ...

 
Alle 19 maggio 2014 22:56 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Sì, a fresco.
Ha realizzato una cassa di legno di dimensioni 50x50 in cui ha preparato la base per l'affresco.

 
Alle 19 maggio 2014 22:58 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

C'è poco o niente di Crescenzo online, in quanto non è un personaggio molto "social". Purtroppo o per fortuna appartiene alla "vecchia scuola" di artisti anche in questo senso.

 
Alle 19 maggio 2014 22:58 , Blogger Elle ha detto...

Mm.. non credo d'aver capito cos'ha fatto con la cassa, ma il risultato mi piace, davvero ;)

 
Alle 19 maggio 2014 22:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Quindi queste opere, che noi vediamo sulla copertina, nel libretto interno, sul disco stesso (anche sul vinile, forse?), sono opere fatte appositamente per il cd, ma sono ora degli affreschi... e per vederli verremo a Caserta (ci sono stato in gita scolastiva vent'anni fa... bei ricordi).

 
Alle 19 maggio 2014 23:03 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Esatto! Sono opere che custodisco con gelosia a casa mia a Caserta, in particolare: un affresco, un olio, un carboncino e un acquerello.

 
Alle 19 maggio 2014 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

... e allora verremo a trovarti ;)

 
Alle 19 maggio 2014 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove avete presentato/presenterete il cd?

 
Alle 19 maggio 2014 23:07 , Blogger Elle ha detto...

Certo, verremo a trovarti.

 
Alle 19 maggio 2014 23:11 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Abbiamo tenuto il live di presentazione il mese scorso in un locale in provincia di Caserta, lo SMAV. Un posto molto attivo dal punto di vista della programmazione musicale underground, con una struttura adatta ai nostri volumi.
Invece, abbiamo presentato il disco e il video di Zany Zoo ad inizio marzo, organizzando un release party in una galleria d'arte contemporanea di Caserta, la Arterrima Contemporary, in cui sono intervenuti tutti gli attori dei nostri video, tra cui la pornostar Roberta Gemma.

 
Alle 19 maggio 2014 23:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Cercherò le date future online, spero passiate anche vicini alla palude...

 
Alle 19 maggio 2014 23:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non vi ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 19 maggio 2014 23:20 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

E' d'obbligo il ringraziamento a tutti quelli che ci hanno sostenuto in questi mesi, dagli amici che ci hanno aiutato con testi, prestito di ampli o messa a disposizione di location per i videoclip, ad altri che ci hanno aiutato per le grafiche e dal punto di vista comunicativo. Tutto si è svolto nell'ottica di "collettivo", e questo ha reso l'esperienza ancora più speciale.
Allo stesso modo, siamo infinitamente grati a tutti quelli che ci hanno sostenuto su "Produzioni dal Basso" e che hanno reso la stampa del vinile possibile.
Soprattutto, stasera grazie a te per averci ospitato nel tuo blog. La musica e l'arte sono fatte per essere condivise, e a noi ci onora farlo.

 
Alle 19 maggio 2014 23:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te Dino di essere stato in palude, grazie ad Antonio...

 
Alle 19 maggio 2014 23:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Elle...

 
Alle 19 maggio 2014 23:24 , Blogger Elle ha detto...

Grazie a voi tutti.
Buonanotte senza pudori!

 
Alle 19 maggio 2014 23:25 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Ciao, buonanotte!

 
Alle 19 maggio 2014 23:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna a This is not a Brothel (Questo non è un Bordello).

 
Alle 19 maggio 2014 23:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo Elle, senza pudori ;)

 
Alle 19 maggio 2014 23:26 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

Pudore MAI.
;)

 
Alle 20 maggio 2014 14:39 , Blogger Serena S. Madhouse ha detto...

tornata (almeno credo!)!

 
Alle 20 maggio 2014 15:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, io ci credo ;)

 
Alle 20 maggio 2014 16:18 , Blogger ThisisnotaBrothel Place ha detto...

...Non è stato detto, e va fatto.
I This is not a Brothel sono:

Vocals and guitars – Fabio Giobbe
Drums and piano – Dino Cuccaro
Guitars – Giuseppe Diotaiuti
Guitars – Antonio Zannone
Bass – Dario Emanuele

Ecco.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page