lunedì 12 maggio 2014

Due parole con i Portfolio

Stanno arrivando per la prima volta in palude i Portfolio, che presenteranno su questi schermi Due, loro secondo disco, come lascia intuire il titolo. Ma il titolo ha molteplici significati, tipo dualismo/ambivalenza, tipo necessario/dovuto, o altri, che cercheremo di capire durante l'intervista. Il gruppo emiliano ha prodotto da solo Due, con il contributo di molti nomi di culto della scena italica più viva. Penso a Jukka Reverberi dei Giardini di Mirò, a loro vicini, chitarra nel dilatato/dilatante pezzo finale, sonorizzazione del film documentario di Dziga Vertov su Lenin, penso alla voce di Laura Loriga (Mimes of Wine, già gradita ospite su questi schermi), o a quella di Claudia Domenichini, presenza fissa nei primi Portfolio.
Con questo loro secondo disco, i cinque di Castelnove ne' Monti hanno voluto dare una svolta rispetto ai loro primi prodotti (due EP e il full-lenght del 2012 The Standing Babas), nel senso di esprimere una maggiore dinamicità, anzi un maggior movimento. Questa intenzione si vede già dalla bella copertina colorata, con degli sportivi intenti a giocare, ma si dispiega alla perfezione nei sette pezzi dell'album. Canzoni con una ritmica ben presente nei primi brani, che si fanno via via più dilatati/dilatanti fino alla reinterpretazione della Criminal World dei Metro e alla conclusiva Three Songs About Lenin. Assaggiate Due cliccando qui, mentre ne parlo con la band... o anche dopo. Pronti?

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , , , ,

106 Commenti:

Alle 12 maggio 2014 21:33 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Ciao, ci sono.

 
Alle 12 maggio 2014 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Benvenuti in palude Bojan...

 
Alle 12 maggio 2014 21:35 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Grazie mille! Siamo molto contenti di esserci. Grazie ancora per l'invito.

 
Alle 12 maggio 2014 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Sarai tu a rappresentare la band questa sera? ... verranno altri componenti?

 
Alle 12 maggio 2014 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

O siete in più di uno insieme?

 
Alle 12 maggio 2014 21:36 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Per ora ci sono soltanto io. Dovrebbe raggiungerci fra poco Emilio( altro chitarrista ), ma gli altri erano tutti impegnati a quest'ora.

 
Alle 12 maggio 2014 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, allora partiamo ... sei pronto?

 
Alle 12 maggio 2014 21:37 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Certo!

 
Alle 12 maggio 2014 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora faccio partire il cd e vado con le domande...

 
Alle 12 maggio 2014 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Partito ... e allora ti chiedo: come è nato?

 
Alle 12 maggio 2014 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato Due?

 
Alle 12 maggio 2014 21:41 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Hmmm...E’ nato dalla voglia di andare avanti rispetto al album precedente( The Standing Babas ). Dalla voglia di continuare a sperimentare diversi aspetti della nostra musica. In particolare, per quanto riguarda DUE, la voglia era quella di concentrarsi sul ritmo staccandosi di fatto da quelle sonorità più sospese che erano caratterizzanti nel disco d’esordio. Era quasi una necessità.

 
Alle 12 maggio 2014 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Una necessità .. quasi fisica, sembra.

 
Alle 12 maggio 2014 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? Una parola, tre possibili significati? ... o anche di più...

 
Alle 12 maggio 2014 21:44 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Eh si.. Quando suoni per tanto tempo diverse canzoni viene un impulso ad andare oltre. Continuare a sperimentare e cercare nuovi stimoli. Quasi fisica come dici tu.

 
Alle 12 maggio 2014 21:46 , Blogger MarkEllen8 ha detto...

Ciao
Ci sono anche io (per adesso)
Emilio , l'altra chitarra

 
Alle 12 maggio 2014 21:46 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Fondamentalmente perché ci piaceva sia come suono che come significato. Anzi. Diversi significati. Due, come secondo disco, DUE come appunto “due” neccessario/dovuto in inglese riferendosi appunto alla nostra necessità di andare avanti con la nostra musica e facendo qualcosa di necessariamente diverso e nuovo. Infine, DUE come i due lati del disco. Una parte più ritmica, cantata e movimentata e una seconda più strumentale e riflessiva.

 
Alle 12 maggio 2014 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Qui c'è un temporale che gira, se dovessi perdermi sai perché ... spero non succeda. Ciao Emilio...

 
Alle 12 maggio 2014 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

se sparisco, e volete raccontare qualcosa liberamente del cd fate pure.

 
Alle 12 maggio 2014 21:48 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Ok. Speriamo che tu non venga travolto dalla tempesta.

 
Alle 12 maggio 2014 21:51 , Blogger Elle ha detto...

Ciao a tutti! Ci sono anche io.
Uno Spirito donna, sempre in ritardo ;)

 
Alle 12 maggio 2014 21:51 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Mi sa invece, che la tempesta lo ha raggiunto...

 
Alle 12 maggio 2014 21:51 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Ciao

 
Alle 12 maggio 2014 21:52 , Blogger Elle ha detto...

No!! Sono io la tempesta?

 
Alle 12 maggio 2014 21:54 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Il tempismo ti indica come migliore indiziata purtroppo.

 
Alle 12 maggio 2014 21:54 , Blogger Elle ha detto...

Però io so qual è la terza domanda dell'Alligatore, se volete ve la faccio io ;)

 
Alle 12 maggio 2014 21:55 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Si, grazie. Molto volentieri.

 
Alle 12 maggio 2014 21:57 , Blogger Elle ha detto...

Come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 12 maggio 2014 21:59 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Al nostro solito modo direi. Tutti insieme in saletta ( la sala prove ). Tante idee, tanti esperimenti. Ad un certo punto abbiamo deciso alcuni punti fermi e abbiamo iniziato a costruire intorno a quelli. Avendo una bella intesa tra di noi il resto viene quasi da solo.

 
Alle 12 maggio 2014 22:00 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Difficile in realtà spiegare come funziona il processo.

 
Alle 12 maggio 2014 22:01 , Blogger Elle ha detto...

Beh, direi che la spontaneità e la sintonia nel gruppo, se non li provi personalmente, risultano abbastanza astratti, ma sono lo spirito migliore per creare qualcosa di buono.

 
Alle 12 maggio 2014 22:03 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Si, sicuramente è la base più importante.

 
Alle 12 maggio 2014 22:04 , Blogger Elle ha detto...

Visto il vostro modo di fare musica, avrete senz'altro da raccontare qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del disco?

 
Alle 12 maggio 2014 22:09 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Eh. C'è ne sarebbero tanti in effetti. Ci sono parecchi momenti di ilarità per fortuna. Ci sono anche tanti momenti di intensa concentrazione per cercare di tirare il massimo dal poco tempo che spesso abbiamo a disposizione. Però un momento che mi rimarrà abbastanza impresso è lo studio della musica funky… Stranissimo per noi, soprattuto per me. Ma divertente oltre che utile..

 
Alle 12 maggio 2014 22:09 , Blogger Elle ha detto...

(io proseguo con le domande, se non vi scoccia)

 
Alle 12 maggio 2014 22:09 , Blogger Elle ha detto...

Cioè avete studiato la sua storia? Per usarla nel disco?

 
Alle 12 maggio 2014 22:11 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

No, più che la storia, abbiamo studiato molto i suoni insieme ai ritmi. Al cosiddetto "groove" funky. Sembra semplicissimo ma è molto difficile da ottenere.

 
Alle 12 maggio 2014 22:13 , Blogger MarkEllen8 ha detto...

Tanti ascolti di dischi storici..

 
Alle 12 maggio 2014 22:14 , Blogger Elle ha detto...

Perché non si smette mai di imparare ;)
Se questo vostro cd fosse un concept-album su cosa sarebbe? … o devo togliere il “se”???

 
Alle 12 maggio 2014 22:15 , Blogger MarkEllen8 ha detto...

James Brown; Funkadelic; The meters; Tim Maia tra gli altri

 
Alle 12 maggio 2014 22:16 , Blogger Elle ha detto...

Ah, ciao Emilio/Mark, non eri scappato ;)
Hai anche tu qualche episodio da raccontare o condividi quello di Bojan?

 
Alle 12 maggio 2014 22:17 , Blogger Elle ha detto...

Se ci fosse l'Alligatore direbbe senz'altro qualcosa di sensato su questi pezzi di storia che nominate, io invece sono una schiappa, possosolo dire di averli sentiti nominare tutti tranne Tim Maia :(

 
Alle 12 maggio 2014 22:17 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

No, il "se" ci può rimanere. Non ci eravamo posti un obbiettivo così determinato. Comunque sarebbe sul movimento.. Il cambiamento.. Aspetti molto generali a dirla così, ma che in realtà avevamo in mente dall’inizio. Movimento e cambiamento espressi attraverso cambi ritmici, di struttura dei pezzi e del disco anche.

 
Alle 12 maggio 2014 22:20 , Blogger Elle ha detto...

Cambiamento anche all'interno della stessa canzone, mi par di sentire..

 
Alle 12 maggio 2014 22:21 , Blogger Elle ha detto...

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di “Bioscop”? … che vi piace di più fare live?

 
Alle 12 maggio 2014 22:22 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Eh si. La traccia numero 3 ( Riviera ) potrebbe essere un buon esempio. C'è quasi un evoluzione costante di ritmo. E' in movimento.

 
Alle 12 maggio 2014 22:24 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Bè, bisognerebbe innanzitutto chiederlo anche agli altri Portfoli, ma forse la sonorizzazione del documentario di Lenin è quella che ci inorgoglisce di più. E’ stato un lavoro molto impegnativo e nuovo per noi. Oltre ad essere 17 minuti di musica ininterrotta, che cambia, si evolve tra generi e suoni, crediamo che unita alle immagini dià davvero qualcosa di più. E poi per il Live, forse la cover dei Metro(Criminal World). Divertente da fare dal vivo.

 
Alle 12 maggio 2014 22:25 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Emi, tu che dici?

 
Alle 12 maggio 2014 22:25 , Blogger Elle ha detto...

Ascoltavo proprio Riviera quando l'ho scritto ;)
(dai, che schiappa schiappa non sono ahahaha)

 
Alle 12 maggio 2014 22:26 , Blogger Elle ha detto...

Sì, certo, ognuno di voi può dire la sua. Anche io la dirò ;)

 
Alle 12 maggio 2014 22:29 , Blogger Elle ha detto...

Emilio si astiene?

 
Alle 12 maggio 2014 22:31 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Sembra di si.

 
Alle 12 maggio 2014 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Hey ciao, sono ritornato in vita ;)

 
Alle 12 maggio 2014 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Elle, mia salvatrice ... ciao ragazzi.

 
Alle 12 maggio 2014 22:32 , Blogger MarkEllen8 ha detto...

Anche io credo che criminal world sia molto divertente da suonare live, molto carica

 
Alle 12 maggio 2014 22:32 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Ben tornato!

 
Alle 12 maggio 2014 22:32 , Blogger Elle ha detto...

Alli!!!!
Ma dove ti eri cacciato??? :(

 
Alle 12 maggio 2014 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Come va? ... a che domanda siete?

 
Alle 12 maggio 2014 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

In palude, sotto sotto...

 
Alle 12 maggio 2014 22:32 , Blogger Elle ha detto...

Quella sulla label è la prossima.

 
Alle 12 maggio 2014 22:33 , Blogger Elle ha detto...

A no, aspetta, devo dire le mie canzoni preferite ;)

 
Alle 12 maggio 2014 22:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Il temporale non è ancora passato, ma riesco a dire qualcosa ... tipo le mie preferite...

 
Alle 12 maggio 2014 22:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo di le tue...

 
Alle 12 maggio 2014 22:34 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

dite dite

 
Alle 12 maggio 2014 22:34 , Blogger Elle ha detto...

Riviera e Three songs about Lenin perché i cambiamenti interni alle canzoni mi rapiscono sempre :)

 
Alle 12 maggio 2014 22:35 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Gran scelta! :)

 
Alle 12 maggio 2014 22:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Le mie To the right, Love Affair e Three songs about Lenin.

 
Alle 12 maggio 2014 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd  stato autoprodotto, se non sbaglio. È stato facile farlo? Altri importanti a livello produttivo per questo cd? …

 
Alle 12 maggio 2014 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Io vado con le ultime domande ... Elle è stata magnifica, ha improvvisato alla perfezione (mi conosce bene).

 
Alle 12 maggio 2014 22:38 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Si, il disco è autoprodotto. Di fatto non è mai facile trovare il budget necessario per sviluppare un progetto come questo purtroppo. Questa volta è stato possibile grazie ai tanti “contribuenti” di fundraisng attraverso lo spazio di www.musicraiser.com che hanno sostenuto il nostro progetto con diversi contributi. Cogliamo l’occasione per ringraziarli di nuovo, perché senza di loro sarebbe stato tutto molto più difficile.

 
Alle 12 maggio 2014 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Siete spariti voi ora? :)

 
Alle 12 maggio 2014 22:39 , Blogger Elle ha detto...

Alli non sparire di nuovo, tengo a bada io il temporale!

 
Alle 12 maggio 2014 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

A no, eccovi...

 
Alle 12 maggio 2014 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Sei meglio dei parafulmini ...

 
Alle 12 maggio 2014 22:40 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

E poi si. Difficile farlo. Come per tutti penso..

 
Alle 12 maggio 2014 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, l'azionariato pop per fare un disco, va molto,per molte ragioni...

 
Alle 12 maggio 2014 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina in movimento, forse per dare il senso di quello che si trova nel cd? Forse per altri motivi? Di chi è opera e come è stata scelta la copertina di “Due”

 
Alle 12 maggio 2014 22:41 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

La copertina è una foto di Martina Bianchi. Nostra grande fan da sempre, non chè la sorella minore di Tiziano Bianchi. La Marty fà da sempre dei bellissimi scatti( anche la copertina del primo disco e l’EP We Humans è opera sua ) che ci sono spesso d’ispirazione. In questo caso si, rappresenta proprio il movimento.

 
Alle 12 maggio 2014 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Grande Martina...è perfetta per ilcd.

 
Alle 12 maggio 2014 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove avete presentato/presenterete l’album? …

 
Alle 12 maggio 2014 22:42 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Si si, è mitica!

 
Alle 12 maggio 2014 22:44 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Lo presentiamo prossimamente verso fine maggio ai Musei Civici di Reggio Emilia. Purtroppo non per nostra scelta la data è ancora da ufficializzare. E' comunque uno spazio molto suggestivo.
Siete tutti invitati ovviamente!!

 
Alle 12 maggio 2014 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

SicURAMENTE.

 
Alle 12 maggio 2014 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non vi ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 12 maggio 2014 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Scusa se vado di fretta,ma ho un tifone dietro la schiena ;)

 
Alle 12 maggio 2014 22:45 , Blogger Elle ha detto...

I Musei Civici.. li ho già sentiti nominare..

 
Alle 12 maggio 2014 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

La palude è così ;)))

 
Alle 12 maggio 2014 22:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Si, mi pare ci abbiano suonato i Juli'e Haircut.

 
Alle 12 maggio 2014 22:46 , Blogger Alligatore ha detto...

...ai musei civici (era per Elle).

 
Alle 12 maggio 2014 22:46 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Eh..forse troppe cose.. :)
Ancora una volta ci teniamo a ringraziare i nostri “raisers” e sollecitiamo a chi è interessato a venire a sentirci dal vivo, che è forse la nostra dimensione migliore.
Se Emi è ancora on-line, es vuole aggiungere qualcosa..

 
Alle 12 maggio 2014 22:47 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Si, esatto, ci hanno suonato a settembre i Julies.

 
Alle 12 maggio 2014 22:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Tutto quello che vuoi Emi, e anche tu... io ti ringrazio e scuso se sono stato un po' assesnte... ma Elle, la mia salvatrice, c'è sempre quando deve.

 
Alle 12 maggio 2014 22:48 , Blogger Elle ha detto...

Ah ecco ;)

 
Alle 12 maggio 2014 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Grandi.... grazie Bojan, Graze Emi, un grande grazie ad Elle (quando ci vediamo ti ringrazierò alla mia maniera)... grazie a tutti.

 
Alle 12 maggio 2014 22:49 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Nessun problema. Elle è stata assolutamente impeccabile.
Grazie a voi del invito. E' molto bella questa modalità di intervista.

 
Alle 12 maggio 2014 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna ai Portfolio.

 
Alle 12 maggio 2014 22:49 , Blogger Elle ha detto...

Sì Alli, per te questo e altro.

 
Alle 12 maggio 2014 22:49 , Blogger Bojan Fazlagic ha detto...

Ciao e grazie ancora a tutti e due.

 
Alle 12 maggio 2014 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

;)*

 
Alle 12 maggio 2014 22:50 , Blogger Elle ha detto...

Ciao a tutti, grazie per la musica, buonanotte!

 
Alle 12 maggio 2014 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Notte, qui spengo tutto prima che salti... alla prossima, spero :)

 
Alle 12 maggio 2014 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Notte ;)**********

 
Alle 12 maggio 2014 22:52 , Blogger MarkEllen8 ha detto...

Io mi unisco ai ringraziamenti d Bojan

 
Alle 12 maggio 2014 22:53 , Blogger MarkEllen8 ha detto...

E nuova serata a tutti

 
Alle 13 maggio 2014 12:22 , Blogger Andrea ha detto...

Molto interessante. Non conoscevo minimamente questa uscita. Jukka ü sempre una garanzia. come sempre grazie Ally.

ciao

 
Alle 14 maggio 2014 01:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te per l'attenzione... sì, Jukka un grande.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page