giovedì 14 novembre 2013

Due parole con The Talking Bugs

Stanno per approdare in palude per la prima volta The Talking Bugs. Arriveranno a bordo di questa mongolfiera con il pallone aerostatico a forma di cervello presente sulla copertina del loro gran esordio: Wiewofanonsense (tutto attaccato), dato alle stampe per Lobster Art Collective. Ufficialmente fuori lunedì prossimo, il 18 novembre, questo magico disco di nuovo rock contaminato/contaminante, lo potete ascoltare in anteprima streaming gratuito cliccando qui. Sentirete otto perle di elettronica sognante, folk ritemprante, pop da fiaba sintetica. Provate e poi dite pure la vostra.
The Talking Bugs sono insieme da gennaio 2011, nati dall’incontro tra Alessandro Di Furio (chitarra classica/voce), Fausto Ghini (chitarra classica/voce), Paolo Andrini (contrabbasso). Al trio, si è poi aggiunto, nel novembre dello scorso anno, Youssef Ait Bouazza (batteria/percussioni). Wiewofanonsense rappresenta il loro primo concreto risultato, un pugno di canzoni d’autentico indie-rock dei nostri giorni, con testi cantati in inglese da voce sicura e calda. A tratti ricordano nomi del pop-rock internazionale più malinconico e riuscito, ma dopo qualche ascolto penserete che questo sound vi ricorda solo The Talking Bugs… e allora parliamone. Pronti?  
PER CONOSCERLI MEGLIO 

Etichette: , , , , , , , , , , ,

94 Commenti:

Alle 14 novembre 2013 21:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ci sono!

 
Alle 14 novembre 2013 21:31 , Anonymous Anonimo ha detto...

Ci sono!

 
Alle 14 novembre 2013 21:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao, benvenuti in palude The Talking Bugs...

 
Alle 14 novembre 2013 21:34 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Grazie! Non ci mangerete vero?

 
Alle 14 novembre 2013 21:34 , Blogger Elle ha detto...

Presente e pronta a salire sulla mongolfiera!
Ciao a tutti.

 
Alle 14 novembre 2013 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

No, almeno non prima l'intervista, e manco durante ...

 
Alle 14 novembre 2013 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, ciao Elle, il non era la risposta a "Non ci mangerete?" ... ovviamente sì, tu sei benvenuta sulla mongolfiera. Partiamo insieme...

 
Alle 14 novembre 2013 21:36 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Ok...mi sento un po' più rilassato.

 
Alle 14 novembre 2013 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene Paolo, allora faccio partire il cd e vado con le domande ... da quello che so, Paolo rappresenterà degnamente la band, questa sera in palude...

 
Alle 14 novembre 2013 21:37 , Blogger Elle ha detto...

Ah ecco.
Per curiosità the talking bugs con quale vino andrebbero annaffiati?

 
Alle 14 novembre 2013 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Aha, ah, ah, con quale vino mangeremo il gruppo dopo?

 
Alle 14 novembre 2013 21:39 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Siamo romagnoli...è d'obbligo il sangiovese. Ma non mi piace dare questo tipo di suggerimenti!

 
Alle 14 novembre 2013 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, è vero, lo stavo dicendo io ...

 
Alle 14 novembre 2013 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Dai, adesso assaporiamo il disco, l'unica cosa che mangeremo qui ...

 
Alle 14 novembre 2013 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Parola di alligatore ;)

 
Alle 14 novembre 2013 21:41 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Ma Elle ha un profilo carino...non la vedo strafogarsi di bacherozzi

 
Alle 14 novembre 2013 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, è così ...

 
Alle 14 novembre 2013 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Il disco è partito, e io ti chiedo: come è nato?

 
Alle 14 novembre 2013 21:42 , Blogger Elle ha detto...

Perché no? io li accetto volentieri certi suggerimenti, accetto anche se versi tu, io porgo il bicchiere ;)
(visto che non si mangia almeno beviamo)
Sì sì, andate pure con l'intervista..

 
Alle 14 novembre 2013 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato Viewofanonsense?

 
Alle 14 novembre 2013 21:44 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...


ViewOfAnonsense è una tappa di un percorso che abbiamo intrappreso a partire dall’inizio del 2011. Una tappa naturale e una istantanea dei Talking Bugs in un momento della nostra ricerca artistica e stilistica.

 
Alle 14 novembre 2013 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Una tappa importante ...

 
Alle 14 novembre 2013 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

... il primo disco, non si scorda mai.

 
Alle 14 novembre 2013 21:45 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

L’incontro tra me Fausto e Ale ha creato una comunione artistica pressoché immediata. Li ho conosciuti in momenti diversi. Prima Fausto (inizio 2010) poi Ale un anno dopo. Prima di incontrare Fausto avevo conosciuto diversi chitarristi ma nessuno mi aveva lasciato un briciolo di quello che Fausto mi ha trasmesso in 15 minuti di parole e note. E’ stata la stessa cosa con Ale la prima sera che è stato a casa mia. Io e Fausto gli facemmo sentire qualcosa a cui stavamo lavorando. Stessa cosa Ale. Non saprei dire se questo capita spesso per molti gruppi. Nessuno di noi abbia avuto il minimo dubbio sul fatto che avremmo lavorato insieme e fatto delle belle cose.

 
Alle 14 novembre 2013 21:46 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Per citare Ale in una bella intervista per Il Fatto Quotidiano “si parlava dello stesso colore”.

 
Alle 14 novembre 2013 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? … tutto attaccato?

 
Alle 14 novembre 2013 21:47 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Poco tempo fa mia mamma mi ha ricordato che qualche giorno dopo aver incontrato Ale le dissi: “ho conosciuto un chitarrista talentuoso e geniale”. Faremo un gruppo insieme e faremo cose molto belle”. Non è cambiato nulla di quello che ho pensato al primo incontro se non l’impressione di essere andati anche oltre quello che potevo aspettarmi. Le idee e la composizione dei pezzi é molto elaborata ma fluisce in modo naturale. Ad un certo punto c’è stata l’esigenza e la necessità artistica di registrare. Abbiamo selezionato 8 delle nostre composizioni e le abbiamo sezionate in modo maniacale per capire come volevamo che rendessero.

 
Alle 14 novembre 2013 21:49 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

arriviamo al titolo...
I testi delle canzoni sono molto intimisti. Abbastanza malinconici. Parlano di stati d’animo ma cercano di farlo per immagini. Per questo possono risultare ermetici. Una “panoramica” sui tormentati viaggi che la mente ci porta a fare. La mente spesso ragiona in modi che si discostano dalla razionalità. In modo privi di senso. Questo il motivo del titolo. Tutto attaccato perché ci piaceva l’idea che lo stesso titolo fosse una parola almeno nell’apparenza priva di senso

 
Alle 14 novembre 2013 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

... alchimia magica.

 
Alle 14 novembre 2013 21:51 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

definiamola così...mi piace

 
Alle 14 novembre 2013 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 14 novembre 2013 21:53 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

abbastanza canonica. Strumenti registrati singolarmente poi editati. Contrabbasso…chitarre. Poi elettronica e voce più o meno contemporaneamente. E’ stato un lavoro durato quasi un anno. Questo perché non era facile coniugare i tempi di persone che lavorano e anche per un certo perfezionismo da cui siamo affetti.

 
Alle 14 novembre 2013 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

In effetti, si sente una perfetta compenetrazione tra lato acustico/classico e lato elettronico ...un bella alchimia anche qui.

 
Alle 14 novembre 2013 21:57 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

ci piaceva l’idea di mescolare il suono degli strumenti acustici ad una ritmica realizzata tutta con elettronica. Così è stato e il risultato è molto vicino a quello che avevamo immaginato.

 
Alle 14 novembre 2013 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del disco?

 
Alle 14 novembre 2013 21:58 , Blogger Elle ha detto...

Il risultato è perfetto.
Io aspetto la domanda sulle canzoni preferite per intervenire ;)

 
Alle 14 novembre 2013 21:59 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Nessuno in particolare ma scene ricorrenti. Io (Paolo) che mi addormento sul divano di Simone nello studio Excantine. Gli “scazzi” tra me e Ale generati per insofferenza dovuti alla durata dei lavori. Ci sono stati momenti di tensione in cui credevo che non saremmo mai arrivati in fondo e che ci saremmo mandati a quel paese prima di finire…

 
Alle 14 novembre 2013 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Succede quando si vive spesso a contatto ... il troppo stroppia ;)

 
Alle 14 novembre 2013 22:00 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Ah...pensavo ci avessi abbandonato Elle!

 
Alle 14 novembre 2013 22:01 , Blogger Alligatore ha detto...

La domanda sulle canzoni arriverà presto Elle ... ma prima chiedo: se questo vostro cd fosse un concept-album su cosa sarebbe?

 
Alle 14 novembre 2013 22:02 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Si....a volte avere un gruppo e un po' come essere fidanzati con gli altri membri

 
Alle 14 novembre 2013 22:02 , Blogger Elle ha detto...

No no.. la musica mi aveva rapita, ma fisicamente sono ancora qui.

 
Alle 14 novembre 2013 22:03 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Riprendendo quanto dicevo sul titolo, il concept sarebbe quello. I pensieri spesso malinconici e a volte rabbiosi da cameretta. Aiuto…penserete che siamo “emo”. Comunque non sono originale dicendo che la musica può essere terapeutica e può significare sfogo del pensiero. E’ normale che, come ogni altra arte, ci serva per portare fuori gli aspetti più intimi e nascosti di noi. Questo è il concept di ViewOfAnonsense… E ce n’è abbastanza per andare in analisi per qualche anno.

 
Alle 14 novembre 2013 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Ti sento Elle ;)

 
Alle 14 novembre 2013 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Quanto all'analisi, voi l'avete già fatta, facendo il disco, no? Un autoterapia ...

 
Alle 14 novembre 2013 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

... e tra poco la domanda sulle canzoni. Ma prima un goccio di Sangiovese ;)

 
Alle 14 novembre 2013 22:07 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Si...per questo non avremo psicoanalisti tra i nostri fans

 
Alle 14 novembre 2013 22:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Prosit!

 
Alle 14 novembre 2013 22:08 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Se cominci con il sangiovese mi preoccupo! Non sarà per aprire lo stomaco e le fauci?

 
Alle 14 novembre 2013 22:09 , Blogger Alligatore ha detto...

No, siamo vegan... almeno ora ;)

 
Alle 14 novembre 2013 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di Viewofanonsense? ... che vi piace di più fare live?

 
Alle 14 novembre 2013 22:11 , Blogger Elle ha detto...

La fame vien mangiando, non bevendo.. tranquilli..
(...)

 
Alle 14 novembre 2013 22:13 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Noi siamo sinceramente legati ad ogni singolo brano. Era un punto fermo che ci siamo imposti. Niente album se avessimo dovuto inserire dei "riempitivi". Anzi credo che alcuni brani lasciati fuori avrebbero potuto entrarci. Comunque, per rispondere alla tua domanda, siamo particolarmente soddisfatti di come rendono Laika e Broken Sword in questo disco. In live chiudiamo quasi sempre con I Don’t Know Why. E’ un pezzo cche esercita molto fascino sul pubblico. Nella chiusura colgo spesso il trasporto del pubblico che tiene il tempo pur non avendola mai sentita.

 
Alle 14 novembre 2013 22:14 , Blogger Elle ha detto...

A me piacciono Laika, Solitude e I Don't Know Why, a parte tutte le altre.

 
Alle 14 novembre 2013 22:16 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Thanks! Tu hai gusto Elle!

 
Alle 14 novembre 2013 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Le mie My Wounds voce mai così intensa, The Lovers, romantica come il titolo promette, Broken Sword, gran cambi di ritmo, pezzo che sale fino alla fine (gran finale).

 
Alle 14 novembre 2013 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

... e l'abbiamo dette tutte :)

 
Alle 14 novembre 2013 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

In effetti, non c'è un riempitivo.

 
Alle 14 novembre 2013 22:18 , Blogger Elle ha detto...

Bene, adesso possiamo brindare!

 
Alle 14 novembre 2013 22:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Cin!

 
Alle 14 novembre 2013 22:19 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

e brindiamo!

 
Alle 14 novembre 2013 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd è uscito con Lobster Art Collective …. Mi dite come vi siete incontrati e come avere lavorato con questa realtà? … altre persone/gruppi importanti per la realizzazione del disco?

 
Alle 14 novembre 2013 22:22 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Lobster è una associazione culturale che si occupa di musica indie, illustrazione, grafica, fotografia…organizza eventi in cui queste cose siano presentate insieme tra loro. Semplicemente siamo noi e altri nostri amici, i Tequila Funk Experience…e poi tutta la gente meravigliosa che collabora per tutte queste arti di cui noi e io in particolare sono appassionato oltre alla musica
https://www.facebook.com/#!/LobsterArtCollective
…se volete curiosare…

 
Alle 14 novembre 2013 22:23 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Dunque tra insetti, alligatori e aragoste pare di essere in uno strano zoo

 
Alle 14 novembre 2013 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Uno zoo musicale ... poi mi guardo con calma il link, altrimenti mi perdo. Vedo una bella realtà, comuqnue ...

 
Alle 14 novembre 2013 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina surreale, con questo cervello a viaggiare nello spazio infinito come fosse una mongolfiera … di chi è opera? Come è stata scelta per fare da copertina a Viewofanonsense?

 
Alle 14 novembre 2013 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Arriva sempre da lì?

 
Alle 14 novembre 2013 22:29 , Blogger Elle ha detto...

Che bei disegni su Lobster!

 
Alle 14 novembre 2013 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Veramente da perdersi ...

 
Alle 14 novembre 2013 22:30 , Blogger Elle ha detto...

Secondo me sì, viene da lì!

 
Alle 14 novembre 2013 22:30 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Grazie...quella è un'altra storia ma è comunque un altro progetto che ci da belle soddisfazioni

 
Alle 14 novembre 2013 22:31 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

scusa...torno alla copertina. Ancora una volta ci ricolleghiamo a quanto detto del titolo e del concept. L’artwork è opera di Agnese Baruzzi, cara amica oltre che grafica e illustratrice affermata. Lei ha interpretato in maniera perfetta il concept e l’idea…nulla ci porta a viaggiare più che il nostro cervello.

 
Alle 14 novembre 2013 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Infatti, quello che dicevi in apertura, si collega perfettamente alla copertina ...

 
Alle 14 novembre 2013 22:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove avete presentato/presenterete l’album? … che deve ancora uscire ufficialmente.

 
Alle 14 novembre 2013 22:36 , Blogger Elle ha detto...

Brava Agnese.
..è vero, tutti abbiamo un cervello mongolfiera!

 
Alle 14 novembre 2013 22:38 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Nessuna release date ufficiale ma tanti concerti.
Cominciamo il 22/11 a Radio Città del Capo a Bologna per la trasmessione MAPS.
Poi il 23 alla Brigata 36 a Imola insieme ai Tequila funk Experience.
Il 6/12 siamo a Faenza al Luogo Comune per una rassegna organizzata da Lobster su tre venerdì consecutivi 6 – 13 – 20 dicembre.
Poi a dicembre saremo ancora al Moog a Ravenna e a Livorno per Ungawa! Tiki Bar…
Per l’anno prossimo dovrete rimanere aggiornati seguendoci sulla nostra pagina FB.

 
Alle 14 novembre 2013 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, seguiremo l'evolversi del tour nei vostri spazi web...

 
Alle 14 novembre 2013 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

@Elle
Perfetta per viaggi pindarci ... brava ad interpretare il tutto Agnese Baruzzi.

 
Alle 14 novembre 2013 22:42 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Riporteremo i complimenti ad Agnese.

 
Alle 14 novembre 2013 22:43 , Blogger Elle ha detto...

Sarà fatto.

 
Alle 14 novembre 2013 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non vi ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 14 novembre 2013 22:48 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Il saluto d’obbligo è per tutto il pubblico che da quando siamo partiti ad oggi ci sta dando un appoggio che mai avremmo immaginato. Ad ognuno di loro che anche solo una volta sia stato ad un nostro concerto e ci abbia apprezzato vorremmo dire quanto sono importanti per noi e per continuare. Sembra retorico ma è la cosa più vera che che posso dire.

 
Alle 14 novembre 2013 22:48 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

E poi voi che ci date la possibilità di essere qui a parlare di quello che facciamo!

 
Alle 14 novembre 2013 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te Paolo, di essere venuto qui in palude, coraggiosamente solo....

 
Alle 14 novembre 2013 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

... e non ti abbiamo mangiato.

 
Alle 14 novembre 2013 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Per ora ...prepara i piatti Elle ;)

 
Alle 14 novembre 2013 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Ovviamente si scherza ... appareccchio io ;)

 
Alle 14 novembre 2013 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie ai The Talking Bugs ... grazie ad Elle, e a tutti coloro che ci hanno letti e ci leggeranno, senza o commentando ...

 
Alle 14 novembre 2013 22:54 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Ecco...io lo sapevo. E gli altri buttano sempre avanti me. Comunque dimenticavo...dobbiamo ringraziare anche quel batterista/percussionista geniale che è Youssef...senza di lui non saremmo gli stessi nei concerti live che verrete a sentire. Prezioso. L'ultimo arrivato ma ormai insostituibile

 
Alle 14 novembre 2013 22:55 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Grazie ancora e...a presto! Verremo spesso a rinfrescarci nella costra palude.

 
Alle 14 novembre 2013 22:56 , Blogger Elle ha detto...

Ihih pauuura!
Grazie a voi per la musica, però adesso basta chiacchiere, tutti a tavola!
Buonanotte ;)

 
Alle 14 novembre 2013 22:57 , Anonymous The Talking Bugs ha detto...

Notte!

 
Alle 14 novembre 2013 22:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Finalmente si mangia ;)

 
Alle 14 novembre 2013 22:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna a The Talkiing Bugs.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page