martedì 26 novembre 2013

Due parole con The Singers

Ritornano in palude The Singers, con un nuovo disco in uscita a breve. Ufficialmente fuori giovedì 21 (ma l’hanno presentato nella loro Roma sabato scorso, e subito dopo mi hanno mandato una mail, verso le 4 di notte, dicendomi delle ottime vibra), è un disco senza titolo se non quello del nome della band, con una copertina al calor bianco (ci ho messo un po’ a focalizzarla, ma poi…), e dieci pezzi di pop energico/energetico come sanno fare The Singers. Prodotto da loro stessi insieme agli amici Velvet al CoseComuni Recording Studio, è una bella progressione rispetto all’esordio impeccabile di The Room Went Black, presentato su questi schermi nel novembre di due anni fa.
Disco del mese su XL di Repubblica (per sentirlo in streaming gratuito cliccate qui), è  il classico album che cresce ascolto dopo ascolto, con perfette melodie  dall’intenso gusto di pop internazionale. Quando parlano di loro citano i Franz Ferdinand e The Strokes, Arctic Monkeys  ed Interpol, National … ma a me sembrano un gruppo con una personalità ormai definita, che pur rifacendosi a questi nomi non sono altro che se stessi, The Singers. Lo dimostrano le dieci canzoni del cd dato alle stampe dalla CoseComuni, canzoni che non sono per niente comuni: passo dopo passo mettono in fila dieci ipotetici singoli. Insomma, non ci sono cadute di ritmo. Parliamone. Pronti?  
PERCONOSCERLI MEGLIO  

Etichette: , , , , , , , , , , , , , , ,

116 Commenti:

Alle 26 novembre 2013 21:33 , Blogger The Singers ha detto...

Ecco Vicky dei Singers!

 
Alle 26 novembre 2013 21:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Vicky, benritornato in palude...

 
Alle 26 novembre 2013 21:34 , Blogger The Singers ha detto...

Grazie caro alligatore, un vero piacere...

 
Alle 26 novembre 2013 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Piacere mio ....vi sto già ascoltando in cuffia... magica Toronto.

 
Alle 26 novembre 2013 21:35 , Blogger The Singers ha detto...

Ho appena letto le belle parole che hai scritto sul nostro nuovo album e ti ringrazio... Toronto? Si la adoro anche io... noi tutti a dir la verità...

 
Alle 26 novembre 2013 21:36 , Blogger Elle ha detto...

ahaha Alli, se non l'avessi detto tu non avrei nemmeno capito che c'era qualcosa da focalizzare!
Ciao a tutti!

(i commenti sull'oggetto focalizzato li lascio a dopo)

 
Alle 26 novembre 2013 21:36 , Blogger The Singers ha detto...

Trai pezzi che preferiamo di questo nuovo nato!

 
Alle 26 novembre 2013 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah,ciao Elle ... in effetti sul blog si vede meglio, ma la copertina è più sfocata (o sono io che invecchio).

 
Alle 26 novembre 2013 21:38 , Blogger The Singers ha detto...

Dai diciamolo, è bellissima questa cover!

 
Alle 26 novembre 2013 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, Tornto è un bel modo di iniziare Vicky, e la copertina è di culto ;)

 
Alle 26 novembre 2013 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Dopo ci arriviamo, ora parto con il fuoco di fila delle domande ... pronto?

 
Alle 26 novembre 2013 21:39 , Blogger The Singers ha detto...

E pensare che ne abbiamo scartate altre 51...

 
Alle 26 novembre 2013 21:40 , Blogger The Singers ha detto...

Ok, pronto, vai con le domande

 
Alle 26 novembre 2013 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

... 51? Ah, ah, ah, dopo mi racconti.

 
Alle 26 novembre 2013 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

1. Come è nato questo disco?

 
Alle 26 novembre 2013 21:41 , Blogger Matteo Caminoli ha detto...

Ciao! Io sono quello che a tutti i concerti vede le chiappe di Vicky :)

 
Alle 26 novembre 2013 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Matteo, batterista del gruppo, capisco ;)

 
Alle 26 novembre 2013 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Abbiamo tutta la sezione ritmica qui questa sera ...

 
Alle 26 novembre 2013 21:44 , Blogger The Singers ha detto...

Oh ecco, ci ha raggiunti anche Matteo (batterista dei Singers)... vado con la prima risposta: questo nostro secondo album, "The Singers", nasce praticamente già durante la produzione di The Room Went Black (2011). In particolare canzoni come "Flowers in Navona" e "Promises We Made" sono state scritte proprio in quel periodo, anche se poi hanno subito diverse revisioni.

 
Alle 26 novembre 2013 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Vicky è il basso e voce della band.

 
Alle 26 novembre 2013 21:46 , Blogger The Singers ha detto...

In ogni caso, il disco, così come il primo, è nato dalla grandissima voglia che abbiamo di far sentire a tutti le nostre cose.
E però in questo seconda occasione avevamo qualcosa in più da dire e da dare. Mi riferisco alla consapevolezza di avere la possibilità di fare un disco il più possibile senza riferimenti, senza etichette, bello punto e basta.

 
Alle 26 novembre 2013 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

E ci siete riusciti!

 
Alle 26 novembre 2013 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché senza un vero titolo, se non lo stesso del nome del gruppo? … per dire: noi siamo le nostre canzoni, le nostre canzoni siamo noi?

 
Alle 26 novembre 2013 21:47 , Blogger The Singers ha detto...

Grazie caro Alligatore, vuol dire tantissimo per noi, davvero.

 
Alle 26 novembre 2013 21:48 , Blogger The Singers ha detto...

Si, un po' per dire "questi siamo noi", e anche perché volevamo dare attenzione alla copertina e alle canzoni in particolare.

 
Alle 26 novembre 2013 21:50 , Blogger The Singers ha detto...

Così come per "The Room Went Black", la copertina vuol dire molto per noi e per l'album. E' davvero esemplificativa del mood che circonda e costituisce le 10 canzoni che sono in questo nuovo disco.

 
Alle 26 novembre 2013 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

... e anche questi obiettivi sembrano raggiunti. La copertina colpisce come le canzoni. Un bel connubio...

 
Alle 26 novembre 2013 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è stata la genesi del disco, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 26 novembre 2013 21:51 , Blogger The Singers ha detto...

Mi piacciono i complimenti... vai così alligatore!

 
Alle 26 novembre 2013 21:53 , Blogger The Singers ha detto...

L'idea iniziale è stata proprio quella di cui parlavo prima: il primo album ci aveva lasciati un po' "scottati"... Belle recensioni ok, grande calmore tutto sommato per un disco fully indie... però...

 
Alle 26 novembre 2013 21:54 , Blogger Matteo Caminoli ha detto...

La genesi è stato secondo me quel momento alla fine della promozione dello scorso disco quando entravamo in sala prove e per una buona ota suonavamo nuove idee e vedevo gli occhi spiritati e sanguinolenti di tutti con la consapevolezza di avere qualcosa di piú grande fra le mani rispetto a quei primi dodici pezzi del primo album

 
Alle 26 novembre 2013 21:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Insomma, uan certa vibra intorno a voi.

 
Alle 26 novembre 2013 21:55 , Blogger The Singers ha detto...

c'era sempre questo non so che di NON DEFINITO... tutti troppo concentrati a definirlo un disco "di maniera"... E così stavolta ci siamo liberati completamente, abbiamo svuotato la mente e abbiamo fatto il disco che volevamo fare, senza limiti, senza generi, senza riferimenti. Solo le NOSTRE canzoni ecco.

 
Alle 26 novembre 2013 21:56 , Blogger Matteo Caminoli ha detto...

Secondo me anche la pizzeria vicino allo studio di registrazione è stata di forte ispirazione... Pizza ripiena alla porchetta! L'avevate mai sentita? No dai scherzo.

 
Alle 26 novembre 2013 21:57 , Blogger Elle ha detto...

(Però dopo spiegate cosa c'entra la copertina.. a me vista così non piace..)

 
Alle 26 novembre 2013 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, no mai ... io una volta l'ho mangiata con polenta e salame però ...polenta cotta al momento, fumante.

 
Alle 26 novembre 2013 21:57 , Blogger The Singers ha detto...

E scherzi scherzi ma la porchetta era reale però

 
Alle 26 novembre 2013 21:58 , Blogger Matteo Caminoli ha detto...

Scusa alligatore, devi sapere che io sono l'adetto alle cazzate, ai rutti e a soddisfare le fan

 
Alle 26 novembre 2013 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Bello intervento critico Elle, poi ci arrivamo ... può essere. Sentiremo i ragazzi poi...

 
Alle 26 novembre 2013 21:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione dell’album?

 
Alle 26 novembre 2013 21:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Porchetta a parte.

 
Alle 26 novembre 2013 22:02 , Blogger The Singers ha detto...

Mmmm, vediamo... se ti riferisci alla scrittura direi sicuramente ciò che ha creato Toronto: in origine una canzone meravigliosa di Andrea (chitarra solista) che ha trovato la sua dolce metà in alcune parti scritte invece da me e da Giulio (chitarra ritmica)... cotta e mangiata, 20 giorni prima di entrare in studio a registrare l'album non ESISTEVA neppure... è diventata la traccia d'apertura! :D

 
Alle 26 novembre 2013 22:03 , Blogger The Singers ha detto...

...quanto ai giorni di registrazione... è impossibile non citare i Velvet, nostri compagni d'avventura in questo lavoro. E lì di cose da raccontare ce ne sarebbero...

 
Alle 26 novembre 2013 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Quasi un momento di ispirazione zen ... zac, avete visto l'intro perfetto per il cd.

 
Alle 26 novembre 2013 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Magari ve ne torneranno in mente durante l'intervista, o dopo ...

 
Alle 26 novembre 2013 22:05 , Blogger Elle ha detto...

Bello quest'episodio di spontaneità.

 
Alle 26 novembre 2013 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Se questo disco fosse un concept-album, su cosa sarebbe?

 
Alle 26 novembre 2013 22:06 , Blogger The Singers ha detto...

Mi piace questa domanda

 
Alle 26 novembre 2013 22:06 , Blogger The Singers ha detto...

...perché mi piace pensare a questo album come a un piccolo concept sulle... PERSONE

 
Alle 26 novembre 2013 22:07 , Blogger The Singers ha detto...

in particolare sulle donne, certo (7 pezzi su 10 parlano di loro), ma non solo...

 
Alle 26 novembre 2013 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Infatti, ascoltandolo sembra molto corale, lo dico davvero, "corale" è la parola che ho scritto più spesso ascoltando i singoli pezzi.

 
Alle 26 novembre 2013 22:07 , Blogger The Singers ha detto...

Diciamo che è un disco che parla di chi amiamo, di chi abbiamo amato e di chi ameremo per sempre.

 
Alle 26 novembre 2013 22:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma forse, intendevi qualcosa di diverso ...

 
Alle 26 novembre 2013 22:09 , Blogger The Singers ha detto...

No perché, va bene anche CORALE. E' un disco scritto da noi 5, ma a cui hanno preso parte in tanti, musicisti e non.

 
Alle 26 novembre 2013 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri dell’intero album? … che vi piace di più fare live?

 
Alle 26 novembre 2013 22:10 , Blogger The Singers ha detto...

E che parla di tante persone. CORALE va benissimo :)

 
Alle 26 novembre 2013 22:11 , Blogger The Singers ha detto...

Di Toronto abbiamo già detto, ma direi che la nostra preferita è White Curse, io in particolare la amo profondamente.

 
Alle 26 novembre 2013 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, entrambe piacciono anche a me... io ci aggiungerei pure Mrs Stapleton e Alice, pezzi popo perfetti ...

 
Alle 26 novembre 2013 22:15 , Blogger The Singers ha detto...

L'assolo di tromba sulla coda finale, in particolare, l'ho sognato per mesi prima di sentirlo realizzato in studio da quel fenomeno di Simone Arcangeli, in prestito dai Dada Circus e che ci ha prestato il fiato nell'occasione

 
Alle 26 novembre 2013 22:15 , Blogger The Singers ha detto...

Non posso che sentirmi onorato alligatore... ho messo personalmente le zampe in maniera decisa in entrambe!!

 
Alle 26 novembre 2013 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Lo posso immaginare ...molto bello l'inserimento della tromba, come del resto, la fisarmonica in un pezzo prima.

 
Alle 26 novembre 2013 22:17 , Blogger The Singers ha detto...

Ma insomma anche Monsters, primo singolo del disco, o The Jester, che il disco lo chiude... per foruna l'album ci piace tutto e tanto!

 
Alle 26 novembre 2013 22:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Flowers in Navona ...

 
Alle 26 novembre 2013 22:18 , Blogger Elle ha detto...

A me piace Flowers in Navona :)

 
Alle 26 novembre 2013 22:18 , Blogger The Singers ha detto...

Si, la fisarmonica è un'altra feature stramba presa in prestito.... l'autore è Silvino D'Amico, che suona con gli Ed Ward, grande persona e straordinario musicista

 
Alle 26 novembre 2013 22:19 , Blogger The Singers ha detto...

Esatto, Flowers in Navona!

 
Alle 26 novembre 2013 22:19 , Blogger The Singers ha detto...

Elle ti vedo preparatissima! Grazie!

 
Alle 26 novembre 2013 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, un gran bel pezzo pure quello...

 
Alle 26 novembre 2013 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Non so se Matteo vuol dire la sua ... se c'è ancora, o è andato a mangiarsi una pizza alla porchetta ;)

 
Alle 26 novembre 2013 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Intanto vado avanti...

 
Alle 26 novembre 2013 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Il disco esce dal CoseComuni Recording Studio, dei Velvet, con il quale l’avete prodotto. Come sono nate e come si sono sviluppate queste collaborazioni? Altre personalità importanti per questo disco?

 
Alle 26 novembre 2013 22:24 , Blogger The Singers ha detto...

Altri musicisti che voglio citare e ringraziare sono Giuseppe Tortora (viola e violoncello) e Fabrizio De Melis (Violino), che hanno dato corpo a questa indea matta di avere archi veri in questo album...

 
Alle 26 novembre 2013 22:26 , Blogger The Singers ha detto...

e quanto ai Velvet, che dire. Io ho lavorato in particolare a stretto contatto con Alessandro Sgreccia durante tutta la fase di produzione e missaggio del disco e dire che ho trovato un amico oltre che un producer pazzesco è riduttivo...

 
Alle 26 novembre 2013 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, infatt, un'altra cosa che si nota, sono questi archi, che danno sempre quella certa magia a canzoni pop...come la tromba, e la fisarmonica, del resto.

 
Alle 26 novembre 2013 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

... e con i Velvet, un bel rapporto, ormai consolidato.

 
Alle 26 novembre 2013 22:28 , Blogger The Singers ha detto...

Pier è stato fondamentale invece nel tirarci le orecchie quando la voglia di spaccare tutto (troppo) si faceva più viva... Poffy e Gianka invece sono stati impagabili in particolare per la cura dei dettagli di basso e batteria (quindi con me e proprio Matteo)...

 
Alle 26 novembre 2013 22:30 , Blogger The Singers ha detto...

La collaborazione con l'etichetta Cosecomuni è nata grazie ai Velvet in realtà: si sono interessati a noi grazie al primo album, e complice la collaborazione con il nostro tastierista Federico Coderoni, è avvenuto il primo contatto alla fine del 2012

 
Alle 26 novembre 2013 22:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Sicuramente si sente la cura nel dettaglio, anche nella ritmica, sì ...

 
Alle 26 novembre 2013 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina molto particolare, che a prima vista non capisci … per capirla ho dovuto aprire tutto il cd per la sua estensione, e ho detto wow! Molto rock, queste primo piano particolare di un’atleta. Come è nata l’idea della copertina e chi l’ha realizzata? Chi è l’atleta? ;)

 
Alle 26 novembre 2013 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

… e perché è così vicina al discorso delle canzoni dell’album? … come dicevate prima. È una PERSONA a voi cara, suppongo. Importante l'accento su PERSONA.

 
Alle 26 novembre 2013 22:32 , Blogger The Singers ha detto...

...di là in avanti è stata tutta una bellissima discesa. Cosecomuni è un ambiente ricco di idee, di talento e di talenti. E' stato fantastico fare un disco in uno studio fatto "di musicisti" e non "per musicisti".

 
Alle 26 novembre 2013 22:33 , Blogger The Singers ha detto...

...mi fa sorridere la parola "atleta"... posso chiederti perché pensi sia proprio una atleta?

 
Alle 26 novembre 2013 22:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Per come è vestita, per il fisico, la posizione ...

 
Alle 26 novembre 2013 22:38 , Blogger The Singers ha detto...

Ok... No, in realtà la ragazza in copertina è una splendida ballerina che ha posato per lo scatto - di una fotografa nostra collaboratrice.

 
Alle 26 novembre 2013 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

...ci sono andato vicino, una ballerina, è un po' atleta, anzi...

 
Alle 26 novembre 2013 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma veramente c'erano una cinquantina di copertine altetnative?

 
Alle 26 novembre 2013 22:40 , Blogger The Singers ha detto...

però sono contento che ognuno ci veda quello che crede... è importante anche questo, non dare riferimenti, giusto? Le idee sono belle perché sono personali!

 
Alle 26 novembre 2013 22:41 , Blogger The Singers ha detto...

52, per la precisione :)

 
Alle 26 novembre 2013 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Chiapperi!

 
Alle 26 novembre 2013 22:42 , Blogger The Singers ha detto...

come per The Room Went Black (lì erano meno, una trentina), anche in questo secondo disco abbiamo vagliato tutto il vagliabile, alla ricerca della foto perfetta. In casa Singers, le cose o si fanno da ossessivi compulsivi, o non si fanno :D

 
Alle 26 novembre 2013 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma il soggetto, era sempre la ballerina, scatti della stessa autrice, altro? ...

 
Alle 26 novembre 2013 22:44 , Blogger Elle ha detto...

A me la copertina non piace: perché è una donna, perché è così magra (atleta/ballerina non è chiaro), perché è mezzo nuda e perché è tutto rosa (oltretutto sembra il rosa della campagna per la prevenzione del tumore al seno, quindi mi stona ancora di più).
Se poi le canzoni parlano di donne e di amore si mescola in una salsa che sa di convenzionale.. preferisco quando la donna e l'amore per le donne vengono rappresentati più concretamente (non nel senso di rappresentazione "palpabile" che è la prima che mi viene in mente guardando questa copertina).

 
Alle 26 novembre 2013 22:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Un bel punto di vista critico Elle, hai detto bene ...

 
Alle 26 novembre 2013 22:47 , Blogger The Singers ha detto...

Alligatore: le altre ipotesi di cover erano sia lavori della stessa fotografa con lo stesso soggetto, e sia cose di altri autori. Tutte diverse ma altrettanto "forti" secondo noi.

 
Alle 26 novembre 2013 22:49 , Blogger The Singers ha detto...

Elle: credo che tu stia cercando di "vederci" qualcosa che non c'è... a partire dall'eccessiva magrezza. Quanto al rosa: il primo album era in bianco e nero, questo lo volevamo di un colore presente, diverso, acceso. Ed ecco il rosa. Se guardi la copertina del primo singolo, ad esempio, è azzurra confetto. Un po' papà lo siamo in fondo... :D

 
Alle 26 novembre 2013 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove avete presentato/presenterete l’album? … che ufficialmente è uscito il 21 novembre.

 
Alle 26 novembre 2013 22:50 , Blogger The Singers ha detto...

e poi, il disco non parla di donne. Parla di amore. Anche verso gli uomini, perché no. Come in "Maestro" o in "Monsters", appunto.

 
Alle 26 novembre 2013 22:52 , Blogger The Singers ha detto...

Siamo freschi freschi di presentazione ufficiale fatta sabato scorso (23 novembre) all'XS LIVE di Roma. Grande serata, tantissima gente, bellissima atmosfera, come si può vedere anche nella gallery sulla nostra pagina fb... Il disco ha fatto il suo debutto alla grande, siamo molto contanti

 
Alle 26 novembre 2013 22:53 , Blogger The Singers ha detto...

e per chi volesse, sabato prossimo saremo dal vivo nel pomeriggio di Radio Rock, a partire dalle 17.00 suoneremo (quasi) tutto l'album.

 
Alle 26 novembre 2013 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Altra occasione per sentirvi live, per approfondire...

 
Alle 26 novembre 2013 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non vi ho fatto, un appello, un saluto a qualcuno, qualcosa che non abbiamo detto o qualcuno che non abbiamo ricordato, da fare assolutamente … troppe cose?

 
Alle 26 novembre 2013 22:58 , Blogger Elle ha detto...

Io non capisco l'inglese, mi sono basata sulle tue parole che dicono, in risposta alla domanda sul concept, che il disco parla in particolare delle donne in 7 canzoni su 10. La magrezza è evidente, non ce l'ho vista io, o forse voi non avete mai visto una donna con la pancetta, ti assicuro che in quella posizione non ci sarebbero le ombre che ci sono vicino all'elastico che sono date dall'osso del bacino che sporge (sono anche io così magra, so di cosa parlo).
Posso comunque basarmi solo su quello che ci vedo io, per dire che a me non piace, perché visto da fuori, in un negozio di musica, sembra più un cd-rom "Pronta per la prova costume? I consigli di 10 esperti, di cui 7 sono donne".

 
Alle 26 novembre 2013 23:02 , Blogger Elle ha detto...

Da qui è un attimo arrivare all'idea che per essere amate, per amare, serva essere magre.. e femminili all'estremo (il rosa confetto, direttamente dal mio senso materno).

 
Alle 26 novembre 2013 23:02 , Blogger The Singers ha detto...

- una domanda che non vi ho fatto: non mi hai chiesto a quale gruppo ci ispiriamo, e per questo ti ringrazio.

- un appello: supportate la musica fatta da chi la scrive, la arrangia, la produce e la suona dal vivo. supportate la musica VERA.

- un saluto a qualcuno: a tutti quelli che dopo un concerto ci dicono "grazie mi avete emozionato"

- qualcosa che non abbiamo detto: veniteci a trovare su facebook.com/thesingersband

- o qualcuno che non abbiamo ricordato: le mamme e le nonne di tutto il mondo

- cose da fare assolutamente: la doccia

- … troppe cose?: per l'alligatore questo ed altro!

 
Alle 26 novembre 2013 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Troppe cose ...

 
Alle 26 novembre 2013 23:05 , Blogger The Singers ha detto...

@ Elle: davvero, mi spiace averti trasmesso tutto questo... ma ti posso assicurare che niente di tutto quello che dici ha minimamente a che vedere con l'idea alla base della cover o con l'album o con i Singers. Te l'assicuro. Sarei felice di spiegartelo di persona, se vorrai farci l'onore della tua presenza al prossimo live, ok?

 
Alle 26 novembre 2013 23:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Magari ci verremo insieme ...

 
Alle 26 novembre 2013 23:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Difficile spiegare con le parole certe cose. Il punto di vista di Elle, lo faccio mio, contro la mercificazione della donna, e dell'uomo, dell'essere umano. Contro certi stereotipi ...che so, non vogliono rappresentare The Singers.

 
Alle 26 novembre 2013 23:10 , Blogger The Singers ha detto...

Ok, vi aspettiamo entrambi allora! A presto e grazie per lo spazio!

Vicky
The Singers

 
Alle 26 novembre 2013 23:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie The Singers, grazie Elle.

 
Alle 26 novembre 2013 23:11 , Blogger Elle ha detto...

Non penso che la prima impressione sia quella che conta, e non dico che ciò che mi ha trasmesso la copertina fosse una vostra intenzione "negativa". Però la copertina è una sorta di biglietto da visita e le immagini, a volte più delle parole, rischiano di essere fraintese. Lo dico solo da donna che è stanca di vedere donne in copertina senza faccia, tutto qui.
La musica, che è l'unica che ho capito senza dover chiedere spiegazioni, mi è piaciuta, e ho sentito anche qualcosa del primo album mentre voi parlavate di label, e mi è piaciuta anche quella musica.
Anche la musica però è interpretabile, ci ho sentito sicuramente qualcosa che non è quello che sentite voi quando suonate ;)

 
Alle 26 novembre 2013 23:12 , Blogger Elle ha detto...

Non vi preoccupate, non vi mangio è un compito che lascio all'Alligatore ;)

 
Alle 26 novembre 2013 23:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, come diceva prima Vicky, è un messaggio aperto, e interpretable in modo diverso...

 
Alle 26 novembre 2013 23:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, certo, dopo un concerto, dopo esserci spiegati, banchetteremo con The Singers ... insieme, intendo ;)

 
Alle 26 novembre 2013 23:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Elle ;)

 
Alle 26 novembre 2013 23:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna a The Singers.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page