lunedì 10 dicembre 2012

Due parole con Caffésport Orchestra



Caffésport Orchestra questa sera in palude. Per la prima volta? In realtà è un gruppo con tanti nomi, alcuni dei quali, già passati in palude. Più che un gruppo, un supergruppo, attorno a Francesco (Franz) Senni, voce, chitarra, pianoforte, e le sue storie ironiche (anche auto-ironiche), bozzetti di provincia da cantautori anni ’70, ma con in più il pop del mare della Romagna. Dietro storie d’amore andate a male, bar, friggitorie di pesce, sogni di note. Insomma, un universo poetico che si sta dilatando, per dirla come il vecchio Woody Allen; meglio, in perenne dilatazione.
Il disco ha un titolo che è tutto un programma: …e pensare che sono venuto solo per comprare un pesce spada, come a dire, adesso mettetevi comodi, e state a sentire tutte le storie che ho da raccontarvi. Prodotto da Chihuahua records (e anche qui c’è dietro una storia), Aidoru, ABuzzSupreme edizioni, è nato nel corso degli anni, con pezzi scritti tra il 2004 e il 2011. Registrato al Bluscuro di Monteleone (Fc), da Senni, con Andrea Comandini e Andrea Zanella, e in qualche altro posto cult della riviera romagnola, oltre ad essere pieno di parole, e anche zeppo di suoni. Cosa dire di più? La parola alla Caffésport Orchestra. Pronti.
PERCONOSCERLI MEGLIO 

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

73 Commenti:

Alle 10 dicembre 2012 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Hei vitelloni ;)

 
Alle 10 dicembre 2012 21:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

ciao Diego! ci sono

 
Alle 10 dicembre 2012 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Benvneuto in palude Franz...

 
Alle 10 dicembre 2012 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Pensavo si fossero congelati i canali tra la palude e la Romagna ...

 
Alle 10 dicembre 2012 21:41 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie! bella la palude,mi piace.

 
Alle 10 dicembre 2012 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, sari tu a rappresentare tutta l'Orchestra?

 
Alle 10 dicembre 2012 21:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

effettivamente la questione si è fatta piuttosto fredda fortuna che c'è il sangiovese..

 
Alle 10 dicembre 2012 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

... oppure verrà pure qualche altro amico?

 
Alle 10 dicembre 2012 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, il Sangiovese ... partiamo con argomenti interessanti ;)

 
Alle 10 dicembre 2012 21:43 , Anonymous Anonimo ha detto...

sono solo, franz e pallina.. che è il gatto.

 
Alle 10 dicembre 2012 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, allora partiamo ... questa sera il mio, di gatto, è andato a dormire presto, ma di solito è qui che gira, altrimenti potevamo fare un'intervista in 4 ...pronti?

 
Alle 10 dicembre 2012 21:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

yeah!

 
Alle 10 dicembre 2012 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Via: come è nato “…e pensare che sono venuto solo per comprare un pesce spada”?

 
Alle 10 dicembre 2012 21:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

più che un album direi che è una testimonianza sentimentalmusicale degli ultimi 5 anni,una serie di canzoni e di stati d'animo registrati in periodi e luoghi diversi..diciamo che è nato con calma.. :)

 
Alle 10 dicembre 2012 21:52 , Blogger Alligatore ha detto...

... e mi sembra un bell'atteggiamento nei confronti della vita, di tutto ...

 
Alle 10 dicembre 2012 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? Buffo, lungo quasi come un titolo di un film della Wertmůller.

 
Alle 10 dicembre 2012 21:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

te dici? il titolo è estrapolato da una strofa di "appassionata" che è una marcetta che racconta le vicissitudini di un commerciante di pesce che va a Napoli per comprare un pesce spada
quindi tranquillo difare una cosa di routine e si ritrova poi a fare tutt'altro.. questo è un po quello che ci è successo con questo lavoro.

 
Alle 10 dicembre 2012 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

“…e pensare che sono venuto solo per comprare un pesce spada”

 
Alle 10 dicembre 2012 21:59 , Blogger Alligatore ha detto...

... ed è uscito questo album ;)

 
Alle 10 dicembre 2012 22:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

si esatto ma ci aspettavamo di fare prima e con più leggerezza,ma la musica ha fatto di noi quello che voleva..

 
Alle 10 dicembre 2012 22:01 , Blogger Alligatore ha detto...

...e allora raccontami come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale.

 
Alle 10 dicembre 2012 22:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il chihuahua (il disco precedente)l'avevamo registrato in un baleno, tipo dalla scrittura al mixaggio passarono 2 mesi..questo pensavamo quindi potesse succedere anche con questo ma poi ogni volta succedeva qualcosa e dovevamo interrompere le registrazioni. nel frattempo arrivavano canzoni nuove ed io mettevo da parte..così sono passati 5 anni e ci siamo ritrovati con più di 30 canzoni da spalmare in questo ed in altri lavori alla faccia del disco compatto!! queste interruzzioni hanno probabilmente un poco penalizzato il pesce.. penso che i dischi vadano cotti e mangiati.

 
Alle 10 dicembre 2012 22:09 , Blogger Alligatore ha detto...

In realtà ci sono diversi tipi di dischi, questo è un disco da riflessione, come un buon vino ben strutturato, fatto nel corso degli anni ...

 
Alle 10 dicembre 2012 22:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del disco?

 
Alle 10 dicembre 2012 22:12 , Blogger Elle ha detto...

La quarta è arrivata (no non sono un gatto, è solo l'ordine d'arrivo). Ciao :)

 
Alle 10 dicembre 2012 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Elle, benvenuta in palude ...quarta.

 
Alle 10 dicembre 2012 22:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Miao.

 
Alle 10 dicembre 2012 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Troppi? ;)

 
Alle 10 dicembre 2012 22:21 , Anonymous Anonimo ha detto...

grazie per il paragoneenoico!
quando riusciamo a trovarci dobbiamo stringer il più possibile
tra figli lavoro e famiglie non ci facciamo mancare niente nemmeno svariate collaborazioni e progetti musicali, tipo Enrico Farnedi che suona in un sacco di situazioni oltre che con se stesso o Paolo e Glauco che sono impegnati con gli Amycanbe ed i Comaneci ecc. ecc.
dobbiamo stringere dicevo. una volta siamo andati a registrare alla Balitrona(una cascina spartanissima in mezzo alla nebbia romagnola) entriamo al pomeriggio
e presi dentro alla stalla a provare e riprovare non ci siamo accorti che fuori aveva fatto mezzo metro di neve. quindi siamo rimasti bloccati in mezzo alla campagna nel silenzio della nevicata scaldati da un camino a bere vino e chiacchierare quasi tutta la notte, è stato come prenderci una vacanza da noi stessi..bello!

 
Alle 10 dicembre 2012 22:24 , Anonymous Anonimo ha detto...

ciao Elle!

 
Alle 10 dicembre 2012 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', questo episodio è uno dei migliori tra tutti quelli raccontati qui in palude ...tra l'altro, Farnedi è stato gradito ospite su questi schermi, e lo sento molto presente nel disco.

 
Alle 10 dicembre 2012 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Elle è una cara amica che ci segue, pensa te, dalla Germania ...dove ci sarà tanta neve quanta quella di quella sera.

 
Alle 10 dicembre 2012 22:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

Enrico tiene dello spazio..è il capo orchestra.
quanta neve..

 
Alle 10 dicembre 2012 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferisci? Qualche pezzo del quale vai più fiero dell’intero album?

 
Alle 10 dicembre 2012 22:30 , Blogger Elle ha detto...

Sì, ce n'è tanta e dicono che ne arriverà ancora :D Però ho provato comunque un po' d'invidia a leggere di questo ricordo: per il camino!!
Il vino no, però adesso per farvi compagnia mi verso uno Jäger ;)

 
Alle 10 dicembre 2012 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Mick Jäger ;)

 
Alle 10 dicembre 2012 22:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

è un po difficile.ci piacciono tutti e nessuno,dopo tanti ascolti in tanto tempo fai fatica ad avere un'idea precisa,posso dirti che come costruzione dell'arrangiamento
il folk barocco del brano "avorio splendido"è piuttosto figo ma al contrario quello minimale di "cinemà"mi piace uguale..è veramente difficile.le canzoni a parer mio una volta che le hai incise diventano di chi le ascolta.per te che le hai fatte è un po come se te ne fossi liberato.

 
Alle 10 dicembre 2012 22:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

Elle,lo jager porta con se tutta la mia stima.. ottimo nel dopocena..

 
Alle 10 dicembre 2012 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, capisco, è difficile... da ascoltatore direi "La mano e il sopiro" per le immagini poetiche, "Cinema" per quel suo essere un bozzetto di provincia perfetto (in questo universale), "San Lorenzo", per la sua costruzione filmica, "Appassionata" perchè, l'abbiamo già detto, contiene il titolo del disco e forse il suo senso ... ecco, potrebbe essere un concept album il vostro? ... anche a posteriori.

 
Alle 10 dicembre 2012 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Non avevo visto la battuta sul jager ... in effetti, lo vedo molto bene in “…e pensare che sono venuto solo per comprare un pesce spada”

 
Alle 10 dicembre 2012 22:51 , Blogger Elle ha detto...

A me, delle quattro che ho trovato sul vostro blog, piace Cinema. Ci sta bene con lo Jäger, e in effetti.. "e pensare che sono venuto solo per comprare un pesce spada, e invece mi è stato offerto uno Jäger, ma anche due"

 
Alle 10 dicembre 2012 22:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

io non credo,ma forse la mia idea fa i conti con la mia visione ormai offuscata dal sovrascolto, a me sembra che i temi siano abbastanza univoci,ma hanno più a che fare con tutto quello che siamo e che ci circonda,mentre il concept sceglie un tema specifico e va a fondo. soprattutto se parliamo del suono. nel pesce spada prende diverse direzioni mentre il concept di solito è estremamente compatto,ma te l'ho detto ormai io sono inquinato.. che poi magari va a finire che è proprio un concept!! non è mica la prima volta che mi sbaglio..:)

 
Alle 10 dicembre 2012 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, stai suggerendo un seguito al disco, o a questa storia...

 
Alle 10 dicembre 2012 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Ovviamente mi riferivo all'idea di Elle: "e pensare che sono venuto solo per comprare un pesce spada, e invece mi è stato offerto uno Jäger, ma anche due"

 
Alle 10 dicembre 2012 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

... e quanto al non essere un concept-album, be' forse hai ragione, ma potrei sbagliarmi. Cinema, Cinema ...(un giorno Elle, mi insegnerai come fai a scrivere le parole in corsivo).

 
Alle 10 dicembre 2012 22:56 , Anonymous Anonimo ha detto...

noi dell'orchestra lo jager ci piace!! direbbero in balera..

 
Alle 10 dicembre 2012 22:57 , Blogger Alligatore ha detto...

E vai col liscio!

 
Alle 10 dicembre 2012 22:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Chihuahua Records, Aidoru, ABuzzSupreme … molte realtà dietro questo disco. Con che funzione, con che soddisfazione?

 
Alle 10 dicembre 2012 22:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

cinemà doveva essere quasi uno scherzo,registrata abbestia senza nessuna pretesa è una di quelle che ci da delle gran soddisfazioni

 
Alle 10 dicembre 2012 23:01 , Blogger Elle ha detto...

Se farete un altro disco grazie a questa mia frase, nella futura intervista potrai raccontare, come episodio chiave, di quella sera - ognuno a casa propria davanti al pc, ognuno col suo bicchiere, ognuno con la sua neve - in cui da una frase è nato il disco (magari un concept su..)

 
Alle 10 dicembre 2012 23:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Ovviamente ne parleremo qui, in palude ...

 
Alle 10 dicembre 2012 23:07 , Anonymous Anonimo ha detto...

la chihuahua records è la nostra etichetta che usiamo solo per darci un tono,in realtà è soltanto un logo (però è figo!)Aidoru è una bella realtà locale che oltre ad avere il vantaggio di essere vicino a casa è ben rappresentata da persone che conosco da anni e questo è bene.diciamo che Aidoru si occupa della promozione e del management per quel che riguarda eventuali date.in più i ragazzi mi hanno presentato Andrea Sbaragli di " A buzz Supreme" che si occupa della parte editoriale.
per i risultati bisognerebbe risentirsi tra un anno anche se credo che il tutto dipenda tantissimo dalla proposta musicale
se il disco piace tutto va da sè..

 
Alle 10 dicembre 2012 23:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina fantastica, con un mostro ancestrale che piacerebbe un sacco a Capossela. O mi sbaglio? Di chi è opera? Il disegno è nato appositamente per la copertina oppure esisteva già?

 
Alle 10 dicembre 2012 23:15 , Anonymous Anonimo ha detto...

non ci avevo mai pensato,bisognerebbe chiedere con Simone Brandi che l'ha disegnata.
E' nata apposta,Simone è un bravissimo pittore,surreale e romantico ho comprato un suo quadro qualche anno fa e quando è arrivato il momento di pensare la copertina ho portato la demo e gli ho detto disegnare quello che il lavoro gli suggeriva. per me a capito perfettamente..noi però amiamo definirlo più che mostro ancestrale un vero e proprio Frankenstein!

 
Alle 10 dicembre 2012 23:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

sto scrivendo come un cagnaccio,scusate!

 
Alle 10 dicembre 2012 23:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Un Frankenstein di Romagna.

 
Alle 10 dicembre 2012 23:18 , Blogger Alligatore ha detto...

... e non preoccuparti per la scrittura, è il bello della diretta.

 
Alle 10 dicembre 2012 23:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove presenterete il cd? …

 
Alle 10 dicembre 2012 23:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

esattamente!

 
Alle 10 dicembre 2012 23:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

abbiamo un paio di idee,purtroppo siamo arrivati un pochino lunghi e adesso ci ritroviamo in piena trafila Natalizia che ci porterà credo oltre la metà di Gennaio,lo faremo a teatro Cesena?Cesenatico? ancora non sppiamo ma sul nostro sito appena possibile daremo notizie

 
Alle 10 dicembre 2012 23:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Staremo attenti al sito allora ...

 
Alle 10 dicembre 2012 23:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domanda che non ti ho fatto, un appello, un saluto, una cosa da dire assolutamente, un tazebao … quello che vuoi.

 
Alle 10 dicembre 2012 23:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

i rocker veri non perdono i capelli.

 
Alle 10 dicembre 2012 23:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi sembra una presa di posizione forte ;)

 
Alle 10 dicembre 2012 23:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Franz.

 
Alle 10 dicembre 2012 23:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

diego grazie di tutto e dell'ospitalità della tua palude,ti saluto dalla romagna nevetia sventolando la spada del pesce e facendo ciao con la mano. Salut!

 
Alle 10 dicembre 2012 23:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te, e ad Elle passata di qua con il suo Jager...

 
Alle 10 dicembre 2012 23:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna alla Caffésport Orchestra.

 
Alle 10 dicembre 2012 23:33 , Blogger Elle ha detto...

Scusate, riflettevo sulla frase dei rocker e dei capelli.
Buonanotte a voi :)

 
Alle 10 dicembre 2012 23:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

buona! saluti anche ad Elle,fra un po esco vado al bar e mi faccio un jager.. buona notte e buona fortuna anche a te!

 
Alle 10 dicembre 2012 23:37 , Blogger Elle ha detto...

Alla nostra, prost!

 
Alle 10 dicembre 2012 23:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Prost!? ... Prost!

 
Alle 10 dicembre 2012 23:40 , Blogger Elle ha detto...

(salute!)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page