giovedì 4 ottobre 2012

Un indovino mi disse ... un film?

Sono iscritto da sempre a Govinda, newsletter dedicata al mondo di Tiziano Terzani: appuntamenti, libri, testimonianze, e tutto ciò che una newsletter riesce a dare. Una newsletter? Erano molto diffuse le newlsetter in passato, prima di Internet 2.0, ora sono molte meno, ma non è di questo che voglio parlare.
Ogni tanto si trovano delle notizie inedite, belle, come quella che ho letto su Govinda n. 98: c'è in cantiere un nuovo film su Terzani, su di un suo libro molto affascinate e magico, Un indovino mi disse. A quanto si dice è un progetto dal basso, come merita la storia narrata nel libro. Se non l'avete ancora letto, ve lo consiglio; si tratta di un viaggio per niente banale, nell'Asia più profonda e vera, fatto da Terzani nel 1993: Laos, Thailandia, Birmania, Cina, Singapore, isole Malesi, Indocina, Cina, Mongolia, Russia. 
La particolarità di questo giro dell'Asia in 365 giorni, è che viene fatto senza mai prendere l'aereo, perchè nel 1976, ad Hong Kong, un indovino aveva predetto a Terzani che avrebbe corso un grosso rischio nel 1993, e che non avrebbe mai dovuto volare per tutto l'anno. Con ironia e concretezza "toscana", Terzani prende la palla al balzo, chiede a Der Spiegel, il settimanale tedesco per il quale scriveva, di muoversi solo per terra o per mare e parte per l'avventura. Ne viene fuori uno dei suoi libri migliori. Un gran bel film...

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

17 Commenti:

Alle 4 ottobre 2012 14:49 , Blogger Elle ha detto...

Non conosco nulla di suo, segno tutto, anche perché i viaggi lunghi mi piacciono :)

 
Alle 4 ottobre 2012 14:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora devi recuperare tutto cara Elle, Terzani è stato un viaggiatore magnifico ... ho letto quasi tutto, libri lunghi da e per viaggi lunghi, ma non solo: La Storia, le guerre, la Pace ...

 
Alle 4 ottobre 2012 15:03 , Blogger Ernest ha detto...

Credo che Terzani vada letto e riletto e riletto perchè ogni volta si trovano attimi di poesia, storie di vita, testimonianze e valori fondamentali per una società.

 
Alle 4 ottobre 2012 15:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Concordo, e il film potrebbe essere una nuova occasione per farlo conoscere a chi non lo conosce ...

 
Alle 4 ottobre 2012 16:01 , Blogger mr.Hyde ha detto...

Neanche a me i libri di viaggi piacciono..eppure quello che ho letto di Terzani è un viaggio anche all'interno di sè stessi...
Vedrei volentieri anche il film.

 
Alle 4 ottobre 2012 17:17 , Blogger Sole ha detto...

toc toc??? ElenaSole svegliati, dai che ti dò un altro bello spunto!!!

Ecco, questo dice il tuo post a me. Che nonostante io sia molto affine a Terzani, abbia visto tantissime sue interviste, seguito documentari, e visti e ri-visti, non l'ho mai letto. E l'affinità è vicinissima. E ora mi sto domandando: perchè??? boh!!!!

10 e lode caro Alligatore, guru bibliofilo!

 
Alle 4 ottobre 2012 18:38 , Blogger TuristadiMestiere ha detto...

ho comprato diversi suoi libri un pomeriggio piovoso e freddo. Li ho messi su una mensola ad aspettare perché sentivo di non avere lo spirito giusto per leggerli. Ora leggo il tuo post e credo proprio che cederò al fascino di questo romanzo che parla di viaggi: un invito a nozze (senza dover fare il regalo!!!:P) Ciao Alli, è un piacere tornare nella tua palude!

 
Alle 4 ottobre 2012 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

@MrHyde
Sì, i viaggi di Terzani sono molto forti, si vivono direttamente, hanno dentro molti elementi che sembrano vivi ... gradirei molto quel film su quel libro.
@Sole
Già perchè?!!! ... mi sembra sia ora di rimediare, dai, ti do la spinta io ...
@TuristadiMestiere
Be', mi sembra il libro perfetto per te Monica. Ti immagino mentre vai in libreria a prendere libri di Terzani, in un giorno di pioggia. Molto poetica, dai, do la spinta pure a te ...

 
Alle 5 ottobre 2012 07:11 , Blogger Kylie ha detto...

Ho letto qualcosa di Terzani anni fa, eppure mi ha sempre incuriosito. Devo trovare il tempo e il modo di aggiornarmi.

Bacio e buon venerdì!

 
Alle 5 ottobre 2012 07:36 , Blogger Eva ha detto...

Conosco "La fine è il mio inizio", che ho molto apprezzato. Io detesto volare, ma amo viaggiare, salto su quei "cosi" contro natura e mi faccio sparare in aria. Tutto ha un prezzo. ;-)

 
Alle 5 ottobre 2012 09:31 , Blogger pOpale ha detto...

Non me lo perdo di certo!

 
Alle 5 ottobre 2012 10:48 , Blogger Lara Ferri ha detto...

Grazie della segnalazione, anche se i libri di Terzani andrebbero davvero, come scrive Ernest, letti e riletti.
Ma non sapevo che fosse in uscita anche un film.
E, in effetti, visto che purtroppo in Italia si legge troppo poco, mi sembra una buona idea.
Ciao e grazie Alligatore,
Lara

 
Alle 5 ottobre 2012 12:15 , Blogger Adriano Maini ha detto...

Ma forse Terzani voleva viaggiare come ai tempi delle vere avventure! Comunque, giornalista e scrittore di rara umanità!

 
Alle 5 ottobre 2012 13:56 , Blogger Adriana Riccomagno ha detto...

Sono iscritta anch'io e sono sempre felice di leggere le novità e aggiornamenti :-)
Inoltre il 19 ottobre Angela Staude, che ho avuto la fortuna di intervistare l'anno scorso, sarà di nuovo dalle mie parti (a Bra) per la IV Edizione Premio Terzani per l'Umanizzazione della Medicina.
Purtroppo quella sera non potrò essere presente perché abbiamo l'anteprima del festival Cantautori d'Italia con il concerto di Alan Bonner...

 
Alle 5 ottobre 2012 16:33 , Blogger Alligatore ha detto...

@Kyl
Quale occasione migliore di questa?
Grazie, buona fine ...
@Eva
Hai ragione da vendere... tutto ha un prezzo, e Terzani, con i suoi voli (pindarici) l'ha spiegato bene, tra razionale e irrazionale ...gran libro anche "La fine è il mio inizio" ...e interessante pure il film.
@pOpale
Ma devono ancora farlo ... e non vuoi già perderlo ;) La produzione ascolti...
@Lara Ferri
Sì, concordo ... la news sul film, è proprio una news, letta solo sulla newsletter Govinda. Pare sia una produzione "dal basso" ancora allo stato embrionale. Spero di avere presto altre novità al riguardo ... sarebbe un'altra buona occasione per ri(leggere) Terzani.
@Adriano
Può darsi che sia stato così, che l'indovino sia stata solo una sua invenzione per viaggiare come dici...
@Adriana
Brava Adri, quante novità... ora vado a leggermi la tua intervista ad Angela, la moglie di Terzani (una volta dicevano, che accanto ad un grande uomo c'è sempre una grande donna ... banale e maschilista? Però da tenere in considerazione per uomini del secolo scorso).

 
Alle 5 ottobre 2012 21:03 , Blogger Felinità ha detto...

una mia amica lo adora, e io volevo iniziare a leggerlo proprio da questo titolo, devo sbrigarmi mi sa miao Ally

 
Alle 5 ottobre 2012 21:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche un tuo amico lo adora, io ;)
Già, devi proprio sbrigarti a leggerlo, prima che diventi un miao film. Miao.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page