sabato 18 agosto 2012

Non sfondate quella porta

Il Sudamerica insegna la democrazia all'Europa, a partire dal caso Assange, al quale il piccolo ma risoluto Ecuador ha dato asilo politico contro le minacce che venga estradato dalla Svezia negli States, dove rischia molto. Ho sempre pensato, che l'accusa di violenza sessuale sia stata una trappola tesa per catturarlo e poi consegnarlo agli Usa, dove lo considerano il Nemico pubblico n.1, dopo aver smascherato le falsità della guerra e della diplomazia internazionale. 
Ho trovato un ottimo articolo di Domenico Gallo su il manifesto del 17 agosto 2012, intitolato Non sfondate quella porta, e ho deciso di farne il titolo del post e uno slogan, che spero giri per la Rete un po' troppo sonnacchiosa ... NON SFONDATE QUELLA PORTA.

Etichette: , , , , , , , ,

14 Commenti:

Alle 18 agosto 2012 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Segnalo una petizione internazionale da firmare. Per farlo clicca qui

 
Alle 19 agosto 2012 01:11 , Blogger mr.Hyde ha detto...

Volevo firmare la petizione ma posso farlo solo attraverso facebook..oppure debbo trovare un altro sistema (?)..Comunque ci riprovo.

 
Alle 19 agosto 2012 09:20 , Blogger Barbara C. ha detto...

pensavo la stessa cosa riguardo la violenza sessuale, ma per esperienza anche personale lascio aperta ogni possibilità (anche quando pare così palese).

pensavo anche la stessa cosa per la testa alta e fiera dell'Equador. lezioni che i nostri politucuculi dovrebbero apprendere prima di subito.

 
Alle 19 agosto 2012 10:31 , Blogger Berica ha detto...

Gallo parla giustamente di "arroganza" la stessa che, un'industria automobilistica, dimostra verso le sentenze dei tribunali sui reintegri nel posto di lavoro. La medesima di una nota società di calcio, verso le decisioni della giustizia sportiva. Sono solo due esempi tra i tantissimi ... Le regole proteggono i deboli dai potenti; ora i potenti le ignorano apertamente, senza giustificarsi e senza considerarne le conseguenze. La fragile democrazia è in pericolo.

 
Alle 19 agosto 2012 12:16 , Blogger Andrea ha detto...

Affare sporco quello, davvero tanto. E mi piace come Berica abbia ricordato il comportamento della nota casa automobilistica su vari fronti. Quello che mi fa incazzare è l'atteggiamento supino di molti tifosi e altro.

(possibile che tanti tifosi di calcio non abbiano capito ancora nulla?)

 
Alle 19 agosto 2012 12:17 , Blogger Alessandra ha detto...

Segnali sempre tanti articoli interessanti, grazie!

Ciao
Alessandra

 
Alle 19 agosto 2012 16:14 , Blogger giacy.nta ha detto...

C'è sempre qualcuno che è meno uguale degli altri nelle democrazie attuali.

 
Alle 19 agosto 2012 16:18 , Blogger giacy.nta ha detto...

p.s.
stesso problema di Mr. Hyde :)

 
Alle 19 agosto 2012 18:57 , Blogger nella ha detto...

Volevo firmare la petizioe , ma posso farlo solo attraverso Facebook in questo letargico pomeriggio estivo?

 
Alle 19 agosto 2012 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

@Mr Hyde
Ho provato ora a firmare, ma anche a me chiedono l'iscrizione a facebook che non ho ... se trovi altro sistema dimmelo, grazie.
@Barbara C
Ovviamente la mia è solo un'impressione, che dovrà essere poi provata in un regolare processo ...
meglio lo lascino partire per l'Ecuador.
@Berica
Concordo, e infatti questo, alla fine, si legge dall'articolo di Gallo. Pensa alla "grande democrazia" Usa, che a livello internazionale fa quello che vuole, condannando gli altri stati, ma non facendosi mai condannare ... che grande democrazia ;)
@And
Fossero solo i tifosi di calcio ;)
@Ale
Grazie, spero qualcosa delle mie letture giri e influisca sulle sorti del mondo ...
@giacy.nta
Sì, è proprio così: forti con i deboli e deboli con i forti, è questo il solito discorso dei poteri internazionali.
@giacy.nta
Sì, il problema è anche mio, sembra ti lasci firmare solo se sei iscritto a facebook, e mi dispiace di averlo segnalato di corsa senza firmare prima io ...altrimenti non lo linkavo.
@nella
Purtroppo, come ho scritto sopra, sì, solo se sei iscritta a facebook.

 
Alle 20 agosto 2012 02:05 , Blogger Ernest ha detto...

Due cose mi vengonon in mente...potere e denaro

 
Alle 20 agosto 2012 11:55 , Blogger Adriana Riccomagno ha detto...

Leggo volentieri l'articolo. Assange è una figura rivoluzionaria. Credo anch'io che abbiano cercato di incastrarlo...

 
Alle 20 agosto 2012 12:42 , Blogger Felinità ha detto...

Sulla questione personale dovrei saperne di più per giudicarla, certo che viene a fagiolo per molti e ciò pone ombre maledettamente buie. Resta la crepa al sistema mondiale e questa difficilmente sarà cementificata anche se il potere ( specie economico ) ha ramificazioni terribili e ovunque.

 
Alle 20 agosto 2012 15:07 , Blogger Alligatore ha detto...

@Ernest
Mi viene in mente anche Intrigo internazionale, un film vero ...
@Adriana Riccomagno
Concordo sul fatto che l'abbiamo voluto incastrare, e che, come sempre la verità è rivoluzionaria. Non concordo del tutto con il suo pensiero, ma quello che ha fatto l'ha fatto bene ...
@Felinità
Sì, sulla violenza sessuale ci si deve andare cauti, ma, da quello che ho letto, mi è sembrata una trappola perfetta ... è vero, il potere economico-militare ci opprime, ma, se come dicevano, l'era di Internet è l'era delle libertà, deve essere assoluta, altrimenti non è vera libertà. Importante se ne discuta.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page