giovedì 23 agosto 2012

Due parole con Thee Jones Bones


Questa sera è di scena l’entusiasmo, la forza, il torcesi ed urlare del rock. Come vedete dalla copertina del disco di Thee Jones Bones, per la prima volta in palude, qui si vola alto. Stones of Revolution (cosa c’è di più rock delle pietre e della rivoluzione?), uscito per Il Verso del Cinghiale Records, è un concentrato del meglio della musica del diavolo che abbiate mai sentito, pezzi originali che sembrano dei classici già al primo ascolto. E questo è un pregio, se fatto con la giusta forza e il giusto impegno.
La forza e l’impegno di quattro giovani di Brescia a partire da Screaming Luke Duke, voce e chitarra, Frederick Micheli, chitarre e voce, Brian Mec Lee, percussioni e batteria, Paul Gheeza, basso, scanzonati e ridanciani nell’interno copertina, mentre si bevono dei calici di rosso nello studio di registrazione. Sembrano brindare al loro disco, e non hanno torto: 11 pezzi per mettere a dura prova la mia coda. Non sembrano italiani, non sembrano della nostra epoca, per questo stanno arrivando al trotto in palude. Occhio ai cavalli, e se siete pronti partiamo … 
PERCONOSCERLI MEGLIO

Etichette: , , , , , , , ,

87 Commenti:

Alle 23 agosto 2012 21:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Non sapete dove lasciare i cavalli?
Paura della palude?

 
Alle 23 agosto 2012 21:07 , Blogger Alligatore ha detto...

... o dell'alligatore? Dite ai cavalli che non mordo...

 
Alle 23 agosto 2012 21:17 , Blogger luke duke ha detto...

...ciao

 
Alle 23 agosto 2012 21:18 , Blogger luke duke ha detto...

...forse dovremmo esserci

 
Alle 23 agosto 2012 21:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao, benvenuto in palude Luke...

 
Alle 23 agosto 2012 21:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, ci siamo, i cavalli sono a posto ... possiamo partire?

 
Alle 23 agosto 2012 21:18 , Blogger luke duke ha detto...

cavalli, legati.... ma nella palude non vedo alligatori...

 
Alle 23 agosto 2012 21:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Come? ... ne è infestata ;)

 
Alle 23 agosto 2012 21:19 , Blogger luke duke ha detto...

ah ok! ...qui siamo in ritardo su tutto...

 
Alle 23 agosto 2012 21:20 , Blogger Alligatore ha detto...

... e allora vado con la prima domanda, mentre parte il cd.

 
Alle 23 agosto 2012 21:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato “Stones of Revolution”?

 
Alle 23 agosto 2012 21:21 , Blogger luke duke ha detto...

...bene... io sto ascoltando Allman Brothers...

 
Alle 23 agosto 2012 21:22 , Blogger Alligatore ha detto...

... e io “Stones of Revolution” ;)

 
Alle 23 agosto 2012 21:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato?

 
Alle 23 agosto 2012 21:23 , Blogger luke duke ha detto...

...è un po' la teoria del caso... Nel 2011, Frederick, il batterista con cui suono dal 2006 si è spostato alla seconda chitarra, ed è entrato con noi “Meco”, batterista dei puntoG, che si è portato il bassista… e così le idee iniziali, nate per essere suonate sostanzialmente in due, hanno preso una forma totalmente diversa, spingendomi a ripercorrere i territori da cui sono musicalmente nato: il rock di fine ’60 primi ’70, con influenze southern, blues, soul… potrei dire che Stones Of Revolution, è nato in maniera abbastanza imprevista, ma alla fine resta il disco alla quale mi sento tuttora più legato.

 
Alle 23 agosto 2012 21:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Nato dal cambiamento di PuntoG ;)

 
Alle 23 agosto 2012 21:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? … molto forte.

 
Alle 23 agosto 2012 21:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Se ne è andato dopo la mia ferddura (:

 
Alle 23 agosto 2012 21:28 , Blogger luke duke ha detto...

ci piaceva la parola “revolution” all’interno del titolo, dato che per quanto riguarda i TheeJB questo album segnava una sostanziale rivoluzione e Zeus (l’amico che ha contribuito a scrivere la gran parte dei testi) ha suggerito appunto questo, e ci è piaciuto molto… delle pietre miliari del rock’n’roll da scagliare verso i potenziali ascoltatori! ...poi dopo qualche "birra" le cose prendono sempre dei significati imprevisti!

 
Alle 23 agosto 2012 21:29 , Blogger luke duke ha detto...

....no, no, non me ne sono andato, ma son lento coi compiuter!

 
Alle 23 agosto 2012 21:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Non sei lento con la chitarra però ...bella questa idea di queste pietre miliari (e rotolanti) da scagliare ...

 
Alle 23 agosto 2012 21:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?

 
Alle 23 agosto 2012 21:33 , Blogger luke duke ha detto...

...sai, spesso l'umiltà di certi "musicisti" porta a non prendere troppo sul serioi propri lavori... ritengo Stones of Revolution un titolo impegnativo, ma alla fine suona bene per il progetto che è, per noi

 
Alle 23 agosto 2012 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

... it's only rock n roll but i like it

 
Alle 23 agosto 2012 21:35 , Blogger luke duke ha detto...

Come ogni altro disco fatto, siamo partiti da pezzi che si cominciavano a suonare dal vivo e che davano una direzione diversa alla nostra proposta musicale… in questo caso la mia intenzione era quella di dare al gruppo una svolta “blues”, dopo anni di rock’n’roll all’ennesima potenza… l’ingresso di Meco alla batteria ha poi dato una svolta importante all’interpretazione dei pezzi. Frederick, il mio storico batterista, ha sempre suonato molto veloce, mentre il nuovo batterista è un metronomo allo stato puro… direi che i pezzi dei JB nascono prevalentemente dal ritmo, e in questo caso i tempi più scanditi e dritti l’hanno giocata alla grande… l’ingresso poi di un bassista ha sconvolto del tutto le idee di partenza, costringendomi a rivedere i concetti di base da cui ero partito, in favore di un arrangiamento più “classico”, cosa che è sempre stata parte della mia natura, come musicista…. Assestata la line up, ho poi realizzato una sorta di demo, con gli arrangiamenti dei vari pezzi che i ragazzi hanno poi reinterpretato secondo la propria indole. Dopo due mesi di prove, il risultato è quello finito sul disco.

 
Alle 23 agosto 2012 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, sento che c'è un ritmo deciso e regolare, la mia coda non riesce a stare ferma, ma si muove perfettamente coordinata ...

 
Alle 23 agosto 2012 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualche episodio che vi è rimasto impresso nella memoria durante la lavorazione del cd?

 
Alle 23 agosto 2012 21:40 , Blogger luke duke ha detto...

…non saprei… forse la registrazione delle catene su “leave this city”; abbiamo provato tramite un’amico proprietario di una ferramenta, vari tipi di catena, dal diametro al materiale, e dopo svariate ore di prove, tra mani e fondi diversi su cui farle cadere siam riusciti a inquadrare il suono…. Questa è stata una cosa imprevista, calcolando che in studio avevo a disposizione una decina di chitarre e ne ho utilizzate solamente due… posso assicurare che la catena da 5mm di diametro su mattonella in cotto, ha un risultato “molto” caldo!

 
Alle 23 agosto 2012 21:42 , Blogger luke duke ha detto...

...sennò per il resto, le session sono state molto regolari, negli studi di Rumore Bianco a Esine; non abbiam suonato in diretta, purtroppo, ma il disco come dicevo - e peraltro la band- sono state delle cose imprevedibili

 
Alle 23 agosto 2012 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah catena da 5mm di diametro su mattonella in cotto ... molto blues.

 
Alle 23 agosto 2012 21:43 , Blogger luke duke ha detto...

...si, intraprenderemo fra poco il Mura-Tour...

 
Alle 23 agosto 2012 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Se “Stones of Revolution” fosse un concept-album su cosa sarebbe?

 
Alle 23 agosto 2012 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Il Mura Tour ;)

 
Alle 23 agosto 2012 21:45 , Blogger luke duke ha detto...

adesso me la tiro... ...sulla rivoluzione dell’anima!

 
Alle 23 agosto 2012 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella mira, mi hai preso ...

 
Alle 23 agosto 2012 21:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Sulla rivoluzione dell'anima, decisamente rock'n'roll ...la rivoluzione che parte dal nostro intimo, per espandersi nell'univeso cosmico ... direi che ci può stare.

 
Alle 23 agosto 2012 21:47 , Blogger luke duke ha detto...

...alla fine, i concetti son quelli; gli stati d'animo che vanno dalle incazzature, all'amore, alla rivalsa e al sogno... i classici del rock

 
Alle 23 agosto 2012 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, un disco molto classico in questo ...

 
Alle 23 agosto 2012 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Classico rock ...

 
Alle 23 agosto 2012 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di questo cd?

 
Alle 23 agosto 2012 21:50 , Blogger luke duke ha detto...

...la svolta che ha preso, come dicevo è stata per me inaspettata...

 
Alle 23 agosto 2012 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

...molto zen questo.

 
Alle 23 agosto 2012 21:51 , Blogger luke duke ha detto...

Ognuno ha il suo…. Io personalmente sono più legato ai pezi più “classic rock” oriented, tanto per tornare all'argomento, tipo Help Me coi fiati o Thinkin’ about con la sua atmosfera alla Black Crowes…. Poi c’è Woody’s Walk, nato comne un tributo a Keith Richards, e trasformato in un a biografia su Woody… il massimo per uno Stoniano come me!

 
Alle 23 agosto 2012 21:52 , Blogger luke duke ha detto...

...il massimo come intento... ok? :-)

 
Alle 23 agosto 2012 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi di sì ... a me piace un sacco pure "All for the Money" e "Lost Cause" ...

 
Alle 23 agosto 2012 21:54 , Blogger luke duke ha detto...

...a seconda dei live, anche ame ;-)

 
Alle 23 agosto 2012 21:54 , Blogger luke duke ha detto...

...come in ogni disco, ognuno ha le sue preferenze...

 
Alle 23 agosto 2012 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

A produrre il cd Il Verso del Cinghiale Records …come vi siete incontrati? …come vi siete riconosciuti? Come è lavorare con loro? …

 
Alle 23 agosto 2012 21:57 , Blogger luke duke ha detto...

...e la cosa bella è che l'importante sia la musica... "for the money" parla di chi pensa solo ai soldi ecc.. enoi li mandiamo a fare in c... mentre "Lost..." potrebbe essere un pezzo (come testo) dei motley Crue ecc...

 
Alle 23 agosto 2012 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Grande, attitudine, opere, pensieri rock sporco ... il migliore ;)

 
Alle 23 agosto 2012 21:58 , Blogger luke duke ha detto...

Il verso del cinghiale produsse tra i suoi primi lavori uno split in vinile degli Hellekin Mascara e degli Angioletti Trio, il gruppo di Frederck e suo fartello… non vorrei tornare all’argomento, ma dopo un paio di serate a cui eravamo stati invitati live, e un paio di “birre” e scattato naturale l’idea di una collaborazione… è la solita alchimia che scaturisce dall’incontro di gente “semplice” ma rispettosa e convinta della forza e dell’importanza della musica; ne è uscito il progetto “Electric Babyland”, il nostro terzo album, stampato in vinile con la replica della cover di Electric Ladyland del Jimi, che ha portato belle sorprese ad entrambi!

 
Alle 23 agosto 2012 22:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, condivido il pensiero, ma tu parli sempre di birre, ma vi vedo bero pure vino sull'interno copertina ... che vino è?

 
Alle 23 agosto 2012 22:03 , Blogger luke duke ha detto...

...onestamente, non ricordo... personalmente preferisco la birra...

 
Alle 23 agosto 2012 22:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Non si può dire ;)

 
Alle 23 agosto 2012 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina molto strana, da rock anni ’60-’70, ma anche da B-Movie dello stesso periodo.

 
Alle 23 agosto 2012 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Chi l’ha fatta? È nata prima la copertina o prima il cd? …o insieme?

 
Alle 23 agosto 2012 22:04 , Blogger luke duke ha detto...

...ok, più o meno ci piacciono tutti gli alcolici... anche le acque fangose delle paludi!

 
Alle 23 agosto 2012 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

... e allora sei nel posto giusto ;)

 
Alle 23 agosto 2012 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina ...

 
Alle 23 agosto 2012 22:06 , Blogger luke duke ha detto...

La cover è stata una mia idea… ed è piaciuta a tutti… mi son svegliato una mattina e ce l’avevo lì… e data l’evoluzione stilistica dell’album, sembrava proprio giusta! …è nata comunque a fine lavorazione dell’album, due settimane prima di andare in stampa… e mi è toccato (per via del capello lungo) farla “a me” in pieno inverno!

 
Alle 23 agosto 2012 22:07 , Blogger luke duke ha detto...

...lo scatto e relativo fotomontaggio sono opera di Paolo Tresoldi di Stilemio... la cavalla si chiama Demi Light, ed è di mio cugino

 
Alle 23 agosto 2012 22:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', dai è venuta uno schianto ... molto Eric Clapton anni '70.

 
Alle 23 agosto 2012 22:09 , Blogger luke duke ha detto...

...io pensavo più a a Marc Farner dei Grand Funk :-) ...comunque è decisamenet "HippY"...

 
Alle 23 agosto 2012 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Decisamente ...

 
Alle 23 agosto 2012 22:12 , Blogger luke duke ha detto...

...beh, voi delle paludi, 'ste "gentaglia" siete abituata ad averci a che ffare...

 
Alle 23 agosto 2012 22:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove avete presentato/presenterete l’album?

 
Alle 23 agosto 2012 22:14 , Blogger luke duke ha detto...

L’album è stato presentato a Febbraio al Lio Bar di Brescia… attualmente avremo fatto una trentina di serate, tra belle e brutte, mentre a ottobre toccheremo la germania

 
Alle 23 agosto 2012 22:15 , Blogger luke duke ha detto...

...giusto tra mezzora partiamo per due serate in Abruzzo!

 
Alle 23 agosto 2012 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

.... infatto ti sento molto attivo. Leggeremo nei tuoi spazi web le prossime mosse.

 
Alle 23 agosto 2012 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

... infattoi abbiamo anticipato per darti la possibilità di partire, e ti ringrazio per aver trovato la serata. Ora vado con l'ultima.

 
Alle 23 agosto 2012 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: fatevi una domanda, datevi una risposta e poi tutti a prendere il furgone … visto che abbiamo finito presto?

 
Alle 23 agosto 2012 22:18 , Blogger luke duke ha detto...

...siamo stati veloci.... giusto il tempo del disco!

 
Alle 23 agosto 2012 22:19 , Blogger luke duke ha detto...

domanda/risposta... Vale la pena suonare rock nel 2012? …. Certamente si, ‘cause rock’n’roll is a lifestyle!

 
Alle 23 agosto 2012 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Guarda, il cd è finito ora .. direi tempismo perfetto.

 
Alle 23 agosto 2012 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Dalla palude è tutto, grazie Luke.
Agli amici abruzzesi in ascolto, segnalo le due date domani e dopodomani ...

 
Alle 23 agosto 2012 22:21 , Blogger luke duke ha detto...

...io invece mi stavo ascoltando il fillmore concert degli Allman e son ben lontano dalla fine... ascolteremo poi in viaggio!

 
Alle 23 agosto 2012 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Sarà un gran bel viaggio allora ...

 
Alle 23 agosto 2012 22:22 , Blogger luke duke ha detto...

...e direi che la temperatura delle acque paludose sono sempre accoglienti! ...come disse il caro Bill Haley, "see you later Alligator... after while the crocodile!"...

 
Alle 23 agosto 2012 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Roseto degli Abruzzi (TE) domani e poi? ...

 
Alle 23 agosto 2012 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

... sono già partiti ;)

 
Alle 23 agosto 2012 22:25 , Blogger luke duke ha detto...

...sabato saremo al borgo medievale di Pizzoli, vicino a l'aquila per una serata nel "Castello" assieme agli amici Link Pretara & The Rudimentals! ...sarà un party di selvaggio rock'n'roll!

 
Alle 23 agosto 2012 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

... e allora, buonanotte e buonafortuna ai Thee Jones Bones.

 
Alle 23 agosto 2012 22:26 , Blogger luke duke ha detto...

...e forse Domenica un Secret Show, sempre nel teramano.. ma essendo "secret" non se po' dire nulla :-)

 
Alle 23 agosto 2012 22:27 , Blogger luke duke ha detto...

...buona notte a te Alligatore, e che il rock'n'roll ti accompagni sempre tra le torbide acque del Delta!

 
Alle 23 agosto 2012 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie ... alla prossima.

 
Alle 24 agosto 2012 12:09 , Blogger nella ha detto...

... I cavalli non mi spaventano Alli, è la mia tenuta al"caldo" che mi impesierisce....

 
Alle 26 agosto 2012 01:58 , Blogger Alligatore ha detto...

... nessun problema,sono pieno di ghiaccioli, il caldo è solo una questione mentale.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page