venerdì 24 febbraio 2012

Due parole con i Marquez

Ancora una volta i Marquez nella palude, ancora una volta con sentimento e passione, quelli scaturiti dal loro recente cd autoprodotto e diffuso gratis come il precedente sul bello e ricco sito della band (andate e scaricate, poi mi direte). S’intitola Figlio del diavolo e sembra un disco duro e arrabbiato, da pugni in tasca, nuovamente da tenere pronti (uno dei migliori pezzi è per me, non a caso, Fossero pugni in faccia). Questa rabbia pronta ad esplodere si vede già dalla copertina, con Andrea Comandini in un angolo, barba ed occhiali da intellettuale impegnato sotto un cielo grigio. No, non sta facendo la pipì, come a prima vista si potrebbe pensare, medita sul “cosa fare noi”. 
Andrea, tra qualche minuto collegato con me in diretta, è da poco tornato da un viaggio dall’altra parte del mondo, ha scritto, suonato e prodotto Figlio del diavolo quasi in completa solitudine, con accanto alcuni fidati amici dei quali poi magari ci parlerà (Antonio Comandini, Dario Giovannini, Emanuele Bartolini, Andrea Cola) . L’ha pensato in stanze d’albergo durante i suoi viaggi di lavoro, l’ha suonato in un mese di clausura in casa sua, e poi l’ha offerto al gentile pubblico a partire dal 1 febbraio. Dodici brani cantati in italiano, a volte gridati con la chitarra come accompagnamento, con organi acidi, piani poetici, incroci di chitarre, il giusto ritmo. Un album che cresce, per dirla con una frase fatta. Pronti?

Etichette: , , , , , , , , , ,

110 Commenti:

Alle 24 febbraio 2012 21:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Andrea ci sei?

 
Alle 24 febbraio 2012 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Forse devi ancora recuperare il fuso orario?

 
Alle 24 febbraio 2012 21:34 , Blogger Marquez ha detto...

Eccomi! Ciao...

 
Alle 24 febbraio 2012 21:34 , Blogger Marquez ha detto...

Ahahah, no, stranamente tutto ok con il fuso!

 
Alle 24 febbraio 2012 21:36 , Blogger Marquez ha detto...

Come va, da quelle parti?

 
Alle 24 febbraio 2012 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Sono fuso ;)

 
Alle 24 febbraio 2012 21:37 , Blogger Marquez ha detto...

È venerdì per tutti, alligatori compresi...

 
Alle 24 febbraio 2012 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Benvenuti nella palude Marquez, benvenuto Anndrea...

 
Alle 24 febbraio 2012 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, potrebbe essere un bel titolo per una canzone ... è venerdì anche per gli alligatori.

 
Alle 24 febbraio 2012 21:38 , Blogger Marquez ha detto...

Eheheh

 
Alle 24 febbraio 2012 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma poi rinasco, quando sento cd come il tuo/vostro ...come dire?

 
Alle 24 febbraio 2012 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Le energie fondamentali.

 
Alle 24 febbraio 2012 21:39 , Blogger Marquez ha detto...

Ah bene, questo è molto come dire... gratificante!

 
Alle 24 febbraio 2012 21:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora lo faccio partire e se sei pronto vado con la prima domanda ...

 
Alle 24 febbraio 2012 21:41 , Blogger Marquez ha detto...

Ok, sono pronto

 
Alle 24 febbraio 2012 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene...

 
Alle 24 febbraio 2012 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato “Figlio del diavolo”?

 
Alle 24 febbraio 2012 21:43 , Blogger Marquez ha detto...

Sapevo che avrei fatto qualcosa di diverso dai lavori precedenti, avevo l’idea di preservare l’impasto “imperfetto” che in genere mi piace nei miei provini, di abbandonare il suono della band e allo stesso tempo conservare un impatto rock and roll.

 
Alle 24 febbraio 2012 21:44 , Blogger Marquez ha detto...

Volevo fare qualcosa che rispecchiasse di più questa mia urgenza di fare-la-musica e per prima cosa mi sono imposto di realizzare il tutto in tempi brevissimi.

 
Alle 24 febbraio 2012 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Un disco molto rock, non lento insomma ;)

 
Alle 24 febbraio 2012 21:45 , Blogger Marquez ha detto...

No, no, per niente lento, ehehe

 
Alle 24 febbraio 2012 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo? ... un titolo molto rock, anche questo.

 
Alle 24 febbraio 2012 21:47 , Blogger Marquez ha detto...

Infatti,
i motivi sono principalmente due

 
Alle 24 febbraio 2012 21:48 , Blogger Marquez ha detto...

il primo è principalmente una reazione, un modo per prendere le distanze dal “politicamente corretto” che mi infastidisce in tutto, anche nella musica

 
Alle 24 febbraio 2012 21:48 , Blogger Marquez ha detto...

Il secondo invece è l’idea di un immaginario, quello del blues più classico, quello in cui si parlava per simboli, perchè la verità non era concessa o non era per tutti.

 
Alle 24 febbraio 2012 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

... è un ritorno alle origini, vista la realtà che ci circonda e non ci piace.

 
Alle 24 febbraio 2012 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è stata la gestazione di questo cd, dall’ideazione alla scrittura e alla registrazione?

 
Alle 24 febbraio 2012 21:53 , Blogger Marquez ha detto...

si, in qualche modo...

 
Alle 24 febbraio 2012 21:53 , Blogger Marquez ha detto...

Molto più rapida del solito appunto, e vissuta con più gioia e consapevolezza.

 
Alle 24 febbraio 2012 21:54 , Blogger Marquez ha detto...

Avendo già chiare le modalità con le quali avrei voluto lavorare bisognava solamente mettersi a testa bassa, concretizzare le idee e farle dialogare con quanto già mi ritrovavo tra le mani, processo che ha consentito a brani come “Al fuoco” o “Abbia inizio la guerra” inizialmente concepite per chitarra e voce, di prendere strade diverse, di esplorare territori meno chitarrosi, diciamo così.

 
Alle 24 febbraio 2012 21:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Al fuoco la sto ascotando ora ... che atmosfera anni '60... stana, d'impatto.

 
Alle 24 febbraio 2012 21:57 , Blogger Marquez ha detto...

era un brano folk abbastanza canonico... poi ho pensato ai synth di Abbey Road...

 
Alle 24 febbraio 2012 21:58 , Blogger Marquez ha detto...

Ed è diventata qualcosa di più importante, per me almeno...ehehe

 
Alle 24 febbraio 2012 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Si sente, si sente ...

 
Alle 24 febbraio 2012 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione di “Figlio del diavolo”?

 
Alle 24 febbraio 2012 21:59 , Blogger Alligatore ha detto...

... o anche quando l’hai scritto, in stanze d’hotel in giro.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:00 , Blogger Marquez ha detto...

bè nelle stanze di hotel l'ho pensato...
avevo questa idea di realizzarlo in giro, ma non ci sono riuscito, non l'ho trovato così poetico

 
Alle 24 febbraio 2012 22:01 , Blogger Marquez ha detto...

quindi ho riportato l'idea a casa...
credo che l’intero progetto per me rimarrà qualcosa di cui ricordarsi con piacere.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:01 , Blogger Marquez ha detto...

Per la prima volta ho realizzato tutto da solo, dalla fase di scrittura alla attuale (e mica tanto riuscita!) fase di promozione e affrontando una serie di insicurezze latenti ho concretizzato questo desiderio che avevo da molto tempo.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:02 , Blogger Marquez ha detto...

Nello specifico mi sono veramente gustato l’aver registrato tutto senza cuffie ad un volume smodato nella stessa stanza di regia come si trattasse di un live, con i “rientri” e i disturbi del caso.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Riportando tutto a casa, in modo libero ...la fase di promozione è dura, mi dici.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Credo lo sia anche perchè gira molto materiale in giro. E trovare spazio non è semplice.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:06 , Blogger Marquez ha detto...

Ahahah, esatto, riportando tutto a casa!

 
Alle 24 febbraio 2012 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Un disco prodotto e distribuito in modo abbastanza originale, almeno per l’Italia. È in download gratuito dal 1 febbraio. Come mai questa scelta? Quali sono i riscontri?

 
Alle 24 febbraio 2012 22:09 , Blogger Marquez ha detto...

Si c'è tanto materiale in giro e molto valido...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:09 , Blogger Alligatore ha detto...

Confermo.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:09 , Blogger Marquez ha detto...

Non parlerei di scelta...
credo che piuttosto si tratti di sfruttare i pochi mezzi a disposizione per far sì che la propria musica arrivi un po’ più in là del proprio appartamento.
Per me non è poi un discorso così nuovo, già nel ‘90 facevo fotocopie e incollavo a mano le copertine per i demo-tapes degli Mwb che poi sarebbero stati venduti ai concerti o resi disponibili per l’ascolto di riviste e fanzine.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:10 , Blogger Marquez ha detto...

È l’idea del diy rapportata al mondo della comunicazione dei social network.
I riscontri sono gli stessi di vent’anni fa, nel senso che se c’è una buona produzione che ti spinge (e per buona intendo magari anche ricca) allora c’è anche la possibilità di andare oltre la cerchia di amici e quella degli amici di amici, altrimenti si potrà parlare di resistenza musicale fatta per lo più si situazioni povere, di ingegni conseguentemente aguzzati e magari di piccoli-grandi risultati.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:11 , Blogger Marquez ha detto...

In questo senso internet è una buona occasione

 
Alle 24 febbraio 2012 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo,che tu sai ben sfruttare da sempre ... consiglio un giro sul tuo sito.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Per scaricare e sentire quello che hai da dire ...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:14 , Blogger Marquez ha detto...

bè grazie!

 
Alle 24 febbraio 2012 22:15 , Blogger Marquez ha detto...

Si ci si può trovare un bel po' di materiale da scaricare

 
Alle 24 febbraio 2012 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Nell'epoca di facebook, con tanti che abbandonano il sito, fa piacere vedere un bel sito ... complimenti.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:15 , Blogger Marquez ha detto...

Ti confesso che sto mangiando pizza mentre ascolto A love supreme a lume di candela....

 
Alle 24 febbraio 2012 22:16 , Blogger Marquez ha detto...

per controbilanciare l'epoca di facebook....
:-)
si credo sia importante, ti ringrazio

 
Alle 24 febbraio 2012 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Io invece sto ascoltando "Fossero pugni in faccia", altro pezzo d'impatto, molto rock... si mi sa che questo è un disco rock.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:18 , Blogger Marquez ha detto...

se io mi immaginavo un complimento bello per questo disco era proprio questo, ti ringrazio con un certo rispetto!

 
Alle 24 febbraio 2012 22:18 , Blogger Marquez ha detto...

Volevo con tutte le forze che fosse un disco rock

 
Alle 24 febbraio 2012 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Ci sei riuscito ...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Se fosse un concept-album su cosa sarebbe?

 
Alle 24 febbraio 2012 22:21 , Blogger Marquez ha detto...

Se proprio ci dovessi trovare un comune denominatore forse sarebbe la “ciclicità”, intesa come loop, come tempo ciclico. Dal punto di vista musicale ci sento molto questa ossessione (spesso ho usato gli strumenti suonati come generatori di pattern “elettronici”) e anche nei testi credo si sentano queste ripartenze, queste palingenesi delle quali per la verità anche io mi sono reso conto solo dopo, a lavoro ultimato.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

E dele canzoni che mi dici? C’è qualche pezzo che preferisci? Qualche pezzo del quale vai più fiero?

 
Alle 24 febbraio 2012 22:24 , Blogger Marquez ha detto...

è una domanda trabocchetto?

 
Alle 24 febbraio 2012 22:25 , Blogger Marquez ha detto...

Una delle mie preferite è “Meno male che non dormo quasi mai” perchè è il brano italianissimo che da tempo cercavo di fare, una sorta di “standard” per così dire, del quale mi piacciono l’esplosione armonica del ritornello e il testo, che esplora un altro modo di scrivere, sempre all’interno della semplicità che ricerco ostinatamente

 
Alle 24 febbraio 2012 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Scivolosa come la palude ...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi reiferivo alla mia domanda ;)

 
Alle 24 febbraio 2012 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, “Meno male che non dormo quasi mai” è anche uno dei miei preferiti.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:28 , Blogger Marquez ha detto...

un respiro in mezzo alla tensione invece più comune al disco

 
Alle 24 febbraio 2012 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche "In apnea" non è male ...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Oltre alla già citata "Fossero pugni in faccia".

 
Alle 24 febbraio 2012 22:30 , Blogger Marquez ha detto...

bè, se la metti così a me piacciono tutte...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Be', sicuramente, messa così ;)

 
Alle 24 febbraio 2012 22:31 , Blogger Marquez ha detto...

io sono contento, ecco
ci sono molte canzoni che avrei voluto scrivere io in questo disco
:-)

 
Alle 24 febbraio 2012 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Fa piacere questo.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:32 , Blogger Marquez ha detto...

che è una frase che ha sempre il suo charme

 
Alle 24 febbraio 2012 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina molto particolare, con un taglio d’inquadratura alla Orson Welles, direbbe il cinefilo che è in me. Di chi è opera? È nata prima la copertina o prima il cd?

 
Alle 24 febbraio 2012 22:33 , Blogger Marquez ha detto...

mi piace che ad ogni nostro incontro ci scappi un riferimento cinematografico, mi piace proprio!

 
Alle 24 febbraio 2012 22:34 , Blogger Marquez ha detto...

Le fotografie che sto utilizzando, compresa quella della cover sono di Claudia Simonetto che verrà senza dubbio messa al corrente del complimento; lei oltre ad essere la mia famiglia è una creativa mica da poco e io sapevo che sarebbe stata l’unica in grado di venire a capo dello zibaldone che avevo in mente.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:35 , Blogger Marquez ha detto...

Quella figura lì senza respiro, che in realtà va contro ogni logica d’inquadratura fotografica, è allo stesso tempo incredibilmente cinematografica e questa sua natura paradossale, insieme alla “gravità” che trasuda, la rende perfetta per l’immaginario di “Figlio del diavolo”.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:37 , Blogger Marquez ha detto...

E pensare che abbiamo iniziato a scattare ridendoci in faccia con la mia affermazione: "sapevo che non avrebbe funzionato!"

 
Alle 24 febbraio 2012 22:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Un saluto a Claudia, che ha saputo cogliere ...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:38 , Blogger Marquez ha detto...

presenterò

 
Alle 24 febbraio 2012 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove presenterai il cd?
Gli amici di sempre che hanno suonato con te nel cd, ci sono, ci saranno in qualche occasione?

 
Alle 24 febbraio 2012 22:40 , Blogger Marquez ha detto...

loro sono sempre preziosi e queso magari è un buon momento per ringraziarli di cuore. Toto, Bart, Dario e Cola sono amici e ottimi musicisti...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:41 , Blogger Marquez ha detto...

Io però sto vivendo il periodo lavorativamente più intenso della mia vitae la cosa che rende veramente difficile fare programmi in questo senso.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:42 , Blogger Marquez ha detto...

Ancora non ci ho pensato per benino, ma mi piacerebbe organizzare qualcosa, un evento unico magari, come avevamo fatto per “Il rumore migliore”...
per ora mi accontento di essere arrivato fino a qui, alla sua realizzazione che per gli stessi motivi è stata gravemente in dubbio fino alla fine.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

In effetti è stat dura trovare una serata per questa blog-intervista ...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:43 , Blogger Marquez ha detto...

vediamo...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: una domande che non ti ho fatto, una risposta e poi tutti a nanna ...anche se è presto e abbiamo detto tutto, mi pare.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Cosa aggiungere? ...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:44 , Blogger Marquez ha detto...

si, ma andava fatta e ci siamo riusciti! e prendo anche al balzo l'occasione per ringraziarti...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:45 , Blogger Marquez ha detto...

ho scoperto Edipo attraverso le tue pagine, mi piace proprio. Qualcuno che dice qualcosa, perdio!
io ne ho bisogno...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Fa piacere questi incontri qua in palude ... anche lui è uno che ama l'autoproduzione.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:48 , Blogger Alligatore ha detto...

E anche tu, anzi, voi Marquez, qualcosa da dire avete ...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:48 , Blogger Marquez ha detto...

eh ho visto...e infatti non ha mica peli sulla lingua quello lì

 
Alle 24 febbraio 2012 22:49 , Blogger Marquez ha detto...

bè si, lo spero...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Il disco mi ha colpito subito, consiglio a tutti di passare da te per scaricarlo, sentirlo e poi magari dire cosa ne pensa qua ...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Usiamola questa Rete del c...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:50 , Blogger Marquez ha detto...

si, per me è importante che se piace venga passato a un amico...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:51 , Blogger Marquez ha detto...

Bravo! Usiamola!

 
Alle 24 febbraio 2012 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

E questa sera l'abbiamo usata ... grazie Andrea.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Se non haio altro da dichiarare, chiudiamo qui ...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:53 , Blogger Marquez ha detto...

Grazie a te, il tuo è un blog prezioso

 
Alle 24 febbraio 2012 22:54 , Blogger Marquez ha detto...

No, direi che è tutto anche per me, grazie davvero.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te, spero di continuare ad esserlo ...

 
Alle 24 febbraio 2012 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

... e allora, buonanotte e buonafortuna ai Marquez.

 
Alle 24 febbraio 2012 22:57 , Blogger Marquez ha detto...

Buonanotte a te Alligatore, è sempre un piacere

 
Alle 25 febbraio 2012 19:07 , Blogger Felinità ha detto...

Sempre piacevole passare in palude e trovare queste chiacchere interessanti con persobaggi veri.
La foto dell'album è magnifica, complimenti.
Miagolii affettuosi Ally

 
Alle 25 febbraio 2012 20:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Fel. Sì, foto molto suggestiva, colpisce e affonda. Miaooooo...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page