giovedì 12 gennaio 2012

Per ritirarlo fuori mi ci vuole un attimo ...

Ormai da giorni il Presidente del Consiglio Monti e i suoi ministri parlano di privatizzazioni alludendo anche ad un intervento sul servizio idrico. Ultimi in ordine di tempo il sottosegretario Polillo secondo cui il referendum è stato “un mezzo imbroglio” ...
Leggi tutto su acquabenecomune.org 
FIRMA E DIFFONDI Appello "Giù le mani dall'acqua!"

Etichette: , , , , , , , , , ,

27 Commenti:

Alle 12 gennaio 2012 06:46 , Blogger Kylie ha detto...

Leggevo su Italia Oggi ieri che questa faccenda andrà sicuramente avanti.
Siamo proprio in un fossato.

Baci

 
Alle 12 gennaio 2012 07:29 , Blogger mr.Hyde ha detto...

Porca puttana, con la scusa che il contratto con il mio comune era stato fatto prima che il Referendum sancisse in maniera inequivocabile che 27 milioni di italiani non vogliono dare in mano a ladri privati la gestione dell'acqua, un' azienda privata si è aggiudicata l'appalto per la gestione del servizio idrico.. (ancora la storia non è finita..) Attenzione, denunciamo queste cose!!..Sono disponibile per qualsiasi azione!

 
Alle 12 gennaio 2012 08:27 , Blogger Maraptica ha detto...

Un altro referendum? O addirittura il nostro parere ormai non interessa più?!

 
Alle 12 gennaio 2012 10:04 , Blogger pOpale ha detto...

Perchè bisogna sempre ricominciare da capo in questo paese quando arriva uno nuovo!

 
Alle 12 gennaio 2012 11:53 , Blogger Ernest ha detto...

forse non ci sentono quelli!

 
Alle 12 gennaio 2012 14:56 , Blogger Roberto RobyDick Rotunno ha detto...

referendum è politico, il governo è tecnico... tra loro si ignorano evidentemente. :(

 
Alle 12 gennaio 2012 15:38 , Blogger Ross ha detto...

E' la strategia caratteristica di questo governo: camuffare sotto una veste presentabile le peggiori porcherie neoliberiste. In questo caso è la carta del contrasto ai privilegi corporativi di certe categorie usata per annullare quel poco di pubblico che resta nei beni (acqua, energia) e nei servizi (soprattutto trasporti) e per sostituire il principio dell'utilità sociale con quello dell'interesse finanziario e della speculazione.
La cosa è tanto più infame sapendo che in Italia liberalizzare non è praticamente mai stato sinonimo di "competere in modo sano", ma solo di "fare quel cazzo che si vuole".

 
Alle 12 gennaio 2012 18:09 , Blogger Zio Scriba ha detto...

Questa cosa va detta talmente con forza che io ci aggiungerei pure un cubitale dioc***!...

 
Alle 12 gennaio 2012 18:26 , Blogger Blackswan ha detto...

A me verrebbe voglia di ritirar fuori le spranghe come ai bei vecchi tempi.ci voglio portare via tutto,questi debosciati.

 
Alle 12 gennaio 2012 23:38 , Blogger Adriano Maini ha detto...

Ti seguo. Una volta di più.

 
Alle 13 gennaio 2012 00:10 , Blogger mark ha detto...

Posso essere scettico in merito? Il giorno stesso della vittoria scrissi che in ogni caso sarebbero andati avanti...continuo comunque a tenere la fiammella accesa, non si sa mai.

 
Alle 13 gennaio 2012 00:45 , Blogger Alligatore ha detto...

@Kylie
Di sicuro vogliono andare avanti, ma se lo faranno dimostreranno, per chi non se ne è ancora accorto, che in Europa siamo già in una dittatura, la dittatura dei mercati.
@MrHyde
I furbetti stanno nascondendo il risultato referendario, a livello piccolo o medio, come nel tuo comune, e a livello grande, con la scusa: l'Europa lo vuole, dobbiamo uscire dalla crisi ... e invece stiamo andando peggio di prima.
@Maraptica
Per ora niente nuovi referendum, vigiliamo e denunciamo ogni tradimento di quelli vinti. Occhio al sito da me linkato.
@pOpale
Sì,in parte è vero, ma poi vai a vedere chi è quello nuovo e i suoi collaboratori, e vedi che tanto nuovo non è: per esempio Polillo è un berlusconiano di origini craxiane ... e con questo ho detto tutto.
@Ernest
Che siano vecchi e rimbambiti? Non credo, ci stanno provando e se non troveranno opposizione andranno avanti.
@Roby
Il tuo ragionamento non fa una grinza ;)
@Ross
Concordo, molto spesso le parole sono il contrario di quello che significano. In questo momento di crisi, liberalizzare vuol dire insistere sulla stessa fallimentare strada. Continuiamo così, facciamoci del male ...
@ZioScriba
In faccia ai professori ... ci sta tutto!
@Blackswan
Niente violenza (quelli sono maestri), ma vigilanza, denuncia, azioni politiche alternative, boicottaggio totale delle forze che tradiranno il risultato referendario (anche se fingono di non sapere nulla e di essere lì per caso).
@Adriano
Non avevo dubbi. Sempre avanti.
@Mark
Ecco chi ha portato sfiga ;) ... sicuramente bisogna essere attenti. Come insegna Gramsci, pessimismo della ragione e ottimismo della volontà.

 
Alle 13 gennaio 2012 11:13 , Blogger la 'povna ha detto...

Assolutamente necessario non farci espropriare dal risultato del referendum, con ogni mezzo costituzionale.

 
Alle 13 gennaio 2012 12:06 , Blogger Stefania ha detto...

Sarò noiosa, ripetitiva o monotona ... ma tanto alla fine chi ci va di mezzo è sempre il popolo ... un popolo che in parte se lo merita, per il suo silenzio ed omertà ... in parte è una vittima impotente dei suoi carnefici! Un saluto!

 
Alle 13 gennaio 2012 17:41 , Blogger Rita Baccaro ha detto...

Ma tu lo sai che c'è un comune un provincia di Taranto, sulla litoranea salentina dove io trascorro le vacanze, dove ancora nel 2012 nel territorio comunale non c'è acquedotto e l'acqua la portano a casa con le cisterne?? E con costi notevoli, se pensiamo poi che in estate e nelle ville con giardino l'acqua è indispensabile, è un salasso! E sai perchè non si provvede diversamente? Perchè da sempre in consiglio comunale, a volte in qualità di assessori ci sono i titolari di queste attività. Chiamasi conflitto d'interessi.
Ma per me pensare all'acqua bene pubblico è anche pensare a questa realtà in cui vivo.

 
Alle 14 gennaio 2012 01:01 , Blogger Alligatore ha detto...

@la'povna
La mobilitazione deve essere totale, come quando abbiamo vinto il referendum.
@Stefania
Non sei noiosa, di certo questo popolo non deve essere passivo.
Se ci ruberanno il referendum sarà evidente una cosa: la dittatura dei mercati avvolge l'Europa.
@RitaBaccaro
I problemi locali sono una cosa, e capisco cosa intendi, quelli di democrazia una cosa diversa (il voto del referendum va rispettato, anche se sia hanno idee diverse, questo è assodato)... e poi sono sicuro che un privato non investirebbe in quella zona, perchè quelli, sono delle multinazionali che badano solo al profitto: arrivano, arraffano quello che c'è, alzano le tariffe, licenziano, rendono il servizio peggiore come è successo sempre con le liberalizzazioni. In quel comune deve intervenire la comunità, e il governo centrale dovrebbe puntare sul pubblico che funziona, perchè il liberismo è fallito e continuare su questa strada è suicida.

 
Alle 14 gennaio 2012 02:27 , Blogger George ha detto...

Mi sembra giusto ritirarlo fuori, questi al governo stanno dimostrando tutta la loro antidemocraticità. Mi sembra sia ora di svegliarsi.

 
Alle 14 gennaio 2012 02:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Già parola d'ordine: svegliarsi.

 
Alle 14 gennaio 2012 10:32 , Blogger nico ha detto...

Non avevo alcun dubbio Diego che gente di estrazione liberista prima o poi tornasse alla carica! E purtroppo questo è un paese in cui spesso bisogna rifare i referendum perché te li buttano nel cesso (finanziamento ai partiti tanto per citarne uno). Sta qui lo schifo! Grazie compagno

 
Alle 14 gennaio 2012 15:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te del passaggio. Concordo pienamente su Monti, la sua estrazione libersita era nota a tutti, illudersi che facesse una politica diversa era da coglioni (altro che fase 1 e 2) ... anche se una politica diversa è assolutamente necessaria, non più rinviabile.

 
Alle 14 gennaio 2012 15:59 , Blogger Eva ha detto...

...il referendum, ritirarlo fuori, intendi...

 
Alle 14 gennaio 2012 16:15 , Blogger Alligatore ha detto...

No EVA, qualcosa di più, propongo di tirare fuori lo spirito dei Referendum, qui rappresentato dalle bandiere e dai simboli vincenti, mantendo alta l'attenzione della RETE, forza trainante (poi eccessivamente lodata dai media ufficiali per smontarla) della vittoria. Per farlo, consiglio a TUTTI DI METTERE IL LINK E/O IL SIMBOLO DEL FORUM ITALIANO DEI MOVIMENTI PER L'ACQUA, CHE TROVATE NEL MIO POST O CLICCANDO qui

 
Alle 14 gennaio 2012 16:22 , Blogger Alligatore ha detto...

C'è pure un appello da firmare. Se volete leggerlo e aderire, cliccate
qui

 
Alle 14 gennaio 2012 16:41 , Blogger Felinità ha detto...

.... e meno male che li puoi ritirare fuori per poter agire .....
e noi con te ......

 
Alle 14 gennaio 2012 16:47 , Blogger Alligatore ha detto...

@Felinità
Sì, per fortuna è ancora possibile farlo. Fino a quando?

 
Alle 14 gennaio 2012 17:38 , Blogger Cavaliere oscuro del web ha detto...

Anche questo conferma che il governo è manipolato dai poteri forti.

 
Alle 15 gennaio 2012 13:40 , Blogger Alligatore ha detto...

@Cavaliere oscuro del web
Avevo un leggero sospetto ;)

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page