lunedì 5 dicembre 2011

Due parole con i Luminal

Un grande e attesissimo ritorno quello dei Luminal, dopo la prima volta circa due anni fa con l’esordio Canzoni di Tattica e Disciplina. Questa sera parleremo del nuovo cd, uscito la scorsa primavera, quasi in contemporanea con il 150° anniversario dell’Unità d’Italia (o presunta tale). Uscito come il precedente con l’indipendente Black Fading records, alla quale si è aggiunta Action Directe, è un disco che mette il piede nel piatto dell’Unità del nostro paese. Un paese senza rivoluzioni (se non importate), rivoluzioni tradite, sconfitte, gattopardismi assortiti. Non a caso il cd s’intitola, con vero spirito punk, Io non credo.

Avuta la fortuna di sentirlo in anteprima in marzo, avevo suggerito al gruppo di mettere Monicelli che parla della rivoluzione in quella famosa intervista (vedi il mio post del 29/11/11) prima della title-track. Purtroppo il cd era già pronto, altrimenti l’avrebbero inserito di sicuro. Sarebbe stata la ciliegina sulla torta di questo album acido e indignato, autentico post-tutto italico. Un album importante, più ermetico del precedente, ma sempre luminal-style con le voci femminile/maschile ad alternarsi nel cantato, tante chitarre, testi belli forti. Per questo gli ho voluti sul blog adesso, che il gioco si è fatto duro. Molto più duro. Pronti?

VAI AL LORO BLOG http://luminalband.blogspot.com/

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

97 Commenti:

Alle 5 dicembre 2011 21:31 , Anonymous Carlo luminal ha detto...

eccoci

 
Alle 5 dicembre 2011 21:31 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Carlo ...

 
Alle 5 dicembre 2011 21:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Bentornato nella palude.

 
Alle 5 dicembre 2011 21:33 , Blogger Donna Luminal ha detto...

Buonasera

 
Alle 5 dicembre 2011 21:33 , Anonymous Carlo luminal ha detto...

Ciao alligatore, è sempre un piacere :)

 
Alle 5 dicembre 2011 21:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Donna Luminal, la mia donna preferita.

 
Alle 5 dicembre 2011 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Carlo, piacere mio... avervi qui.

 
Alle 5 dicembre 2011 21:34 , Blogger Donna Luminal ha detto...

è un po' come tornare a casa (ma con i capelli biondi ora non posso più indossare il cappello con la tua pelle.)

 
Alle 5 dicembre 2011 21:35 , Anonymous Anonimo ha detto...

Buonasera a tutti, sono sintonizzata!
Lucia Rehab

 
Alle 5 dicembre 2011 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Ah, ah, ah, è vero, allora non mi mordi più.

 
Alle 5 dicembre 2011 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Lucia, benvenuta nella plaude.

 
Alle 5 dicembre 2011 21:36 , Blogger Donna Luminal ha detto...

pare di no. ma non si sa mai.

 
Alle 5 dicembre 2011 21:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

buonasera!
Alessandro luminal

 
Alle 5 dicembre 2011 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Alessandro Luminal, benvenuto anche a te ... ci siamo tutti?

 
Alle 5 dicembre 2011 21:38 , Blogger Donna Luminal ha detto...

direi di sì

 
Alle 5 dicembre 2011 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora, se siete pronti, faccio partrire il cd e vado con la prima.
@Alessandra
La speranza è l'ultima ...

 
Alle 5 dicembre 2011 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Via ...

 
Alle 5 dicembre 2011 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Come è nato “Io non credo”?

 
Alle 5 dicembre 2011 21:40 , Anonymous Carlo luminal ha detto...

E' nato portando a compimento il discorso iniziato con 'Canzoni di tattica e disciplina' per quanto riguarda lo stile dei testi, e le tematiche. E' un disco introspettivo ed incentrato sulla follia tipica dell'uomo moderno. A diferenza di 'Canzoni di tattica e disicplina' però si comincia a vedere la vita che accade al di fuori del cervello e del cuore di un individuo, e da lì inizia la metafora con la situazione italiana, di cui siamo tutti vittime e colpevoli.
Musicalmente è ancor di più figlio della tradizione musicale italiana, in molti pezzi è forte l'eco dei nostri cantautori preferiti, e abbiamo ascoltato e riscoperto molte cose prima e durante la nascita di quest'album, che ci hanno influenzato in fase di scrittura e realizzazione.

 
Alle 5 dicembre 2011 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo titolo?

 
Alle 5 dicembre 2011 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Domanda facile ...

 
Alle 5 dicembre 2011 21:45 , Blogger Donna Luminal ha detto...

Io non credo è una presa di posizione. E' un sigillo, è un pensiero al quale ritornare ogni volta che ci perdiamo. E' un grido. Noi non crediamo nei dogmi di questo paese, nelle sue regole civili, politiche, cattoliche. Non crediamo nel senso di colpa, nella paura. Nell'individualismo inteso come modo di preservare solo ed esclusivamente la propria famiglia e a morte tutti quelli che non ci servono. Noi non crediamo in chi fa politica sull'antipolitica, in chi vive negando, e non fa nulla per cambiare quello che ha intorno.

 
Alle 5 dicembre 2011 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Sottoscrivo ogni tua parola.

 
Alle 5 dicembre 2011 21:47 , Blogger Donna Luminal ha detto...

mi dai sempre tante soddisfazioni.

 
Alle 5 dicembre 2011 21:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

Questi signori hanno dei signori contenuti!
Lucia Rehab

 
Alle 5 dicembre 2011 21:48 , Blogger Alligatore ha detto...

;)

 
Alle 5 dicembre 2011 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

E anche il vostro pubblico ... vedo una marea di contatti provenire dal vsotro blog, che soddisfano la mia ansia da prestazione ;)

 
Alle 5 dicembre 2011 21:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Anzi, da vostro facebook .... vediamo se qualcun altro entrerà in contatto diretto.

 
Alle 5 dicembre 2011 21:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Continuando ...

 
Alle 5 dicembre 2011 21:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

Buonasera :))) Cultori dello Zonzo :))

 
Alle 5 dicembre 2011 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Chi c’è sulla copertina? Perché questo personaggio disegnato così? Di chi è opera?

 
Alle 5 dicembre 2011 21:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao anonimo

 
Alle 5 dicembre 2011 21:53 , Anonymous Carlo luminal ha detto...

credo di sapere chi si nasconde dietro zonzo :D

per rispondere alla domanda, (poco) in breve:

La copertina ritrae Giuseppe Garibaldi, una delle figure più controverse della storia del nostro paese, un rivoluzionario con una carriera talmente impressionante da destare ammirazione in tutto il mondo durante l'arco della sua vita, da Dumas a Lincoln.. ma in Italia non siamo in grado di uscire dalle dinamiche deliranti di sciovinisti vs. revisionisti, ed un'analisi obiettiva e condivisa è difficile da trovare (consigliamo la Storia d'Italia di Montanelli, che per lo meno ha il pregio di essere scritta divinamente, e con distacco). Sta di fatto che comunque la si pensi Garibaldi incarna uno spirito poco comune in questo paese, e che storicamente purtroppo qui da noi attiene ai pochi piuttosto che ai molti. Andare in una sola vita contro la frammentazione, i dominatori stranieri, il Vaticano, il restare con le mani in mano perché non si può cambiare nulla, tutto questo combattendo in mezzo mondo in nome di quello in cui si crede. Non è esattamente una cosa comune, anzi, è proprio il modo di pensare rivoluzionario che in Italia viene avversato. Perché nessuno crede ci sia una cosa chiamata collettività oltre quella della "famiglia", e perché nessuno riesce a credere che qualcuno voglia fare qualcosa per migliorare ciò che ci circonda, dev'esserci sempre un secondo fine. Non per niente, ancora oggi si può dire che l'ideale di Mazzini e Garibaldi è stato abbondantemente tradito. L'Italia è una nazione solo di nome. Non abbiamo nulla dello spirito unitario delle grandi democrazie europee, come la Francia, la Germania o l'Inghilterra. Manca ancora oggi l'unità vera.
Nella copertina disegnata da Marco Filippetti (www.marcofilippetti.it) c'è tutto questo. Il suo volto bianco e simile ad un fantasma è stato dipinto su quattro giacche nere inchiodate al muro del suo studio. Dopo di che queste giacche sono state indossate per il libretto interno al cd. Quale modo migliore per realizzare simbolicamente e materialmente l'unità ideale e la frammentazione reale di questo paese?

 
Alle 5 dicembre 2011 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Sottoscrivo buona parte ;)

 
Alle 5 dicembre 2011 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Se “Io non credo” fosse un concept-album su cosa sarebbe?

 
Alle 5 dicembre 2011 21:59 , Anonymous Carlo luminal ha detto...

Su quanto sopra, sull'individuo lontano dalla collettività e sull'individuo che prova a far parte della collettività. Non è un concept album ma neppure una raccolta di canzoni come era il nostro primo album. Tutti i brani sono stati scelti in base al contenuto dei testi ed all'atmosfera, di modo che ogni cosa contribuisse a creare un'immagine precisa.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, e rimanendo in tema: cosa non credere in questa Italia dopo 150 anni di unità?

 
Alle 5 dicembre 2011 22:02 , Anonymous Carlo luminal ha detto...

Verrebbe da dire "in niente." perché questo paese ha dimostrato nel bene e nel male di essere imprevedibile, soprattutto nel male purtroppo. La cosa in cui è più difficile credere è proprio l'unità.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

già, ripercorrendo la storia, passata e presente, questo balza in evidenza ... e allora...

 
Alle 5 dicembre 2011 22:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Cosa credere invece?

 
Alle 5 dicembre 2011 22:06 , Blogger Donna Luminal ha detto...

Crediamo nel coraggio. Crediamo nella volontà. Crediamo nella solitudine. Nell'intelligenza. Crediamo in chi si fa il culo per riemergere dal buio, o chi decide di restarci, con tutte le scarpe. Crediamo in chi è come noi, sempre disperato o sempre al settimo cielo. Crediamo in chi si sente sempre fuori posto. Crediamo in chi propone delle idee, nel paese in cui se lo fai "ti prendi troppo sul serio". E ora tutti sull'attenti!

 
Alle 5 dicembre 2011 22:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

"Imprevedibile, soprattutto nel male purtroppo..." STRAQUOTO!
Lucia Rehab

 
Alle 5 dicembre 2011 22:08 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di questo nuovo cd?

 
Alle 5 dicembre 2011 22:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Scritta sull'attenti ;)

 
Alle 5 dicembre 2011 22:09 , Blogger Donna Luminal ha detto...

scritta sull'attenti? :)

 
Alle 5 dicembre 2011 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo ;)

 
Alle 5 dicembre 2011 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Sono un contorsionista.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:11 , Blogger Donna Luminal ha detto...

quante qualità nascoste che hai.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:12 , Blogger Alligatore ha detto...

;)))))))))))))))))))))))

 
Alle 5 dicembre 2011 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Forse si è persa: c’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di questo nuovo cd?

 
Alle 5 dicembre 2011 22:13 , Anonymous Carlo luminal ha detto...

per quanto riguarda i pezzi preferiti..
E' una metafora usatissima ma sempre calzante: è come chiedere ad un genitore quale figlio preferisce, ognuno dei brani del disco ha qualcosa che ai nostri occhi lo rende unico, abbiamo lavorato molto su ogni pezzo, non ci sono riempitivi, e in un certo senso non ci sono singoli, perché è come se fossero tutti singoli.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, capisco, e ascoltando il cd, quindi dall'altra parte, dico che è difficile.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Il cd è uscito con, come il precedente, per Black Fading? Soddisfatti della collaborazione con loro dunque? Come prosegue

 
Alle 5 dicembre 2011 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

... c’è anche Action Directe. Chi sono?

 
Alle 5 dicembre 2011 22:17 , Blogger Donna Luminal ha detto...

..tu hai un pezzo preferito?

 
Alle 5 dicembre 2011 22:19 , Anonymous Anonimo ha detto...

Io ho conosciuto i Luminal grazie al disco al disco per intero :) ma se proprio mi capita di scegliere scelgo Niente di Speciale .
Gerardo senza Protocollo :)

 
Alle 5 dicembre 2011 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

La title-track, L'ultima notte ...

 
Alle 5 dicembre 2011 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

Il giorno sulla collina.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Gerardo, vediamo se altri dicono la loro.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, anche Niente di speciale, trale preferite.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:23 , Blogger Donna Luminal ha detto...

Riguardo Cristiano: L'etichetta di Cristiano Santini ha due nomi perché in realtà lui è schizofrenico. Scherzo. (risate). In realtà Action Directe è la divisione di Black Fading che si occupa dei gruppi che cantano in italiano. Cristiano è un produttore che in studio ti fa sentire sempre a tuo agio. Ha le idee molto chiare ma al tempo stesso ti lascia libero di essere te stesso. Ci ha capiti dal primo ascolto, ora un ottimo amico. Siamo stati fortunati.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Vediamo se c'è qualcuno che dice qualche altro pezzo preferito ... e voi, riguardo i miei pezzi preferiti, avete qualcosa da dire?

 
Alle 5 dicembre 2011 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Come sono nati?, come li avete suonat? ... o di altri.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Alessandro, che ho sentito poco ...c'è ancora?

 
Alle 5 dicembre 2011 22:30 , Blogger Donna Luminal ha detto...

Io ho un pezzo preferito per disco. Nel primo era la lunga corsa. In questo il giorno sulla collina. Credo abbiano qualcosa in comune. Ogni giorno della mia vita me ne sono andata. Ogni giorno è stato diverso da quello precendente. Ogni giorno ho detto addio a qualcosa. Per merito mio o per colpa di qualcun altro.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Come e dove avete presentato “Io non credo”? ... e in futuro?

 
Alle 5 dicembre 2011 22:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Vedo anche la Germania nel vostro futuro.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:35 , Anonymous Alessandro luminal ha detto...

direi "l'ultima notte" e "non è ancora finita, babyblue"

 
Alle 5 dicembre 2011 22:37 , Blogger Donna Luminal ha detto...

Abbiamo presentato questo disco in giro per l'Italia. Un sacco di bella gente conosciuta e città incredibili che ci sono rimaste negli occhi (e il limoncello di Catania nello stomaco e una montagna del cilento nel cuore). In Germania siamo stati a fine Settembre per quattro date e ci torneremo a Marzo per un tour di più giorni. Andare all'estero è stato come prendere una porta in faccia mentre hai gli occhiali e la bocca spalancata. Ha fatto male. Ma è stato magnifico. Un pubblico splendido e caloroso. Non vediamo l'ora di ripartire.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Esperienza alla Sacher-Masoch allora ;)

 
Alle 5 dicembre 2011 22:42 , Anonymous Carlo luminal ha detto...

la sofferenza viene se pensi all'italia e a tutte le cose che non funzionano qui quando basterebbe così poco..

 
Alle 5 dicembre 2011 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Per finire: fatevi una domanda, datevi una risposta e poi tutti a nanna ...

 
Alle 5 dicembre 2011 22:42 , Anonymous Anonimo ha detto...

cos'è un'esperienza alla Sacher-Masoch? :)
Lucia Rehab

 
Alle 5 dicembre 2011 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

anche se è presto, avete detto tutto in poco tempo, siete stati perfetti. Organizzazione prussiana ;)

 
Alle 5 dicembre 2011 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Sacher-Masoch, "inventore" del masochismo.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

L'ho pensato, Lucia, quando Alessandra ha scritto: Andare all'estero è stato come prendere una porta in faccia mentre hai gli occhiali e la bocca spalancata. Ha fatto male. Ma è stato magnifico.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:44 , Blogger Donna Luminal ha detto...

sì, siamo proprio noi ehehe

 
Alle 5 dicembre 2011 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Masochisti o prussiani?

 
Alle 5 dicembre 2011 22:45 , Blogger Donna Luminal ha detto...

(l'organizzazione prussiana, masochisti non eccessivamente)

 
Alle 5 dicembre 2011 22:47 , Blogger Donna Luminal ha detto...

No, troppo semplice. sono mesi che mi faccio domande e non dormo la notte. Adesso una domanda te la becchi tu. Cos'è che ami e cosa odi del rock italiano.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Nel rock italiano odio quello mainstream, che una volta arrivato diventa banale e buonista, integrato nel sistema (come in altri paesi, del resto, ma forse non come da noi).

 
Alle 5 dicembre 2011 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Amo i Luminal, in particolare Donna Luminal ;)

 
Alle 5 dicembre 2011 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma anche Carlo e Alessandro, dai ...

 
Alle 5 dicembre 2011 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

W l'underground, abbasso i gattopardi.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Altro da dichiarare?

 
Alle 5 dicembre 2011 22:54 , Blogger Donna Luminal ha detto...

W l'underground, abbasso i gattopardi mi piace MOLTO. Anche noi ti amiamo ;)

 
Alle 5 dicembre 2011 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie, è una chiusura perfetta.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:57 , Blogger Donna Luminal ha detto...

Grazie a te Alligatore. Si sta bene nella palude in tua compagnia.

 
Alle 5 dicembre 2011 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a te Donna Luminal, a Carlo e ad Alessandro ...a tutti i graditi ospiti che avete portato.

 
Alle 5 dicembre 2011 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna ai Luminal.

 
Alle 5 dicembre 2011 23:04 , Anonymous Anonimo ha detto...

ciao alligatore!
Lucia Rehab

 
Alle 5 dicembre 2011 23:05 , Blogger Donna Luminal ha detto...

Buonanotte e buon lavoro da tutti noi.

 
Alle 5 dicembre 2011 23:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Lucia, cia Donna Luminal ...

 
Alle 5 dicembre 2011 23:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Chissà a quale lavoro si riferisce. Buah ...

 
Alle 5 dicembre 2011 23:13 , Anonymous Alessandro luminal ha detto...

buonanotte :)

 
Alle 6 dicembre 2011 15:53 , Blogger Rita Baccaro ha detto...

Con le classiche tue "due parole" riesci a presentarci benissimo i vari gruppi musicali ed incuriosire per un'ulteriore conoscenza
ciao Ally
^___^

 
Alle 6 dicembre 2011 20:01 , Blogger Alligatore ha detto...

@Rita
Grazie, queste sì sono soddisfazioni.
^___^

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page