giovedì 13 ottobre 2011

30: andavamo al cinema ...

Altro "capitolo" del mio 30, un romanzo e-pistolare formato da uno scambio di email tra due amici nel 2001/2002. In questa mail, tra le altre cose, si parla di un film molto importante per quell'anno ... vorrei rivederlo oggi.


Da: jacopo@30.it

A: lorenzo@30.it

Data invio: sabato 13 ottobre 2001 17.12

Oggetto: P.S.

Ciao, Lorenz, sono ancora io.

Le ho appena telefonato per chiederle se voleva uscire anche questa sera. Ha detto che ha da fare. Dice che è impegnata in una traduzione importante.

"Ne sentemo più avanti ..."

Lorenzo, ho sbagliato qualcosa? Dimmi tu se ho sbagliato qualcosa. Per favore quando hai tempo leggi attentamente la mia precedente e-mail, vedi se secondo te ho commesso qualche errore. Mandami critiche, suggerimenti per il futuro (ci sarà un futuro?), altro… Telefono, messaggi, posta ordinaria, e-mail, e-piccione, tutto.

Dovevo forse baciarla nel buio della sala cinematografica? Certo, il tema del film non aiutava, con questa giornalista canadese che ritorna nella sua Kandahar per cercare di fermare la sorella che ha promesso di suicidarsi; durante il suo viaggio, nascosta dietro al burka d’ordinanza, incontra uomini senza gambe, donne schiavizzate, bambini disposti a tutto pur di guadagnare qualche soldo, capi talebani capaci di sottomettere al loro volere la popolazione affamata. Potevo baciarla?

Se un merito ha il film, è quello di mostrare cosa stanno bombardando gli americani con la scusa di cercare il loro amico Bin Laden (in affari con la famiglia Bush da una vita); miseria, malattia, nulla eterno. Capisco perché la sorella della giornalista decide di farla finita. In più ci hanno tagliato anche il finale. Potevo baciarla?

Teresa alla fine della proiezione ha chiesto informazioni alla cassa, ma non le hanno saputo dare risposta.

"Questa è la copia che ci hanno mandato. Non savemo el perché manchino i titoli di coda".

Censura? Autocensura del regista per dirci che oltre non si può andare? Lo sapremo mai?

Ciao.

Cinejac

P.S.

A proposito, il regista della pellicola è Mohsen Makhmalbaf, autore anche de Il silenzio. Ti ricordi quando lo abbiamo visto io, te e Silvia al Centro Marziano? Quand’è che ritorniamo ad andare al cine assieme? Al marziano fanno un sacco di buoni film. Una bionda che lavora con me mi passa spesso il bolletino mensile col programma. È da una vita che non ci vado. E voi?

Etichette: , , , , , , , , , ,

33 Commenti:

Alle 13 ottobre 2011 07:19 , Blogger mark ha detto...

L'amico deve aver sofferto, come la parte finale del film misteriosamente scomparsa. Di bello c'è il ricordo che avendolo condiviso avrà sicuramente il suoi significato.

 
Alle 13 ottobre 2011 08:04 , Blogger giacy.nta ha detto...

Un dialogo tra uomini su questioni intime, private. Sai che è difficile trovarli in letteratura? Mi chiedo se sia così anche nella realtà di tutti i giorni.
Bello, Ally.:-)

 
Alle 13 ottobre 2011 08:17 , Blogger Maraptica ha detto...

Queste sono due stori,e una infilata nell'altra... una è la storia del mondo e della guerra, che si ripete in eterno, l'altra pure (perchè l'uomo soffre universalmente per amore, da sempre). Bravo Ally :)

 
Alle 13 ottobre 2011 08:27 , Blogger federica ha detto...

una bella trama ma senza un finale..due temi importanti quello dell'amore e della guerra
ciao a presto

 
Alle 13 ottobre 2011 09:19 , Blogger Baol ha detto...

E chi lo sa, nelle questioni del cuore, cosa è giusto e cosa no? Oscar Wilde consigliava a gli uomini così:

Cari amici, non diperdetevi nei labirinti delle virtù perchè alle donne piace trovarci irrimediabilmente cattivi e lasciarci irrimediabilmente buoni

chissà cosa gli ha risposto Lorenzo

 
Alle 13 ottobre 2011 09:44 , Blogger Isabel ha detto...

ce l'avevano fatto vedere a scuola. un film che mi aveva molto colpito

 
Alle 13 ottobre 2011 10:58 , Blogger Nora ha detto...

Questa storia nella storia è molto triste, bella, romantica, dal sapore di vecchio, ma sempre nuova. Novità al sapore di vecchio. Ecco!

 
Alle 13 ottobre 2011 11:09 , Blogger Zio Scriba ha detto...

Ci sono film stupendi e imperdibili, ma poco adatti a momenti intimo-romantici. Non si dice di portarla a veder mocciate, ma una via di mezzo...
O forse mi sbaglio: l'Amore sta sopra a tutto, e due persone intelligenti che guardano un film tragico e intenso possono benissimo baciarsi. Anzi, devono?

 
Alle 13 ottobre 2011 13:58 , Blogger Adriana ha detto...

Me lo ricordo bene, quel film...

 
Alle 13 ottobre 2011 19:38 , Blogger TuristadiMestiere ha detto...

maraptica mi ha anticipata nel commento: una storia nella storia, entrambe con le proprie suggestioini, fascino, curiosità e finale incompleto. Una mail di risposta c'è mai stata???

 
Alle 13 ottobre 2011 20:20 , Blogger Grace (ma gnappetta della Val Gina) ha detto...

Non occorre per forza andare a vedere un film di muccino per scambiarsi tenerezze al cinema..
Il tema del film,secondo me aiutava anche.
Il trionfo della passione sull'orrore della guerra..
Il bacio di due innamorati nascosti dietro il 'burqa', per una volta romantico e non imposto, dell'oscurità della sala :)

 
Alle 13 ottobre 2011 20:28 , Blogger Alligatore ha detto...

@mark
Certo, il significato c'è ... lo lascio ai lettori.
@giacy.nta
Grazie, mi fa molto piacere questo complimento, questo rovesciamento dei luoghi comuni sull'intimo, l'essenza della vita.
@Maraptica
Grazie anche a te, mi piace, perchè hai colto l'idea base: intrecciare la Storia (nel 2001 molto forte) e una storia più intima.
@federica
In effetto non c'è il finale, perchè metterò solo dei pezzetti di questo @-pistolario, nei momenti più importanti (il libro in tutto è circa 200 pagine).
A presto.
@Baolo
Ne sapeva un sacco il grande Oscar Wilde ... questa sua massima, vale ancora nel 2011? ...Cosa ha risposto Lorenzo? Non me lo ricordo ...
@Isabel
Sì, è un film particolare, che non lascia indifferenti. Ci sono delle scene che rimangono impresse, anche dopo 10 anni (io non l'ho più rivisto da allora); ad esempio le protesi delle gambe, le donne dal medico uomo ...
@Nora
... e anche tu hai centrato un punto importante. L'idea era di rifare, come aveva intuito giacy.nta nella puntata precedente, "Le ultime lettere di Jacopo Ortis" ai nostri tempi. Operazione che è stata fatta molte volte (prima e dopo), ma non credo con le e-mail. "Novità al sapore di vecchio" è perfetta come definizione ...
@ZioScriba
Bella domanda. Io credo di sì, possano baciarsi sempre, se c'è una passione forte. In questo caso, forse non c'era ...
@Adriana
Sì, è indimenticabile.
@TuristadiMestiere
Brava anche tu, come Marpatica, hai colto l'idea alla base del romanzo e-pistolare. Come dicevo sopra, dura circa 200 pagine, e ci sono anche delle risposte da parte di Lorenzo. Il bello è che non mi ricordo la risposta, perchè l'ho scritto 7-8 anni fa, non trovo più il cartaceo, e la pagina seguente questa è in un doc word che quando l'apro si richiude subito (è un problema di word, se faccio doc con più di circa trenta pagine, fa questo scherzetto ...i doc di word per l'@-pistolario "30", sono sette, il doc n.4 è per ora kaputt)

 
Alle 13 ottobre 2011 20:29 , Blogger Alligatore ha detto...

@Grace
Dici bene, condivido il tuo pensiero, ma non è andata così. Se fosse andata così il romanzo sarebbe finito lì, anzi, non ci sarebbe stato nessun romanzo.

 
Alle 13 ottobre 2011 20:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

(non c'entra un po' niente ma la mia nonna materna somigliava tantissimo alla protagonista)

ciao
and

http://www.wrong-.splinder.com

 
Alle 13 ottobre 2011 20:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Che dire and? ... aveva un volto molto intenso e comunicativo allora.

 
Alle 13 ottobre 2011 22:39 , Blogger Stefania248 ha detto...

Hai bisogno dell'assistente virtuale?
;-)

 
Alle 13 ottobre 2011 22:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Benritrovata Stefania? Ti riferisci ai doc word che non si aprono? Credo sia una falla del programma, ci convivo da anni, tanto che i miei doc di word non superano mai le 30 pagine. Conosci un sistema per ovviare al problema?

 
Alle 13 ottobre 2011 22:48 , Blogger Stefania248 ha detto...

Forse aprirlo con un altro programma, su un altro pc. Copiare e incollare su nuovo file... forse...
:D
Devi imparare a smanettare col pc.
A scrivere sei già bravissimo!
:)

 
Alle 13 ottobre 2011 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie, troppo bbbuona ... in realtà quando apro questo file, esso si chiude subito, non dando manco il tempo di fare copia. Non ho mai provato ad aprirlo con un altro programma, potrebbe essere una cosa fattibile. Grazie.

 
Alle 13 ottobre 2011 23:16 , Blogger Blackswan ha detto...

A me pare plausibile.Che non si siano baciati,intendo.Mi piace pensare che l'arte sia una forma d'amore altrettanto totalizzante che ci assorbe completamente.Ma forse deliro.

 
Alle 13 ottobre 2011 23:23 , Blogger Alligatore ha detto...

@Blackswan
La tua ipotesi è molto bella e potrebbe stare in piedi ... mi piace, mi piace il modo di interpetare che avete tutti voi.

 
Alle 13 ottobre 2011 23:27 , Blogger 'povna ha detto...

anche io ricordo bene il film, che però, devo confessarlo, mi convinse a metà...

 
Alle 13 ottobre 2011 23:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Trovo sia un film che non si scorda 'povna, almeno per me lo è stato, anche se, a parte certe immagini, non mi ricordo il mio giudizio. Sono solito dare i voti (come a scuola) ai film, e sono andato a vedere il voto dato a questo: è un 5 tondo, e non ricordo il perchè. Andrò a cerare il diario di allora, con le note. Forse perchè mancava il finale? ... altro? Chi lo sa?

 
Alle 14 ottobre 2011 10:23 , Blogger Ross ha detto...

Mi sento indiscreta nell'osservare così frammenti della vita intima del tuo personaggio, come attraverso una finestra socchiusa (la finestra dell'email?). Sono abbastanza imbranata nel farmi gli affari degli altri, purtroppo anche quando si potrebbe trattare di dare un aiuto o una parolina di conforto...

 
Alle 14 ottobre 2011 10:24 , Blogger Ross ha detto...

P.S. Al posto di Word prova Open Office.

 
Alle 14 ottobre 2011 11:20 , Blogger MaryA ha detto...

Ciao AllY, non leggo tutto il post perchè questo devo ancora vederlo :)

Comunque ho un nuovo blog http://mono-m.blogspot.com/

A presto

*°*Baci*°*

 
Alle 14 ottobre 2011 14:55 , Blogger Cavaliere oscuro del web ha detto...

Temi molto importanti, tratta il film. Saluti a presto.

 
Alle 14 ottobre 2011 16:42 , Blogger chaillrun ha detto...

si bello :)
mi riconduce al libro Mille splendidi soli di Hosseini Khaled.
Altro genere di storia ma ...

buon fine settimana :)

 
Alle 14 ottobre 2011 18:34 , Blogger Alligatore ha detto...

@Ross
Non preoccuparti, la storia è così, e Jacopo non ha bisogno di consigli... almeno, ora non più nel 2001 forse sì.
@Ross2
Certo, potrebbe essere una soluzione. Grazie.
@MaryA
Verrò subito a vistarlo ...puoi leggere fino in fondo, tanto non svelo il finale e racconto il minimo indispensabile...
@Cavaliere oscuro del web
Sì, temi molto importanti, e allora ancora più interessanti perchè Bush jr bombardava quelle zone.
@chaillrun
Non ho letto quel libro, me lo segno. Grazie, buon fine settimana a te ...

 
Alle 14 ottobre 2011 23:55 , Blogger Rita Baccaro ha detto...

un film che tutti dovrebbero vedere, in particolare le donne!!
buenas noches alligatore besos

 
Alle 14 ottobre 2011 23:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, credo vada visto ... almeno allora era indispensabile per vedere cosa andavano a bombardare Bush jr e compagnia ...direi per tutti.
Buona notte e besos a te ...

 
Alle 15 ottobre 2011 13:41 , Blogger Felinità ha detto...

Non credo fosse il film ..... ma Teresa che non era interesata, la passione vera travalica e unisce al di là di tutto. Miaooùùùùùù

 
Alle 16 ottobre 2011 17:16 , Blogger Alligatore ha detto...

@Felinità
Potrebbe essere così ...vedremo in seguito. Di sicuro la passione vera travlica ...miaoooo!

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page