giovedì 19 maggio 2011

Intervista ad Ila & the Happy Trees

Ila si è già accomodata nella comoda poltrona della palude. Ormai si sente a casa sua, vista la lunga frequentazione con l’Alligatore. Questa è la sua seconda blog-intervista, e la terza intervista che le faccio in assoluto. Non ha più segreti per me… o almeno credo. Questa sera si presenta con degli amici, the Happy Trees (chi sono? … sarà una delle prime domande), e un nuovo cd con delle canzoni cantate per la prima volta in inglese.

Il nuovo cd s’intitola Little World, è uscito come i precedenti ep per la Tube Jam Records, e mi ha convinto fin dai primi ascolti. C’è un pop-folk colorato e tenue, con degli ottimi arrangiamenti, attorno a Ila, ragazza con la chitarra e la semplicità nel cantare. Sembra diretto e fatto in un momento di pura improvvisazione. Provate a sentire le canzoni, vi sembrerà di vederla seduta accanto a strimpellare il suo strumento preferito. L’alternarsi tra inglese e italiano non stona, c’è un filo rosso a legare le canzoni di questo piccolo mondo moderno. Cercheremo di sbrigliare il filo con una serie di domande mirate. Ila mi sembra rilassata e pronta a farlo. Partiamo …

VAI AL SUO MYSPACE http://www.myspace.com/ilasinger

VAI AL SUO SITO http://www.ilamusic.it/

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

113 Comments:

At 19 maggio 2011 21:34 , Anonymous ila said...

partiamo da qui?

 
At 19 maggio 2011 21:34 , Blogger Alligatore said...

... e da dove?

 
At 19 maggio 2011 21:35 , Blogger Alligatore said...

Ormai sei qui ...

 
At 19 maggio 2011 21:35 , Blogger Alligatore said...

;)

 
At 19 maggio 2011 21:37 , Blogger Alligatore said...

Sei pronta? ... ti ricordi come si fa?

 
At 19 maggio 2011 21:37 , Anonymous ila said...

tu chiedi, io rispondo? ce la possiamo fare... ;)

 
At 19 maggio 2011 21:38 , Blogger Alligatore said...

Perfetto, è così che funziona ... e se passa qualcuno di qui, può dire la sua e interloquire con noi ...

 
At 19 maggio 2011 21:39 , Anonymous ila said...

ovvio. dai spara!

 
At 19 maggio 2011 21:39 , Blogger Alligatore said...

Allora, faccio partire il tuo cd e vado con la prima domanda ...

 
At 19 maggio 2011 21:40 , Blogger Alligatore said...

Chi è Ila?

 
At 19 maggio 2011 21:41 , Blogger Alligatore said...

“… canto perché scrivo. Scrivevo ancor prima di cantare.
Scrivo perché mi piace farlo e perchè vorrei rendere felice la gente,” mi avevi detto l’altra volta?

 
At 19 maggio 2011 21:41 , Blogger Alligatore said...

È ancora così? Vogliamo dire altro?

 
At 19 maggio 2011 21:42 , Anonymous ila said...

Ma pensa? Non ricordavo di averlo detto ;) Si, si, è ancora così e sto riscontrando (con i pezzi del nuovo disco) che funzioni. Parlo del rendere felice la gente. Da quel che mi dicono pare proprio che questo disco faccia bene allo spirito (e non solo), calmi i bambini, e renda allegri.
Cosa chiedere di più?

 
At 19 maggio 2011 21:43 , Blogger Alligatore said...

Sì, c'è questa soave allegria anche nei pezzi più malinconici ...cosa chiedere di più?

 
At 19 maggio 2011 21:44 , Blogger Alligatore said...

...ti sento proprio in mezzo ad alberi felici.

 
At 19 maggio 2011 21:44 , Anonymous ila said...

assolutamente si, i miei 3 alberi felici! ;)

 
At 19 maggio 2011 21:45 , Blogger Alligatore said...

A proposito, chi sono questi Happy Trees?

 
At 19 maggio 2011 21:46 , Anonymous ila said...

Sono i miei nuovi compagni di viaggio: Teo Marchese (che c’era anche prima in realtà) è sia batterista/percussionista sia arrangiatore con me del disco, poi Paolo Legramandi il signor bassista e Lorenzo Fugazza agli strumenti a corda, come chitarre, banjo ed ukulele.

Hanno saputo usare il loro talento per impreziosire i miei pezzi e si è da subito creata una bella armonia, agognata da sempre, trovata solo grazie a loro

 
At 19 maggio 2011 21:47 , Blogger Alligatore said...

Sì, c'è una bella armonia ...

 
At 19 maggio 2011 21:47 , Blogger Alligatore said...

Ma ritornando alla scrittura ...

 
At 19 maggio 2011 21:48 , Blogger Alligatore said...

Riguardo la scrittura delle canzoni, dicevi: “Mi sveglio cantando una musica o le parole, o semplicemente prendo la chitarra (o l’ukulele) e parte tutto da solo…”.

 
At 19 maggio 2011 21:48 , Blogger Alligatore said...

È ancor così magico? Entriamo nei dettagli …

 
At 19 maggio 2011 21:48 , Anonymous ila said...

dica...

 
At 19 maggio 2011 21:49 , Anonymous ila said...

Eh si, in quell’occasione mi riferivo proprio ad un pezzo che troviamo nel nuovo disco, una canzone nata spontaneamente una domenica notte (mattina…), era “la vigilia di Natale” che nel suo cantilenare futile nasconde qualcosa di magico, curativo.

Non dico per dire, è una cosa che ho potuto vedere con i miei occhi, ha degli effetti benefici e ancora non mi spiego perché, dal momento che è arrivata in sogno, quasi per magia.

 
At 19 maggio 2011 21:51 , Blogger Alligatore said...

Credo di aver capito quale canzone ;)

 
At 19 maggio 2011 21:53 , Anonymous ila said...

questa: http://www.youtube.com/watch?v=t3k_sJ6RSms

 
At 19 maggio 2011 21:53 , Blogger Alligatore said...

Dopo vado a vedere ...

 
At 19 maggio 2011 21:54 , Blogger Alligatore said...

Come sono nate le altre canzoni del recente cd “Little World”?

 
At 19 maggio 2011 21:55 , Anonymous ila said...

Come dicevo, quasi per magia.

Da quando ho cambiato direzione (sia musicalmente che nella mia vita in un certo senso), ogni volta che prendo la chitarra in mano scrivo un pezzo nuovo.

Durante le registrazioni di “Little world” ho dovuto chiedere agli altri di non lasciarmi da sola con la chitarra in mano altrimenti il disco non lo avremmo finito mai. Ti dico un segreto: ho già scritto il prossimo…. 

 
At 19 maggio 2011 21:57 , Blogger Alligatore said...

... lo so che scrivi un sacco. E non solo canzoni ;)

 
At 19 maggio 2011 21:59 , Anonymous ila said...

eh già... ho appena finito di scrivere un libro...

 
At 19 maggio 2011 22:00 , Blogger Alligatore said...

Legato all'ambiente musicale o lontano?

 
At 19 maggio 2011 22:01 , Blogger Alligatore said...

Non diciamo niente?

 
At 19 maggio 2011 22:02 , Anonymous ila said...

allora, è un romanzo, diciamo in stile Benni/pennac.
E' ambientato in una realtà parallela, nello stato di Brizia, dove ad un certo punto lo stato decide di eliminare completamente l'arte, il colore, la musica e la creatività in genere...

ovviamente da lì partono storie, personaggi buoni e cattivi, ironia, favola, e un serial killer...

 
At 19 maggio 2011 22:05 , Blogger Alligatore said...

Dici molto ...una sorta di "Yellow Submarine" dei nostri giorni.
Spero di leggerlo presto...

 
At 19 maggio 2011 22:07 , Blogger Alligatore said...

Tornando alla musica ...

 
At 19 maggio 2011 22:07 , Blogger Alligatore said...

Per la prima volta pezzi in inglese in un tuo cd, se non sbaglio. Come mai questa scelta?

 
At 19 maggio 2011 22:08 , Blogger Alligatore said...

Che differenza c’è a scrivere e cantare in una lingua straniera, rispetto all’italiano?

 
At 19 maggio 2011 22:08 , Blogger Unknown said...

Si, è stata una cosa inaspettata anche per me. Molto semplicemente è il pezzo che decide e questo mood tra il folk e il pop ha richiamato a sé l’inglese. Come spesso accade quando mi approccio alla creatività non sono io a decidere: sono le canzoni, in questo caso. In “Lentamente” sentivo il bisogno di un’altra lingua, ed ecco il francese (che non conosco e quindi ho dovuto chiedere di scrivere a Pascale Daniel che avevo già coinvolto per cantarla). Poco tempo fa ho scritto un pezzo in genovese/italiano/inglese, perché era il pezzo stesso a chiedermelo. Tra parentesi questo pezzo si intitola “la lingua” e uscirà nei prossimi mesi all’interno di “Anatomia femminile”, un progetto musical letterario che coinvolge 22 cantautrici, una fotografa e lo scrittore Michele Monina che è poi l’ideatore del progetto stesso

 
At 19 maggio 2011 22:09 , Blogger mark said...

Il solito saluto da erbaccia del giardino...nella palude ci sguazzano!!!
Buon proseguimento...:-)

 
At 19 maggio 2011 22:11 , Blogger Alligatore said...

Ciao Mark.

 
At 19 maggio 2011 22:12 , Blogger Alligatore said...

Però, quanti progetti ...

 
At 19 maggio 2011 22:12 , Anonymous ila said...

ciao mark!

 
At 19 maggio 2011 22:13 , Anonymous ila said...

mi piacciono i progetti...
e non sono ancora tutti... ;)

 
At 19 maggio 2011 22:14 , Blogger Alligatore said...

Cioè?

 
At 19 maggio 2011 22:18 , Blogger Alligatore said...

Dicci, anticipa altre cose ...se si può.

 
At 19 maggio 2011 22:18 , Anonymous ila said...

sto per iniziare un altro libro, un romanzo.
però in cantiere ho un progetto molto più complesso e non so ancora se sarà un libro o un documentario.

l'argomento è difficile da spiegare in poche parole.
diciamo che vorrei raccontare le storie di persone che hanno affrontato situazioni, vite, molto complicate, dolorose, e che hanno saputo comunque venirne fuori.

vorrei che arrivasse il messaggio che a tutti succedono cose brutte, orrende talvolta, ma che in un modo o nell'altro si può venirne fuori...

mi son spiegata?

 
At 19 maggio 2011 22:19 , Anonymous ila said...

mi son spiegata malissimo, ma sono bollita :)

 
At 19 maggio 2011 22:20 , Blogger Alligatore said...

No, io ho capito ... anche perchè lego questa cosa ad un altro progetto. Ma ne parliamo dopo.

 
At 19 maggio 2011 22:21 , Blogger Alligatore said...

C’è una canzone in particolare che rappresenta meglio l’ila-sound in questo nuovo disco?

 
At 19 maggio 2011 22:22 , Anonymous ila said...

Forse “Tomorrow”, ma anche “I’ll close the door” e “L’orologio d’oro”… non saprei…
no proprio non saprei.
ognuna da senso al tutto.

 
At 19 maggio 2011 22:25 , Blogger Alligatore said...

Se “Little World” fosse un concept-album su cosa sarebbe?

 
At 19 maggio 2011 22:27 , Blogger Unknown said...

Che domanda difficilissima  posso avvalermi del quarto emendamento?

Sarebbe sulla voglia di vivere, sul vedere il lato positivo delle cose, anche negli accadimenti tristi e dolorosi. Parlerebbe di natura, animali e buoni propositi… ma forse non era la risposta che volevi…

 
At 19 maggio 2011 22:28 , Blogger Unknown said...

era il quinto emendamento.
perchè ho scritto quarto?
l'ho detto, sono stanchissima in sti giorni...

 
At 19 maggio 2011 22:30 , Blogger Alligatore said...

... lo so perchè. Poi ci arriviamo. Dai, risposta buona.

 
At 19 maggio 2011 22:31 , Blogger Alligatore said...

Il cd è uscito con la label Tube Jam Records, come alcuni tuoi precedenti due ep. Come prosegue il rapporto con loro? Sei attaccata alla “maglia” TJR … tipo i calciatori di una volta, sempre legati alla stessa squadra?

 
At 19 maggio 2011 22:31 , Blogger Unknown said...

breve interruzione: ho dovuto postare una risposta ad un vecchio commento nella prima blog intervista che mi hai fatto.
scusa se l'ho fatto ma l'ho letto solo ora.

la gente è tremenda certe volte...... grrrr

 
At 19 maggio 2011 22:33 , Blogger Alligatore said...

Lasciamo stare ...le foto le scelgo io, e probabilmente prima di questa che vedi, ne avevo messo una senza nome ... da qui la polemica. Superata.

 
At 19 maggio 2011 22:36 , Blogger Unknown said...

ci vuole pazienza.
prima o poi mi farò la maglietta con sta scritta... ;)

 
At 19 maggio 2011 22:37 , Blogger Alligatore said...

Forse si è persa: il cd è uscito con la label Tube Jam Records, come alcuni tuoi precedenti due ep. Come prosegue il rapporto con loro? Sei attaccata alla “maglia” TJR … tipo i calciatori di una volta, sempre legati alla stessa squadra?

 
At 19 maggio 2011 22:39 , Blogger Unknown said...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
At 19 maggio 2011 22:39 , Blogger Unknown said...

Come posso dire, siamo una grande famiglia, in molti sensi e con diverse sfumature…

 
At 19 maggio 2011 22:41 , Blogger Alligatore said...

Con Internet che rapporto hai da utente? Sempre buono? … anche se odi chattare, come mi dicevi nella precedente chat-intervista?

 
At 19 maggio 2011 22:42 , Blogger Unknown said...

Buonissimo, pur continuando ad odiare il meccanismo della chat. mica sempre comunque...

Su internet ci vivo, creo, mantengo rapporti e ne creo di nuovi. Evviva interdette, non potrei fare senza.

 
At 19 maggio 2011 22:44 , Blogger Alligatore said...

E Facebook? Due anni fa sembrava “non servire a niente per la musica”… è ancora così? Myspace sembra bloccato e superato da Facebook in questo.

 
At 19 maggio 2011 22:45 , Blogger Alligatore said...

O sbaglio?

 
At 19 maggio 2011 22:46 , Blogger Unknown said...

Hai perfettamente ragione.
Io manco lo volevo facebook. Poi mi sono detta “magari ritrovo i compagni delle elementari...” e alla fine non ne sono più uscita.

Gestisco rapporti di tutti i tipi, personali, musicali, lavorativi a volte e permette effettivamente di rimanere sempre in contatto. Altre volte però può essere alienante perché “vedendo” sempre un amico online, seguendo quel che fa, magari non lo chiami più e quindi il rapporto perde di realismo. Non so se mi sono spiegata.
Io per fortuna ci “vivo” (lavorando al pc è facile) e quindi da brava nerd quale sono non mi perdo i rapporti, anzi, li coltivo pure con questo mezzo…

 
At 19 maggio 2011 22:49 , Blogger Alligatore said...

Vivi sempre a Bergamo? Seti la lontana dai grandi centri, o con i web le distanze sono ridotte?

 
At 19 maggio 2011 22:53 , Blogger Unknown said...

Esatto. Tutto esatto. Continuo ad avere un pruno in giardino (che mi fa sempre disperare, rimembri?) e sento gli uccellini cantare (e non sono nella mia testa…). Da poco ho anche avuto il piacere di incontrare un asinello, che sta qui vicino, che è diventato mio amico. Lo so, non dirlo… 

 
At 19 maggio 2011 22:54 , Blogger Alligatore said...

Non lo dirò ;)

 
At 19 maggio 2011 22:54 , Blogger Alligatore said...

... ma mi ricordo.

 
At 19 maggio 2011 22:56 , Blogger Alligatore said...

Hai contatti con altri musicanti della tua città? Di Bergamo, di Genova o di altre …

 
At 19 maggio 2011 22:59 , Blogger Unknown said...

Certamente e per diversi motivi, oltre che personali anche perché organizzo serate e un’iniziativa benefica…

 
At 19 maggio 2011 23:00 , Blogger Alligatore said...

Già, in questa settimana sei stata una delle protagoniste della “Settimana della musica” un'iniziativa organizzata da te, mandando musicisti professionisti a suonare in case di cura, ospedali, cliniche, scuole … come è andata?

 
At 19 maggio 2011 23:00 , Blogger Alligatore said...

Parliamone …

 
At 19 maggio 2011 23:09 , Blogger Unknown said...

Ecco parlavo proprio di quello.
La settimana della musica è ancora in corso, terminerà domenica.

è una cosa difficile da organizzare, seppur semplice concettualmente.

io chiamo i centri e i musicisti, li metto in contatto per fare dei mini concertini. poi sta alla sensibilità di ognuno capire cosa fare e come comportarsi...

io per esempio ho ormai capito bene che in questi casi "devo" stare vicina alla gente.
ieri per esempio, ero a suonare in una casa di riposo con casi gravi, molti erano a letto, al limite della coscienza. allora mi avvicino al letto, suono e canto guardandoli negli occhi, e loro ti guardano, fissi, si crea un legame, quasi si vede lo scambio energetico.

e mi sono resa conto che i bambini piccoli e gli anziani ti guardano fisso negli occhi, non distolgono mai lo sguardo, quando canti...

 
At 19 maggio 2011 23:09 , Blogger Unknown said...

volendo c'è il sito www.settimanadellamusica.com e soprattutto http://settimanadellamusica.posterous.com/ il sito blog nel quale ogni giorno pubblichiamo le nostre esperienze, le foto e i video!

 
At 19 maggio 2011 23:11 , Blogger Alligatore said...

Incontenibile Ila ... poi andrò a leggere.

 
At 19 maggio 2011 23:11 , Blogger Alligatore said...

Copertina molto poetica, con un disegno di una ragazzina con il mondo in mano. Di chi è opera? È nata prima la copertina o prima le canzoni del cd?

 
At 19 maggio 2011 23:12 , Blogger Unknown said...

Opera mia. Sono nate le canzoni, poi la copertina, poi il disco. Ho vinto qualcosa?

 
At 19 maggio 2011 23:13 , Blogger Alligatore said...

Sì, una nuova domanda ...

 
At 19 maggio 2011 23:14 , Blogger Alligatore said...

Com’è la vita del musicante indipendente? Come si riesce “a fare l’artista” e nel contempo vivere una vita “borghese”, con lavori e menate varie? Pochi, pochissimi, nell’alternative italico vivono di musica …

 
At 19 maggio 2011 23:15 , Blogger Unknown said...

I soldi sono sempre un problema di ordine pratico, per fortuna a me del denaro in altri termini frega poco, pochissimo. Serve, quello si, anche per stampare un disco, tanto per dirne una.

Però faccio la mia musica, ho tempo per fare le altre settantamila cose senza le quali non potrei vivere, ovviamente lavoricchio e certamente suono.

Però se non avessi il tempo per creare starei male. Davvero.

 
At 19 maggio 2011 23:18 , Blogger Alligatore said...

Certo...a proposito, come presenti “Little World” nel tour che ha già avuto un po’ di date?

 
At 19 maggio 2011 23:20 , Blogger Unknown said...

Il live è divertente e particolare: abbiamo un palco tutto “tempestato” di fiori, piantine, lucine natalizie, una lampada e il comodino da concerto, dentro il quale si celano i dischi e le marmellate “scese dal pero” che faccio io. Il tutto sostenuto da un live fresco, emotivo, carico ed allegro, fatto di strumenti come banjo, ukulele, percussioni, basso, chitarre e batteria. Ci piace definirci “agricoli”. Da qui il nome di ila&the happy trees.

 
At 19 maggio 2011 23:21 , Blogger Alligatore said...

Bello mi piace ...

 
At 19 maggio 2011 23:21 , Blogger Alligatore said...

Chi è la più grande truffa del rock’n’roll?

 
At 19 maggio 2011 23:22 , Blogger Unknown said...

ecco, a questa domanda non so rispondere.
cosa intendi?

 
At 19 maggio 2011 23:25 , Blogger Unknown said...

sei scappato via urlando?

 
At 19 maggio 2011 23:25 , Blogger Alligatore said...

In generale, chi ti sembra pompato e non meriti di stare nella storia del rock?

 
At 19 maggio 2011 23:28 , Blogger Unknown said...

ah nella storia...
boh non so dovrei fare mente locale su chi sta nella storia del rock... mi vengono in mente solo quelli che mi piacciono...

però forse i Doors...

 
At 19 maggio 2011 23:29 , Blogger Alligatore said...

Il buon Jimmone ...

 
At 19 maggio 2011 23:29 , Blogger Alligatore said...

;)

 
At 19 maggio 2011 23:29 , Blogger Alligatore said...

Una domanda che non ti ho fatto, una risposta e poi tutti a nanna …

 
At 19 maggio 2011 23:30 , Blogger Unknown said...

Cavoli mi metti sempre in crisi… vediamo…

 
At 19 maggio 2011 23:31 , Blogger Unknown said...

“ila cosa fai ultimamente oltre a suonare, a fare marmellate, organizzare la settimana della musica e a scrivere libri?”

 
At 19 maggio 2011 23:31 , Blogger Unknown said...

“caro alligatore, mi sto dedicando a girare video, come quelli che puoi trovare sul mio canale youtube www.youtube.com/ilamusic

oppure guardo serie tv, ne sono completamente “addicted” come si dice in gergo…

 
At 19 maggio 2011 23:32 , Blogger Alligatore said...

Ora posso venire a vedere tutti i link e poi gemelliamo in nostri youtube ...grazie Ila.

 
At 19 maggio 2011 23:33 , Blogger Unknown said...

assolutamente si.
ma adesso ti faccio io una domanda: tu ci sei su facebook o lo schifi?

 
At 19 maggio 2011 23:33 , Blogger Alligatore said...

Lo schifo ;)

 
At 19 maggio 2011 23:34 , Blogger Alligatore said...

Non ci sono, e non ci sarò mai. Anche dopo la visione del film, "The Social Network" ...

 
At 19 maggio 2011 23:35 , Blogger Unknown said...

ahhahaahhaha!
dicevo anche io così... :) e invece!

 
At 19 maggio 2011 23:35 , Blogger Alligatore said...

Gran bel film. Visto?

 
At 19 maggio 2011 23:35 , Blogger Unknown said...

diciamo che, come tutte le cose, secondo me per capirle bisogna provarle...

 
At 19 maggio 2011 23:35 , Blogger Unknown said...

bel film? mmm...

 
At 19 maggio 2011 23:37 , Blogger Alligatore said...

Ci sarebbero da dire tante cose ... mi è piaciuto un sacco, ma qua riapriamo l'intervista che va chiudendosi ...

 
At 19 maggio 2011 23:37 , Blogger Alligatore said...

Se non hai altro da aggiungere ...

 
At 19 maggio 2011 23:37 , Blogger Unknown said...

ehehehhe... ok ho capito, lasciamo stare ;)

 
At 19 maggio 2011 23:39 , Blogger Unknown said...

buona serata/notte allora!

 
At 19 maggio 2011 23:40 , Blogger Alligatore said...

Buonanotte e buonafortuna Ila.

 
At 20 maggio 2011 09:39 , Blogger Silvia said...

Sembra bella "la vigilia di natale" l' ho ascoltata un po' sul myspace. In bocca al lupo a Ila per tutto, musica e non.

Un saluto a te Ally. Sempre forti le tue interviste!

 
At 20 maggio 2011 17:04 , Blogger Ernest said...

:)

 
At 21 maggio 2011 00:37 , Blogger Alligatore said...

@Silvia
Grazie ... sì, "La vigilia di natale piace anche a me che sono ateo ;)
@Ernest
;))))))))

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page