lunedì 8 novembre 2010

Cinema – stagione 2010/1

Niente paura di Piergiorgio Gay
Personaggi noti, persone comuni (però con storie particolari), le canzoni di Ligabue motore di tutto e la ricerca di un denominatore comune per dirsi italiani rileggendo la Costituzione: la bella ragazza figlia di albanesi sbarcati fortunosamente in Italia negli anni ’90 (ricordate la stupida paura degli albanesi?) più italiana e consapevole di molti di noi, Paolo Rossi che propone surreali campi di concentramento per la cultura, quella cultura dei primi libri di Tondelli (del quale vediamo immagini tv relative al processo ad Altri Libertini), originario di Correggio come Ligabue, che racconta (tra l’altro) la fortuna di non essere salito per un pelo sul treno della strage di Bologna, strage rivista da un operaio con coscienza di classe al lavoro dopo lo scoppio … Poco spazio all’art. 11, il mio preferito. Spero ne facciano un film intero con Gino Strada.
http://www.nientepaura-ilfilm.it/

Letters to Juliet di Gary Winick
Sono andato a vederlo solo per la curiosità di rivedere sul grande schermo i luoghi dove vivo. Facevo meglio ad andare sul posto di persona. Scenari da cartolina tra Verona, il lago di Garda, la Toscana, Siena. È il classico scult-movie romantico, da rivedere tra vent’anni per ridere dei colori sbiaditi e dei vestiti alla moda. Come fare un filmetto con un cast immenso (Gael García Bernal, Vanessa Redgrave, Franco Nero … ) e vivere felici.
http://www.letterstojuliet-movie.com/

Miral di Julian Schnabel
Dalla nascita di Israele nel 1948 agli instabilissimi accordi di Oslo del 1994. Questo vuole raccontare, cercando di essere neutrale (come si fa?) Schnabel, cineasta interessante quando non si occupa direttamente di politica (penso al capolavoro Lo scafandro e la farfalla). Resta negli occhi solo la bellezza di Frieda Pinto (The Millionaire e il prossimo Allen), giovane studentessa di un collegio nei giorni caldi della prima Intifada, in seguito giornalista di successo (è, in buona parte, Rula Jebreal, autrice della sceneggiatura e del libro La strada dei fiori di Miral da cui è tratto il film).
http://www2.eaglepictures.com/al-cinema/miral.html

LEGENDA
Colpo di coda
Coda tesa
Codì, Codì
Nella palude
Affondo

Etichette: , , , , , , , , , , ,

25 Commenti:

Alle 8 novembre 2010 06:17 , Blogger patèd'animo ha detto...

la legenda è M-I-T-I-C-A..
soprattutto il codì codì.

 
Alle 8 novembre 2010 08:25 , Blogger Maraptica ha detto...

NoNo non ho parole, il tuo ritratto a tre quarti dà un certo valore al tutto! ;)

 
Alle 8 novembre 2010 09:40 , Blogger petrolio ha detto...

ahahahahhhahahah! mi servirà molto la legenda! nn ho visto nessuno dei tre! Sono ancora troppo presa da Inception e Somewhere! :)

 
Alle 8 novembre 2010 11:12 , Blogger Zio Scriba ha detto...

Niente paura: mi segno il primo per ricordarmi di vederlo, e il secondo per ricordarmi di dimenticarlo. :D

 
Alle 8 novembre 2010 11:19 , Blogger Ross ha detto...

Patè d'animo mi ha fregato le parole, la legenda è fantastica!
Ciao Cineally. :)

 
Alle 8 novembre 2010 12:09 , Blogger Berica ha detto...

Grazie per il prezioso servizio di recensione ad allygatore...
resto in attesa di una recensione codì così.

 
Alle 8 novembre 2010 12:54 , Blogger Lucien ha detto...

Tutti film che non ho visto.
Il secondo e il terzo me li risparmio di sicuro.
La legenda però è imbattibile: hai umiliato le mie faccine! :D

Ieri sera ho visto Mammuth con Gérardone Depardieu. Bel film.
Penso che ti piacerebbe

 
Alle 8 novembre 2010 16:48 , Blogger Alligatore ha detto...

@patèd'animo
Grazie, codì codì mi è venuto subito, mi è venuto codì ...
@Maraptica
Grazie, il mio ritratto a tre quarti è quando affondo nella palude (o nella poltrona del cine).
@petrolio
Come sai "Somewhere" l'ho amato molto, mentre "Inception" sarà nelle prossime rece (bello esteticamente, ma a parte l'inizio, non mi sono divertito).
@Zio Scriba
E fai bene, il terzo è codì-codì, fai ti ... comunque, in "Niente Paura" c'è uno spezzone da vecchia tv, con il tuo sosia intervistato sul "caso" di "Altri libertini" (c'erano ancora le parolacce in quell'edizione, quelli erano bei tempi...). Mi è piaciuta molto quella parte.
@Ross
Anche la Leggenda è fantastica ... grazie, troppo buone.
@Berica
Grazie anche a te ... devo dire che è stato utile anche per me, per riordinare le idee sui troppi film visti (come si capirà, sono onnivoro).
@Lucien
Confesso che prima di fare le mie faccine ho guardato le tue (e quelle di "Alias") e anche come impostazione ho cercato ispirazione da te. Non ho il tuo dono della sintesi, quindi metterò solo 3 film alla volta ...
Gérardone Depardieu mi ha deluso raramente (anzi, non ho ricordi), andrò sicuramente a vederlo. Penso sempre a "Novecento", visto tutto in un colpo, atto I e II in un pomeriggio ad un festival (una delle poche cose che rifarei nella vita). "Miral" non è chiaro politicamente, però una visione lo merita ...

 
Alle 8 novembre 2010 20:00 , Blogger Grace (ma nana) ha detto...

Alligatore..tu sei LEGGENDA!

 
Alle 8 novembre 2010 20:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Wow, sono riuscito ancora a farti venire ... sono soddisfazioni.
:)

 
Alle 8 novembre 2010 21:08 , Blogger Grace (ma nana) ha detto...

Ue' Ue'..io nella tua palude VENGO sempre! ;)

 
Alle 8 novembre 2010 23:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Ue' Ue' ... è una delle specialità della casa O:-)

 
Alle 9 novembre 2010 07:44 , Blogger Adriano Maini ha detto...

Le "recensioni" come aggradano a me! Concetti molto espressivi!

 
Alle 9 novembre 2010 15:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Adriano ... e se non mi faccio capire con le parole ho sempre la sagoma ....

 
Alle 9 novembre 2010 20:21 , Blogger Stefania248 ha detto...

Mi piace questo blog! E pure la legenda...
;-)

 
Alle 9 novembre 2010 20:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Infatti, come Grace, vieni spesso qua
;-)

 
Alle 9 novembre 2010 22:42 , Blogger Stefania248 ha detto...

Vengo spesso perché nella palude non è poi così umido come si crede...
Niente intervista stasera?

 
Alle 9 novembre 2010 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

... non è così umida? ... dici?
No, questa sera niente intervista, Ligaubue mi ha dato buca.
;)

 
Alle 9 novembre 2010 22:55 , Blogger Stefania248 ha detto...

:D
:D :D :D


Luciano, questa non me la dovevi fare!
:D

 
Alle 9 novembre 2010 22:59 , Blogger Alligatore ha detto...

... è solo rimandata.

 
Alle 10 novembre 2010 16:28 , Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Bellissima la legenda delle tue "stelline" lol Quella per "affondo" poi la trovo straordinaria :-)))

 
Alle 10 novembre 2010 22:10 , Blogger ReAnto ha detto...

..grazie Diego..sono preso a cercar di far ridere il sole..cmq ti leggo sempre

 
Alle 10 novembre 2010 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

@Daniele Verzetti il Rockpoeta®
Grazie ... in effetti quella "affondo" rende bene l'idea.
@ReAnto
Qui si piange e basta, è una valle di lacrime... vedi di metterci più impegno, abbiamo bisogno di te.
p.s. anch'io ti leggo sempre, e pure ti scrivo...

 
Alle 11 novembre 2010 16:19 , Blogger Ernest ha detto...

Niente Paura secondo me è davvero ben fatto
un saluto

 
Alle 11 novembre 2010 20:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Sicuramente Ernest è un bel prodotto filmico, con tutte i crismi, fatto bene e curato nei dettagli. Direi unico, nel panorama italico recente. Non un colpo di coda, ma una coda tesa ...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page