venerdì 22 ottobre 2010

Intervista ai Redroomdreamers

Come Bisio nel recente film Benvenuti al sud, mi chiedo che ora sia a Napoli. Vedo il trio ospite sul blog questa sera che se la ride (forse hanno visto il film pure loro) e sembra sia ancora giorno. C’è sempre il sole a Napoli, è risaputo. Soprattutto con musicanti come questi Redroomdreamers, nome dalle suggestioni cinematografiche alte, dalla leggerezza del rock’n’roll delle origini nelle vene, dal coraggio dell’indie-rock nella testa. Una leggerezza forte. Ascoltarli mi rilassa come un fumetto dopo la lettura del quale sento di non aver perso tempo, sento di aver acceso i neuroni.
Attivi già dagli anni Novanta come Growing Ocean, Dario Bosco, chitarra e voce, Alessio Sica, batteria, con l’amico prematuramente scomparso Inigo Grasso, basso (a lui hanno dedicato un’intensa canzone, Friend -A song for Inigo), si sono riuniti nel 2008 trovando sulla loro strada il polistrumentista Simone De Simone, poi di recente Michele De Finis, altra chitarra e un nuovo nome: Redroomdreamers. Ora anche un cd d’esordio, Roosters on the rubbish, prima uscita della neonata label Happy/Mopy. È fuori da poco più di una settimana, ma sta facendo rumore. E allora facciamo rumore anche sul mio blog con i Redroomdreamers. Che ora è a Napoli?
VAI AL LORO MYSPACE http://www.myspace.com/redroomdreamers

Etichette: , , , , , , , ,

119 Commenti:

Alle 22 ottobre 2010 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

...che ora è?

 
Alle 22 ottobre 2010 21:36 , Anonymous Anonimo ha detto...

a Napoli in questo momento sono le 21.35 e del sole nemmeno l'ombra...

 
Alle 22 ottobre 2010 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Pure qui ...uguale!

 
Alle 22 ottobre 2010 21:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

grazie per le belle parole...

 
Alle 22 ottobre 2010 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Benvenuti Reddroomdreamers ... se siete voi.Ditemi, che siete voi ...

 
Alle 22 ottobre 2010 21:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

Non siamo ancora così famosi da mandare qualcun altro al nostro posto, per ora, un sacco di tempo libero sul fronte musica...

 
Alle 22 ottobre 2010 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Questo è un bene, perchè vi mantente veri ... dopo l'intervista sul blog non sarà più così...

 
Alle 22 ottobre 2010 21:44 , Anonymous Anonimo ha detto...

speriamo..., ma in fondo ci piace mantenere il basso profilo...

 
Alle 22 ottobre 2010 21:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

noi apriamo un chianti, salute!

 
Alle 22 ottobre 2010 21:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

e devo dire che questo Chianti fa un po' schifo...

 
Alle 22 ottobre 2010 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Salute ...mi teletrasportate un bicchiere?

 
Alle 22 ottobre 2010 21:48 , Anonymous Anonimo ha detto...

ha un profilo un po' troppo basso...anche per noi...

 
Alle 22 ottobre 2010 21:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Così vediamo se fa così schifo ...

 
Alle 22 ottobre 2010 21:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Ora che siamo belli rilassati, vado con la prima domanda ...

 
Alle 22 ottobre 2010 21:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

ok...smettiamo di cazzeggiare

 
Alle 22 ottobre 2010 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora, chi sono i Redroomdreamers?

 
Alle 22 ottobre 2010 21:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

sono prima due amici, Dario e Alessio, che decidono di rimettere in piedi il circo ed anche di rimettersi in gioco...Poi arriva Simone e con lui si forma la band...
Con noi, da poche settimane, anche Michele De Finis, che ha colmato il vuoto della seconda chitarra...

 
Alle 22 ottobre 2010 21:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Benvenuto a Mic, poi aggiorno l'intro.

 
Alle 22 ottobre 2010 21:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo nome parecchio suggestivo? …tutto attaccato: Redroomdreamers. Mi vengono in mente “I Sognatori” di Bernardo Bertolucci…

 
Alle 22 ottobre 2010 21:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Le prime canzoni sono nate in una camera dai riflessi rossi ed in mente, in maniera inconscia, c'erano anche i Red House Painters, un amore di gioventù...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Grande ... prime canzoni in una stanza dai riflessi rossi...il sole di Napoli... ma, come nasce un vostra canzone? Prima le parole o prima la musica?

 
Alle 22 ottobre 2010 22:06 , Anonymous Anonimo ha detto...

Decisamente prima la musica...Io, Dario, all'inizio canto una linea vocale dall'inglese improponibile con la vecchia chitarra acustica...Poi con calma si comincia a lavorare sul testo...Uno stato d'animo che passa dalla musica alle parole...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Come sono nate le canzoni del recente cd “Roosters on the rubbish”?

 
Alle 22 ottobre 2010 22:07 , Blogger StefanAi248 ha detto...

Buonaseraaaa!
Disturbo solo due secondi per fare un saluto veloce. Le tracce dei tuoi intervistati stanno già piacevolmente suonando...
Ciao Diego, StefanAi è tornata!
;-)

 
Alle 22 ottobre 2010 22:09 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma disturba pure più a lungo...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Stefanai... bentrovata.

 
Alle 22 ottobre 2010 22:11 , Anonymous Anonimo ha detto...

direi che è stata una gestazione lunga...Abbiamo scritto per più di un anno prima di scegliere il materiale del disco...dentro ci sono dieci anni di vita...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Copertina dell’album metafisica: il nome della band legato ad un strano albero, con delle mammelle di forma e grandezza variabili, in mezzo all’universo scuro. Pessimismo cosmico? O sono io che mi confondo?

 
Alle 22 ottobre 2010 22:13 , Anonymous Anonimo ha detto...

comunicazione di servizio...
Qui c'è tutto il disco, che uscirà ufficialmente il 29 ottobre, in streaming gratuito:

http://soundcloud.com/happymopyrecords/sets

enjoy it!

 
Alle 22 ottobre 2010 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Ottimo, Stefanai e altri amici che passeranno di qui gradiranno e mi faranno sapere cosa ne pensano ...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:16 , Anonymous Anonimo ha detto...

Freud era un vecchio sporcaccione, alla fine...
Ad ogni modo siamo partiti da un'idea molto più solare, ma un po' la musica, un po' i testi, e soprattutto il grande Luigi Cozzolino, in arte Muhe, hanno fatto il resto...
E poi questa città è molto, ma molto, più scura di quanto si possa pensare...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:18 , Anonymous Anonimo ha detto...

insomma, la copertina non è frutto di un Rorschach andato a male...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, c'è una Napoli notturna, sotteranea ...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:20 , Blogger Alligatore ha detto...

... è molto misteriosa, la copertina. Sembra un classico senza tempo: potrebbe essere degli anni '60, '70, o dei '90 o di adesso.

 
Alle 22 ottobre 2010 22:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

si è vero.. ma Napoli è una città dai chiaroscuri molto forti e i Napoletani, "ammuina" a parte, ultimamente non hanno molto di cui gioire...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:23 , Anonymous Anonimo ha detto...

L'idea era di esprimere una copertina molto essenziale ma evocativa...Il tuo lusinghiero commento ci dice che siamo andati nella giusta direzione!

 
Alle 22 ottobre 2010 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Ci potete scomettere ...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Se “Roosters on the rubbish” fosse un concept su cosa sarebbe?

 
Alle 22 ottobre 2010 22:25 , Anonymous Anonimo ha detto...

comunicazione di servizio 2:

arriva il pasticcio di riso, funghi freschi, fior di latte, prosciutto cotto e besciamelle...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:26 , Anonymous Anonimo ha detto...

forse il concetto sarebbe che:
non è mai troppo tardi...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Bello, direi, ci credo in questo...
Volete interropmere per il pasticcio di riso? ...o mangiate e rispondete con la bocca piena?

 
Alle 22 ottobre 2010 22:30 , Anonymous Anonimo ha detto...

ovviamente bocca piena...Anche perché ci stiamo divertendo un sacco!

 
Alle 22 ottobre 2010 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene ... allora vado avanti (teltrasportate un po' di riso, se ne avete in più, grazie ...).

 
Alle 22 ottobre 2010 22:32 , Blogger Alligatore ha detto...

Ispirazione: dove trovate l’ispirazione?

 
Alle 22 ottobre 2010 22:33 , Blogger Alligatore ha detto...

…A proposito di scrittura e ispirazione, mi piace citare Eddie Vedder: le idee migliori vengono nei momenti più inopportuni, quando non hai la possibilità di buttarle giù. Poi le dimentichi, e ti rimane il vago ricordo di una cosa grandissima....che rabbia.

 
Alle 22 ottobre 2010 22:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Mai capitato? Girate con un quadernetto o un registratore?

 
Alle 22 ottobre 2010 22:33 , Anonymous Anonimo ha detto...

perfetto...(questo meriterebbe il teletrasporto a differenza del vino!)

 
Alle 22 ottobre 2010 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Forse si è persa, tra il riso, i funghi e il teletrasporto ...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Tuttainsieme: ispirazione: dove trovate l’ispirazione? …A proposito di scrittura e ispirazione, mi piace citare Eddie Vedder: le idee migliori vengono nei momenti più inopportuni, quando non hai la possibilità di buttarle giù. Poi le dimentichi, e ti rimane il vago ricordo di una cosa grandissima....che rabbia. Mai capitato? Girate con un quadernetto o un registratore?

 
Alle 22 ottobre 2010 22:38 , Anonymous Anonimo ha detto...

quello che dice Vedder è verissimo...Capita spesso di perdere melodie che ti sembravano perfette, che appaiono e scompaiono come fantasmi...
Però non ho mai girato con registratore e quadernetto, mi vergognerei, mi sembrerebbe di prendermi troppo sul serio...(dovrei?)

 
Alle 22 ottobre 2010 22:40 , Anonymous Anonimo ha detto...

L'ispirazione invece, almeno per questo primo album, è venuta veramente dalle cose che avevo vissuto negli ultimi anni e tempi...
Ad un certo punto ho sentito la necessita di ricominciare a scrivere, di mettere nero su bianco, forse per paura che scivolasse tutto via...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Meglio non prendersi troppo sul serio ... anche quando si potrebbe/dovrebbe.

 
Alle 22 ottobre 2010 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è una canzone che rappresenta meglio il redroomdreamers-sound?

 
Alle 22 ottobre 2010 22:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

domandone...
In realtà siamo scissi come un lato A e lato B di un vecchio vinile...
quindi...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Infatti, vedo che c'è questa divisione, da vinile. Mi paice questa cosa.

 
Alle 22 ottobre 2010 22:47 , Anonymous Anonimo ha detto...

protei dirti the dog e the desert...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Io ti rilancio, "The Dog" e "Candy Girl" ...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

si, abbiamo scritto le canzoni senza pensare e ci siamo ritrovati con queste due anime che in un vinile è più facile far convivere, in un cd, che è tutto di seguito, un po' meno...Ecco l'idea di dividere idealmente il disco...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

e io le compro...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Sono care...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Molto.

 
Alle 22 ottobre 2010 22:51 , Anonymous Anonimo ha detto...

conosco il proprietario, ci fa un prezzo "da amico"...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Chiapperi!

 
Alle 22 ottobre 2010 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Questo vostro esordio è uscito con la nuova label Happy/Mopy records. Chi sono e perché vi siete affidati a loro? Come prosegue il rapporto con loro?

 
Alle 22 ottobre 2010 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Loro? ...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Voi? ...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:55 , Anonymous Anonimo ha detto...

La Happy/Mopy è una factory, nel vecchio senso...
C'è il nostro produttore, Bruno Fiengo a cui dobbiamo moltissimo per questo album, ci siamo noi, ci sono gli Stella Diana che usciranno a Febbraio...
Una piccola scheggia impazzita dell'indie napoletano...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

Il vero sogno non è legato al solo gruppo, ma che questa cosa possa diventare una calamita per tutto un certo mondo artistico qui giù al sud, magari anche non solo musica...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Una Grande Famiglia insomma ...

 
Alle 22 ottobre 2010 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Con Internet che rapporto avete da utenti?

 
Alle 22 ottobre 2010 22:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

esattamente questo...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Forse si è persa: con Internet che rapporto avete da utenti?

 
Alle 22 ottobre 2010 23:02 , Anonymous Anonimo ha detto...

Molto intenso...Devo dire che in questa fase di promozione scopri di poter fare cose impensabili, dal buio della tua cameretta, rispetto a quando si suonava 10 anni fa, con le cassettine e i gettoni per i telefoni pubblici...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Quindi da musicanti il vostro rapporto è molto proficuo ...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:05 , Anonymous Anonimo ha detto...

questa intervista ne è la prova...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Myspace vi sembra una cosa buona o solo una vetrinetta? ... superato da Facebook? Anche se ormai Facebook non è più la moda del momento …

 
Alle 22 ottobre 2010 23:10 , Anonymous Anonimo ha detto...

Myspace è un gran casino, ma l'idea è buona...
Facebook è più immediato ma meno tarato sulla musica e quindi un po' di gente dice "mi piace" e magari non compra un disco da un secolo...
Souncloud potrebbe funzionare, ha bisogno di crescere, qui in Italia in particolare...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma torniamo al territorio ... (Souncloud me lo vado a studiare dopo).

 
Alle 22 ottobre 2010 23:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Siete di Napoli, grande città del sud con un’immensa tradizione musicale. Come vi rapportate con essa? Vi ha aiutato nel vostro lavoro di musicanti nascere a Napoli?

 
Alle 22 ottobre 2010 23:14 , Anonymous Anonimo ha detto...

SoundCloud, ho mancato la d...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:17 , Blogger Alligatore ha detto...

SoundCloud, salvato in preferiti ...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:17 , Anonymous Anonimo ha detto...

Napoli è come una moglie bellissima e infedele, ogni volta che la trovi a letto con un altro ti dice che non succederà più, tu ci caschi, ma poi...
Il rapporto con questa città è viscerale, odio/amore...
In questo senso, la rabbia e lo spreco, forse aiutano...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella definizione, forte...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Avete rapporti con altri musicanti della vostra città? Di altre …

 
Alle 22 ottobre 2010 23:22 , Anonymous Anonimo ha detto...

la scena indie di Napoli la conosciamo abbastanza, ci siamo a mollo da tanto...
Alessio, il batterista, lo prendiamo in giro chiamandolo "la puttana dell'indie rock", tanti sono i gruppi in cui ha suonato...
Tra quelli che ci sono più vicini i nostri "fratellini Stella Diana e il Vortice...
Comunque la scena c'è ma non riesce a trovare gli giusti spazi, ma questo, credo, sia un problema nazionale...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, è un problema comune a tutte le band passate di qui ... da Bolzano a Palermo ...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Com’è la vita del giovane musicante indipendente? Come si riesce “a fare l’artista” e nel contempo vivere una vita “borghese”, con lavori e menate varie? Pochi, pochissimi, nell’alternative italico vivono di musica …

 
Alle 22 ottobre 2010 23:32 , Anonymous Anonimo ha detto...

la buona notizia è che in Italia non si vive più... di niente...Tutti facciamo altro, chi insegna musica, chi gestisce locali, chi va in Tribunale...

la musica in Italia continua ad avere lo status di hobby, purtroppo...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:34 , Anonymous Anonimo ha detto...

e poi chi guadagna davvero in Italia con la musica è quello che ha fatto il jingle di onda verde, dice il nostro amico Bruno Fiengo...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:35 , Blogger Alligatore ha detto...

La buona notizia? ... ah, ah, ah ... certo, potrebbe essere l'occasione per rovesciare le cose. Ma il discorso si farebbe troppo lungo e complesso.

 
Alle 22 ottobre 2010 23:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, ma quella è musica? ...jingle. Forse sì, anche quella...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Il primo disco/cassetta della vostra vita? Quello acquistato intendo.

 
Alle 22 ottobre 2010 23:37 , Anonymous Anonimo ha detto...

alla fine si, il guaio è che a noi interessa altro...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Insitiamo sulla nostra strada, comunque ...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Il primo disco/cassetta della vostra vita? Quello acquistato intendo.

 
Alle 22 ottobre 2010 23:39 , Anonymous Anonimo ha detto...

Dario: una cassetta originale di Simon&Garfunkel.
Simone: gli Oasis ( è giovane il ragazzo, ma io non sono così vecchio, nel senso che Simon&Garfunkel si erano già sciolti da un po'...)
Alessio: non pervenuto...
Michele: (al momento al lavoro in un club)

 
Alle 22 ottobre 2010 23:42 , Blogger Alligatore ha detto...

... e allora, perché fate musica? Per liberarvi dai demoni interiori? Per essere amati? Perché vi piace?

 
Alle 22 ottobre 2010 23:46 , Anonymous Anonimo ha detto...

I demoni li coccoliamo con la musica, speriamo non vadano mai via...
La musica è una necessità, ci fa stare bene e poi anche un po' male...
Ma stare in una band è bellissimo, un sacco di ricordi, emozioni, felicità ed incazzature, alla fine è questo che ci darà qualcosa da raccontare davanti al caminetto tra qualche anno...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Da raccintare ai nipoti ... certo, racconterò pure io questa serata con i Reddroomdreamers.

 
Alle 22 ottobre 2010 23:49 , Anonymous Anonimo ha detto...

:)

 
Alle 22 ottobre 2010 23:50 , Blogger Alligatore ha detto...

e allora, marzullata finale: una domanda che non vi ho fatto, una risposta e poi tutti a nanna …

 
Alle 22 ottobre 2010 23:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

ma che cazzo significa "Roosters on the rubbish"?

 
Alle 22 ottobre 2010 23:52 , Anonymous Anonimo ha detto...

Risposta:
letteralmente "galli sulla munnezza", un modo di dire napoletano che, in fondo, invita a non prendersi mai troppo sul serio, come dicevamo prima...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Giusto ... pensavo fosse un rigerimento politico all'attuale presidente del consiglio...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:54 , Anonymous Anonimo ha detto...

mai la munnezza fu più di moda da queste parti...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Riferimento, non rigerimento ... questa sera mi saltano le lettere.

 
Alle 22 ottobre 2010 23:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Questo è molto punk ...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Finale punk...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:57 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Reddroomdreamers …

 
Alle 22 ottobre 2010 23:57 , Anonymous Anonimo ha detto...

I Clash sono il mio album di famiglia...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:57 , Blogger Alligatore ha detto...

…grazie anche a Stefanai248.

 
Alle 22 ottobre 2010 23:58 , Blogger Alligatore ha detto...

I Clash nelvostro/nostro pantheon ...

 
Alle 22 ottobre 2010 23:59 , Anonymous Anonimo ha detto...

Grazie a te...
Ci siamo divertiti un sacco, speriamo di risentirci e mi raccomando, caro alligatore...resta sempre a galla...

 
Alle 23 ottobre 2010 00:00 , Anonymous Anonimo ha detto...

buonanotte...

 
Alle 23 ottobre 2010 00:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie a voi...

 
Alle 23 ottobre 2010 00:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Buonanotte e buonafortuna Reddroomdreamers...

 
Alle 23 ottobre 2010 14:18 , Blogger Stefania248 ha detto...

Grazie a te Alligatore. Ho ascoltato tutte le tracce, mi è piaciuto molto.
Buon Week end!
:)

 
Alle 23 ottobre 2010 16:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Brava Stefanai, tu si che sei una buongustaia ...

 
Alle 15 novembre 2010 09:10 , Blogger Exact ha detto...

i like

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page