giovedì 15 aprile 2010

Intervista a Samuel Katarro

Pochi giovani musicanti possono vantare due interviste in diretta sul mio blog. Pochi, del resto, hanno la voglia e il coraggio di ripresentarsi per la seconda volta nella palude dell’Alligatore. Tra questi c’è Samuel Katarro, gradito ospite circa due anni fa, ai tempi del promettente esordio di Beach Party, che ritrovo ora, nell’unica serata libera della lunga serie di concerti in programma. Per questo lo ringrazio molto … poteva uscire ad ubriacarsi, invece si è rituffato per tornare qui, a fare due chiacchiere con me.
Questa poi, è una giornata importante: oggi è ufficialmente uscito il nuovo The Halfduck Mystery, un disco dilatato/dilatante, acidissimo, dove ci si perde dentro (tipo Alice nel paese delle meraviglie, quella vera…). Mi è parso molto barrettiano, ai primi ascolti, meno blues e più rock anni sessanta. Denso e con tanta più gente dentro, a fare baccano intorno ad un piano. Se non vi fa schifo io lo definirei un disco katarriano. Ma forse comincio a sbrodolare troppo e allora cerco dall’altra parte del web Samuel. Sei pronto?
VAI AL SUO MYSPACE http://www.myspace.com/samuelkatarro

Etichette: , , , , , , , , , , ,

114 Commenti:

Alle 15 aprile 2010 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Yuu-uuh. C'è nessuno?

 
Alle 15 aprile 2010 21:38 , Blogger samuel k. ha detto...

eccomi

 
Alle 15 aprile 2010 21:39 , Blogger samuel k. ha detto...

fate presto....sto per morire!

 
Alle 15 aprile 2010 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Benvenuto nella palude...

 
Alle 15 aprile 2010 21:40 , Blogger samuel k. ha detto...

sono morto.

 
Alle 15 aprile 2010 21:41 , Blogger samuel k. ha detto...

posso fare l'intervista da morto?

 
Alle 15 aprile 2010 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

... che ero bambino?

 
Alle 15 aprile 2010 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, morto viene meglio...è storica, un'intervista impossibile.

 
Alle 15 aprile 2010 21:42 , Blogger samuel k. ha detto...

con altri cento.

 
Alle 15 aprile 2010 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Morto che canta una canzone di Guccini in coppia con un alligatore...

 
Alle 15 aprile 2010 21:43 , Blogger samuel k. ha detto...

bello no? Andiamo allora....

 
Alle 15 aprile 2010 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Prima: chi è Samuel Katarro? Samuel Katarro non esiste, è un nome, avevi detto più di un anno fa, nella precedente intervista sul blog. Lo confermi oggi?

 
Alle 15 aprile 2010 21:44 , Blogger samuel k. ha detto...

Visto che sono deceduto pochi secondi fa oggi è vero più che mai....

 
Alle 15 aprile 2010 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Grande, grande inizio..

 
Alle 15 aprile 2010 21:46 , Blogger samuel k. ha detto...

Grande fine, per quanto mi riguarda....grande, vero?

 
Alle 15 aprile 2010 21:46 , Blogger samuel k. ha detto...

Dunque, dicevamo?

 
Alle 15 aprile 2010 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Grandissimo.

 
Alle 15 aprile 2010 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora passiamo a qualcosa di vivo:le tue canzoni...che rimangono. Come sono nate le canzoni del tuo recente cd, che esce ufficialmente oggi?

 
Alle 15 aprile 2010 21:50 , Blogger Alligatore ha detto...

...oggi che sei morto, ma scrivi su di un blog.

 
Alle 15 aprile 2010 21:50 , Blogger samuel k. ha detto...

Alcune sono nate prima dell' uscita del precedente party sulla spiaggia, nel corso dei mesi sono cambiate, sono cresciute e pochi mesi fa, appena prima di morire, rimaneggiate in compagnia dei miei colleghi musicisti Francesco e Simone....

 
Alle 15 aprile 2010 21:52 , Blogger samuel k. ha detto...

....altre sono più recenti, diciamo risalenti a quest'estate, se vuoi faccio i nomi....

 
Alle 15 aprile 2010 21:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Fuori i nomi ...

 
Alle 15 aprile 2010 21:55 , Blogger samuel k. ha detto...

Three minutes in California, 9V, Rustling sono abbastanza recenti....

 
Alle 15 aprile 2010 21:55 , Blogger samuel k. ha detto...

....You're an animal e Sudden death sono i classici pezzi dell'ultimo minuto, non sapevo nemmeno se inserirli nel disco o meno!

 
Alle 15 aprile 2010 21:57 , Blogger Alligatore ha detto...

"You're an animal" si sente, è molto fresca e immediata.

 
Alle 15 aprile 2010 21:58 , Blogger Alligatore ha detto...

"Sudden death" è un pezzo sperimentale, da un certo senso di compiutezza al disco. Di finitezza. Di fine.

 
Alle 15 aprile 2010 21:58 , Blogger Michele ha detto...

Ciao Diego, ciao Samuel, un saluto da Michele Orvieti: passavo di qua....sapete come si dice....
Non posso trattenermi però!
:-)

 
Alle 15 aprile 2010 21:59 , Blogger samuel k. ha detto...

Ha guadagnato molto nel momento in cui l'abbiamo "postmodernizzata", ossia pensata con un arrangiamento stile pop sinfonico anni '60, senza di quello sarebbe stata troppo "pop".

 
Alle 15 aprile 2010 21:59 , Blogger samuel k. ha detto...

mi riferivo ad animal ovviamente, ciao Michele!!!!!!

 
Alle 15 aprile 2010 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Michele...cosa intendi? che resti con noi?

 
Alle 15 aprile 2010 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Niente, Michele è sparito, forse...continuiamo noi, poi magari ritorniamo a parlare con lui o di lui, quando arriverà la domanda sull'etichetta.

 
Alle 15 aprile 2010 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Ispirazione.

 
Alle 15 aprile 2010 22:05 , Blogger Michele ha detto...

No, davvero, sono passato solo per un saluto! Comunque, le interviste dell'Alligatore andrebbero copiate su pergamena da un pool di monaci amanuensi, tanto sono importanti.
Fatevi una bella chiacchierata fino a notte tarda!

 
Alle 15 aprile 2010 22:05 , Blogger samuel k. ha detto...

Se vuoi mi faccio una domanda da solo....

 
Alle 15 aprile 2010 22:06 , Blogger samuel k. ha detto...

....e mi rispondo pure, guarda un pò!

 
Alle 15 aprile 2010 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Michele!...no Samuel ora arriva la mia.

 
Alle 15 aprile 2010 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Dove trovi l’ispirazione? …A proposito di scrittura e ispirazione, mi ricordo quello che diceva Eddie Vedder: le idee migliori vengono nei momenti più inopportuni, quando non hai la possibilità di buttarle giù. Poi le dimentichi, e ti rimane il vago ricordo di una cosa grandissima....che rabbia.

 
Alle 15 aprile 2010 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Giravi, quando eri vivo…

 
Alle 15 aprile 2010 22:10 , Blogger samuel k. ha detto...

Di solito scrivo cose "importanti" nei momenti in cui sono tranquillo subito dopo aver trascorso un periodo di merda....lì sei tranquillo ma credibile e hai tante cosa da sfogare.

 
Alle 15 aprile 2010 22:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo, sono i momenti migliori per scrivere.

 
Alle 15 aprile 2010 22:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Nelle note leggo, “The Halfduck Mystery” è un disco sulla paura e sulla vergogna, e di come superarla toccando il fondo, immaginando e poi vivendo il peggio. Sembra un riassunto della situazione politica italiana. Sbaglio?

 
Alle 15 aprile 2010 22:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Ti piace la satira?

 
Alle 15 aprile 2010 22:14 , Blogger samuel k. ha detto...

La situazione politica italiana è ben più grave delle mie paranoie post-adolescenziali. La satira mi piace quando è fatta bene, quando non è stereotipata e quando mi fa ridere senza dovermi sforzare....

 
Alle 15 aprile 2010 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Risposta politicamente corretta, lucida direi ... quasi da vivo e vegeto.

 
Alle 15 aprile 2010 22:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Se “The Halfduck Mystery” fosse un concept, su cosa sarebbe?

 
Alle 15 aprile 2010 22:19 , Blogger samuel k. ha detto...

Sulla mia mancanza di volontà di imparare seriamente a parlare e scrivere in inglese. Non a caso ci sono delle edificanti lezioncine sparse qua e là....

 
Alle 15 aprile 2010 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Infatti, sono molte curiose queste lezioni di inglese ...

 
Alle 15 aprile 2010 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Michelle Davis è una brava insegnante?

 
Alle 15 aprile 2010 22:23 , Blogger samuel k. ha detto...

Io faccio la parte di un nerd mancamentato che tenta di imparare l'alfabeto, la mia ex-ragazza interpreta la maestra d'inglese schizofrenica-isterica. Divertente vero?

 
Alle 15 aprile 2010 22:24 , Blogger samuel k. ha detto...

Michelle Davis è una ragazza stupenda ed un'ottima insegnante!

 
Alle 15 aprile 2010 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Si sente...pure il mio ingelse è scarso.

 
Alle 15 aprile 2010 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Avrei bisogno di alcune lezioni.

 
Alle 15 aprile 2010 22:27 , Blogger samuel k. ha detto...

Pure io. Provvederò al più presto...mi spiace che nessuno sia interessato alla conversazione. Tu non hai pagato nessuno per disturbarci un poco?

 
Alle 15 aprile 2010 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Stanno tutti davanti alla tv a vedere Gino Strada da Santoro...magari la leggono dopo, e faranno certamente dei commenti...

 
Alle 15 aprile 2010 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Ritornando al disco: c’è una canzone che rappresenta meglio il samuelkatarro-sound?

 
Alle 15 aprile 2010 22:33 , Blogger samuel k. ha detto...

Il disco è talmente vario che è difficile identificare uin katarro-sound. Però le mie preferite sono Rustling perchè è bellissima, Pink Clouds perchè ha una struttura davvero geniale e Bobby Bunny perchè è inquietante e grottesca.

 
Alle 15 aprile 2010 22:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Sono in sintonia con te.

 
Alle 15 aprile 2010 22:35 , Blogger Alligatore ha detto...

"The first years of Bobby Bunny" è un gioiellino.

 
Alle 15 aprile 2010 22:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma chi è questo Bobby Bunny?

 
Alle 15 aprile 2010 22:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Si può dire?

 
Alle 15 aprile 2010 22:37 , Blogger samuel k. ha detto...

è un bimbo che cresce in un bordello. Mi limito a descrivere la situazione, senza commenti.

 
Alle 15 aprile 2010 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Io sono senza parole. Veramente un gioiellino ...sta qui il samuelkatarro-sound.

 
Alle 15 aprile 2010 22:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche se è vero, il disco è compatto, un unicum...

 
Alle 15 aprile 2010 22:40 , Blogger samuel k. ha detto...

Il katarro-sound per il momento è quello che suoniamo ai concerti, adesso siamo in tre e ci piglia bene....quasi sempre!

 
Alle 15 aprile 2010 22:41 , Blogger Alligatore ha detto...

In tre? Vuoi citare chi sono? Chi mi sono perso domenica scorsa nella mia cittadina?

 
Alle 15 aprile 2010 22:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Non lo diciamo, lasciamo la sorpresa...concerti ne fai uno ogni sera, a parte questa.

 
Alle 15 aprile 2010 22:45 , Blogger samuel k. ha detto...

Domenica scorsa a Verona abbiamo suonato in acustico....cosa che non amo più fare! Purtroppo nei locali più piccoli dobbiamo reinventarci....comunque gli altri due sono Wassilij Kropotkin (Francesco D'Elia) alla chitarra elettrica/acustica e Il Carnibbale (Simone Vassallo) alla batteria/percussioni. Entrambi sognano di andare a Zelig.

 
Alle 15 aprile 2010 22:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Metterò una buona parola.

 
Alle 15 aprile 2010 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Che rapporto hai con Internet da utente? L’altra volta mi avevi detto molto buono, utile, interessante. Lo confermi?

 
Alle 15 aprile 2010 22:48 , Blogger samuel k. ha detto...

Non pensavo avessi certe conoscenze, comunque se lo meritano....hanno veramente talento.

 
Alle 15 aprile 2010 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Sono amico di Woody Allen.

 
Alle 15 aprile 2010 22:49 , Blogger samuel k. ha detto...

Diciamo che lo uso quando serve, purtroppo mi serve sempre più spesso per cui ho meno tempo per scrivere delle bellissime canzoni, tipo adesso invece di parlare con te potrei scrivere un pezzo straziante su quanto faccia schifo la vita....

 
Alle 15 aprile 2010 22:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Infatti, la Rete porta via tempo e crea un altro tempo...

 
Alle 15 aprile 2010 22:52 , Blogger Alligatore ha detto...

E Facebook come lo trovi? Sei iscritto, partecipi o lo ignori?

 
Alle 15 aprile 2010 22:54 , Blogger samuel k. ha detto...

Partecipo come tutti all'incirca, è abbastanza rilassante e poi mi serve per rompere i coglioni quando suono dal vivo....

 
Alle 15 aprile 2010 22:55 , Blogger Alligatore ha detto...

Meglio Myspace o Facebook per rompere i coglioni?

 
Alle 15 aprile 2010 22:56 , Blogger samuel k. ha detto...

Facebook è più facile e adesso pure più frequentato!

 
Alle 15 aprile 2010 22:57 , Blogger Alligatore ha detto...

E nella tua Pistoia e nella Toscana in generale come va? Vedo che collabori molto con altri musicisti della zona ...

 
Alle 15 aprile 2010 22:59 , Blogger samuel k. ha detto...

Esatto. Per questo disco ho collaborato con Lorenzo Maffucci, la persona più geniale sulla faccia della terra....la tastierina a casaccia su bobby bunny è sua, così come l'arpeggiatore su California, ed i nastri manipolati su Hertogenbosch. Io personalmente l'ho votato come Presidente del Mondo.

 
Alle 15 aprile 2010 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

Sarebbe un buon presidente del paese delle meraviglie.

 
Alle 15 aprile 2010 23:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Molti collaborano con te, ma anche tu collabori con molti in tanti altri progetti...

 
Alle 15 aprile 2010 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Il laboratorio Try Dog Lab come procede, come evolve?

 
Alle 15 aprile 2010 23:05 , Blogger samuel k. ha detto...

Ho collaborato nel disco dei concittadini Ka Mate Ka Ora, anch'essi di Montale (PT). Un gruppo che come me riesce ad esprimere bene il disagio e la noia della vita nella provincia della provincia. Sono molto bravi. Ascoltali.

 
Alle 15 aprile 2010 23:07 , Blogger samuel k. ha detto...

In realtà non riesco molto a seguire l'evoluzione della Trydog lab, ho avuto un sacco di cose da fare ultimamente, ad esempio stasera mentre stavo facendo l'intervista con te stavo cenando....però va bene così.

 
Alle 15 aprile 2010 23:11 , Blogger Alligatore ha detto...

I Ka Mate Ka Ora sono stati ospiti sl blog l'anno scorso...mi piacciono.

 
Alle 15 aprile 2010 23:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Alla tua precedente etichetta, la Angle, per questo nuovo cd si è aggiunta la Trovarobato. Come mai? Come è nato l’incontro con la famosa etichetta dei Mariposa? C’è di mezzo la Abuzz Supreme, catalizzatore dell’underground italico più vivo?

 
Alle 15 aprile 2010 23:15 , Blogger samuel k. ha detto...

Sicuramente. Trovarobato si occupava del booking prima di pubblicare il mio album, visto che mi ero trovato bene ho accettato senza riserva la loro proposta di collaborare con Angle....in tutto ciò il solito Andrea Sbaragli ha funto da catalizzatore (in questo caso utilizzato nell'accezione corretta del termine). Imprescindibile.

 
Alle 15 aprile 2010 23:18 , Blogger Alligatore ha detto...

A proposito di concerti, quali sono le tue esperienze live e cosa hai in programma nei prossimi mesi? Vedo come sempre un sacco di date …come fai a trovarle? Merito di chi ti fa il booking? …

 
Alle 15 aprile 2010 23:24 , Blogger samuel k. ha detto...

Il 95% delle date sono merito di Gianluca di Trovarobato, ultimamente ha un pò esagerato ma anche per questo gliene sono grato, è sempre più difficile suonare in maniera continuativa, le proposte musicali sono tante ed i locali pochi.

 
Alle 15 aprile 2010 23:26 , Blogger Alligatore ha detto...

La copertina del cd, un bel cartonato, come il libretto interno, è ricco d’immagini dark direi, quasi horror (macabro, alla Alejandro Jodorowsky). Di chi è opera e perché questa scelta? Ci ricolleghiamo alla paura e alla vergogna, e di come superarla toccando il fondo, immaginando e poi vivendo il peggio? Un viaggio in Italia?

 
Alle 15 aprile 2010 23:28 , Anonymous Anonimo ha detto...

ciaooo!! ho messo un pò a leggere tutto ma finalmente ce l'ho fatta! premetto che è la prima volta che vedo un'intervista del genere.. troppo bello! by vero

 
Alle 15 aprile 2010 23:29 , Blogger samuel k. ha detto...

Grazie Vero. Ti voglio bene!

 
Alle 15 aprile 2010 23:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Anonimo e grazie...

 
Alle 15 aprile 2010 23:31 , Blogger samuel k. ha detto...

Comunque, tornando alla copertina...la solita geniale Michelle si è occupata di tutto il lavoro di grafica, in realtà ne abbiamo discusso insieme, sai com è....all'epoca avevamo più confidenza!

 
Alle 15 aprile 2010 23:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Il primo disco/cassetta della tua vita? Quello acquistato intendo.

 
Alle 15 aprile 2010 23:38 , Blogger samuel k. ha detto...

Non ricordo....però l'ascolto che mi sconvolse maggiormente fu un album dei Green Day quando avevo 12 anni. è partito tutto da lì, nel bene e nel male.

 
Alle 15 aprile 2010 23:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi un bell'incontro a 12 anni...anche a 13, 14, 15...

 
Alle 15 aprile 2010 23:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché fai musica? Per liberarti dai demoni interiori? Per essere amato? Perché ti piace?

 
Alle 15 aprile 2010 23:44 , Blogger samuel k. ha detto...

Perchè per il momento sento di non poterne fare a meno e visto che ho trovato pure delle bellissime persone, come te, che apprezzano quello che faccio ho pensato fosse il caso di continuare a farlo.

 
Alle 15 aprile 2010 23:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie per la bellissima persona ... e per finire, una domanda che non ti ho fatto e avresti voluto sentire? Anche la risposta se vuoi ...

 
Alle 15 aprile 2010 23:50 , Anonymous Anonimo ha detto...

buona fortuna samuel.. spero che la tua musica venga apprezzata da moltissime persone!! al più presto mi procurerò il tuo ultimo album :-))) buona notte a voi! vero b.

 
Alle 15 aprile 2010 23:51 , Blogger samuel k. ha detto...

Quanto tempo ti rimarrà da vivere secondo te?
Mah...guarda, sono morto un paio di ore fa.

 
Alle 15 aprile 2010 23:51 , Blogger samuel k. ha detto...

Grazie Vero B.

 
Alle 15 aprile 2010 23:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Vero B, grazie per l'attenzione.

 
Alle 15 aprile 2010 23:52 , Blogger Alligatore ha detto...

E grazie a Samuel, più vivo che morto.

 
Alle 15 aprile 2010 23:53 , Blogger Alligatore ha detto...

E domani tutti al Locomotiv di Bologna, per il lancio ufficiale del cd "The Halfduck Mystery" (a proposito, che vuol dire?)… e sul myspace trovate tutte le altre date.

 
Alle 15 aprile 2010 23:55 , Blogger samuel k. ha detto...

Certo. Trovate tutto lì, posso pubblicare il link?

 
Alle 15 aprile 2010 23:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Pubblica pure, io l'ho messo pure nella presentazione, in fondo...

 
Alle 15 aprile 2010 23:58 , Blogger samuel k. ha detto...

www.myspace.com/samuelkatarro

 
Alle 15 aprile 2010 23:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Grazie Samuel. Grazie per aver cenato con l’intervista sul blog. E grazie a Michele Orvieti e all’Anonimo lettore, Vero B.

 
Alle 16 aprile 2010 00:01 , Blogger samuel k. ha detto...

Grazie a te Alligatore. Ti sto facendo un applauso anche se non puoi udirmi....

 
Alle 16 aprile 2010 00:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Lo sento, grazie ancora Samuel Buonanotte e buonafortuna.

 
Alle 16 aprile 2010 00:06 , Blogger samuel k. ha detto...

Buonanotte Alligatore....

 
Alle 29 aprile 2010 10:15 , Blogger drunkenbutterfly ha detto...

un due tre, prova

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page