giovedì 14 gennaio 2010

Intervista ai Vinegar Socks

Questa sera sono di scena i Vinegar Socks, duo innovativo ed emozionante composto dal violinista italiano Paolo Petrocelli e dal cantautore americano (da qualche anno a Roma) Jordan De Maio. Un magico incontro il loro, capace di produrre suoni originali per la musica di casa nostra. E poi metteteci degli archi, metteteci dei mandolini, metteteci la voce umana usata come un vero e proprio strumento, ed avrete più o meno l’idea di come sono le canzoni del duo (dal vivo in tre, con l’arrivo del polistrumentista Matteo Locasciulli).
Musica nuova per gli anni uno? Forse qualcuno gli avrà già visti o sentiti in giro, magari al cinema (cinque pezzi del loro album d’esordio sono finiti nella colonna sonora del film Dieci inverni, uscito di recente).
Pure i Vinegar Socks, come i campani The Orange Beach, hanno una label straniera: la statunitense Grinding Tapes Records, etichetta che stampa i dischi con materiale riciclato e devolve ogni dollaro dei cd venduti ad un’associazione scelta dal gruppo (loro hanno scelto la Sacco&Vanzetti Foundation). Ma non voglio anticiparvi troppo: come, dove e perché della musica e di tutto quello che le gira attorno, lo diranno direttamente Paolo e Jordan. Ci siete?
VAI AL LORO MYSPACE http://www.myspace.com/vinegarsocks

Etichette: , , , , , , , , , ,

153 Commenti:

Alle 14 gennaio 2010 21:33 , Blogger Vinegar ha detto...

eccoci! ciao alligatore!

 
Alle 14 gennaio 2010 21:34 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Eccomi

 
Alle 14 gennaio 2010 21:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Benvenuti nella mia palude.

 
Alle 14 gennaio 2010 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Vi vedo collegati al completo...da luoghi diversi.

 
Alle 14 gennaio 2010 21:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Comincio con una domanda difficile, che butto lì per entrambi: chi sono i Vinegar Socks?

 
Alle 14 gennaio 2010 21:37 , Blogger Vinegar ha detto...

sì, ci siamo entrambi ma da due case diverse!

 
Alle 14 gennaio 2010 21:37 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Si. Sono a casa. Ma c'e un modo di farlo ricaricare automaticamente ogni volta che arriva un commento?

 
Alle 14 gennaio 2010 21:38 , Blogger Vinegar ha detto...

Vinegar Socks è il nome di un progetto musicale nato a roma nel 2008, con l'incontro tra me, violinista e Jordan, cantante e chitarrista.

 
Alle 14 gennaio 2010 21:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Rispondo a Jordan, devi uscire e rientrare per ogni commento...dobbiamo coordianrci un po' alla volta, poi preso il passo giusto sarà perfetto...ora è un po' come alla partenza del palio di Siena, o in Formula uno. Capito?

 
Alle 14 gennaio 2010 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Perché questo nome così surreale? Calzini all’aceto?

 
Alle 14 gennaio 2010 21:42 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

yes! Andiamo avanti allora con questa garra

 
Alle 14 gennaio 2010 21:42 , Blogger Vinegar ha detto...

abbiamo subito cominciato a lavorare a quelle che erano le sue idee musicali...nel giro di pochi mesi ci hanno affiancato un contrabbassista, Marco Rossini, ed un mandolinista, Patrizio Petrucci

 
Alle 14 gennaio 2010 21:43 , Blogger Vinegar ha detto...

e così abbiamo una formato il gruppo! dopo pochi mesi di lavoro ci siamo ritrovati davanti alle telecamere di MTV!

 
Alle 14 gennaio 2010 21:43 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Rispondo io alla seconda domanda

 
Alle 14 gennaio 2010 21:44 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Cercavamo un nome ma niente andava bene.

 
Alle 14 gennaio 2010 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Niente?

 
Alle 14 gennaio 2010 21:46 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

E' stato un caso, ho trovato le parole così, indovinando senza un disegno, sapeva di povertà, o una pozione, le due parole insieme mi sembravano il nome di un protagonista

 
Alle 14 gennaio 2010 21:46 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

quindi si non ha senso, però un po quella era l'idea

 
Alle 14 gennaio 2010 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Bello, poetico, strano.

 
Alle 14 gennaio 2010 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

...e suona bene.

 
Alle 14 gennaio 2010 21:47 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

abbiamo scoperto dopo che vinegar socks è il nome di un rimedio populare per far passare la febbre

 
Alle 14 gennaio 2010 21:47 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

anche quella scoperta era solo un caso

 
Alle 14 gennaio 2010 21:48 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

tocca Paolo

 
Alle 14 gennaio 2010 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Questa non la sapevo...proverò la prossima volta che mi becco la febbre.

 
Alle 14 gennaio 2010 21:50 , Blogger Vinegar ha detto...

a dire la verità, noi non ci abbiamo ancora provato! : )

 
Alle 14 gennaio 2010 21:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Però, a pensarci bene potrebbe essere...magari invece dell'aceto provo con del buon vino.

 
Alle 14 gennaio 2010 21:52 , Blogger Alligatore ha detto...

Continuando: come nasce un vostro pezzo? Prima le parole o prima la musica?

 
Alle 14 gennaio 2010 21:53 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

dai, rispondo io anche a questa

 
Alle 14 gennaio 2010 21:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Vai pure ...

 
Alle 14 gennaio 2010 21:54 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

In genere la musica, un giro di accordi, una melodia, 4 battute, poi vengono le parole. Con le parole cerco di dare vita a quello che c'e nella musica. O almeno non contaminare quel senso. Se non funziona diventa un pezzo strumentale.

 
Alle 14 gennaio 2010 21:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Come sono nate le canzoni di questo recentissimo esordio?

 
Alle 14 gennaio 2010 21:58 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
Alle 14 gennaio 2010 21:59 , Blogger Vinegar ha detto...

i brani sono nati da un intenso lavoro di arrangiamento svolto tutti assieme

 
Alle 14 gennaio 2010 21:59 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Scusate che la mia conessione non funzionava

 
Alle 14 gennaio 2010 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

No dai, va molto bene invece...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:00 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Assolutamente, è comunque sempre una collaborazione

 
Alle 14 gennaio 2010 22:01 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Anche se in genere l'idea iniziale è la mia c'e poi una fase di svillupo in cui ognuno se mette a lavorare su un pezzo

 
Alle 14 gennaio 2010 22:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Questa per entrambi ...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:02 , Blogger Vinegar ha detto...

questo disco è stato fortemente voluto da tutti quanti...
volevamo fissare quello a cui con grande entusiasmo abbiamo lavorato nel corso di questi mesi

 
Alle 14 gennaio 2010 22:03 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

E' stato voluto ma allo stesso tempo è stato uno sperimento

 
Alle 14 gennaio 2010 22:04 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Cioè non era molto calcolato sia al livello di produzione o il livello artistico

 
Alle 14 gennaio 2010 22:04 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Volevamo vedere dove potevamo portare questo suono, questi strumenti, in un contesto "auto-prodotto"

 
Alle 14 gennaio 2010 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Devo dire un esperimento riuscito...forse è meglio non fare troppi calcoli...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Lo sto sentendo ora in sottofondo...mi ricorda molti buoni ascolti, ma non uno in particolare.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:06 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Era anche la nostra idea ... se no perdi la spontaneità che mi piace così sentire in altri CD

 
Alle 14 gennaio 2010 22:06 , Blogger Alligatore ha detto...

Come aveste trovato una vostra linea...senza cercarla.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:07 , Blogger Vinegar ha detto...

assolutamente sì...fissare quei brani su disco è stata la naturale conclusione di un lavoro di composizione e arrangiamento

 
Alle 14 gennaio 2010 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Una filosofia molto zen, sembra...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:07 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

hmmm ...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:08 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

birra e vino sono stati molto importanti

 
Alle 14 gennaio 2010 22:08 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

più importanti direi che la meditazione

 
Alle 14 gennaio 2010 22:08 , Blogger Vinegar ha detto...

confermo!

 
Alle 14 gennaio 2010 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Concordo, ma con del buon vino si possono fare delle buone meditazioni...ispira.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Ispirazione: dove trovate l’ispirazione? …A proposito di scrittura e ispirazione, mi ricordo quello che diceva Eddie Vedder: le idee migliori vengono nei momenti più inopportuni, quando non hai la possibilità di buttarle giù. Poi le dimentichi, e ti rimane il vago ricordo di una cosa grandissima....che rabbia. Mai capitato? Girate con un quadernetto o un registratore?

 
Alle 14 gennaio 2010 22:12 , Blogger Vinegar ha detto...

assolutamente sì! spesso fissiamo le nostre idee su un registratore

 
Alle 14 gennaio 2010 22:12 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Io si ... ho un registratore che è anche portatile. Alcune cose ho scritto in un trullo nella Puglia, alcune cose in America. Ma certo ci sono anche quelle idee che non riesci catturare ... sono solo per quel momento e poi nel vento ...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:13 , Blogger Vinegar ha detto...

anche se devo dire, almeno in questo nostro primo lavoro, tutto il percorso di costruzione e composizione dei brani è stato molto fluido...spesso immediato...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:13 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Comunque non vado d'accordo con quello che dice Eddie Vedder

 
Alle 14 gennaio 2010 22:13 , Blogger Vinegar ha detto...

insomma arrivavamo con naturalezza alla versione per noi ideale del brano!

 
Alle 14 gennaio 2010 22:14 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Fa tutto parte di un procedimento creativo, anche le cose perse

 
Alle 14 gennaio 2010 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

C’è una canzone che rappresenta meglio il vinegarsocks-sound?

 
Alle 14 gennaio 2010 22:17 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

E poi le cose più belle sono in genere quelle che ti ricordi. Mi ricordo che hanno chiesto a John Lennon e Paul McCartney (mi sembra tutti e due), come sapevano se un brano era da tenere. Loro hanno risposto che è quando il giorno dopo si ricordano di averlo scritto.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:17 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

No, direi di no. E' tutto un work-in-progress.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Come avete trovato l’etichetta, la statunitense Grinding Tapes Records? Come procede il vostro rapporto con essa?

 
Alle 14 gennaio 2010 22:19 , Blogger Vinegar ha detto...

siamo ancora alla ricerca di un sound... probabilmente quando lo troveremo avremo concluso il nostro percorso!

 
Alle 14 gennaio 2010 22:20 , Blogger Vinegar ha detto...

pubblicare il primo album con grinding tapes è sembrata la conclusione naturale di questo nostro primo percorso

 
Alle 14 gennaio 2010 22:21 , Blogger Vinegar ha detto...

l'etichetta è di Boston, una città vicina a Providence, il luogo dove è nato Jordan...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:21 , Blogger Vinegar ha detto...

in qualche modo quindi la musica ha fatto ritorno al luogo da cui era partita!

 
Alle 14 gennaio 2010 22:22 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Si, sono delle brave persone, rinfrescanti in un epoca in cui la musica è sempre di più solo un prodotto

 
Alle 14 gennaio 2010 22:22 , Blogger Vinegar ha detto...

inoltre gli artisti che collaborano con Grinding Tapes sono sicuramente vicini al nostro approccio artistico

 
Alle 14 gennaio 2010 22:23 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Danno una percentuale di ogni vendità a un'organizazione con scopo sociale (che gli artisti scelgono) è collaborano con un'azienda che stamp CD con %100 materiale riciclata

 
Alle 14 gennaio 2010 22:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, due belle cose...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:25 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

La loro filosofia è orientata intorno il valore artistico e sociale della musica. Quindi si sembravano perfetti per noi.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, etica ed estetica sembrano andare a braccetto.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Voi aiuterete la Sacco&Vanzetti Foundation; significativo, soprattutto oggi, che molti italiani non si ricordano del loro passato di emigranti.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Voi siete la seconda band con label non italiana che intervisto in questo scorcio di 2010 sul blog, e sto ascoltando altri cd di giovani band che escono con label straniere o si autoproducono. È un caso? Una crisi delle etichette italiche? Oppure la Rete ha rotto i confini?

 
Alle 14 gennaio 2010 22:29 , Blogger Vinegar ha detto...

anche questa una scelta "inevitabile" visto il carattere italo-americano della band!

 
Alle 14 gennaio 2010 22:30 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Si, una storia che ormai è un simbolo di movimento.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:31 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Hmmm ... non è un problema solo in Italia. Tutto il mondo è così.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:31 , Blogger Vinegar ha detto...

sicuramente la rete ha rotto i confini...sicuramente nel diffondere la nostra musica non vogliamo concentrarci su un solo paese...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:31 , Blogger Vinegar ha detto...

a riguardo abbiamo da poco avviato una collaborazione con un'agenzia portoghese

 
Alle 14 gennaio 2010 22:32 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

E' solo un peccato perchè tanto tempo l'Italia era un faro di creatività e cultura (riferisco specialmente agli anni cinquanta e sessanta) ... ma nel tutto il mondo c'e una mancanza di innovazione.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:32 , Blogger Vinegar ha detto...

il nostro cd sarà quindi presto distribuito anche in Portogallo, dove saremo in tour in aprile

 
Alle 14 gennaio 2010 22:32 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

oggi

 
Alle 14 gennaio 2010 22:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Magari la Rete può aiutare... Voi con Internet che rapporto avete da utenti?

 
Alle 14 gennaio 2010 22:35 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

E poi certo, la rete ci permette apprezzare le cose belle che ci sono!

 
Alle 14 gennaio 2010 22:36 , Blogger Alligatore ha detto...

... e da musicanti, il vostro rapporto con la Rete delle Reti e le nuove tecnologie in generale? Il contatto con il Portogallo viene dalla Rete?

 
Alle 14 gennaio 2010 22:37 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

L'internet per me è una benedizione ... io sto lontano dalla mia famiglia ma è come se fossimo vicini ... ma bisogno utilizzarla nella maniera giusta, troppe volte diventa una sostituzione per la realtà. Per il gruppo invece è stato un modo fondamentale per arrivare a più persone e creare un progetto senza l'appogio di canali commerciali.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:38 , Blogger Vinegar ha detto...

la rete senza dubbio aiuta a conoscere e a farsi conoscere...
ma bisogna sapersi muovere e collocarsi nei network giusti...altrimenti è come non esserci!

 
Alle 14 gennaio 2010 22:38 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

E la democratizazione di informazioni!

 
Alle 14 gennaio 2010 22:39 , Blogger Vinegar ha detto...

la promozione in rete della nostra la musica è qualcosa su cui puntiamo molto

 
Alle 14 gennaio 2010 22:39 , Blogger Vinegar ha detto...

da qui la decisione di pubblicare tutti i brani di questo nostro primo album su uno spazio che ne permette l'ascolto in streaming gratuito

 
Alle 14 gennaio 2010 22:41 , Blogger Vinegar ha detto...

questo il sito dove poter ascoltare l'album

http://vinegarsocks.bandcamp.com

 
Alle 14 gennaio 2010 22:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Myspace vi sembra una cosa buona o solo una vetrinetta? ... superato da Facebook? Anche se ora FB appare ridimensionato, non è più la moda del momento, fa pure cose impegnate, manifestazioni …

 
Alle 14 gennaio 2010 22:44 , Blogger Vinegar ha detto...

credo che almeno in Italia ed Europa, Myspace sia ancora un mezzo molto potente per promuovere un progetto musicale

 
Alle 14 gennaio 2010 22:46 , Blogger Vinegar ha detto...

facebook può essere efficace per la promozione di un evento, di un concerto, per la comunicazione "day by day"... ma certamente myspace rimane uno spazio d'informazione più solido

 
Alle 14 gennaio 2010 22:47 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Però sicuramente Facebook è il futuro.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:48 , Blogger Alligatore ha detto...

Che rapporto avete con il cinema? Avete collaborato alla colonna sonora del recente film di Valerio Mieli “Dieci inverni”, con cinque pezzi del cd. Come è nata questa esperienza e come si è sviluppata?

 
Alle 14 gennaio 2010 22:49 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Mi sembra una domanda per Paolo.

 
Alle 14 gennaio 2010 22:50 , Blogger Vinegar ha detto...

la collaborazione è nata da una bella casualità...
dei produttori del Centro Sperimentale di Cinematografia di Roma ci hanno conosciuto ad uno nostro concerto presso il festival del cinema indipendente di Roma...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:50 , Blogger Vinegar ha detto...

gli stessi alcuni mesi più tardi ci hanno contatto, proponendoci di collaborare con la nostra musica alla colonna sonora di Dieci Inverni

 
Alle 14 gennaio 2010 22:52 , Blogger Vinegar ha detto...

abbiamo accettato con grande entusiasmo!
contribuire con la nostra musica al successo del film di Valerio Mieli è stato motivo di grande orgoglio per noi...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:53 , Blogger Vinegar ha detto...

ed ovviamente condividere la colonna sonora del film con Vinicio Capossela è stato veramente emozionante!

 
Alle 14 gennaio 2010 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Bello anche che il giovane cinema incontri la giovane musica...

 
Alle 14 gennaio 2010 22:55 , Blogger Vinegar ha detto...

speriamo avremo modo in futuro di collaborare ancora alla scrittura di colonne sonore...pensiamo che la nostra musica possa legare bene con le immagini di un film

 
Alle 14 gennaio 2010 22:56 , Blogger Alligatore ha detto...

Il fatto di avere base a Roma, il centro politico-culturale d’Italia, vi aiuta e vi ha aiutato nella vostra professione di musicisti? …o è meglio stare lontani dal centro?

 
Alle 14 gennaio 2010 22:57 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

è il centro della politica ma della cultura non ne sono sicuro

 
Alle 14 gennaio 2010 22:58 , Blogger Vinegar ha detto...

è un punto strategicamente comodo!
nel corso di questo primo anno di attività abbiamo suonato in giro per tutta Roma!
credo però sia arrivato il momento di cominciare a muoversi un pò!!

 
Alle 14 gennaio 2010 22:59 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Non c'e molto da dire di Roma, è una città talmente piena di contradizioni che generalizare sembra inutile

 
Alle 14 gennaio 2010 23:00 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Comunque è anche tra le città più belle del mondo e questo fatto aiuterebbe qualsiasi artista.

 
Alle 14 gennaio 2010 23:01 , Blogger Vinegar ha detto...

parlando di roma...ne approfitto per ricordare il nostro concerto di domani sera

 
Alle 14 gennaio 2010 23:02 , Blogger Vinegar ha detto...

venerdì 15 gennaio ore 21.30
Circolo degli Artisti, Via Casilina 42 - Roma

 
Alle 14 gennaio 2010 23:02 , Blogger Vinegar ha detto...

ingresso gratuito!

 
Alle 14 gennaio 2010 23:02 , Blogger Vinegar ha detto...

ingresso gratuito!

 
Alle 14 gennaio 2010 23:02 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Un concerto per cui dovremmo essere ben riposati ... Paolo ...

 
Alle 14 gennaio 2010 23:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Stiamo finendo, ancora poche domande Jordan ...poi a nanna.

 
Alle 14 gennaio 2010 23:03 , Blogger Vinegar ha detto...

: )

 
Alle 14 gennaio 2010 23:03 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella anche la copertina del cd... dal forte impatto, con quel rivolo di sangue rosso sul vestito nero di un uomo decisamente morto. Sembra una scena da film di Hitchcock…di chi è opera? Sarà così anche negli States e negli altri paesi dove uscirà?

 
Alle 14 gennaio 2010 23:03 , Blogger Vinegar ha detto...

assolutamente sì!
domani ci aspetta una serata molto impegnativa

 
Alle 14 gennaio 2010 23:03 , Blogger Vinegar ha detto...

sarà il concerto con il quale presentiamo ufficialmente il nostro disco al pubblico romano!

 
Alle 14 gennaio 2010 23:04 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Dai, trovo l'esperienza molto interessante ... non volevo essere scorbutico!

 
Alle 14 gennaio 2010 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma infatto, non mi sei sembrato scorbutico...

 
Alle 14 gennaio 2010 23:05 , Blogger Vinegar ha detto...

hai detto bene! la copertina può ricordare la scena da film di Hitchcock!

 
Alle 14 gennaio 2010 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Stiamo andando lentamente e bene verso la fine...

 
Alle 14 gennaio 2010 23:06 , Blogger Vinegar ha detto...

la grafica è stata opera di Daniele Catalli e del suo Piri Piri Atelier.
La copertina sarà uguale sia in America che in Europa

 
Alle 14 gennaio 2010 23:06 , Blogger Vinegar ha detto...

colgo l'occasione anche per ricordare il nome di un altro bravissimo grafico con il quale abbiamo collaborato

 
Alle 14 gennaio 2010 23:07 , Blogger Vinegar ha detto...

Jonathan Pannaciò e il suo Rat Studio, produttori e curatori del nostro primo videoclip "Chimney Sweeper", presente ora sull'homepage di Rockit e sul nostro myspace

 
Alle 14 gennaio 2010 23:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Il primo disco/cassetta della vostra vita? Quello acquistato intendo.

 
Alle 14 gennaio 2010 23:10 , Blogger Vinegar ha detto...

difficile da ricordare!
credo qualcosa sia stato qualcosa di Mozart o Bach! : )

 
Alle 14 gennaio 2010 23:12 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Io qualcosa dei Beach Boys!

 
Alle 14 gennaio 2010 23:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Perchè siete contro quelli che vi fregano la vodka? ...

 
Alle 14 gennaio 2010 23:14 , Blogger Vinegar ha detto...

è una frase tratta da una poesia di uno scrittore americano

 
Alle 14 gennaio 2010 23:14 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Perchè non è di loro.

 
Alle 14 gennaio 2010 23:14 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

O di Bukowski o di Carver, non mi ricordo.

 
Alle 14 gennaio 2010 23:15 , Blogger Vinegar ha detto...

da "Alla salute" di Raymond Carver

 
Alle 14 gennaio 2010 23:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Due grandi...ho letto tutto di loro. Però penso sia Carver,

 
Alle 14 gennaio 2010 23:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Meglio scrivere, registrare, suonare dal vivo?

 
Alle 14 gennaio 2010 23:18 , Blogger Vinegar ha detto...

sono esperienze diverse del "fare musica"

 
Alle 14 gennaio 2010 23:19 , Blogger Vinegar ha detto...

nello scrivere e registrare spesso si è soli o comunque in compagnia di altri musicisti...nel suonare dal vivo ovviamente c'è il rapporto con il pubblico

 
Alle 14 gennaio 2010 23:20 , Blogger Vinegar ha detto...

non si può dire cosa è meglio!

 
Alle 14 gennaio 2010 23:20 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

non c'e una risposta ... fa tutto parte di questa vita ... io adoro comporrere ma è molto solitario mentre suonare dal vivo puo essere molto sociale, anche registrare. Credo che questa possa essere una chiave capire la dinamica tra le tre.

 
Alle 14 gennaio 2010 23:21 , Blogger Vinegar ha detto...

bene Alligatore è stato un vero piacere essere ospiti di questo tuo spazio!

 
Alle 14 gennaio 2010 23:21 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

finalmente una risposta in cui io e Paolo siamo d'accordo!

 
Alle 14 gennaio 2010 23:21 , Blogger Vinegar ha detto...

abbiamo sperimentato con piacere questa nuova forma di intervista!

 
Alle 14 gennaio 2010 23:21 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

And on that note ...

 
Alle 14 gennaio 2010 23:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Spero che vi porti fortuna ...e molto pubblico ai vostri concerti...sarete voi due in concerto? O con altri?

 
Alle 14 gennaio 2010 23:22 , Blogger Vinegar ha detto...

domani ci aspetta questa serata impegnativa al circolo degli artisti per la quale vogliamo essere in forma!

 
Alle 14 gennaio 2010 23:23 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Suoneremo con altri 3 musicisti, un contrabasso, percussione e ogni tanto uno splash dalla tasiera.

 
Alle 14 gennaio 2010 23:23 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Goodnight gentleman. Goodnight. Goodnight.

 
Alle 14 gennaio 2010 23:23 , Blogger Vinegar ha detto...

saremo io e jordan assieme a matteo locasciulli al contrabbasso, filippo schininà alle percussioni e jonathan medros tastiere/pc...

 
Alle 14 gennaio 2010 23:24 , Blogger Vinegar ha detto...

grazie ancora alligatore! un caro saluto Vinegar Socks

 
Alle 14 gennaio 2010 23:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Bene, e con questo è tutto, grazie... Buona notte e buona fortuna!

 
Alle 14 gennaio 2010 23:25 , Blogger Jordan DeMaio ha detto...

Grazie a te alligatore!

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page