giovedì 7 gennaio 2010

Intervista ai The Orange Beach

È da poco iniziato l’anno e abbiamo già fatto il botto. Il primo gennaio infatti è uscito ufficialmente l’esordio dei The Orange Beach (trio campano di forza prorompente), intitolato programmaticamente Fuzz You! Non a caso a produrlo è una label straniera, la leggendaria Second Shimmy di Mark Kramer. In realtà Kramer non si limita a produrli, ma partecipa attivamente al cd come arrangiatore insieme alla band e suona il vibrafono in Barbon, pezzo tra il jazz e la psichedelia, pezzo da telefilm anni ’70 tipo Starsky and Hutch.
Un fortunato incontro il loro, nato, pare (ma me lo dovranno confermare questa sera), sulle pagine di myspace. Una storia moderna di abbattimento dei confini grazie alla Rete? Di certo c’è che il gruppo, classico post-punk chitarra, basso, batteria (e qualche volta la voce) è nato a Caserta nel 2005. Ha poi seguito la trafila da manuale delle giovani band: sbattimenti, passione, sudore, demo, partecipazioni a compilation, concerti per intimi o per platee più vaste (il MEI 2007 ad esempio), fino all’incontro con Kramer, che, tanto per dire, descrive il sound di The Orange Beach come “Ween meets Stray Cats on LSD !”
Insomma, non potevo farmi sfuggire l’occasione di averli sul blog prima della fuga di anche questi cervelli all’estero…ma forse sono già scappati? Ci siete?...
VAI AL LORO MYSPACE http://www.myspace.com/theorangebeach

Etichette: , , , , , , , , , , , , ,

216 Commenti:

1 – 200 di 216 Nuovi› Più recenti»
Alle 7 gennaio 2010 21:34 , Blogger The Orange Beach ha detto...

toc,toc.

 
Alle 7 gennaio 2010 21:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Orange Beach, benvenuti nella palude.

 
Alle 7 gennaio 2010 21:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Dalla spiaggia alla palude il passo è breve...

 
Alle 7 gennaio 2010 21:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora, se siete pronti io direi di cominciare...

 
Alle 7 gennaio 2010 21:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Partiamo con la prima, la più difficile...

 
Alle 7 gennaio 2010 21:42 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Scusa ho avuto un piccolo black out è il modem è lento a ripartire

 
Alle 7 gennaio 2010 21:42 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Ok,iniziamo se vuoi

 
Alle 7 gennaio 2010 21:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Nessun problema, andiamo piano...

 
Alle 7 gennaio 2010 21:43 , Blogger The Orange Beach ha detto...

:-)

 
Alle 7 gennaio 2010 21:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Chi sono The Orange Beach?

 
Alle 7 gennaio 2010 21:43 , Blogger The Orange Beach ha detto...

3 personaggi scartati dalla sceneggiatura di South Park.:-)

 
Alle 7 gennaio 2010 21:43 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Paolo Broccoli alla chitarra,Agostino Pagliaro al basso ed alla voce(quando c'è) e Maurizio Conte alla batteria. 3 amici di vecchia data che si sono rimessi a suonare insieme nel 2005 tra una festicciola e l'altra.

 
Alle 7 gennaio 2010 21:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Chiapperi, il mio cartooooon preferito...

 
Alle 7 gennaio 2010 21:44 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Hei voi Figli di sultana!

 
Alle 7 gennaio 2010 21:45 , Blogger Alligatore ha detto...

Mitici quei ragazzotti si South Park, la prima serie me la sono vista tutta...poi gli ho persi di vista, ma mi sono rimasti dentro.

 
Alle 7 gennaio 2010 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma tornando a voi The Orange Beach, perché questo nome così bello vacanziero?

 
Alle 7 gennaio 2010 21:47 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Anche io li guardo quando capita,ma mi fanno crepare a volte.Quella del Gesù Gay o della sonda el culo di Cartman sono mitiche!

 
Alle 7 gennaio 2010 21:47 , Blogger The Orange Beach ha detto...

In realtà è stato uno “sfizio”,it spiego.

 
Alle 7 gennaio 2010 21:48 , Blogger The Orange Beach ha detto...

da ragazzini io e Maurizio suonavamo già insieme in un gruppo garage/punk; spesso io e l'altro chitarrista partivamo in grandi pippe mentali sui gruppi che ascoltavamo,quasi tutti inglesi e americani. Maurizio non ne conosceva quasi nessuno. Allora dopo un po' si rompeva e faceva: ”ma li conoscete gli Orange Beach da Gotham City?”. Diventò quasi un tormentone.

 
Alle 7 gennaio 2010 21:48 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Quando iniziammo a suonare e poi decidemmo di formare The OB ci rendemmo conto che per una musica così “equivoca” ci voleva un nome degno. Inoltre come sottolineavi tu,suona abbastanza scanzonato,vacanziero: rispecchia il nostro approccio ironico .

 
Alle 7 gennaio 2010 21:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Bella questa, è nato quasi dal caso, dal divertimento, dallo scherzo...e calza come un guanto alla vostra musica.

 
Alle 7 gennaio 2010 21:50 , Blogger Alligatore ha detto...

Come nasce un vostro pezzo? Solo musica, a parte qualche pezzo dove trovano posto anche le parole ...

 
Alle 7 gennaio 2010 21:51 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Beh si,del caos e del caso ne abbiamo fatto una religione più che uno stile di vita!

 
Alle 7 gennaio 2010 21:52 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Come ti accennavo prima non c'è molto metodo nel nostro modo di comporre,avviene tutto abbastanza caoticamente. A volte è capitato che portassi dei brani che secondo me erano già finiti e invece dopo le prove suonavano completamente stravolti. Altre volte improvvisiamo su un giro di basso di Agostino o Maurizio (che suona diversi strumenti),o altre ancora scherzando tra noi salta fuori qualche strana storia che “sceneggiamo” in musica, tipo “Quoque tu BMW?”. Per noi spesso la parte più stimolante è il titolo.

 
Alle 7 gennaio 2010 21:54 , Blogger Alligatore ha detto...

...e infatti nel recente cd ci sono titoli stimolanti, titoli che sono già un programma.

 
Alle 7 gennaio 2010 21:54 , Blogger Alligatore ha detto...

...e allora, come sono nate le canzoni di questo recente “Fuzz You!”?

 
Alle 7 gennaio 2010 21:55 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Non troppo diversamente da come ti raccontavo, durante di un biennio più o meno.

 
Alle 7 gennaio 2010 21:55 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Se ripenso a quel periodo vedo le canzoni come delle istantanee di alcuni momenti. Spesso ci capita che su un pezzo ci scervelliamo per giorni senza ricavarne granché (per la verità non siamo dei grandissimi lavoratori); poi,quando l'umore è buono,in un pomeriggio facciamo il lavoro di 2 mesi.

 
Alle 7 gennaio 2010 21:56 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Più in generale è un po' il nostro piccolo manifesto,la testimonianza di un periodo delle nostre vite, la nostra evoluzione (non solo musicale).

 
Alle 7 gennaio 2010 21:58 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Purtroppo anche del nostro senso dell'umore e onestamente non saprei se in meglio...

 
Alle 7 gennaio 2010 21:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Dall'umore nero possono uscire grandi cose...come da quello rosso, viola, verde...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Dove trovate l’ispirazione?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

…A proposito di scrittura e ispirazione, mi ricordo quello che diceva Eddie Vedder: le idee migliori vengono nei momenti più inopportuni, quando non hai la possibilità di buttarle giù. Poi le dimentichi, e ti rimane il vago ricordo di una cosa grandissima....che rabbia.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Mai capitato? Girate con un quadernetto o un registratore?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:01 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Noi siamo per il verde,ma i colori ci piacciono tutti.:-)

 
Alle 7 gennaio 2010 22:01 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Macché,se c'è un gruppo disorganizzato più di noi gli faccio i miei più sinceri auguri! :-)

 
Alle 7 gennaio 2010 22:02 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Personalmente una delle mie fonti preferite d'ispirazione è stato il divano di un mio amico,Emilio,sul quale avrò messo giù la maggior parte delle mie cose (e un ringraziamento va anche al suo straordinario vino Falerno).

 
Alle 7 gennaio 2010 22:02 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Spesso ci registriamo le nostre prove su un vecchio registratore a cassette e da li facciamo una scremata.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Ispirati dal Falerno, interssante...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Il Falerno del Massico rosso è un vino DOC la cui produzione è consentita nella provincia di Caserta.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi piacciono i vini rossi corposi...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:05 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Guarda che non è la solita "roba da rocker con la bottiglia".QUel vino ispira davvero,fidati.Peccato per il divano che è spirato recentemente.Fuzz bless you!

 
Alle 7 gennaio 2010 22:05 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Il mio comune si chiama Falciano del Massico,guarda un pò...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Se passo vengo a bere un goccio dall'amico, anche senza divano...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Continunado: c’è una canzone che rappresenta meglio il theorangebeach-sound?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:08 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Si ma vacci piano,siamo intorno ai 14 gradi.Magari intercedo e ti rimedio una fischetta da gustare in compagnia.Per ringraziarlo dell'ispirazione gli abbiamo deidcato Quoque tu BMW?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:08 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Non saprei dirti,forse I talk to the wine o The Orange Beach.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:09 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Una delle mie preferite sul disco è “L'Abbaye de Thélème”, uno dei brani dove Kramer ha collaborato più fattivamente sull'arrangiamento e si sente ; più in generale sono molto legato a “Fairies wear white shoes”.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:09 , Blogger Alligatore ha detto...

La sto ascoltando proprio ora e oensavo proporpio questa...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:10 , Blogger The Orange Beach ha detto...

l'Abbaye?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:11 , Blogger Alligatore ha detto...

No, la virtuosistica finale The Orange Beach

 
Alle 7 gennaio 2010 22:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Ora provo a risentire l'Abbaye...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:12 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Ti stupiresti se ti dicessi che quello è stato uno dei primissimi brani?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:13 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Intendo The OB.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi stupirei... ma pensandoci potrebbe anche essere, dopo qualche goccio di Falerno

 
Alle 7 gennaio 2010 22:15 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Quella è i talk to the wine... :-)

 
Alle 7 gennaio 2010 22:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Sicuramente, sicuramente...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Come avete trovato l’etichetta, la Second Shimmy di Mark Kramer? Un giovane gruppo al primo cd esce con la label dei Low, Daniel Johnston …i sogni a volte sono realtà?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:19 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Intanto grazie per il giovane! :-)

 
Alle 7 gennaio 2010 22:19 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Nell'estate di 2 anni fa Kramer ci mandò un messaggio sul nostro myspace,chiedendoci informazioni sul nostro conto e offrendosi di lavorare con noi (per lui è un modus operandi abbastanza normale)

 
Alle 7 gennaio 2010 22:20 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Dopo un po' decidemmo di fare il disco insieme a lui,ma senza sospettare minimamente che volesse farlo uscire per la sua etichetta. Venne a stare a casa mia per 15 giorni a dicembre,anche se in studio siamo rimasti solo 5 giorni,e fu un periodo davvero divertente, diventammo amici.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:20 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Lui era realmente entusiasta del lavoro e quando si liberò da tutti gli impegni di produzione che aveva in programma mi ricontattò e mi propose la cosa. Era più o meno agosto e non ti dico che gioia!

 
Alle 7 gennaio 2010 22:21 , Blogger The Orange Beach ha detto...

In Italia evidentemente non eravamo ritenuti abbastanza interessanti da meritare di essere pubblicati,anche se qualche contatto l'avevamo avuto.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Ci posso credere...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:22 , Blogger Alligatore ha detto...

Ci posso credere è riferito a "non ti dico che gioia"...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:22 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Eh.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:23 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Certamente,altro che Mastercard!

 
Alle 7 gennaio 2010 22:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Forse è un periodo di crisi per le label italiche, pubblicano poco, molti si autoproducono, altri, come voi, trovano qualcuno di interssato all'estero...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Inosmma il contatto, me lo confermate è avvenuto tramite myspace, ma con Internet che rapporto avete da utenti?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:25 , Blogger scetmario ha detto...

mitici the orange beach!!!!!!!!!!

 
Alle 7 gennaio 2010 22:25 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Non so che dirti,mi sembra un pò un grande bluff al di là del fatto che di dischi se ne vendono pochi.Gli indipendenti producon oroba che manco le major:ma scherziamo?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:26 , Blogger Alligatore ha detto...

Ciao Scetmario.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:26 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Circa Internet cerchiamo di sfruttare al massimo le opportunità della rete,attraverso i vari social network e portali. Allo stesso tempo riteniamo che la diffusione della musica digitale sia un'occasione unica per gli indipendenti,un po' come è capitato per l'informazione libera rispetto alle “solite” fonti, inclusa la critica musicale.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:27 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Ciao SCetmario :-)

 
Alle 7 gennaio 2010 22:27 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma lo consci?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:27 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Ci conosciamo? io son o Paolo,piacere!

 
Alle 7 gennaio 2010 22:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Mistero...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Continuando ...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:29 , Blogger Alligatore ha detto...

... Myspace vi sembra una cosa buona o solo una vetrinetta? ... superato da Facebook? Anche se ora FB appare ridimensionato, non è più la moda del momento, fa pure cose impegnate, manifestazioni …

 
Alle 7 gennaio 2010 22:29 , Blogger scetmario ha detto...

alligatore...io sono un fan degli OB...seguo quasi tutti i loro spettacoli e sono un grande estimatore di paolo come chitarrista...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:29 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Boh,sarà un appassionato di Falerno. :-) o gli piace i lverde...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:30 , Blogger The Orange Beach ha detto...

forse ho capito.: chitarraio di Mondragone?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Allora sei un buon intenditore...come Kramer.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:30 , Blogger scetmario ha detto...

sono un tipo di mondragone...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:30 , Blogger scetmario ha detto...

chitarraio matto direi....ihihihi

 
Alle 7 gennaio 2010 22:31 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Io li considero strumenti e come tali è lo scopo per cui li utilizzi che li rende validi o meno. Credo che FB sia il più diffuso,ma anche il più “generalista”; myspace mi sembra più efficace per la musica. Sull'attivismo "feisbuchista" ti prego di lasciarmi sorvolare.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:32 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Si è un mio compagno di merende a 6 corde.ma ha più chitarre di me.Io sono più bell odi profilo però,tiè!:-)

 
Alle 7 gennaio 2010 22:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Dalla Mondragone, ricca di Storia patria e di un bel mare... e anche di chitarre, abbiamo scoperto oggi.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:34 , Blogger Alligatore ha detto...

Voi invece, se non sbaglio siete di Caserta, città lontana dai grandi centri. Essere così lontani dai grandi centri aiuta o limita? Oppure oggi non esiste più un centro …

 
Alle 7 gennaio 2010 22:34 , Blogger scetmario ha detto...

tornando a discorsi seri...
alligator io penso che la cosa che risulta piu paraossale in italia (e che ho potuto di recente constatare con gli orange), è che c'è gente che la musica non l'ascolta neppure...
chiedi a paolo...
recensioni che accostano gli OB a varie band...senza neppure un nesso sensato...
il problema vero è uno solo...
ascoltate prima di parlare!!!!!!

 
Alle 7 gennaio 2010 22:35 , Blogger The Orange Beach ha detto...

la vita è piena di sorprese Alligatore!

 
Alle 7 gennaio 2010 22:36 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Peraltro non siamo nemmeno di Caserta città, ma viviamo nell'alto casertano tra Sessa Aurunca e Mondragone. Certo che ti penalizza,il centro inteso alla Mastella esiste eccome nella musica.Ci vorrebbe una musicopoli!

 
Alle 7 gennaio 2010 22:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Vero quello che dice scetmario....poi ci arrivo.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:37 , Blogger The Orange Beach ha detto...

In genere quando ci esibiamo nei locali la gente si fa meno problemi di quelli che si fanno molti organizzatori,intimoriti da chissà cosa (l'atipicità del nostro sound o forse il fatto che per la maggior parte suoniamo strumentali o forse perchè non sembriamo delle educande).Le persone ascoltano, le pippe mentali non se le fanno: ballano,se la spassano, si fanno qualche cicchetto in allegria,giocano con noi. Diciamo che i baristi sono quelli che ci amano più di tutti, insieme ai bambini: non so spiegarmelo,ma i bambini adorano la nostra musica!

 
Alle 7 gennaio 2010 22:37 , Blogger scetmario ha detto...

ok....

 
Alle 7 gennaio 2010 22:37 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Ok.Allora aspetto

 
Alle 7 gennaio 2010 22:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Avete contatti con altri artisti della vostra città o regione? Di altre?...magari fuori Italia, con Kramer e soci per esempio...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:40 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Si,alcuni dei quali ci hanno dato una grandissima mano anche per realizzare il disco, come Alfred K Parolino,i Warm Gun, i Camera ( con i quali suona anche Agostino),i 16 Bit,il Malpertugio e Carmine Migliore,Iride e poi Sergio Nazzaro che è un bravo scrittore oltre che un caro amico e ci ha scritto le note del cd.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:40 , Blogger The Orange Beach ha detto...

In Italia stimo moltissimo Simone Massaron,che sarà nostro ospite allo showcase di “Fuzz you!” del 16 gennaio a Napoli ; tra gli “stranieri” ho un legame particolare con Steve Adey . Con Kramer ci sentiamo spesso,ma più per questioni personali che altro.
Comunque in Italia,compresi alcuni gruppi delle nostre zone, mi sembra che ci sia poca umiltà. E' un atteggiamento che fatico a spiegarmi.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:41 , Blogger scetmario ha detto...

dimentichi qualcuno???ihihihihiih

 
Alle 7 gennaio 2010 22:43 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Vabbè,tu 6 già qui. Lui suona in un progetto embrionale,Un altro ambito,in cui alla batteria c'è Maurizio (dietro mi o suggerimento peraltro.)

 
Alle 7 gennaio 2010 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, scetmario è nell'intervista.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:44 , Blogger scetmario ha detto...

ed in cui tra breve paolo ci darà l'onore di partecipare nelle vesti di manager-produttore artistico....

 
Alle 7 gennaio 2010 22:44 , Blogger Alligatore ha detto...

Anche se non c'è un vero contatto diretto, citerei pure la bella compilation della AbuzzSupreme, nella quali siete presenti...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:45 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Con Kramer c'era anche in programma un piccol otour promozionale a febbraio perchè lu isi troverà i nEuropa,ma purtroppo il tempo ci gioca contro.mi ha avvisato troppo tardi e forse non se ne fa nulla

 
Alle 7 gennaio 2010 22:46 , Blogger The Orange Beach ha detto...

In quel caso il contatto è stato Andrea Sbaragli al quale sono sinceramente grato del lavoro che ha fatto e che continua a fare.Si quella compilation è una grande vetrina per noi.Il brano ci tengo a dire che l'ha scelto Andrea,non noi. :-)

 
Alle 7 gennaio 2010 22:46 , Blogger Alligatore ha detto...

Speriamo si faccia qualcosa...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:47 , Blogger scetmario ha detto...

speriamo davvero...il progetto merita....deve essere ascoltato...
gira sempre la stessa roba...
per noi in italia gli orange sono una bella ventata di freschezza!!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 7 gennaio 2010 22:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Grand epezzo, grande compilation, scaricabile su vari siti, veramente una bella cosa.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:48 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Eh,lo so.Ma questa volta non posso prendermela con nessuno.mark mi ha detto della cosa solo poco prima di Natale e l'Italia non è New York.Non è così semplice organizzare un tour così a stretto giro.Vediamo cosa si potrà fare da qui a qualche giorno.Altrimenti si potrebbe rim
andare all'estate,chi lo sa?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:49 , Blogger Alligatore ha detto...

Tornaimo a quello che diceva prima scetmario...Low, i miei amici Rosolina Mar, Neil Young, si sente ascoltandovi e/o leggendo di voi. Sono le solite masturbazioni mentali della critica o qualche contatto lo sentite? Altri? … più nascosti…

 
Alle 7 gennaio 2010 22:50 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Questo commento è stato eliminato dall'autore.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:50 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Dei 3 di sicuro quello che più ho ascoltato è Neil Young,ma non lo vedo troppo vicino alla nostra musica. I Rosolina Mar non li conoscevo fino a una settimana fa;sono bravi,ma che c'azzeccano con noi? Circa i Low mi sembra che l'unico tratto comune sia Kramer.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:51 , Blogger scetmario ha detto...

sinceramente io penso una cosa...
per me sono loro...gli orange beach....
possono trovarsi delle similitudini, ma del resto è normale in tutte le band...anche con i piu grandi...
ma infondo sono unici!!!!

 
Alle 7 gennaio 2010 22:52 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Ce ne hanno dette di tutti i colori: stoner,post-rock,psychobilly,psichedelici,twangedelici,postpunk,sperimentali, jazzrock,pfunk,progressive,blues,krautrock.
Lo stesso Kramer,come citavi giustamente tu, non riesce a classificarci e ci ha descritti come un incrocio tra i Ween gli Stray Cats sotto LSD. Le influenze sono tantissime,ma credo di poter dire che non siamo riconducibili a nessuno in particolare.Vuoi qualche nome?

 
Alle 7 gennaio 2010 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

Difficile dire a chi si assomiglia...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:53 , Blogger Alligatore ha detto...

...e forse inutile...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:54 , Blogger Alligatore ha detto...

Meglio lasciare dire agli altri, anche se possono sbagliare...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:55 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Sai Alligatore,a volte non è necessario nascondersi dietro le similitudini.Dice un mio carissim oamico. ma che ci vuole a dirti se una canzone ti piace o no?
In ogni caso ti ripeto,ce ne hanno dette di tutti i colori.

 
Alle 7 gennaio 2010 22:57 , Blogger scetmario ha detto...

alligatore...riallacciandomi al discorso di prima...
visto che sei colui che intervista...
il disco lo hai ascoltato???

 
Alle 7 gennaio 2010 22:58 , Blogger Alligatore ha detto...

Certo e anche molto...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Dimmi, sputa il rospo...

 
Alle 7 gennaio 2010 22:59 , Blogger The Orange Beach ha detto...

??MARIO??

 
Alle 7 gennaio 2010 22:59 , Blogger scetmario ha detto...

qual'è il pezzo che ti piace di piu...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:01 , Blogger Alligatore ha detto...

The Orange Beach per primo...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Quoque tu BMW?

 
Alle 7 gennaio 2010 23:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Barbon...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:02 , Blogger scetmario ha detto...

analisi fatta tra i vari ascoltatori del disco...è quello che colpisce di piu per primo...
a me personalmente piace country billy

 
Alle 7 gennaio 2010 23:02 , Blogger Alligatore ha detto...

Fairies wear white shoes...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:04 , Blogger Alligatore ha detto...

Tutto il disco colpisce, devo dire che è compatto in questo senso.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:04 , Blogger scetmario ha detto...

non vale alligator...
non puoi dirli tutti!!!!!
anche a me piace tutto il disco!!!!!!

 
Alle 7 gennaio 2010 23:04 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Country Billy forse è stato il primo pezzo in assoluto che abbiamo scritto

 
Alle 7 gennaio 2010 23:04 , Blogger scetmario ha detto...

ed hai domandato quale piace di piu al nostro paolo???

 
Alle 7 gennaio 2010 23:05 , Blogger scetmario ha detto...

paolo ma lo sai che vi seguo sin dalla nascita del progetto...forse per questo

 
Alle 7 gennaio 2010 23:05 , Blogger Alligatore ha detto...

Non li dico tutti, tra i primi tre ho mess quelli che ho detto, leggendo dai miei appunti per la recensione che scriverò...e ti confesso, che su quello che hai citato tu non ho scritto nulla, lo riascolterò...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:05 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Oh,mi state mettendo in imbarazzo.un pò di contegno,su.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:06 , Blogger Alligatore ha detto...

...è il bello della diretta.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:07 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Grazie per il bello. :-)

 
Alle 7 gennaio 2010 23:07 , Blogger scetmario ha detto...

certo alligatore.....
una buona intervista in diretta deve avere queste caratteristiche

 
Alle 7 gennaio 2010 23:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Esatto, altrimenti sono tutte uguali...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:08 , Blogger The Orange Beach ha detto...

"Lupo ululà,castello ululì"? :-)

 
Alle 7 gennaio 2010 23:08 , Blogger scetmario ha detto...

comunque alligatore mi raccomando....attenzione a country billy....
ihihihihi

 
Alle 7 gennaio 2010 23:08 , Blogger The Orange Beach ha detto...

vado bene?

 
Alle 7 gennaio 2010 23:08 , Blogger Alligatore ha detto...

Grandefilm pure quello...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:09 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Eh,eh.lo sapevo che ti pizzicavo

 
Alle 7 gennaio 2010 23:10 , Blogger Alligatore ha detto...

"Country Billy" mi ha lasciato senza parole, per quello non ho scritto nulla...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Viene prima della prima...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:10 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Se t'è piaciuto il nostro disco,ti doveva piacere per forza Frankenstein jr

 
Alle 7 gennaio 2010 23:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Ecco l'ispirazione nascosta...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Mi hai fatto venire voglia di rivederlo...dopo forse...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:12 , Blogger Alligatore ha detto...

Il primo disco/cassetta della vostra vita? Quello acquistato intendo…anche di scetmario.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:12 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Ah,ah.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:13 , Blogger scetmario ha detto...

rigorosamente pink floyd...
wish you were here - athom earth mother

 
Alle 7 gennaio 2010 23:13 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Eh,bella domanda.Diciamo che i primi che ricordo con sicurezza sono stati (ma non so in che ordine)"Violator dei Depeche Modeo “The Delicate Sound of Thunder” dei Pink Floyd,non ricordo con esattezza è passato qualche annetto...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:13 , Blogger Alligatore ha detto...

Chiapperi!

 
Alle 7 gennaio 2010 23:14 , Blogger Alligatore ha detto...

Meglio scrivere, registrare, suonare dal vivo?

 
Alle 7 gennaio 2010 23:15 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Invece il primo cd me lo regalò mia sorella: Green Mind dei Dinosaur Jr.Che figata.M'ha rivoltato come un calzino da ragazzetto,insieme al concerto dei Sonic Youth coi Pavement di spalla ,a Roma almeno nel 91 o 92.Ero proprio un ragazzetto

 
Alle 7 gennaio 2010 23:15 , Blogger scetmario ha detto...

il tuo alligatore

 
Alle 7 gennaio 2010 23:15 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Suonare dal vivo è sicuramente più divertente ed hai un riscontro immediato; spesso in contesti in cui non parti certo avvantaggiato non ti puoi nascondere molto: o suoni o non suoni.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:16 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Scrivere,visto che per noi è principalmente un fatto collettivo, è divertente e trova la sua naturale evoluzione nella registrazione. Diciamo che l'appagamento è diverso: il live è puro divertimento,lo studio è più mediato ,ma non per questo meno gratificante. In fin dei conti un artista va giudicato per le proprie opere e per un musicista l'opera è il disco.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:17 , Blogger scetmario ha detto...

io preferisco il llive.....
le emozioni del live sia per un musicista che per un ascoltatore sono uniche e "quasi" irriproducibili in studio!!!!

 
Alle 7 gennaio 2010 23:19 , Blogger Alligatore ha detto...

Per rispondere alla domanda di scetmario di prima, difficile dirlo con esattezza quale sia stata la mia prima volta e con chi, dico sempre una cassetta di Jannacci...come disco quello rosso e quello blue dei Beatles...come cd, forse uno di Frank Zappa...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:20 , Blogger scetmario ha detto...

zappa!!!!!!!!!
penso che per noi chitarristi sia quasi "DIO"!!!!!!!

 
Alle 7 gennaio 2010 23:20 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Zio Frank.A me manca la sua linguaccia affilata più di tutto.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:21 , Blogger Alligatore ha detto...

Già, è sicuramente fonte d'ispirazione per un sacco...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:22 , Blogger Alligatore ha detto...

A proposito di concerti, parliamo del MEI... l'edizione n. 13 è passata da un po’. Si tratta ancora di qualcosa di utile? Si trova lì la musica indipendente italica? Pregi e difetti?

 
Alle 7 gennaio 2010 23:23 , Blogger scetmario ha detto...

attenzione alla risposta!!!!!!

 
Alle 7 gennaio 2010 23:23 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Non saprei dirti,ci sono stato un paio di volte in passato,ma è stato parecchio tempo fa. In generale ho l'impressione che in Italia ci sia poco coraggio e troppi addetti ai lavori improvvisati (penso ai finti booking per esempio , pseudo-discografici-produttori-cazzari ed anche qualche giornalista alla maniera in cui li dipingeva proprio Zio Frank ). L'impressione dall'esterno è che il MEI si sia un po' istituzionalizzato,imborghesito, quasi “sanremizzato”.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:24 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Sono andato bene Mario?Abbastanza diplomatico?Alligatore ti confesso una cosa: Mario è un avvocato.Il mio.Ecco perchè è qui.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:24 , Blogger scetmario ha detto...

dai ha dato una risposta mediando....
pensavo a toni un po piu accesi...
di quelli che usiamo parlando tra di noi....
ihihihihi

 
Alle 7 gennaio 2010 23:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Non sei distante dal vero...penso alla sfilata ministeriale, a certi produttori di paesi inventati...e mi femro qui.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:26 , Blogger scetmario ha detto...

il pensiero sul MEI ci accomuna tutti!!!!
ihihihihihhihih

 
Alle 7 gennaio 2010 23:27 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Il problema è più che per i produttori da paesi inventati qua siamo in un paese pieno di produttori inventati...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:28 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Infatti spesso i dischi suonano male.E sono serio questa volta.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma non il vostro, infatti è interventu Kramer...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:29 , Blogger Alligatore ha detto...

Penultima: perché fate musica? Per liberarvi dai demoni interiori? Per essere amati? Perché vi piace?

 
Alle 7 gennaio 2010 23:29 , Blogger scetmario ha detto...

tanto chi se ne accorge!!!!
gli addetti ai lavori che scrivono solo dopo aver ascoltato son davvero pochi....
scrivono di cose per sentito dire...di cose di cui "forse" non conoscono neppure l'esistenza...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:31 , Blogger The Orange Beach ha detto...

ti ringrazio, i osono contento del lavoro che ha fatto anche perchè il budget non era stratosferico ed in studio ci siamo stati 5 giorni.Non vorrei che sembrasse che solo il nostro disco suona bene,ci mancherebbe.ma a volte ascolti a cnhe produzion igrosse alla radio e suonano proprio male.Almeno per i miei gusti.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:32 , Blogger The Orange Beach ha detto...

La musica è la nostra ludoteca, perchè è la cosa più divertente ed eccitante del mondo,ti fa stare bene,ti diverte e fa divertire gli altri. In questo senso sicuramente ha una funziona catartica. Non siamo “maledetti”,i demoni ce li portiamo in giro a fare baldoria.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:32 , Blogger scetmario ha detto...

GRANDE!!!!!!!!!!!!!!

 
Alle 7 gennaio 2010 23:34 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Sai sono sempre un pò sospettoso coi musoni.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:35 , Blogger Alligatore ha detto...

Fatevi una domanda, datevi una risposta e poi tutti a nanna ... e scusate la marzullata, ma giunti a questo punto.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:35 , Blogger scetmario ha detto...

ma per il 16 tutti invitati????

 
Alle 7 gennaio 2010 23:35 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Mario fammi una domanda!

 
Alle 7 gennaio 2010 23:36 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Assolutamente,si.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Il 16 dove?

 
Alle 7 gennaio 2010 23:38 , Blogger scetmario ha detto...

dai dicci dove e cosa succede il 16....

 
Alle 7 gennaio 2010 23:38 , Blogger scetmario ha detto...

data storica per gli orange

 
Alle 7 gennaio 2010 23:38 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Riusciranno i nostri eroi a costruire un fuzz tlmente potente da spazzare via tutta la musica leggera del mondo?
Ci stiamo provando.
nel frattempo FUZZ YOU!

 
Alle 7 gennaio 2010 23:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Domanda delle 100 pistole...

 
Alle 7 gennaio 2010 23:39 , Blogger The Orange Beach ha detto...

??

 
Alle 7 gennaio 2010 23:39 , Blogger scetmario ha detto...

per ora les paul e plexi l'abbiamo prese....
ci stiamo lavorando!!!!!

 
Alle 7 gennaio 2010 23:40 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Bastano 3 pistolini,come dicono lassù. :-)

 
Alle 7 gennaio 2010 23:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Lassù qualcuno vi ama?

 
Alle 7 gennaio 2010 23:41 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Ho seri dubbi in proposito,ma sappi che noi li invochiamo spesso,anche se mi rimproverano il fatto di farlo in maniera poco consona.

 
Alle 7 gennaio 2010 23:42 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Dettagli... :-)

 
Alle 7 gennaio 2010 23:42 , Blogger scetmario ha detto...

ihihihihihihiih

 
Alle 7 gennaio 2010 23:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Il 16, lo dico io, tutti a Napoli al
Mamamù, e il 4 febbraio a Caserta, al Jarmusch Club..ci sarà anche Jim?

 
Alle 7 gennaio 2010 23:43 , Blogger The Orange Beach ha detto...

Jim?

 
Alle 7 gennaio 2010 23:44 , Blogger scetmario ha detto...

io ci sarò di sicuro...scusate se è poco!!!!ihihihhihi
per niente mi perdo gli orange...ed il mitico paolo!!!!

 
1 – 200 di 216 Nuovi› Più recenti»

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page