domenica 28 dicembre 2008

Tre DVD per digerire il panettone e un'idea per il veglione

Antivatican Coalition Against The Hippies Resistance di Autori Vari
Una cara amica mi ha fatto avere questo incredibile dvd, iperfemminista e coloratissimo. Le avevo detto che da bambino passavo le feste natalizie guardando cartoni animati in tv (da Asterix a Lucky Luke, non disdegnando, la notte, il grande Bruno Bozzetto) e lei mi ha allungato questo per le mie vacanze da trentenne. Be’, lo devo ammettere, miglior dritta non mi poteva dare. C’è dentro la magia del cartoon di natale (forse gli autori sono stati piccoli quando lo sono stato io) più uno spirito anticlericale benefico (in questi giorni, poi …). Dodici episodi dove capisci quanto la religione (non solo quella cattolica) abbia inciso nei corpi (delle donne, in particolare) iniettando paure e sciocchi pregiudizi (rimasti, magari sottotraccia, anche nel moderno occidente). Alcuni titoli dei corti, giusto per farsi un idea: Panta Gignetai Tanatos, La crocifissione di Barbie, L’ultima Sicilia, Idiolatrie, Los Pecadores (con i peccati capitali sotto forma di cartoon a divorarsi tra di loro come in un moderno Bozzetto) …
IL LORO SITO PER APPROFONDIRE core-design.it/antivatican/

Maradona di Emir Kusturica
Il più grande cineasta vivente ritrae il più grande calciatore di tutti i tempi. E sono scintille. Un film strano, girato in amicizia, con le rispettive famiglie vicine, ma senza nascondere nulla. E poi con una leggerezza e un’armonia che sembra un filmino girato in un paio di giorni (invece, tra una cosa e l’altra, ci hanno messo due anni). Maradona come un personaggio di un film di Sergio Leone, o Sam Peckinpah, dice a ragione l’autore di Underground, che poi snocciola i ruoli che avrebbe potuto interpretare nei suoi film, dal primo all’ultimo. Però il personaggio cinematografico più maradoniano è forse il di De Niro di Toro scatenato, come confessa lo stesso Maradona, (“lui usava i pugni, io i piedi”, ma per il resto sono molte le analogie). Di culto i palleggi tra Dieguito e Kustu (promessa del calcio e rockettaro impenitente). Di culto la ripetizione del famoso gol con la mano (de dios) contro l’Inghilterra, con il calciatore trasformato in un pupazzetto contro altri pupazzetti: Margaret Thatcher, la regina d’Inghilterra e suo figlio Carlo, Bush jr, Reagan… al ritmo dissacrante dei Sex Pistols. Tutto il resto è rock’n’roll e impegno politico con i leader della sinistra sudamericana.
L‘INTERESSANTE CINECLUB DELLA BIM http://www.bimcineclub.com/

Chiamami aquila di Michael Apted
Scritto da Lawrence Kasdan, diretto da Michael Apted, prodotto da Steven Spieleberg è un concentrato potente di ecologia per la mente e per il corpo. Lontano dagli eccessi punk di Animal House e da quelli cool che segnarono un’epoca di The Blues Brothers, John Belushi, qui al suo penultimo film, appare più attore e meno maschera, ma la pellicola è lo stesso memorabile. Anzi, per me è un film imperdibile al pari degli altri due (non a caso nel mio cofanetto sono insieme). Una commedia classica con elementi di cinema demenziale, un film moderno perché fatto da chi conosce e ama il cinema del passato. Belushi è Ernie Souchak, reporter bravo a scavare nelle pieghe della corruzione del municipio di Chicago (per questo i politici locali lo fanno picchiare a sangue). Il capo del giornale dove lavora, per salvarlo, lo manda ad intervistare un’ornitologa sulle Montagne Rocciose. Dopo un’iniziale diffidenza, scoppia una passione incontenibile e la loro vita è sconvolta…Incantevoli le Montagne Rocciose con la neve, le inquadrature del volo delle aquile, la natura incontaminata contrapposte al grigio della città, corrotta e inquinata. Da rivalutare e rivedere ogni natale (ma anche a pasqua o a capodanno …). Vista la storia e le nostre Alpi, potrebbero farne un remake italico…
UN MOMENTO CULT DEL FILM
Brunooooooooo!!
PER CHI VUOLE RICORDARSI UN BELUSHI SCATENATO …
John Belushi - With a Little Help from my Frien...

E per chi l''ultimo dell'anno vuole uscire, segnalo questa divertente festa inventata dall'amico musicante Guido Foddis
CAPODANNO 2009 ACASA GUCCINI
E LUI STAVOLTA LO SA!nel forum di FODDIS le info per partecipare

Etichette: , , , , , , , , , ,

20 Commenti:

Alle 28 dicembre 2008 16:24 , Anonymous manu ha detto...

maradona l'ho visto ieri sera e stavo per scriverne, se il leone non avesse predominato. ti prego, a questo punto, dimmi, diciamoci di più. voglio capire meglio tanta affinità. :-)

 
Alle 28 dicembre 2008 16:37 , Blogger Alligatore ha detto...

@manu
Maradona io l'ho visto due o tre giorni fa (è stato un regalo di natale). Adoro Kustu, anche se ultimamente l'ho perso di vista. Inquietanti, o meglio, particolari queste nostre analogie di blog. Ora corro a spalare la neve. Per fortuna ha smesso di nevicare ma da casa sarà difficile uscire se non spalo ... Cosa dire di più. Anche nel mare del web siamo uno, nessuno e centomila ...

 
Alle 28 dicembre 2008 18:39 , Blogger Lucien ha detto...

Divertentissimo il filmato di Belushi che imita Joe Cocker!

 
Alle 28 dicembre 2008 20:06 , Blogger Alligatore ha detto...

L'ho sempre adorato quel John cockerrante(come tutto di lui); è il segno di un'epoca di libertà assoluta, che oggi ci sogniamo. Si parla tanto di crisi: siamo in crisi anche di libertà, in primis direi...

 
Alle 28 dicembre 2008 20:33 , Blogger marina ha detto...

grazie per i DVD! ho preso nota. penso che mi butterò su Maradona, mi ha intrigato e poi, naturalmente, l'iperfemminista.
grazie ancora, marina

 
Alle 28 dicembre 2008 20:49 , Blogger Paola ha detto...

Ciao sono passata da "fotopensieri" e mi sono detta perchè non vai a curiosare in giro???
Ed eccomi qui...sto sbirciando nel tuo...spero non ti dispiaccia...se ti fa piacere passa a trovarmi e tranquillamente aggiungiti alla mia box blogger la trovi in fondo dopo i commenti...
Per ora ti lascio una buona serata... ciao ciao

 
Alle 29 dicembre 2008 03:35 , Blogger Silvia ha detto...

Kusturica è fantastico...Questo film su Maradona m'incuriosisce davvero.

Troppo forte John Belushi :D
...Sì per la libertà, anche se lui purtroppo ha esagerato ed ha fatto proprio una brutta fine...

Ti auguro una buona notte Alligatore!

Ultimamente spesso nottambula :)

 
Alle 29 dicembre 2008 15:45 , Anonymous Anonimo ha detto...

e che dire
"domani ti porto in
un posto senza alberi"

"chicago?!?"

 
Alle 29 dicembre 2008 15:49 , Blogger Alligatore ha detto...

@Marina
Vedi che arrivo sempre in tempo ad esaudire i desideri delle amiche?
@Paola
Grazie della visita, fa piacere avere nuove amiche. Verrò presto a vedere il tuo blog...
@Silvia
Si sente dalla tua scrittura e dalle ore piccole che è cominciato il tuo anno di rock'n'roll: Kustu, Maradona, Belushi ...
@Anonimo
Sì, bella battuta, "Chiamami aquila" è pieno di belle battute. Celentaniana questa...

 
Alle 29 dicembre 2008 16:44 , Blogger La Mente Persa ha detto...

io per il momento ho colto al volo un tuo vecchio OTTIMO suggerimento di vedere "L'ospite inatteso" :)

 
Alle 29 dicembre 2008 16:46 , Blogger La Mente Persa ha detto...

Ah! Ho risposto al tuo post di "Come Dio comanda" solo oggi.
Con le feste di Natale la mia mente si perde in giro a costruire i pupazzi di neve e a sfornare dolciumi :)

 
Alle 29 dicembre 2008 20:10 , Blogger Alligatore ha detto...

@Lamentepersa A
Sono felice che ti sia piaciuto. "L'ospite inatteso" è un ottimo film. Su questo concordiamo.
@Lamentepersa B
"L'Alligatore - Sado-Maso-Rock'n'roll" è inflessibile, non cercare di corromperlo con i dolci, s'arrabbia ...

 
Alle 30 dicembre 2008 10:35 , Blogger SunOfYork ha detto...

cioè tu mi stai dicendo che al mondo esiste gente che sceglie deliberatamente di passare il capodanno A PAVANA?????? :P
sun

 
Alle 30 dicembre 2008 11:38 , Anonymous and ha detto...

i primi due non li ho visti e ci tengo, anche perchè, il tema sopra, mi piace, avendo una sorella che mi ha educato fin da piccolo ad uno sguardo diverso verso il mondo femminile; il secondo perchè lo vidi anche giocare, e fu uno spettacolo.
il terzo invece l'ho visto e concordo con te che è un film da rivalutare, molto tenero, malinconico e si dice che belushi stesse prendendo quella piega. chissà cos'avrebbe combinato.

 
Alle 30 dicembre 2008 14:53 , Blogger Alligatore ha detto...

@sun
Certo che lo passano deliberatamente a Pavana, e si divertono pure un sacco. Una festa che non è uno scherzo, organizzata da quel grande catalizzatore di divertimento che è il cantautore Guido Foddis, in faccia alla casa del Guccini (lo scorso anno non lo sapeva, quest'anno lo sa). Hai visto sul suo sito quanti sono?
@and
Concordo, ovviamente. Maradona non l'ho mai visto giocare live ... a quei tempi, lo confesso, tifavo Platini.

 
Alle 31 dicembre 2008 08:18 , Anonymous and ha detto...

due tipi diversi platini e maradona. mio padre dice che adesso platini sta facendo bene nel suo nuovo ruolo. io non ne so nulla. rispecchiavano anche molto le due diverse città.

 
Alle 31 dicembre 2008 13:21 , Blogger ReAnto ha detto...

Indimenticabile Belushi. Buon Anno Al.Speriamo in un anno di buona musica...magari quella. Antonio

 
Alle 31 dicembre 2008 14:30 , Blogger stellavale ha detto...

Se vai dal Foddis salutamelo. Augurissimi!

 
Alle 31 dicembre 2008 14:50 , Blogger Silvia ha detto...

Più che anno di rock'n'roll l'anno sembra di musica classica per ora :) abbiamo trascorso seratine niente male, e fatto le "ore piccole" da un amico che suona il pianoforte, con tanto di caminetto acceso e del buon vino rosso! Fantastico!

Ti lascio gli auguri di buon anno :) Un bacio, a presto!

p.s. sta sera penso che rimarrò a casa o comunque farò qualcosa di tranquillo...Niente veglioni o cose del genere. Tu?

 
Alle 31 dicembre 2008 15:00 , Blogger Alligatore ha detto...

@And
Già due tipi diversi, ma in fondo entrambi geniali. Dicono in giro che stia facendo bene, ma non posso confermare o smentire perchè non seguo le vicende pallonare italiche, figurarsi quelle internazionali. Buon 2009...
@Reanto
Andrà bene, il sole ci sorriderà ...come si dice: quando hai toccato il fondo (vedi bombardamenti su palestinesi inermi). Buon anno anche a te.
@Stellavale
Sei un'amica di Guidone, brava. Purtroppo non sarò con lui e Guccini, non mi muovo dalla mia palude. Augurissimi a te...
@Silvia
Anche una seratina con del buon vino rosso e un piano può essere, in fondo, molto rock'n'roll. Pure io, non farò cose clamorose. Mi muovo poco dalla mia palude. Il veglione più bello, confesso, l'ho passato una decina di anni fa, a letto (a leggere "On The Road" del mio "coetaneo" Jack Kerouac). Auguri.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page