mercoledì 21 febbraio 2018

In palude con i Niggaradio


NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
- GENERE  Il titolo del nostro disco precedente spiega tutto 'FolkBluesTechno'n'Roll...e altre musiche primitive per domani
- DOVE ASCOLTARLO Il disco è uscito in anteprima su OndaRock, ma si può ascoltare (e acquistare) su Spotify, Soundcloud, Tidal, praticamente ovunque.
- LABEL Dcave records
- PARTICOLARITA’ Analogico, suonato senza aggiusti artificiali, antico e futuribile insieme
- CITTA’: Catania... e dove se no?
- DATA DI USCITA: 28 gennaio 2018

L’INTERVISTA
Come è nato Santi diavuli e brava genti?
- Per strada, ascoltando la gente, il mondo. In studio, traducendo il tutto in suono.
Perché questo titolo? … ironico?
- No no. Sono tre categorie umane molto diffuse, tutte con pro e contro. Santi puri ma anche tornacontisti, Diavoli tentatori ma spesso poveri diavoli, Brava Genti che vorrebbe solo viver tranquilla ma troppo spesso a scapito degli altri. È quello che vediamo intorno. Ironico?!? No... o forse... insomma senza un pizzico di ironia, specie verso se stessi, che vita sarebbe?
Come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?
- Sembrerà strano ma l'embrione di questo disco si è sviluppato appena finito il precedente... c'erano cose che bazzicavano in testa, sia concetti che suoni che volevamo approfondire. Abbiamo iniziato con suonare dal vivo nel tour precedente un paio di idee che poi avremmo portato in studio per questo disco.
Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del disco?
- A parte le parolacce e gli sproloqui di Vanessa quando Daniele la mette sotto torchio, i provini diventati definitivi, Peppe che cerca di aggiungere di nascosto tamburi al suo kit, Andrea che si taglia il labbro suonando il marranzano (disco fatto col sangue), Rosy e Maruska (Dcave) che non si rassegnano ai ns ritardi e alle ns mattane?
Se questo cd fosse un concept-album su cosa sarebbe? … potrebbe esserlo?
- Sulla gente, sul mondo oggi, su come ci scivola di mano e su alcune cose meravigliose che ci fanno continuare a sperare...
C’è qualche pezzo che preferite? Qualche pezzo del quale andate più fieri di Santi diavuli e brava genti? … che vi piace di più fare live?
- Vuoi farci litigare?!?  Ne citiamo quattro solo perché siamo in quattro... a parte gli scherzi, mai come stavolta ci sembrano tutti "importanti". Proprio per citarne qualcuno, U Diavulu, To Mama, Elektro Moaning, Unni mi femmu... ma veramente ci toccano tutti.
Il disco è uscito per Dcave Records, prodotto da Daniele Grasso. Come è stato lavorare con lui? Altri nomi da citare attorno/dentro/dietro questo vostro album?
- Innanzitutto le già citate Rosy Galeano e Maruska Pesce per stimoli e l'indispensabile supporto psicologico, Matteo D'Alessandro e Simone Carnemolla per l'assistenza continua e la pazienza in studio, i nostri di Pentagram Arts, Angelo Maiorca e Omar Giardina che lavorano sotto sotto per il progetto.
Vanessa: Rispondo io...Lavorare con Dani è più facile di quanto pensassi, perché il suo metodo da produttore ti mette totalmente a tuo agio ed è difficile non arrivare ai risultati...
Peppe: Beh, rispondo anch'io...Daniele è una grande risorsa per la musica nel nostro territorio. A livello professionale, mi fa sentire come nei miei periodi passati vissuti tra Milano e Londra.  Le sue idee e la sua identità sono sempre uniche e originali, quasi al di fuori dalle righe. Precisissimo e professionista e anche un compagnone di giochi...
Andrea: A questa rispondo anch'io...per me oltre ad essere un amico da anni, è stato il mio insegnante di audio pro, di basso ed è compagno di questa bella storia che è Niggaradio, perchè è come se venisse da un altro pianeta, ha sempre idee strane e lavora con passione e follia per portarle avanti...

Copertina molto bella, con i vostri volti che escono dall’oscurità. Come è nata e chi è l’autore?
- Siamo degli improvvisatori e improvvisando ci è venuta l'idea di metterci la faccia. Il capacissimo realizzatore è Antonio Triolo.
Come presenterete dal vivo Santi diavuli e brava genti?
- Con un primo giro in primavera in città come Milano, Torino, Bologna, Firenze, Roma, Napoli e via scendendo.
Altro da dichiarare?
- Non siamo del tutto innocenti... follow us.

Etichette: , , , , , , , , , , ,

17 Commenti:

Alle 21 febbraio 2018 00:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Gran disco questo dei Niggaradio, blues cantato in siciliano, con tematiche a sfondo sociale, sensualità, ironia, forza ... e la volontà di dire le cose come stanno dal lavoro all'immigrazione, dall'innamoramento alle pagine nere della nostra Storia recente ...

 
Alle 21 febbraio 2018 00:10 , Blogger Alligatore ha detto...

Terzo disco di questa bella realtà di autentico blues italico, con 11 perle tutte da ascoltare.

 
Alle 21 febbraio 2018 00:11 , Blogger Alligatore ha detto...

Difficile scegliere un pezzo rispetto ad un altro, ma ci provo ...

 
Alle 21 febbraio 2018 00:15 , Blogger Alligatore ha detto...

Come dicono loro U Diavulu blues cantato in modo impeccabile, vecchia storia del vendere l'anima al diavolo, con un finale diverso, per fortuna. Contro il troppo cinismo della vita moderna, lo consiglio ... altro che amaro a base di carciofo.

 
Alle 21 febbraio 2018 00:18 , Blogger Alligatore ha detto...

Poi dico Elektro Moaning, che avanza forte e intensa, con ritmo e coralità, a portare avanti un testo da mandare a memoria sull'immigrazione, cantato con ispirazione blues ... e dietro i fiati.

 
Alle 21 febbraio 2018 00:25 , Blogger Alligatore ha detto...

Poi dico Unni mi femmu, tra antico e moderno, tra oriente e occidente, grande inizio, umanista, del cd ....

 
Alle 21 febbraio 2018 00:30 , Blogger Alligatore ha detto...

Cu si 'nnamura è un intenso pezzo d'amore che batte a un gran ritmo. Pop-rock-blues piacevole, con chitarre gajarde e un testo molto bello sull'innamorarsi, cantato in modo impeccabile ancora una volta dalla bravissima Vanessa, vocalist della band.

 
Alle 21 febbraio 2018 00:32 , Blogger Alligatore ha detto...

A processione da Madonna, ha dalla sua deliziosi giochi di armonica a bocca in apertura, parole tra sacro e profano come non ne avete mai sentito ... Halleluya!

 
Alle 21 febbraio 2018 00:36 , Blogger Alligatore ha detto...

Gran finale To Mama, dolce, senza dimenticare l'intensità!

 
Alle 21 febbraio 2018 00:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Come tutto questo disco, del quale apprezzo anche la cura dei particolare, come tutti i testi rigorosamente tradotti in italiano.

 
Alle 21 febbraio 2018 00:42 , Blogger Alligatore ha detto...

Bravi Niggaradio per la prima volta in palude come intervista, ma finiti già nel blog a suo tempo per il precedente cd ...

 
Alle 21 febbraio 2018 00:43 , Blogger Alligatore ha detto...

Alla prossima!

 
Alle 21 febbraio 2018 09:23 , Blogger Daniele Verzetti il Rockpoeta® ha detto...

Sono bravissimi eccone la prova ulteriore se ce ne fosse bisogno: https://www.youtube.com/watch?v=ffSF6CMoKSc

 
Alle 21 febbraio 2018 14:49 , Blogger Cavaliere oscuro del web ha detto...

I miei complimenti.
Saluti a presto.

 
Alle 21 febbraio 2018 23:42 , Blogger Alligatore ha detto...

@Daniele
Grazie per il link, video davvero ottimo, che dimostrano le loro grandi capacità di coinvolgimento e l'impegno.
@Cavaliere Oscuro del Web
Grazie da parte del gruppo e alla prossima.

 
Alle 22 febbraio 2018 20:29 , Blogger marcaval ha detto...

Beh ho ascoltato il pezzo suggerito da Daniele , decisamente bello. Molto piacevole!!

 
Alle 22 febbraio 2018 21:17 , Blogger Alligatore ha detto...

Come tutto il disco (prova ad andare al mio link, se vuoi sentirlo tutto).

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page