domenica 19 novembre 2017

In palude con Giovanni Succi


NOTE SINTETICHE ALL’ASCOLTO DEL DISCO
GENERE ROCK
DOVE ASCOLTARLO OVUNQUE SUL WEB, ad esempio qui
LABEL LA TEMPESTA DISCHI / ALABIANCA / TANNEN REC.
PARTICOLARITA’ ABBINATO AD UN AMARO
CITTA’ NIZZA MONFERRATO
DATA DI USCITA 22 SETTEMBRE 2017

L’INTERVISTA
Come è nato Succi con ghiaccio?
Da un formale patto col diavolo, nel quale si impegna a fornirmi pezzi abbastanza buoni per Bachi Da Pietra e Giovanni Succi in cambio di una bazzecola e di qualche citazione in un pezzo.
Perché questo titolo? …
Perché il ghiaccio accentua le proprietà balsamiche di un amaro e lo rende più amabile. L’amaro sono io.
Come è stata la genesi del cd, dall’idea iniziale alla sua realizzazione finale?
Ho scritto i pezzi, Ivan A. Rossi li ha arrangiati, registrati, mixati, Francesco Scrimaglio ha disegnato la copertina, Riccardo Orlandi l’ha impaginata, lo stampatore ha fatto il resto.
Qualche episodio che è rimasto nella memoria durante la lavorazione del disco?
Le versioni dei pezzi buona-alla-prima finiti sul disco. Quasi tutti, come quasi sempre.
Se questo cd fosse un concept-album su cosa sarebbe? … tolgo il fosse?
Un amaro.
C’è qualche pezzo che preferisci? Qualche pezzo del quale vai più fiero di Succi con ghiaccio? … che ti piace di più fare live?
Sipario è la canzone che suonerei al mio funerale (pardon: farei suonare).
Come è stato a livello produttivo fare il cd? Da chi gli apporti maggiori?
Da Ivan Antonio Rossi, produttore, arrangiatore del progetto, nonché musicista: ha suonato tutte le parti di sintetizzatore e tastiere. Da Tristan Martinelli che ha fatto parti di basso stratosferiche in studio e suonato il pianoforte; Enrico ‘Chicco’ Di Marzio e Federico Lagomarsino ‘Bandiani’ che si sono alternati alla batteria; Cosimo ‘Franz’ Francavilla che compare in un cazzeggio finale con un  sax da manuale. Per la copertina Francesco Scrimaglio. Per l’Amaro Succi, l’apporto indispensabile è stato quello di Sergio Foglino e Lorenzo Perego di Erba Volant, alchimisti.
Copertina molto affascinante, cinematografia, hollywoodiana. Come è nata e chi l’ha fatta e/o pensata così?
L’illustrazione è di Francesco Scrimaglio, che ne ha fornite tre versioni diverse: una di giorno, una al tramonto, una notturna. Mi son piaciute talmente tanto tutte e tre che sono diventate le copertine della versione digitale, vinile e CD dell’album.
Come presenti dal vivo Succi con ghiaccio?
Con Giovanni Stimamiglio alla batteria e tastiere e Tristan Martinelli al basso e tastiere. Solitamente con un bicchiere di Amaro Succi in mano.
Altro da dichiarare?
L’Amaro Succi esiste davvero, è prodotto e commercializzato da Erba Volant. Spacca.

Etichette: , , , , , , , , , , , , , ,

9 Commenti:

Alle 19 novembre 2017 00:23 , Blogger Alligatore ha detto...

Un vero piacere avere in palude Giovanni Succi, con questo suo primo disco omonimo ... tanti e particolari invece i dischi usciti come Bachi da Pietra, band autenticamente underground. Anche per questo èun vero piacere averlo qui.

 
Alle 19 novembre 2017 00:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Un esordio deciso di una voce inconfondibile, con undici tracce tra il sarcasmo e la nostalgia, il ridersi addosso e l'attacco alle idiosincrasie del vivere.

 
Alle 19 novembre 2017 00:28 , Blogger Alligatore ha detto...

Un disco tutto da ascoltare dall'iniziale Artista di nicchia, estremo, intimo affondo alla Carmelo Bene, per presentarsi come artista di nicchia, come dice il titolo, alla mitica title-track Con ghiaccio, rock trascinante vero, che fa venire voglia di riascoltarlo subito.

 
Alle 19 novembre 2017 00:31 , Blogger Alligatore ha detto...

In mezzo, da citare assolutamente: Bukowski ironico racconto di quando, negli anni '90, non "fece" Bukowski ... storia piena di sarcasmo a ritmo rap tutta da ascoltare.

 
Alle 19 novembre 2017 00:33 , Blogger Alligatore ha detto...

Il giro è l'ennesimo omaggio al giro d'Italia: semplice e diretto, come molti pezzi "sul giro" a partire da Bartali del suo conterraneo e mito Paolo Conte.

 
Alle 19 novembre 2017 00:37 , Blogger Alligatore ha detto...

Elegantissimo è un'ironica e intima storia da musicanti girovaghi underground, un voce/chitarra che non scordi.

 
Alle 19 novembre 2017 00:39 , Blogger Alligatore ha detto...

Ma tutto il disco ha pezzi che non scordi. Per la vociaccia del Succi, per le parole crude, le storie di ordinaria follia.

 
Alle 19 novembre 2017 00:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Interessante esordio, spero abbia il riscontro che si merita.

 
Alle 19 novembre 2017 00:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Un consiglio: prendete Succi, con ghiaccio.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page