lunedì 14 dicembre 2015

Storie di libraie coraggiose


L'abbiamo preso perché c'è la storia di una nostra amica, una libraia raccontata in questo Storia di libraie coraggiose, e abbiamo trovato una magnifica lettura. Dalla Sardegna alla Sicilia, dal sud al nord Italia (e anche la Svizzera italiana), Matteo Eremo ha raccolto 20 storie di libraie, pubblicandolo poi con marcos y marcos
Donne che hanno deciso di aprire una piccola libreria indipendente, molte delle quali oggi, quando, si dice, siano scomparse, fagocitate da Internet, libri elettronici, grandi catene, amazon e i suoi fratelli ... e poi la crisi, chi vuoi che compri un libro oggi? E invece ... 
Un piccolo volume appassionante, quattrocento pagine che si leggono in un attimo, lasciandoti in bocca la voglia di leggere e vivere la propria vita nonostante tutto. Sì, dopo aver letto questo libro, ti viene voglia di combattere contro i mulini a vento ... e non è una cosa da poco. Consigliatissimo!

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

6 Commenti:

Alle 14 dicembre 2015 15:25 , Blogger Elle ha detto...

Piccola libreria indipendente. Solo il nome fa venire voglia. Se poi si vuole diffondere la cultura senza scendere a compromessi col mercato del libro (solo il nome fa accapponare la pelle), oltre alla piccola libreria indipendente ci vogliono coraggio e passione. E queste storie dimostrano che la formula è vincente!

 
Alle 14 dicembre 2015 17:40 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, queste storie, tutte appassionanti, così appassionanti che non saprei quale dire la più bella, sono narrate bene, e fanno venire voglia di impegnarsi ... o almeno, fanno capire, che anche in condizioni disperate si può fare qualcosa. Un bravo all'autore del libro, oltre che, alle libraie ...

 
Alle 14 dicembre 2015 23:18 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

Che bel consiglio di lettura, miei cari. Le librerie indipendenti sono un patrimonio dell'umanità.

 
Alle 14 dicembre 2015 23:24 , Blogger Alligatore ha detto...

Lo pensavo pure io prima di leggere questo libro; la lettura ha aumentato la mia stima, facendole diventare luoghi mitici, magici, invitanti ancora di più di quello che sapevo. Ha un modo di narrare che conquista, ad ogni nuova libreria presentata/intervistata.

 
Alle 16 dicembre 2015 00:13 , Blogger Santa S ha detto...

Ricordate quel tormentone: e qui la festa! Il mio cervello si è acceso e l'ha ripescato da non so dove. Questo è davvero un modo meraviglioso di fare gli auguri, un modello e un'ispirazione per tanti :**

 
Alle 16 dicembre 2015 00:16 , Blogger Alligatore ha detto...

Comprendo, comprendo ... questo libro è veramente una festa, e sembra ci sia, in quelle librerie sempre festa (ma non lo consiglio per le feste, lo consiglio in qualsiasi occasione). Di certo, ispira molte cose buone ...

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page