mercoledì 3 settembre 2014

Ritorno al cinema con delitti ... Under the Skin

Sono ritornato al cinema dopo un  bel po' (solo due film visti a luglio, uno ad agosto), e ho trovato una pellicola molto strana, perturbante, con una Scarlett Johansson in un ruolo difficile, lontano da molti suoi personaggi. Un'aliena cattiva, un'aliena che giunta sulla terra ruba ad una donna defunta le vesti, e gira su di un furgoncino alla ricerca di uomini da eliminare. Sì, letteralmente eliminare, dopo averli attirati in trappola con il suo fascino, spogliati di tutto, conduce i malcapitati in una stanza buia per farli scomparire in un buco nero, dove si disintegrano in un blob melmoso.

Proprio a Blob (e non Blog, come avevo scritto prima), il film, e poi programma cult di Ghezzi, ho pensato mentre la musichetta, molto simile a quella della famosa pellicola di fantascienza,  accompagna i ragazzi nel sottosuolo melmoso, dove letteralmente  esplodono. Ma ho pensato anche alle strane stanza di Twin Peaks, a certe atmosfere sospese di una pellicola storica e impressionante come A Venezia... un dicembre rosso shocking di Roeg, anche se Under the Skin non arriva mai a queste vette. 
L'aliena interpretata dalla Johansson, ha, nella seconda parte del film, una crisi di coscienza: forse si innamora di una sua vittima, la più brutta e indifesa, e si scopre lei stessa indifesa, per finire poi vittima della violenza di un uomo, in un finale molto forte. C'è una vera metamorfosi, con l'aliena allo specchio ad ammirare le sue forme, a provare il cibo umano, a sentire il freddo sulla pelle, una breve storia d'amore romantico...
Scenari inediti, una fotografia sgranata, la Scozia umida come la nostra estate, scogliere, cittadine grige, castelli, boschi fangosi e algide  montagne, danno alla pellicola di Jonathan Glazer, regista pubbliciario e di alcuni video di artisti importanti (Massive Attack, Radiohead, Nick Cave), un fascino del tutto particolare, senza tempo. Non lo definirei un film riuscito (meglio era il suo precedente Birth - Io sono Sean, del 2004), ma il tentativo di andare oltre, come immagini, sensazioni particolari, strane storie, che solo un regista com lui, di pochi ma interessanti film, poteva tentare. 
Scritto dal cosmopolita scrittore olandese di successo internazionale Michel Faber, Under the Skin è stato presentato in concorso alla Mostra del Cinema di Venezia (quella dello scorso anno). Non ricordo le reazioni della critica. Leggo che non ha vinto lì nessun premio ed è uscito in Italia solo in questi giorni, a circa un anno dalla ribalta festivaliera (negli Usa qualche mese fa, senza clamori e in poche copie).  Solo per questo merita una visione...

Etichette: , , , , , , , , , , , ,

19 Commenti:

Alle 3 settembre 2014 07:44 , Blogger Kylie ha detto...

Non ne avevo sentito parlare neppure di sguincio.

Buona giornata!

 
Alle 3 settembre 2014 08:05 , Blogger amanda ha detto...

lapsus freudiano comprensibilissimo il film era e la trasmissione di RAI 3 sono bloB non bloG :D

 
Alle 3 settembre 2014 08:06 , Blogger amanda ha detto...

e ora io pure ho fatto la mia
"il film e la trasmissione sono"

 
Alle 3 settembre 2014 09:11 , Blogger Marco Goi ha detto...

io l'ho adorato!
sarà tutto merito di scarlett? :)

 
Alle 3 settembre 2014 17:07 , Blogger Elle ha detto...

..mm.. una donna che ammira le sue forme, che alla fine è vittima di violenza, che uccide gli uomini.. un'aliena dici?

 
Alle 3 settembre 2014 17:22 , Blogger Alligatore ha detto...

@Kyle
Grazie dell'informazione, buona serata a te...
@Amanda
Ah, ah, ah, bella questa, è vero, ora correggo... grazie per la dritta.
@Marco Goi
Conoscendoti un po', direi di sì :)
@Elle
Sottile ironia...in effetti, nei film di fantascienza e/o di fantasia, ci sono molte più verità (a volte) di quelle che pensiamo.

 
Alle 3 settembre 2014 18:32 , Blogger Silvia Pareschi ha detto...

Ma brava la Scarlett che sceglie questi film interessanti.

 
Alle 3 settembre 2014 18:41 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, dote importante per attori, scegliere buoni film, film diversi dai tanti, come questo, che, pur non essendo un capolavoro, non lascia indifferenti.

 
Alle 4 settembre 2014 08:22 , Blogger Lucien ha detto...

L'ho visto ieri sera.
Visivamente molto potente, però mi sono sentito "alieno" alla storia.

 
Alle 4 settembre 2014 15:00 , Blogger Alligatore ha detto...

Capisco quello che dici, infatti il film mi ha preso ma non del tutto... da vedere sicuramente, e rifletterci sopra: se il cinema è immagine, questo è un gran film. Che ne dici?

 
Alle 4 settembre 2014 16:56 , Blogger Lucien ha detto...

Per me il cinema non è solo immagine, anche se ovviamente è la parte essenziale, ma anche pensiero, narrazione, parole, musica, ecc...
Sotto questi aspetti per me il film non decolla mai e perciò gli darei la sufficienza (anche a causa di una certa ripetitività).
Poi Scarlett tiene su mirabilmente la baracca!

 
Alle 4 settembre 2014 18:28 , Blogger Berica ha detto...

Starò attenta quando passa di qui...
Grazie della rece.

 
Alle 5 settembre 2014 00:57 , Blogger Alligatore ha detto...

@Lucien
Concordo pienamente, è un film che non decolla mai... ma forse era l'intento del regista. Grande la Scarlettina.
@Berica
Prego, non c'è di che... sì, sì, prendilo al volo quando passa. Anzi, vola al cinema :)

 
Alle 5 settembre 2014 20:07 , Blogger Sole ha detto...

mi incuriosisce...ma non credo al suo essere aliena. Proverò a guardarlo con questa ottica: non credo sia aliena. Anche per dare un senso a questo titolo, no?

 
Alle 6 settembre 2014 11:53 , Blogger Pietrincanto ha detto...

interessante questo film..sopratutto lei che fa sparire gli uomini ahhahahhahaahha apparte gli scherzi mi hai incuriosito .Lo vedrò ..Buon fine settimana :D :)

 
Alle 6 settembre 2014 17:37 , Blogger Alligatore ha detto...

@Sole
... vediamo se dopo il film la penserai ancora così :)
@Pietreincanto
Grazie buon fine settimana a te. In effetti ha un ottica femminil-femminista (anche in questo è un film senza tempo).

 
Alle 7 settembre 2014 14:40 , Blogger patèd'animo ha detto...

Esiste il libro, e lo lessi, qualche anno fa, apprezzandolo molto. Non sapevo del film.. grazie dunque. ;)

 
Alle 7 settembre 2014 15:15 , Blogger Astrolabia ha detto...

Pare grazioso, me l'avevano consigliato.
Provvederò a vederlo, alli ;)

 
Alle 7 settembre 2014 17:45 , Blogger Alligatore ha detto...

@Patè d'animo
Grazie a te,sapevo dell'esistenza del libro, non sapevo se fosse buono o meno. Il tuo parere mi conforta.
@Astrolabia
Bene, allora due che te lo consigliano ... poi fammi sapere.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page