sabato 30 marzo 2013

Quelli che ... salutano Enzo Jannacci

Etichette: , , , , , , , , ,

32 Commenti:

Alle 30 marzo 2013 12:34 , Blogger giovanotta ha detto...

mi piaceva soprattutto la sua simpatia..
bello questo ricordo sulla Smemo!

 
Alle 30 marzo 2013 12:38 , Blogger Alligatore ha detto...

Sì, era un tipo in gamba, sempre coerente. Mi dispiace abbia fatto poco cinema (ma ha fatto un po' di tutto). Anche per Monicelli, che lo diresse, avrebbe dovuto farne di più.

 
Alle 30 marzo 2013 13:46 , Blogger Greg Petrelli ha detto...

au revoir

 
Alle 30 marzo 2013 14:33 , Blogger m4ry ha detto...

Genio e sregolatezza...è proprio così..ciao Enzo ! Mi mancherai tanto ! <3

 
Alle 30 marzo 2013 14:54 , Blogger Alligatore ha detto...

@Greg Petrelli
Sì, appena ho letto la notizia, ho pensato di salutarlo ...
@M4ry
Personaggio importante per la musica e la comicità ... non saprei di altri come lui, quindi, sì, ci mancherà.

 
Alle 30 marzo 2013 14:55 , Blogger mr.Hyde ha detto...

Vengo a fargli un saluto anche dalla tua palude..

 
Alle 30 marzo 2013 14:59 , Blogger Alligatore ha detto...

Vengo anch'io.
No, tu no.
Perché?
Perchè no!
;)))
Mi hai fatto venire in mente una delle sue più famose ...hai fatto bene.

 
Alle 30 marzo 2013 15:18 , Blogger S. ha detto...

...che anno di merda...scusa il francesismo, oltre tutti i guai che ci affliggono, sono sempre i migliori che se ne vanno...
uff...

 
Alle 30 marzo 2013 15:23 , Blogger Alligatore ha detto...

... è sempre così. Anno di merda? Pensavo fosse stato il 2012, ma anche questo è iniziato male.

 
Alle 30 marzo 2013 16:24 , Blogger Jenny De Cicco ha detto...

:,(

 
Alle 30 marzo 2013 17:49 , Blogger Linda ha detto...

un altro grande vecchio che se ne va e mi dispiace tanto, davvero.

 
Alle 30 marzo 2013 18:24 , Blogger Alligatore ha detto...

@Jenny De Cicco
... anche gli appassionati di cinema piangono, oggi.
@Linda
Già, un grande in molti settori (non solo artisitici: medicina, politica ...).

 
Alle 30 marzo 2013 21:27 , Blogger Ciccola ha detto...

E' appena arrivata la notizia che ci ha lasciati anche il Califfo...
:.(

 
Alle 30 marzo 2013 21:35 , Blogger George ha detto...

Grande Jannacci ... ora l'ho omaggiato pure io con un video stupendo su Quelli che ... un capolavoro.

 
Alle 30 marzo 2013 23:13 , Blogger Haldeyde ha detto...

La colonna sonora dei miei anni di bambino ed il suo irresistibile sorriso un po' nerd. Mi piaceva un sacco e mi mancherà...

 
Alle 31 marzo 2013 01:16 , Blogger Alligatore ha detto...

@Ciccola
Sì, l'ho sentito. Certamente un mito pure lui, diverso lo stile e il contesto...
@George
Sì, lo penso pure io sia stato uno dei suoi colpi di genio Quelli che...
(suo e di Beppe). Ora vengo a vedere.
@Haldeyde
Condivido, pure la mia colonna sonora di bambino. Già, un sorriso con gli occhiali da nerd, un po'. Mancherà a molti, sì.

 
Alle 31 marzo 2013 11:36 , Blogger Kylie ha detto...

Non sarà dimenticato.

Un abbraccio e serena Pasqua.

 
Alle 31 marzo 2013 12:06 , Blogger BiondaInside ha detto...

Ally oggi ti tocca il Califfo, forse. Che Pasqua stonata... auguri amico, pieni di cioccolata e sorprese d'aMMore (che tu lo sai che fissa ho ahahah)

 
Alle 31 marzo 2013 12:17 , Blogger redcats ha detto...

E' morto Califano, ma proprio non mi sento di metterlo sullo stesso piano come ho sentito nei commenti alla radio.
Tanti auguri!

 
Alle 31 marzo 2013 13:13 , Blogger La Dany ha detto...

Buon riposo dottore!

 
Alle 31 marzo 2013 13:19 , Blogger Alligatore ha detto...

@Kyl
Impossibile dimenticarlo...
Tante cose.
@BiondaInside
Ogni giorno il suo lutto ... strani queste morti in giorni di risurrezioni. Ma noi (non solo tu), abbiamo l'AMMMMore ;)
@Redcats
Anche il Califfo è, nel bene e nel male, un pezzo di storia della musica italica. Non me la sento di fare classifiche (non le faccio mai, oggi ancora meno). Non sono credente, ma se con il tuo augurio passerò una buona domenica, grazie, buona domenica anche a te.
@LaDany
... questo mi pare un ottimo auspicio.

 
Alle 31 marzo 2013 20:16 , Blogger Adriano Maini ha detto...

E come intercala la sua "Quelli che...", oh yeah!

 
Alle 31 marzo 2013 20:25 , Blogger Alligatore ha detto...

...oh yeah Adri!

 
Alle 31 marzo 2013 21:02 , Blogger elenamaria ha detto...

Mi piaceva Jannacci e la sua morte mi a lasciato basita. Ma per il Califfo ho pianto. Boh, sarà l'età...

 
Alle 31 marzo 2013 21:07 , Blogger Alligatore ha detto...

Er Califfo piaceva alle donne, non si discute (pure a mia madre, che è nata lo stesso suo anno), Jannacci è stato un grande uomo di cultura a tutto tondo. Un saluto ad entrambi, senza rimpianti ...

 
Alle 31 marzo 2013 21:44 , Blogger Cri ha detto...

E pensare che a me da bambina stava tremendamente antipatico! Poi cresci e conosci quelli che e ti inchini all'intelligenza, cresci e ascolti onliù e piangi, cresci e vedi romanzo popolare e capisci che il giudizio di bambina era totalmente arbitrario.

 
Alle 31 marzo 2013 21:47 , Blogger Alligatore ha detto...

Direi di sì ... magari, la sua ironia e malinconia, per una bambina non erano il massimo, ma poi, come dici tu, crescendo ...

 
Alle 1 aprile 2013 09:31 , Blogger elenamaria ha detto...

Mah, non credo che le lacrime siano legate al fatto che fosse uno che piaceva. Anche perchè l'ho detestato per anni. Credo forse un fatto geografico. Io a Milano non sono mai stata, Roma è dietro l'angolo.

 
Alle 1 aprile 2013 15:23 , Blogger Felinità ha detto...

aver scritto musica rende comunque immortali, e ci lascia meno soli quando mancano certe personalità.

 
Alle 1 aprile 2013 15:27 , Blogger Alligatore ha detto...

@Elenamaria
Un fatto geografico... può essere.
@Felinità
Certo, Jannacci in questo è sicuramente immortale... pensa a quante sue canzone cantichcciamo spesso.

 
Alle 1 aprile 2013 15:45 , Blogger Andrea ha detto...

I miei genitori lo adorano, uso il presente, perchè non smetteranno mai di ascoltarli. Lui mi ricorda la mia famiglia al completo e un paio di miei zii morti che canticchiavano spesso le sue canzoni.

 
Alle 1 aprile 2013 15:51 , Blogger Alligatore ha detto...

Vivere, senza malinconia ... sì, credo sia immortale grazie a certe canzoni diventate la colonna sonora di molte generazioni senza un perché, senza troppe spinte, ma con il suo entusiasmo pazzo e inarrestabile.

 

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

<< Home page